Luca Turco: il mio Nico, cresciuto sul set di UPAS, riserverà molte sorprese


Luca Turco: il mio Nico, cresciuto sul set di UPAS, riserverà molte sorprese. Intervista all’attore partenopeo che ha iniziato la sua esperienza professionale nella soap opera napoletana all'età di 9 anni. Oggi ne ha 28.


L’attore è arrivato sul set di Un posto al sole quando aveva solo 9 anni. Era il 24 dicembre del 1999 quando ha interpretato il ruolo di Nico (ovvero Nicolin Reka Poggi) nella soap opera napoletana. Dal 2007 la sua presenza nella storia raccontata aumenta sempre di più. Oggi è uno dei personaggi principali.

Luca Turco ha letteralmente cambiato la sua vita entrando nella grande famiglia di Un posto al sole. Infatti ha trovato sul set l’anima gemella. Attualmente è fidanzato con l’attrice Giorgia Gianetiempo che interpreta il ruolo di Rossella Graziani.

Abbiamo intervistato l’attore che ci ha anticipato alcuni sviluppi del suo personaggio e ci ha parlato dei suoi progetti futuri.

Lei ha iniziato la carriera di attore a 9 anni. Che significa crescere sul set di una fiction?

«Oramai Un posto al sole è la mia famiglia. Dal primo giorno in cui sono entrato nella serie, la mia vita è cambiata. Sono 20 anni che interpreto il personaggio di Nico e in qualche modo siamo diventati più che amici».

Qual è l’evoluzione del personaggio nell’immediato futuro?

«Nico continuerà ad essere un giovane uomo garbato e dal carattere molto forte che ha sempre cercato di farsi strada con le proprie forze. È quello che si definisce un bravo ragazzo che ha avuto con Manuela una contrastata storia d’amore. Oramai è un punto di riferimento sia per la soap opera napoletana sia per i telespettatori che si sono affezionati al personaggio».

Ci racconta come è avvenuta la prima apparizione di Nico in Un posto al sole?

«Ricordo ai lettori che io sono il figlio adottivo dei coniugi Poggi. I due si erano recati in un orfanotrofio decisi ad adottare un bambino e la scelta ricadde su di me. Inizialmente ho avuto problemi di inserimento nella mia nuova famiglia ma grazie all’affetto di tutti Nico si è ambientato bene a Palazzo Palladini».

Crede di avere dei tratti in comune con il suo personaggio?

«Io e Nico potremmo essere virtualmente ottimi amici. Ma, quando sul set ho terminato le mie scene, ritorno immediatamente Luca Turco, come è giusto che sia per ogni attore».

Il rapporto della città di Napoli con Un posto al sole è speciale. Perché secondo lei?

«Napoli è l’habitat naturale dove si svolge la storia. L’amore che ha la città per i personaggi è oramai assodato da oltre due decenni. A me capita, come a tutti gli altri colleghi, si essere fermato da persone che desiderano avere notizie su Nico e sul suo futuro. Mostrano tutti un grande affetto per la serie e considerano tutti noi attori quasi come delle persone di famiglia».

Lei non è mai uscito da UPAS. Le piacerebbe avere un ruolo per il piccolo o per il grande schermo?

«Certamente, anzi sono disponibile per una nuova esperienza. Naturalmente per me Un posto al sole ha la priorità assoluta. Ma se, tra una ripresa e l’altra, qualche regista volesse mettermi alla prova io sono disponibile».

È vero che ha una grande passione per la fotografia?

«Sì. Amo non solo fotografare ma anche realizzare in proprio dei video che finora ho postato solo su Instagram. Non è detto che in futuro io non possa sfruttare questa mia passione anche per fini professionali».

Lei è nato a Torre del Greco. Attualmente vive a Napoli?

«Faccio la spola tra Napoli e Roma».



0 Replies to “Luca Turco: il mio Nico, cresciuto sul set di UPAS, riserverà molte sorprese”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*