Reazione a Catena, le Focaccine: noi escluse dal torneo dei campioni

Intervista ad uno dei gruppi femminili più noti dell'edizione 2018 del game show di Rai 1 condotto da Gabriele Corsi.


Lorena Di Consoli, Alessandra e Francesca Venturini tutte provenienti da Milano, sono state tra i gruppi campioni dell’edizione 2018 di Reazione a Catena condotta da Gabriele Corsi.

Quest’anno però il torneo è stato realizzato soltanto tra le squadre che hanno partecipato all’edizione appena conclusasi e condotta da Marco Liorni.

Le Focaccine sono state deluse da questa scelta. Infatti maridacaterini.it le ha interpellate per conoscere la loro opinione. Ecco quanto ci hanno detto:

«Sinceramente ci siamo un po’ rimaste male per non essere state anche noi nel torneo dei Campioni. In un primo momento, ad inizio estate, siamo state contattate dalla redazione di Reazione a Catena. Ci hanno chiesto la disponibilità per la nostra partecipazione al torneo delle squadre che si sono confrontate lo scorso anno. Dopo questa telefonata non abbiamo più ricevuto alcun riscontro».

Lorena continua: «per noi Reazione a Catena è stata un’esperienza magnifica ed indimenticabile. Il nostro rammarico è soltanto per la squadra, non a livello personale. Sarebbe stato però meglio avvertirci che il torneo 2018 non si sarebbe più svolto».

Sempre Lorena svela di aver seguito quest’anno con molta attenzione tutti i 3 mesi estivi di Reazione a Catena. «Abbiamo notato che le squadre del 2019 sono state molto brave a L’intesa vincente. Sono riusciti ad indovinare anche 10-12 parole come bottino minimo, arrivando fino alle 23 parole record dei Tre Forcellini. Insomma I ragazzi hanno capito che L’intesa vincente è il cuore del programma».

Le Focaccine hanno apprezzato quest’anno soprattutto i Tre Forcellini. Li hanno trovati i bravi, preparati, intelligenti e meritevoli del risultato a cui sono arrivati.

Sulla conduzione di Marco Liorni commentano: «Sicuramente è stato molto bravo, è riuscito, dopo le prime puntate, ad essere sciolto e disinvolto proprio come vuole la tradizione del game show. Noi però abbiamo giocato con Gabriele Corsi e siamo particolarmente legate a lui».

La squadra di ragazze ha vinto 233.000 euro complessivi. «Ovviamente la somma è arrivata, ne abbiamo tolto soltanto una parte per realizzare un piccolo viaggio noi tre. Ci siamo regalate un viaggio al buio. Significa che siamo arrivate in aeroporto senza sapere la destinazione di arrivo. Solo prima di imbarcarci abbiamo saputo di recarci a Bruxelles. Sono stati dei giorni molto belli. Ma la parte principale della nostra cifra vinta è stata accantonata per il nostro futuro universitario o professionale».

Ricordiamo ai nostri lettori chi sono le Focaccine

Lorena è iscritta a psicologia e deve laurearsi tra il 7 e il 15 ottobre. Alessandra studia scienze delle comunicazioni. Francesca invece è entrata nell’esercito, ha già il ruolo di capitano, ed è ancora iscritta a scienze motorie. Tre ragazze con la testa sulle spalle che confessano: «la tv non è nei nostri interessi. Certo tutti si chiedono quando torneremo in video. Ma per adesso l’occasione è stata persa. Probabilmente ce ne sarà un’altra futuro».

E a proposito del futuro, Lorena ci anticipa che dopo la laurea farà tirocinio al Policlinico di Milano per avere la possibilità di iscriversi all’albo.

Infine le ragazze svelano di incontrarsi molto volentieri e, quando sono insieme, non resistono alla tentazione di giocare a L’intesa vincente.

Ricordiamo che le Focaccine, sono state vincitrici nel 2018 della somma 147.000 euro all’ultima parola, senza comprare il terzo elemento. Una gara che è entrata nella storia di Reazione a Catena, regalando loro anche il personale record della vincita più alta in una sola puntata.



0 Replies to “Reazione a Catena, le Focaccine: noi escluse dal torneo dei campioni”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*