Colorado, la conferenza stampa


Tutte le dichiarazioni fatte nel corso della presentazione del programma oggi a Milano.



Ma la novità non sta solo nella conduzione. Ad accogliere il cast di vecchi e nuovi comici e quindi i telespettatori a casa, sarà infatti una nuova scenografia: uno studio urbano. Addio dunque al paesaggio in stile western delle passate stagioni, addio cactus e pieno west. Musica live, poi, con la  nuova band di Pippo Lamberti. Tra i nuovi comici di questa stagione, inoltre, arriveranno nomi e personaggi totalmente inediti. Si tratta di Giancarlo Barbara: noti i suoi trailer a Zelig, ma a Colorado si esibirà nel personaggio di un rapinatore; Michele Caputo dell’ex duo Antonio e Michele; Enzo Paci che in verità ha già lavorato a Colorado Café ed è stato nel cast di Zelig Off; Marco Dondarini e Davide Del Fiume accoppiata vincente ma fatta di due personaggi agli antipodi; e infine Mary Sarnataro che ci farà sorridere con i suoi cartelli.
Accanto a tanto novità anche illustri conferme: tutti i big dello show, infatti, ci saranno anche in questa nuova edizione: da Angelo Pintus ad Andrea Pucci, passando per i Panpers, Pino e gli anticorpi. Graditissimi anche alcuni ritorni: da Debora Villa a Baz a Max Cavallari de I Fichi d’India, oltre a Maurizio Battista e a Rita Pelusio.

“Colorado è uno degli show comici più importante della tv italiana, si ride sempre”, sottolinea orgogliosa Laura Casarotto, direttore do Italia 1,durante la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione comica del canale giovane di casa Mediaset. E aggiunge: “Noi vogliamo proporre un vero spettacolo, un’ambizione più grande del semplice far ridere. Con Luca e Paolo che forse portano un graffio in più”. Per Maurizio Titti, l’autore, “il conduttore è la chiave del nostro spettacolo. Se sa alzare bene la palla ai comici… loro vanno diretti verso la porta e segnano il gol. Luca è Paolo, dal canto loro,rappresentano un segno di discontinuità rispetto a Paolo Ruffini e Diana Del Bufalo; la loro personalità è un segno distintivo di questa edizione”. I due conduttori entreranno “in punta di piedi in questa casa che non è la nostra è in un ruolo non nostro. Dobbiamo valorizzare il più possibile i comici parlano il meno possibile… per noi cosa molto difficile”, spiega Kessissiglu. “Noi saremo in pratica le donne di servizio, i filippini…”, gli fa eco Bizzarri, che non nega un certo divertimento ad interpretare un nuovo ruolo, in cui giocano con i comici. “Il nostro in effetti è un ruolo in fieri”, aggiunge Luca, “entriamo in un posto in cui ci sono già quaranta comici, farli diventare quarantadue ci sembrava un po’ troppo.

Almeno per la prima puntata facciamo le donne di servizio, poi se ci scapperà la battuta, la faremo. Per ora comunque giochiamo un po’ indietro, al servizio degli altri. Ma magari qualche colpo di testa potrà capitare anche a noi di farlo”.

Alla conferenza stampa erano presenti alcuni dei comici di Colorado. Max Cavallari, nella veste di solista, proporrà il personaggio del minios e il cowboy gay, “che è molto simpatico, tenero, dolce”, racconta,ricordando l’amico Bruno, suo partner ne I fichi d’India, “che sicuramente verrà in studio a vedere la mia esibizione”, assicura. Marco Bazzoni, Baz, comunica che torna “a Colorado dopo due anni perché mancava un sex symbol”, mentre Debora Villa promette di “romperà le balle, di insultare un po’ tutti, perché questo è un talento. E poi dai”, scherza, “avrei potuto condurre benissimo anche io la trasmissioni”. Felice di esserci è anche Pucci, protagonista ormai di “135 puntate di Colorado”.

Ospiti della prima puntata saranno i The Kolors, la band vincitrice dell’ultima edizione di Amici di Maria De Filippi, con i quali, annunciano le ex Iene, “ci saranno momenti di tv verità…ci scapperà pure qualche lacrima”. Staremo a vedere cosa hanno no in serbo i due mattacchioni…

Qui l’edizione della scorsa primavera.



0 Replies to “Colorado, la conferenza stampa”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*