Connect with us

Intrattenimento

Arredare a tutti i costi dal 14 febbraio su Fine living

Interviste ai due conduttori del programma in onda sul canale 49 del digitale terrestre
Avatar

Pubblicato

il

Interviste ai due conduttori del programma in onda sul canale 49 del digitale terrestre
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

{module Pubblicità dentro articolo}

Da domenica 14 febbraio (per 7 settimane) alle 17.10 conosceremo la strana coppia che dimostrerà come sia possibile riprodurre fedelmente una meravigliosa stanza di design nonostante un budget limitato.

Abbiamo incontrato i protagonisti del nuovo programma del canale americano che ci hanno raccontato la loro prima esperienza lavorativa insieme e i loro progetti futuri.

Iniziamo con Silvia De Giorgi…

Silvia, tu sei una interior design di fama internazionale. Che ruolo ricopri all’interno di questo programma?

Nel programma rappresento me stessa, ossia una interior design contattata da una coppia che vuole cambiare lo stile degli ambienti della propria casa. Seguendo le loro indicazioni stravolgo il look della stanza “incriminata” con complementi d’arredo molto costosi, ma purtroppo fuori dal loro budget.

E quindi?

Qui interviene Rulof…

Qual è il contributo del tuo collega?

Lui ha sempre dato il colpo di genio! Lui infatti, attraverso la sua creatività, mi aiuta a ricreare lo stesso ambiente, ma ad un prezzo contenuto. Alcuni pezzi dell’arredamento sono acquistati in mercatini dell’antiquariato e in negozi “fidati” che conosce solo io, altri oggetti dell’arredamento sono invece realizzati manualmente da Rulof. E, alla fine, il risultato è assicurato.

Ma se il budget era ridotto, perché hai sempre proposto progetti fuori portata?

Il mio sadismo tipico del creativo me lo imponeva (ride, ndr).

Avevate mai collaborato prima, tu e Rulof?

Mai. Noi non ci conoscevamo prima di questa esperienza e devo ammettere che c’è stata subito empatia. Ci siamo capiti subito, abbiamo collaborato e ci siamo anche divertiti molto. A volte abbiamo lavorato anche in tre… con Tancredi, il mio globetrotter. Avresti dovuto vedere la felicità di Rulof (ride con una certa ironia, ndr).

Ci fai un esempio di cosa siete riusciti a realizzare?

In una casa abbiamo realizzato, nel bel mezzo del salotto, un portavasi da fiori con una vecchia bicicletta che abbiamo risistemato. Un’idea che la coppia, due professori di matematica, ha apprezzato tantissimo. Ovviamente la casa si prestava a una soluzione simile, per via del suo stile un po’ bucolico, agreste, campagnolo. Per un’altra famiglia, invece, abbiamo ricreato un giardino in un vaso di terracotta. Ne siamo molto soddisfatti.

Bilancio dell’esperienza?

Assolutamente positivo: non abbiamo trovato nessuno che ci abbia chiesto di non tornare. Anzi, sono stati tutti entusiasti del nostro lavoro e noi (parlo sia per me sia per Rulof) siamo stati davvero orgogliosi dei nostri progetti. E ti dirò di più: ripeterei questa esperienza domani mattina.

Come è stato lavorare sotto l’occhio attento e vigile della telecamera?

Nonostante sia stata la mia prima esperienza in tv, ho vissuto la presenta delle telecamere con assoluta naturalezza. È stato una specie di gioco che ho condotto in modo incredibilmente naturale.

Il tuo lavoro ti porta spesso in giro per il mondo. Come riesci a conciliare famiglia e professione?

Sono mamma di tre bambini di 13, 8 e 6 anni, ma questo non mi ha mai fermata. Con qualche sacrificio tutto si può ben organizzare e conciliare. Anzi, ogni tanto i miei figli sono pure contenti che io parta per un viaggio di lavoro. Anche queste sono soddisfazioni (ride, ndr)…

A proposito di soddisfazioni, non hai temuto un paragone con Paola Marella?

Ma no. Io sono sempre stata me stessa e sono molto diversa da lei. Comunque sia, il consiglio che tutti mi hanno dato è stato proprio “non fare Paola Marella, sii solo te stessa”.

Progetti per il futuro? Ci sarà ancora la tv?

Come ho già detto, ricomincerei domani. Per ora mi godo questa esperienza e continuo con il mio lavoro, anche lontana dalla televisione. Ma se dovessi avere la possibilità di rifare questo format, che tra l’altro è tutto italiano, o un nuovo lavoro in tv, perché no?! A me basta fare il mio mestiere, che amo tantissimo.

arredare a tutti i costi 2

{module Pubblicità dentro articolo}

… e proseguiamo con Rulof…

Rulof, prima di tutto: come è andata con Tancredi?

(ride, ndr) Il cane è adorabile, ma è stato davvero un incubo perché faceva un sacco di rumore, abbaiando, quando invece per esigenze foniche serviva assoluto silenzio.

Tu hai un canale su Youtube in cui ti occupi di un argomento non proprio giovanile, il fai-da-te, eppure hai un seguito straordinario. Come te lo spieghi? E come è nata l’idea di portare questa tua passione sul web?

Il fai-da-te, la creatività anche manuale sono la mia grande passione e credo che il mio seguito dipenda proprio dal fatto di essere riuscito a trasmetterla ai miei followers, anche se l’argomento non avrebbe di per sé un grandissimo seguito, in effetti. L’idea mi è venuta nel 2007 il mio obiettivo era quello di condividere l’idea che si può risparmiare anche essendo creativi. Gradualmente le persone hanno incominciato a seguirmi, e ora ho un seguito enorme. Alcuni miei video vengono persino proiettati a scuola. È bello sapere che quello che faccio sia utile anche ad altri, anche a fini scolastici.

Come nasce questa passione?

Da mio padre, che è sempre stato un artista e grande sperimentatore. Amo molto sperimentare, smontare, distruggere e rimontare gli oggetti per capire.

Dici che ami sperimentare. Un’invenzione di cui vai orgoglioso?

La mia bolla subacquea, grazie alla quale sono stato ben 15 minuti sott’acqua…

Tornando al programma Arredare a tutti i costi, è vero che avete messo una biciletta in un salotto?
Certamente. La coppia di professori ci ha dato un’idea di stile entro cui muoverci: in questo caso era uno stile francese, campagnolo. Abbiamo trovato una vecchia bicicletta in cantina, l’abbiamo rimessa a posto e messa in salotto. Ci stava davvero bene, vedrete!

Come è stato collaborare con Silvia De Giorgi? Difficile per la distanza dei vostri stili?

È stato divertente. L’empatia c’è stata da subito e ci ha aiutato a realizzare i progetti che hanno pienamente soddisfatto i nostri committenti. Lei partiva da un’idea economicamente impegnativa, io ridimensionavo la cosa e alla fine si arrivava al medesimo risultato, dando un’anima al prodotto finale.

Ti piacerebbe riprendere questo programma e continuare a lavorare in tv?

Continuerei volentieri a fare questo programma, che ho vissuto come una vacanza. Inoltre ho imparato tantissimo dai miei compagni di viaggio, che hanno reso questo viaggio più semplice. La tv è più facile farla con altre persone accanto. Intanto mi godo le puntate e continuo a lavorare sul mio canale Youtube rulof87. Poi vedremo cosa mi riserverà il futuro…


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornalista esperta del mondo dello spettacolo, ho lavorato per diverse testate giornalistiche della carta stampata e del Web tra cui Libero e Affari Italiani Appassionata di calcio e basket, amo il teatro e la letteratura.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Eurovision Song Contest 2021, ecco chi sono i conduttori italiani

Tutte le notizie e le anticipazioni sull'edizione del Festival della Canzone Europea. I Maneskin in gara per l'Italia.
Federica Simonetti

Pubblicato

il

Eurovision-2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Torna l’Eurovision Song Contest nell’edizione 2021. Sabato 22 maggio alle 20:40 ritorna l’appuntamento con il festival della Canzone Europea in diretta da Rotterdam. Si tratta della sessantacinquesima edizione.

Ricordiamo che l’Eurovision song contest torna nella sua formula originale dopo che nel 2020 era stato cancellato e sostituito da una serata celebrativa senza alcuna competizione. Adesso è stata anche annunciata la presenza del pubblico alla Ahoy Arena di Rotterdam che rappresenta anche un segnale di speranza e di ripartenza per il mondo dello spettacolo gravemente penalizzato dalla pandemia.

Eurovision song contest 2021 arrivano Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio.

Novità dell’edizione 2021 è la presenza di una coppia assolutamente inedita di commentatori. Si tratta di Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio che sostituiscono Flavio Insinna e Federico Russo al timone della manifestazione lo scorso anno.

Saranno Corsi e Malgioglio a raccontare al pubblico italiano quanto accade sul palco della Ahoy Arena di Rotterdam.

Ricordiamo inoltre che il palinsesto Rai per l’Eurovision song contest 2021 inizia con la cronaca delle due semifinali in programma su Rai 4 e in contemporanea su Rai Radio. I giorni deputati sono martedì 18 e giovedì 20 maggio in prima serata a partire dalle 20:45. La cronaca su Rai4 è affidata a Saverio Raimondo ed Emma Stoccolma, mentre la radiocronaca su Rai Radio2 è affidata alla stessa Ema Stoccolma in compagnia di Gino Castaldo.

I Maneskin per l’Italia

A rappresentare l’Italia sul palcoscenico internazionale di Rotterdam è il gruppo dei Maneskin che partecipa con la canzone Zitti e buoni. Il brano è stato presentato alla scorsa edizione di Sanremo 2021 dove si è aggiudicata la vittoria. I Maneskin sono stati però invitati a eliminare dalla loro canzone tutte le parolacce e le volgarità inserite nel testo italiano. Ricordiamo inoltre che il gruppo è anche reduce dalla conquista del disco d’oro per  l’ultimo album Teatro d’Ira volume 1. Il trofeo del Eurovision song contest manca in Italia da oltre 30 anni ovvero dal 1990.

Chi sono i conduttori

Ecco chi sono i conduttori di Eurovision Song Contest 2021.

Gabriele Corsi torna su Rai 1 dopo aver condotto nel 2018 il programma estivo della fascia preserale della rete Reazione a catena. E’ una presenza fissa insieme al Trio Medusa su Radio Deejay. E attualmente è al timone del programma dell’access prime time del canale NOVE del digitale terrestre dal titolo Deal with it Stai al gioco.

Cristiano Malgioglio non ha bisogno di presentazioni. Molto noto sui canali Mediaset approda per la prima volta alla conduzione dell’Eurovision Song Contest è apprezzato soprattutto per la sua grande capacità di cantautore e autore di testi. Ma anche come polemista in molti salotti televisivi soprattutto Mediaset.

Inoltre Carolina Di Domenico attrice Vj conduttrice televisiva e radiofonica avrà il compito di annunciare in diretta Europea il risultato del voto della giuria italiana.

Il pubblico di casa nostra potrà votare il brano preferito ma non può esprimere pareri sulla canzone italiana.

Lo slogan ufficiale dell’evento resta Open Up, il medesimo pianificato per l’edizione annullata.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Chi l’ha visto? 5 maggio 2021, verdetto definitivo per il caso Vannini

Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Chi l'ha visto stasera 5 maggio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rai 3 propone stasera, mercoledì 5 maggio 2021, una nuova puntata di Chi l’ha visto? il programma condotto da Federica Sciarelli. Nel corso della puntata odierna, si torna a parlare, per l’ultima volta, del caso di Marco Vannini.

Dopo sei anni di processi e ricorsi la Cassazione ha emesso il verdetto definitivo sul noto caso di cronaca. Il ventenne Vannini fu ucciso da un colpo di pistola nella notte tra il 17 e il 18 maggio 2015 in casa della sua ragazza, Martina Ciontoli. Il colpo fatale è esploso dal padre della ragazza, Antonio Ciontoli, condannato a 14 anni di reclusione. Tuttavia, anche la moglie e i figli di Ciontoli, Maria, Federico e Martina, devono scontare una pena pari a 9 anni e 4 mesi.

L’intera famiglia Ciontoli avrebbe infatti ritardato volutamente l’arrivo dei soccorsi, minimizzando la gravità dell’accaduto nel tentativo di scagionare Antonio Ciontoli.

Vi ricordiamo che potete vedere la puntata di Chi l’ha Visto? anche in streaming su internet, tramite il servizio gratuito RaiPlay.

Chi l’ha visto stasera 5 maggio, la diretta

La puntata inizia, e subito inizia un collegamento con Piera Maggio, la madre di Denise Pipitone, che si trova nella piazza del suo paese, Mazzara del Vallo. Oggi, infatti, i Carabinieri sono andati a perquisire l’abitazione dove abitava Anna Corona. “A me hanno detto che si cercava un corpo. Mi aspettavo un po’ più di delicatezza nei miei confronti” dichiara la Maggio. Pare, infatti, che una recentissima testimonianza indirizzi le indagini verso un pozzo, dove il corpo di Denise potrebbe essere stata posta anni fa.

“Questa casa da quando è scomparsa nessuno l’ha mai perquisita. Come è possibile?” aggiunge poi la Maggio. “Senza fare il nome delle persone interpellate, rispettando l’anonimato, posso ascoltare le confessioni di tutti riguardo Denise, e riferirle a chi di dovere. Vogliamo solo trovare Denise” annuncia poi il Vescovo di Mazzara del Vallo.

I Carabinieri hanno indagato e perquisito l’abitazione, dopo che un testimone misterioso avrebbe comunicato loro che nella casa sarebbero stati svolti lavori in muratura non segnalati. L’attuale abitante della casa ha parlato con un inviato di Chi l’ha visto? affermando di non aver mai notato nulla di strano. 

Ma i Carabinieri hanno rinvenuto una misteriosa botola nel garage dell’abitazione, a lungo esaminata nel corso della giornata odierna. Dopo le indagini, però, la casa non è stata posta sotto sequestro. Le indagini di 17 anni fa si svolsero correttamente? Oppure Anna Corona ha ricevuto un trattamento di favore in virtù di alcune conoscenze altolocate? Questo è il dubbio su cui si deve fare luce stando alle parole dell’avvocato della Maggio, Giacomo Frazzitta.

Chi l'ha visto stasera 5 maggio

Caterina di Bologna ritrovata, la conclusione del caso Vannini

Marika, la sorella di Caterina, scomparsa da Pietra Cuta (RN) il 23 aprile, è in collegamento con Chi l’ha visto? in seguito al ritrovamento di sua sorella. Pare che Caterina fosse trattenuta contro la sua volontà lontana dai suoi figli, e abbia trovato il coraggio di tornare a Bologna dopo l’appello di Marika eseguito in trasmissione. 

Poi, le dichiarazioni della madre di Marco Vannini, subito dopo il verdetto che ha assicurato alla giustizia l’intera famiglia Ciontoli. “Marco voleva volare con le freccie tricolori. Sono sicuro che oggi, che avrebbe 26 anni, il suo sogno si sarebbe realizzato. Lo immagino così, a sfrecciare nel cielo.” commenta.

“L’immagine più bella che ho di mio figlio è quando scendeva la mattina con la sua vestaglia, e mi chiedeva cosa avevo preparato a pranzo. Mi manca il suo buongiorno” prosegue poi.

Chi l’ha visto stasera 5 maggio, Alessio, marinaio scomparso in Danimarca

Quindi, un nuovo caso di scomparsa a Chi l’ha visto di stasera, 5 maggio: Alessio. Di professione marinaio, nato a Ortona, ma stanziato in Danimarca, non si hanno più sue notizie dal 20 gennaio; questo, nonostante avesse già preso accordi con amici e parenti in Italia.

Nella nave su cui lavorava sono stati rinvenuti tutti i suoi effetti personali. Alessio, invece, pare essere scomparso in mare durante la navigazione. Il sospetto è che Alessio possa essersi suicidato, anche se chi lo conosce smentisce con forza questa ipotesi.  Oggi, la famiglia dichiara che le indagini sarebbero state frettolose. Il fratello di Alessio è in studio. “L’impianto di videosorveglianza era disattivata. perché? Perché non ci hanno fatto visitare subito la nave?” si chiede Simone, il fratello di Alessio.

Infine, la storia di Daniela Molinari, l’infermiera milanese malata di cancro che aveva bisogno di un prelievo della sua madre biologica per salvarsi. La donna, rintracciata, rifiutò di incontrare Daniela e fornire il prelievo richiesto. Oggi la donna avrebbe cambiato idea, in seguito ai molti appelli giunti alla trasmissione dopo la richiesta di Daniela.

Il caso di Antonieta Vasquez

Antonieta Vasquez è stata trovata morta in un casale di Ciampino. La donna è creduta, ad oggi, vittima di suicidio. La redazione del programma ha ricostruito la giornata precedente la morte dell’estetista colombiana; che viene descritta dai suoi figli come “una donna piena di vita”. Antonieta avrebbe passato un’intera giornata sotto effetto di forti stupefacenti, nella stessa casa in cui poi si sarebbe suicidata. Ma numerose incoerenze rendono alquanto misteriosa la vicenda.

Segue il caso di Thomas, ragazzo di Fidenza che durante un viaggio studio in Polonia, tre anni fa, ha vissuto un’esperienza fortemente traumatica. Ma dopo soli 12 giorni, Thomas si sente male, ed è soccorso dai suoi compagni. Ha avuto un semplice attacco d’asma, ma è stato scambiato per un drogato dai suoi tutor. I medici non gli credono quando afferma di essere solo asmatico, e non lo assistono. Gli dicono che ha un problema psichiatrico, e lo costringono a letto.

Solo una volta tornato in Italia i medici scoprono che Thomas ha una trombosi cerebrale non diagnosticata.

Gli ultimi aggiornamenti sul Comandante Marcos

Si torna sul caso delle ragazze scomparse, e “salvate” dall’auto-dichiaratosi Comandante Marcos. Alessandro, il padre della ragazza scomparsa, è in studio per commentare la vicenda. “Sono separato da 13 anni. Il giudice ha stabilito che Reina fosse data in affido alla madre. Ma poi si scoprì che, fra le altre cose, non frequentava la scuola da 3 anni; così l’affido è passato a me. Nel periodo in cui mi preparavo ad accoglierla, è andata in comunità” racconta.

Intanto, anche stasera, 5 maggio, continuano le indagini del programma Chi l’ha visto? su Achille Lauri, il vero nome del Comandante Marcos, sono proseguite. Lauri si definisce come un “infiltrato nella Camorra“. Tuttavia, Chi l’ha visto? ha scoperto che Lauri sarebbe coinvolto in un caso di ricatto a stampo Camorristico. E così, si scoprono tutti i precedenti penali di Lauri: tra cui omicidio e detenzione di armi e stupefacenti.

E poi, la scomparsa di Antonio, che potrebbe aver seguito le orme di Biagio Conte. Un uomo che negli anni ’90 scomparve per un anno intero, ritirandosi in un eremo con l’intenzione di seguire le orme di San Francesco. Oggi Conte è noto come Padre Biagio, e racconta di aver ricevuto, in effetti, una richiesta di incontro da parte di Antonio. Ma, di fatto, non l’ha mai visto. Di Antonio restano solo poche parole, lasciate ai familiari: “voglio sparire”.

 

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

L’Eredità 5 maggio: Silvia di nuovo campionessa ma senza portafoglio

La trentenne Silvia è nuovamente eletta campionessa dopo aver affrontato un triello tutto al femminile. Non riesce però a conquistare il montepremi.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

L Eredità 5 maggio Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mercoledì 5 maggio, alle 18:45 su Rai 1, è andata in onda una nuova puntata de L’Eredità con Flavio Insinna.

Silvia è riuscita a sconfiggere al Triello Francesca e Francesca S. diventando ancora una volta campionessa. Come già accaduto qualche giorno fa però non è riuscita ad indovinare la parola corretta della Ghigliottina. Silvia prende il posto di Cristiana, anche lei senza montepremi.

l'eredità 5 maggio abbinamenti

L’Eredità, la diretta del 5 maggio

Nella puntata del 5 maggio, Flavio Insinna inizia il gioco degli abbinamenti con Francesca, sceneggiatrice. Deve abbinare in 30 secondi i luoghi di mare o montagna.

Segue Alessandro, è nato a Grosseto ma vive a Cerveteri. E’ laureato in Lingue e letterature straniere, scrive romanzi storici e lavora a Roma. Per lui come abbinamenti ci sono i film di George Clooney o Kevin Costner.

La terza concorrente è Lidia, hostess di terra all’aeroporto di Fiumicino. La giovane deve indovinare se alcuni animali sono vivi o estinti.

E’ il turno di Marco, è nato a Bari ma vive a Fiano Romano. Lavora per un’azienda che produce prodotti di estetica. Lui deve abbinare al cognome di un personaggio dello spettacolo il proprio nome, Valeria o Elisa. Aveva già partecipato all’Eredità 10 anni fa ma non è riuscito a conquistare il montepremi.

Francesca S. invece viene da Monza ma abita a Latina. Studia economia all’Università di Roma ed ha una grande passione per il cinema. Lei deve riferire quale sia il soggetto nelle frasi citate dal conduttore.

Segue la fotografa Silvia, laureata in Discipline dello Spettacolo. Per lei come abbinamento frutto o ortaggio.

La neocampionessa Cristiana sceglie Lidia ed Alessandro che si sfidano nei 60 secondi. Lidia è la prima eliminata.

l eredità 5 maggio l'una o l'altra

L’Eredità 5 maggio, L’una o l’altra

Flavio Insinna introduce il secondo gioco, L’una o l’altra, in cui per ogni quesito fornisce due alternative. Al termine del primo giro di domande Marco, Francesca e Alessandro non forniscono la rispetta corretta.

Compie il doppio errore Francesca che punta il dito contro Marco, che viene eliminato.

l eredità quattro date

Le Quattro Date

Per il gioco Le Quattro Date L’Eredità ha scelto come anni il 1928, il 1962, il 1974 ed infine il 1999. Commettono un errore Francesca, Francesca S. e Silvia.

La sceneggiatrice Francesca compie nuovamente il doppio errore e stavolta sceglie di sfidare Alessandro nel gioco dei 60 secondi. La concorrente riesce a salvarsi per la seconda volta. E’ infatti Alessandro a dover abbandonare lo studio.

l eredità paroloni

L’Eredità 5 maggio, i Paroloni

Il conduttore introduce il gioco denominato i Paroloni nel quale i concorrenti devono indovinare il significato di parole desuete. Il primo termine è Prasino, individuato da Francesca S., che significa di colore verde. La seconda parola è invece Marocca, indovinata da Francesca. Si tratta di un tipo di pane toscano, a base di farina di castagne.

Si sfidano di conseguenza al gioco dei 60 secondi Silvia e Cristiana. La campionessa è obbligata a lasciare il gioco.

l eredità 5 maggio triello

Il Triello

Un Triello tutto al femminile nella puntata in onda il 5 maggio. Si sfidano infatti Francesca S., Silvia e Francesca.

Inizia la studentessa Francesca S. che risponde correttamente agli argomenti Geografia (10.000 euro), Curiosità (20.000 euro), Sport (20.000 euro) e Letteratura (10.000 euro).

La sua omonima Francesca invece conquista le categorie Cucina (30.000 euro), Animali (30.000 euro)

Silvia infine fornisce la risposta esatta solo al tema Pianeta Azzurro (20.000 euro).

Prima di giocare con la Ghigliottina le concorrenti rispondono ad altri quesiti. I temi sono i Movimenti del corpo e Sigmund Freud. Flavio Insinna annuncia che Silvia è di nuovo campionessa.

l eredità 5 maggio silvia ghigliottina

L’Eredità, la Ghigliottina di Silvia

Silvia affronta la Ghigliottina con la somma di 210.000 euro. Deve scegliere tra i seguenti abbinamenti: interno o inferno, cadere o superare, peccato o reato, film o dramma, domanda o richiesta. Silvia dimezza due volte, il montepremi scende così a 52.500 euro.

Le parole della Ghigliottina del 5 maggio sono:

  • interno
  • superare
  • reato
  • film
  • richiesta

La campionessa ha scritto la parola scena, purtroppo quella corretta è concorso. 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it