Connect with us

Intrattenimento

Arredare a tutti i costi dal 14 febbraio su Fine living

Interviste ai due conduttori del programma in onda sul canale 49 del digitale terrestre
Avatar

Pubblicato

il

Interviste ai due conduttori del programma in onda sul canale 49 del digitale terrestre
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

{module Pubblicità dentro articolo}

Da domenica 14 febbraio (per 7 settimane) alle 17.10 conosceremo la strana coppia che dimostrerà come sia possibile riprodurre fedelmente una meravigliosa stanza di design nonostante un budget limitato.

Abbiamo incontrato i protagonisti del nuovo programma del canale americano che ci hanno raccontato la loro prima esperienza lavorativa insieme e i loro progetti futuri.

Iniziamo con Silvia De Giorgi…

Silvia, tu sei una interior design di fama internazionale. Che ruolo ricopri all’interno di questo programma?

Nel programma rappresento me stessa, ossia una interior design contattata da una coppia che vuole cambiare lo stile degli ambienti della propria casa. Seguendo le loro indicazioni stravolgo il look della stanza “incriminata” con complementi d’arredo molto costosi, ma purtroppo fuori dal loro budget.

E quindi?

Qui interviene Rulof…

Qual è il contributo del tuo collega?

Lui ha sempre dato il colpo di genio! Lui infatti, attraverso la sua creatività, mi aiuta a ricreare lo stesso ambiente, ma ad un prezzo contenuto. Alcuni pezzi dell’arredamento sono acquistati in mercatini dell’antiquariato e in negozi “fidati” che conosce solo io, altri oggetti dell’arredamento sono invece realizzati manualmente da Rulof. E, alla fine, il risultato è assicurato.

Ma se il budget era ridotto, perché hai sempre proposto progetti fuori portata?

Il mio sadismo tipico del creativo me lo imponeva (ride, ndr).

Avevate mai collaborato prima, tu e Rulof?

Mai. Noi non ci conoscevamo prima di questa esperienza e devo ammettere che c’è stata subito empatia. Ci siamo capiti subito, abbiamo collaborato e ci siamo anche divertiti molto. A volte abbiamo lavorato anche in tre… con Tancredi, il mio globetrotter. Avresti dovuto vedere la felicità di Rulof (ride con una certa ironia, ndr).

Ci fai un esempio di cosa siete riusciti a realizzare?

In una casa abbiamo realizzato, nel bel mezzo del salotto, un portavasi da fiori con una vecchia bicicletta che abbiamo risistemato. Un’idea che la coppia, due professori di matematica, ha apprezzato tantissimo. Ovviamente la casa si prestava a una soluzione simile, per via del suo stile un po’ bucolico, agreste, campagnolo. Per un’altra famiglia, invece, abbiamo ricreato un giardino in un vaso di terracotta. Ne siamo molto soddisfatti.

Bilancio dell’esperienza?

Assolutamente positivo: non abbiamo trovato nessuno che ci abbia chiesto di non tornare. Anzi, sono stati tutti entusiasti del nostro lavoro e noi (parlo sia per me sia per Rulof) siamo stati davvero orgogliosi dei nostri progetti. E ti dirò di più: ripeterei questa esperienza domani mattina.

Come è stato lavorare sotto l’occhio attento e vigile della telecamera?

Nonostante sia stata la mia prima esperienza in tv, ho vissuto la presenta delle telecamere con assoluta naturalezza. È stato una specie di gioco che ho condotto in modo incredibilmente naturale.

Il tuo lavoro ti porta spesso in giro per il mondo. Come riesci a conciliare famiglia e professione?

Sono mamma di tre bambini di 13, 8 e 6 anni, ma questo non mi ha mai fermata. Con qualche sacrificio tutto si può ben organizzare e conciliare. Anzi, ogni tanto i miei figli sono pure contenti che io parta per un viaggio di lavoro. Anche queste sono soddisfazioni (ride, ndr)…

A proposito di soddisfazioni, non hai temuto un paragone con Paola Marella?

Ma no. Io sono sempre stata me stessa e sono molto diversa da lei. Comunque sia, il consiglio che tutti mi hanno dato è stato proprio “non fare Paola Marella, sii solo te stessa”.

Progetti per il futuro? Ci sarà ancora la tv?

Come ho già detto, ricomincerei domani. Per ora mi godo questa esperienza e continuo con il mio lavoro, anche lontana dalla televisione. Ma se dovessi avere la possibilità di rifare questo format, che tra l’altro è tutto italiano, o un nuovo lavoro in tv, perché no?! A me basta fare il mio mestiere, che amo tantissimo.

arredare a tutti i costi 2

{module Pubblicità dentro articolo}

… e proseguiamo con Rulof…

Rulof, prima di tutto: come è andata con Tancredi?

(ride, ndr) Il cane è adorabile, ma è stato davvero un incubo perché faceva un sacco di rumore, abbaiando, quando invece per esigenze foniche serviva assoluto silenzio.

Tu hai un canale su Youtube in cui ti occupi di un argomento non proprio giovanile, il fai-da-te, eppure hai un seguito straordinario. Come te lo spieghi? E come è nata l’idea di portare questa tua passione sul web?

Il fai-da-te, la creatività anche manuale sono la mia grande passione e credo che il mio seguito dipenda proprio dal fatto di essere riuscito a trasmetterla ai miei followers, anche se l’argomento non avrebbe di per sé un grandissimo seguito, in effetti. L’idea mi è venuta nel 2007 il mio obiettivo era quello di condividere l’idea che si può risparmiare anche essendo creativi. Gradualmente le persone hanno incominciato a seguirmi, e ora ho un seguito enorme. Alcuni miei video vengono persino proiettati a scuola. È bello sapere che quello che faccio sia utile anche ad altri, anche a fini scolastici.

Come nasce questa passione?

Da mio padre, che è sempre stato un artista e grande sperimentatore. Amo molto sperimentare, smontare, distruggere e rimontare gli oggetti per capire.

Dici che ami sperimentare. Un’invenzione di cui vai orgoglioso?

La mia bolla subacquea, grazie alla quale sono stato ben 15 minuti sott’acqua…

Tornando al programma Arredare a tutti i costi, è vero che avete messo una biciletta in un salotto?
Certamente. La coppia di professori ci ha dato un’idea di stile entro cui muoverci: in questo caso era uno stile francese, campagnolo. Abbiamo trovato una vecchia bicicletta in cantina, l’abbiamo rimessa a posto e messa in salotto. Ci stava davvero bene, vedrete!

Come è stato collaborare con Silvia De Giorgi? Difficile per la distanza dei vostri stili?

È stato divertente. L’empatia c’è stata da subito e ci ha aiutato a realizzare i progetti che hanno pienamente soddisfatto i nostri committenti. Lei partiva da un’idea economicamente impegnativa, io ridimensionavo la cosa e alla fine si arrivava al medesimo risultato, dando un’anima al prodotto finale.

Ti piacerebbe riprendere questo programma e continuare a lavorare in tv?

Continuerei volentieri a fare questo programma, che ho vissuto come una vacanza. Inoltre ho imparato tantissimo dai miei compagni di viaggio, che hanno reso questo viaggio più semplice. La tv è più facile farla con altre persone accanto. Intanto mi godo le puntate e continuo a lavorare sul mio canale Youtube rulof87. Poi vedremo cosa mi riserverà il futuro…


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornalista esperta del mondo dello spettacolo, ho lavorato per diverse testate giornalistiche della carta stampata e del Web tra cui Libero e Affari Italiani Appassionata di calcio e basket, amo il teatro e la letteratura.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

L’Eredità Francesco C nuovo campione, ma non vince alla Ghigliottina

L'Eredità ha un nuovo campione, dopo l'uscita alcuni giorni fa di Martina Crocchia. Ecco chi è.
Anna Mancini

Pubblicato

il

L'Eredità Francesco C campione
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Francesco C è il nuovo campione de L’Eredità. Il giovane napoletano, che vive a Roma, ha conquistato il titolo nella puntata di venerdì 9 aprile 2021 nel game show di Rai 1 condotto da Flavio Insinna nella fascia preserale.

L'Eredità Francesco C quanto ha vinto

L’Eredità: il percorso del campione Francesco C

Francesco C ha partecipato per la prima volta al gioco e non ha avuto un percorso facile. Infatti non è riuscito a vincere la Sfida dei sette, ovvero il primo gioco basato sugli abbinamenti. A lui è toccato mettere insieme una pietanza con la ricorrenza nel corso della quale veniva consumata.

È stato uno dei tre concorrenti a non superare la prova. È andato subito alla scalata dei 60 secondi e si è confrontato con Liliana. Ricordiamo che la sfida dei 60 secondi è il gioco nel quale, nel limite di tempo stabilito di un minuto, bisogna dare più risposte possibili senza far scadere i secondi a disposizione.

Francesco è riuscito ad uscire indenne dalla successiva gara ma è caduto sul gioco delle Quattro date. E qui ha dovuto affrontare una nuova scalata. Questa volta si è confrontato con Giovanni, un altro concorrente, ed è riuscito ancora una volta a superare la prova mantenendo più tempo a disposizione del suo avversario.

Poi è arrivato il colpo di fortuna che gli ha fatto prendere il volo. Infatti è riuscito ad indovinare uno dei due Paroloni che fanno parte del gioco seguente. Si tratta di termini molto particolari oramai in disuso, o usati soltanto in determinate aree geografiche. Il termine da indovinare era Sciomberga e Francesco C è ha avuto la fortuna di individuare che si tratta di una ampia casacca. Indovinando il parolone si è aggiudicato l’accesso al Triello.

L'Eredità Francesco C scalata 60 secondi

L’Eredità – Triello e Ghigliottina

Al Triello Francesco C è riuscito, con alterne vicende, ad individuare alcune risposte sbagliandone però altre. Alla fine, dopo successivi colpi di scena, è riuscito a sconfiggere gli altri due concorrenti che lo accompagnavano al Triello e ad arrivare alla Ghigliottina con la somma di 230.000 euro. Si tratta di una delle cifre più alte de L’Eredità conquistate da un concorrente nel corso di questa stagione.

I due concorrenti che lo affiancavano erano Francesco e Lorenzo che era stato a sua volta campione nella puntata precedente ma senza vincere alla Ghigliottina. Stesso destino di campione per una serata anche per l’altro Francesco. Alla Ghigliottina la somma iniziale di 230.000 euro si riduce a 28.750 euro.

Le cinque parole faticosamente selezionate da Francesco C erano le seguenti: Seguire, Quarto, Foglio, Intesa e Numero. La parola scritta dal neo campione era Sguardo. Il termine giusto invece era Protocollo.

L'Eredità Francesco C Ghigliottina

Chi è Francesco C

Francesco Caiafa, questo cognome del campione, è un giovane napoletano che vive a Roma. Lavora nel campo delle criptovalute, ovvero come lui stesso ha spiegato, insegna ai suoi studenti la storia, la tecnologia e tutto il mondo che c’è dietro le criptovalute. Un settore – ha commentato – che avrà molta importanza in futuro.

Francesco Caiafa ama anche la poesia ed ha svelato che il suo sogno sarebbe scrivere un libro.

Il suo profilo Instagram è @butnoclues.

Speriamo possa continuare e non sia una delle tante meteore de L’Eredità.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Fratelli di Crozza 9 aprile 2021, parodie e monologhi della puntata

Fratelli di Crozza 9 aprile, la quinta puntata del 2021 dopo l'interruzione causa Covid per il one man show di Maurizio Crozza. Tutte le parodie e i monologhi.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Fratelli di Crozza 9 aprile
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nove ha trasmesso questa sera, 9 aprile 2021, la quinta puntata della nuova edizione di Fratelli di Crozza. Il comico genovese Maurizio Crozza torna in onda alle 21.25 con le sue improbabili parodie di personaggi del mondo politico e dello spettacolo.

Lo stop a causa dei molti casi di positività al covid riscontrati nell’entourage del comico è durato ben due settimane, che si sono sommate alla prevista sospensione pasquale decisa da  ITV Movie e Discovery Italia.

Lo show riprende, oggi, da dove si era interrotto venerdì 19 marzo, proponendo tante nuove imitazioni e parodie basate sui fatti salienti della settimana appena trascorsa. 

Vi ricordiamo che potete seguire la quinta puntata di Fratelli di Crozza in diretta streaming sul sito discovery+; dove saranno caricate anche le singole imitazioni estrapolate da ogni puntata dell’edizione.

Fratelli di Crozza 9 aprile, la diretta

Inizia la puntata, Maurizio Crozza entra in studio, e racconta le ultime affermazioni di Mario Draghi riguardo le questioni nazionali: su tutte, quelle relative i vaccini. Draghi se la sarebbe presa con “giovani psicologi che saltano la fila definendosi operatori sanitari”.  Quindi, inizia la parodia di Crozza-Draghi.

Andrea Zalone, spalla storica di Crozza, come di consueto, lo intervista, mentre un incredulo Crozza-Draghi risponde in merito. “Ma chi ha detto di far vaccinare questi trentacinquenni operatori sanitari? Ah… io? Sarà stato uno dei ragazzi… uno dei ministri” afferma Crozza-Draghi. Al suo fianco, quindi, arriva anche Crozza-Locatelli. Ma non appena il professor Crozza-Locatelli inizia a parlare, come di consueto, usando un linguaggio inutilmente desueto e aulico, Crozza-Draghi si dilegua di soppiatto.

In seguito, terminate le imitazioni, Crozza inizia un nuovo monologo sempre inerente i vaccini. In particolare, mostra grafici e dichiarazioni proposte ai media dal Generale Figliuolo; di cui, quindi, Crozza inizia la parodia. Crozza-Figliuolo è evidentemente provato, dato che le sue affermazioni sono spesso deliranti. “Siamo una Ferrari con le gomme sgonfie, ma ne abbiamo tante di gomme. Ma qui mi fermo. Mi fermo? Che dico?” chiede indecisissimo Crozza-Figliuolo a un consigliere fuori camera. 

Tornato in studio, Crozza si esibisce con una canzone Blues a tema vaccini. “Astrazeneca puoi darla al tuo cane a colazione. Confusione! Qua c’è solo confusione” canta Crozza.

Fratelli di Crozza 9 aprile, l’Europa “in confusione”

Di ritorno da una breve interruzione pubblicitaria, Crozza racconta in un nuovo monologo l’evento della settimana. Durante un incontro ufficiale, Ursula Von Der Leyen è stata lasciata in piedi, mentre il presidente Turco Recep Tayyip Erdoğan e il rappresentante degli stati europei, il Belga Charles Michel, erano seduti. Quindi, si torna a parlare di politica nazionale, con l’imitazione del ministro Renato Brunetta. Crozza-Brunetta si lamenta contro i giornalisti che lo offendono in continuazione. “Io lavoro quindici ore al giorno, poi vado alla vigna, poi torno a casa e mi metto a dormire con mia moglie che mi canta la ninnananna. E mi dice che sono un eroe” afferma.

Segue la parodia dell’imprenditore Alberto Forchielli, che di recente si è trovato in quarantena in Cina; costretto nella sua stanza di albergo con un braccialetto elettronico. “Non mi rifanno il letto, ho il lenzuolo che ha la Sindone. E a me è andato bene, in aeroporto hanno messo due giapponesi nell’abbattitore a -20 gradi come il sushi” esclama Crozza-Forchielli. “Il braccialetto è connesso a un drone dotato di missili terra-aria. Se cerchi di levarlo ti taglia la mano” continua.

Il caos sui vaccini è nuovamente al centro del monologo successivo di Crozza. In Lombardia, in particolare, la situazione è sempre più fuori controllo. Intanto, il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana è indagato per false dichiarazioni e autoriciclaggio, in seguito al rinvenimento di conti all’estero a suo nome da 2.5 milioni di Euro. Peraltro,  vincolati a una firma della madre di Fontana ritenuta falsa. “Non riesco proprio a falsificarla la firma di mia mamma, ha un ricciolino alla fine difficilissimo da imitare”.

Fratelli di Crozza 9 aprile

La parodia di Antonino Spirlì

Rientrando da un’interruzione pubblicitaria, Crozza propone la parodia di Antonino Spirlì, presidente della Regione Calabria. L’imitazione si basa, in particolare, su una live pubblicata sui social da Spirlì, in cui dialogava con i suoi followers online chiedendo loro cosa avessero mangiato a cena. “Agata, bresaola sul letto di rucola. Giovanni, rucola sul letto di Agata… beato te Giovanni. Io sono 5 anni che non batto chiodo” dichiara Crozza-Spirlì.

Segue una nuova parodia di Carlo Calenda, candidato a sindaco di Roma. Crozza-Calenda si presenta dotato di spara foglie per ripulire la città dalla spazzatura. “So tre mesi che giro intorno alla spazzatura, io in cassonetti li esploro, li esamino. Mi hanno preso per un senzatetto, so dirvi se in una bacinella di plastica ci stavano le cicoriette o i broccoli!” afferma Crozza-Calenda.

Infine, l’imitazione di Flavio Briatore, di recente protagonista di diversi video sui social. E di un’intervista da Bianca Berlinguer in occasione di Cartabianca. Come di consueto, Crozza-Briatore inveisce contro i politici, sbaglia nomi e inventa termini. Inoltre, questa sera prepara il suo brevettato “Bullet Coffee”. Fra gli ingredienti, vitamine in polvere, caffè e burro frullato. Le sue posizioni sono affini a quelle di no vax e no mask nella maggior parte dei casi. E poi, Crozza-Briatore non ha timore di rilasciare dichiarazioni compromettenti. “Ci vuole più burro in questo caffè, non riesco a ingranare senza” esclama.

Infine, Crozza dedica la puntata al Principe Filippo, duca di Edimburgo, scomparso oggi. “Ma tranquilli, la regina Elisabetta è talmente longeva, che credo si risposerà” conclude Crozza.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Canzone segreta 9 aprile: tra gli ospiti Ornella Muti, Belen Rodriguez e Marco Bocci

Quarta puntata dello show condotto da Serena Rossi in cui gli ospiti si accomodano su una poltrona bianca per scoprire la propria sorpresa.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Canzone segreta 9 aprile Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Venerdì 9 aprile, dalle 21.25 su Rai 1, ha trasmesso la quarta puntata di Canzone Segreta.

Come accade in tutti gli appuntamentiSerena Rossi accoglie in studio alcuni personaggi del mondo del cinema, della televisione e dello sport. A turno ogni ospite si accomoda sulla poltrona bianca per scoprire la sorpresa che lo show ha preparato per loro. Dopo la messa in onda di una clip che racchiude i momenti più importanti della loro sfera professionale e privata, ascoltano la loro “canzone segreta” che viene interpretata dal vivo.

Ospiti della quarta puntata: Ornella Muti, Alessio Boni, Eleonora Daniele, Belen Rodriguez, Marco Bocci ed Orietta Berti.

Canzone segreta 9 aprile Belen Rodriguez

Canzone segreta 9 aprile, la diretta, Belen Rodriguez

Nella puntata del 9 aprile Serena Rossi annuncia che il primo ospite ad accomodarsi sulla poltrona bianca è Belen Rodriguez, che è in attesa della secondogenita Luna Marì.

La sorpresa inizia con una clip nella quale Serena Rossi racconta che il bisnonno della Rodriguez, nell’Ottocento, partì da La Spezia per cercare fortuna in Argentina. Qui ha dove ha trovato un lavoro e ha costruito la famiglia. Molti anni dopo Belen Rodriguez è arrivata in Italia per alcune proposte lavorative e la prima persona ad aver creduto in lei è stata la nonna Clara.

Sala sul palco Syria che canta Gracias a la vida. A lei si aggiunge Gustavo, padre della Rodriguez, per duettare insieme. Durante la performance vengono raggiunti dai fratelli dell’ospite, Jeremias e Cecilia. Ma anche da alcuni suoi migliori amici come Pachy e Francesca.

E’ presente anche Laura Chiatti che interpreta Una lunga storia d’amore mentre sullo sfondo appaiono alcune immagini che ritraggono Belen Rodriguez con il suo nuovo compagno.

Canzone Orietta Berti

Canzone segreta, Orietta Berti

La seconda ospite della puntata è Orietta Berti, che ha partecipato all’ultimo Festival di Sanremo con il brano Quando ti sei innamorato. E’ una donna molto ironica ed è una gran collezionista di borsette, bambole, acquasantiere.

La sorpresa inizia con un videomessaggio di uno dei suoi primi discografici, Maso Biggero, che ha da sempre creduto in lei. Il signore ricorda quando partecipò al suo matrimonio con Osvaldo.

Un gruppo musicale, in versione Quartetto Cetra, esegue un medley dei brani più amati di Orietta Berti. Sono Finché la barca va, Tipitipiti, Via dei ciclamini, Io ti darò di più,  Ah l’amore che cos’e’.

Appare poi in video anche Don Guido Colombo che è il suo padre spirituale. Successivamente Francesca Michielin le dedica la sua “canzone segreta”. Si tratta de Il nostro concerto di Umberto Bindi. Durante l’esibizione salgono sul palco i migliori amici della Berti, Giampaolo, Luciano e Francesco, autore del suo brano sanremese. Sul finale c’è anche un videomessaggio da parte di una coppia di amici che vive a Los Angeles e che la aspetta presto in America.

Prima di andare via Orietta Berti si complimenta con Francesca Michielin in quanto la sua interpretazione l’ha commossa.

Canzone segreta Christiane Filangieri

L’incursione di Christiane Filangieri per la sorpresa a Serena Rossi

Sale sul palco Christiane Filangieri per obbligare Serena Rossi ad accomodarsi sulla poltrona bianca perché sarà lei a ricevere la sorpresa. La conduttrice non sembra essere al corrente del cambio di programma in quanto appare molto tesa e non ha sospettato nulla durante le prove.

Le hanno preparato un messaggio la nonna e la sorella Ilaria, che la raggiunge poi in studio. Interviene Tosca che interpreta Io che amo solo te, la “canzone segreta” della presentatrice. Alla sorella di Serena Rossi si uniscono i suoi genitori e suoi zii Enzo e Remo. Non poteva mancare anche il compagno Davide Devenuto che ha conosciuto sul set di Un posto al sole.

Nel finale Tosca e Serena Rossi rendono omaggio a Mia Martini duettando in Almeno tu nell’universo.

Canzone segreta 9 aprile Eleonora Daniele

Canzone segreta 9 aprile, Eleonora Daniele

La terza ospite della puntata del 9 aprile di Canzone segreta è Eleonora Daniele, che conduce su Rai 1 Storie Italiane. Dopo un videomessaggio realizzato da sua madre, sale sul palco Fabio Concato che interpreta Fiore di Maggio. La conduttrice è molto legata a questo brano perché rappresenta il mese in cui è nata sua figlia Carlotta. Il cantautore racconta che anche la sua primogenita si chiama Carlotta. E’ nata nel 1984 il giorno prima della figlia della Daniele.

Durante l’esibizione di Concato, entrano in studio Cosetta, la sorella della Daniele, i nipoti Sacha e Ludovica, la compagna di scuola Isabella e la sua amica Sabrina.

Canzone Alessio Boni

Canzone segreta, Alessio Boni

E’ il turno dell’attore Alessio Boni che lo scorso anno, durante il lockdown, è diventato padre del piccolo Lorenzo.

Appaiono sul palco i ragazzi de La compagnia del Cigno (la cui seconda stagione debutta domenica 11 aprile su Rai 1) che recitano alcuni versi scritti da Mahatma Gandhi. Successivamente, ognuno col proprio strumento, accompagnano Omar Pedrini e Giusy Ferreri in Imagine di John Lennon. A loro si unisce anche il regista della fiction Ivan Cotroneo.

Canzone Marco Bocci

Canzone segreta 9 aprile, Marco Bocci

Il penultimo ospite della quarta puntata è l’attore Marco Bocci. Giorgio De Virgilis, attore e regista, in un videomessaggio racconta gli esordi di Bocci ed il suo talento nella recitazione. Il signore è stato infatti uno dei suoi primi maestri.

Per lui c’è Annalisa che gli dedica la sua canzone preferita Anna e Marco di Lucio Dalla. Durante la performance appaiono il cugino Daniele e l’amico Gianluca.

Canzone segreta 9 aprile Ornella Muti

Canzone segreta, Ornella Muti

L’ultima ospite della puntata del 9 aprile di Canzone Segreta è Ornella Muti. Per lei c’è Massimo Ranieri che interpreta La sera dei miracoli facendo commuovere l’attrice. A Ranieri si aggiungono la sua amica Daniela, conosciuta 15 anni fa, e suo nipote Akash, figlio di Naike Rivelli.

Una congedata Ornella Muti, torna Annalisa per cantate Dieci, il brano con il quale ha partecipato all’ultimo Festival di Sanremo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it