x

Connect with us

x

Intrattenimento

Eccezionale Veramente, la diretta della sesta puntata

Tutte le esibizioni dei concorrenti della sesta puntata di Eccezionale Veramente su La7

Pubblicato

il

Tutte le esibizioni dei concorrenti della sesta puntata di Eccezionale Veramente su La7
Condividi su

 {module Pubblicità dentro articolo}

Al termine di ogni puntata, cinque concorrenti passano alla fase di semifinale: in palio per il vincitore, un contratto da 100mila euro con la Colorado Film. Il conduttore annuncia i giurati, poi introduce la clip di presentazione del quarto, il “demiurgo di Eataly” Oscar Farinetti.

ev 21 aprile lorenzo lanzoni

Il primo ad esibirsi è Lorenzo Lanzoni, che porta il personaggio del “maoro”.  Con una voce fuori campo che gli chiede di mostrare alcune danze e saluti, rimane inizialmente in silenzio per poi lanciare una serie di urla. Difficile comprendere le parole; il pubblico ride, probabilmente per la gestualità. Abatantuono sostiene che ci sia soltanto il costume. Poi si scopre la storia che c’è dietro, legata al suo matrimonio dall’altra parte del mondo: Abatantuono si domanda perché allora non abbia portato quell’aneddoto, dato che fa ridere. Tre no.

ev 21 aprile andrea monetti

Il prossimo è Andrea Monetti, nelle vesti di un parroco che organizza un viaggio a San Giovanni Rotondo. L’omelia prosegue, puntando sui tre giudici come fossero i fedeli che assistono alla funzione religiosa: alla Lucarelli raccomanda, in confessione, di raccontare gli affari suoi, non quelli altrui. Il pezzo si chiude con una battuta su sua moglie. Il pubblico ride. Ruffini non coglie la “cattiveria” e trova poco coerente il riferimento alla moglie. Passa.

ev 21 aprile matteo colucci

Si prosegue con Matteo Colucci, monologhista. Ha un serie di domande esistenziali: perché quando veniamo svegliati da una telefonata, neghiamo sempre che stavamo dormendo? Perché al ristorante la tua donna nnon vuole mai il dolce, e poi mangia il tuo? Perché quando prendiamo qualcosa dallo scolapiatti in alto, c’è sempre la gocciolina che scende lungo il braccio? Perché il succo di pompelmo ci fa fare le smorfie, eppure continuiamo a comprarlo? E via così, in una serie di battute in sequenza chiaramente “ispirate” da George Carlin  Per Abatantuono alcune erano meno indovinate, altre invece volte a cercare aspetti della quotidianità meno scontati. Tre si.

ev 21 aprile duo bassotti

Dopo la pubblicità si riparte con il Duo Bassotti. Il travestimento da Banda Bassotti si rivela inutile: i due infatti, estraggono oggetti da un baule mentre in sottofondo scorre Mala Femmena. Non ce la fanno, perché fondamentalmente non c’è alcun intento comico.

ev 21 aprile tiziano floreani

Tiziano Floreani entra sculettando, o meglio: twerkando. Il suo personaggio è un cuoco egiziano con accento romano: se metti la verdura nel cassetto, dice, vicino alla patata trovi tutto ma non il finocchio, perché al finocchio non piace la patata. Il personaggio però serve solo a giustificare l’argomento frutta e verdura: di battute, se ne sentono proprio poche. Abatantuono gli fa promettere di togliersi il travestimento, a meno che non ci punti di più; passa al turno successivo.

ev 21 aprile andrea arabia

Antonello Arabia, monologhista, è convinto che la dignità di un uomo finisca dove inizia un buffet. E parte la descrizione delle varie categorie di ingordi, rese con efficacia. La Lucarelli si sente “scippata” di una battuta scritta nel suo libro, e Ruffini non perde l’occasione per prenderla in giro. La sua “comicità di situazione” comunque piace: si all’unanimità.

ev 21 aprile irina goran

Entrano Irina e Goran, parodia di due rom: non è vero che rubano, trovano le cose prima che vengano perse. Accento dell’est, vengono stoppati prima dello scadere dei tre minuti. Le risate sono poche: Abatantuono è l’ unico che non schiaccia il pulsante, ma trova che il pezzo sia equivocabile e che, oltretutto, nemmeno funzioni in quanto a scorrettezza. Non passano. Dietro le quinte, “Goran” sostiene (seriamente) che lui e la sua collega sono troppo avanti, ragion per cui non sono stati capiti.

ev 21 aprile fulli bianca

Si prosegue con Fulli e Bianca, che discutono su come scattare il giusto selfie. Passano, ma con il suggerimento di sfruttare meglio i loro personaggi di coppia stramba.

ev 21 aprile vincenzo regis

Vincenzo Regis ironizza sui testi di alcune canzoni, apparentemente senza senso. Passa grazie al si di Farinetti, che si aggiunge a quello di Abatantuono.

ev 21 aprile elia piva

Elia Piva è un Johnny Depp turista a Venezia, innamorato delle donne e memore di alcuni proverbi. Il riferimento è alla permanenza dell’attore in laguna durante le riprese di The Tourist, ma si tratta di anni fa. Il comico sostiene di esserne un sosia. Supera il turno.

Piva era l’ultimo comico della prima manche: la giuria procede alle votazioni. Questa la classifica, dalla quinta posizione a salire: Andrea Monetti, Vincenzo Regis ed Elia Piva parimerito, matteo Colucci, Antonello Arabia.

ev 21 aprile vanessa giuliani

La seconda manche si apre con Vanessa Giuliani. Canta “passame el mocho” sulle note di Besame mucho; il pubblico ride e applaude al suo personaggio di vedova che aveva sposato uno zozzone. Tre si.

ev 21 aprile rocco pietrantonio

Il prossimo è Rocco Pietrantonio, che parla del suo trasferimento al nord con telefonata alla mamma pugliese per chiedergli le ricette. La Lucarelli lo riconosce subito: ex tronista, ex concorrente da reality, ex toyboy della Del Santo. Per lui è no: l’ultima spiaggia della comicità non è quella giusta.

ev 21 aprile carlo maria tudini

Tocca a Carlo Maria Tudini: è Hassan, musulmano buono “venuto qua per lavorare”. Poi, in barba alla “veste”, inizia ad imitare cantanti italiani da nord a sud: Fabio Concato, Renato Zero, Pino Daniele. Ammesso al voto finale.

ev 21 aprile pierpaolo mastroianni

Pierpaolo Mastroianni è uno chef: la sua assistente è una bambola gonfiabile bionda. Cucina una ricetta con voce stridula: Lucarelli e Ruffini stoppano l’esibizione. Niente da fare per lui.

ev 21 aprile enzo emmanuello

Enzo Emmanuello, muratore, voleva diventare “un figo della miseria”: per ora, dice, c’è solo la miseria. Il pezzo prosegue, puntando sulle sue ambizioni nel modo dello spettacolo: l’obiettivo è quello di comprare una Escort. Segue la telefonata  con la “escort”, contattata dopo aver trovato il sito: pensava che i nomi trovati, fossero delle proprietarie. Si ride molto, giocando sull’equivoco senza volgarità.

Al termine dell’esibizione, si scopre che l’uomo è davvero un muratore: le serate da comico sono una passione, non una professione. Tutti sono convinti che possa dedicarsi a una carriera da comico: tre si.

ev 21 aprile stefania pellegrino

Stefania Pellegrino è un’insegnante: nella sua classe ci sono solo tre bambini italiani, evidentemente adottati. Racconta gli allievi: il cinese ha il copiare nel sangue, mentre il filippino, appena si gira, lo trova a cancellare la lavagna. Svetlana invece, la accompagna sempre in bagno, anche se a lei non serve una badante. Calogero invece, il bimbo siciliano della sua classe, sa che qualsiasi affermazione può essere usata contro di lui. Promossa.

ev 21 aprile stefano santomauro

Stefano Santomauro ha portato la fidanzata al ristorante per festeggiare l’anniversario: ha acquistato un coupon offerta, e i piatti proposti dal cameriere diventano surreali. Pur con alcune debolezze nel testo, ne viene apprezzata la bravura: tre si.

ev 21 aprile pristi folli

I Pristi Folli sono una coppia: lui è un mimo, lei la futura sposa che gli chiede di mimare le cose più improbabili, tipo la bontà del panettone o lo spread. La ragazza  punta molto sull’accento siciliano, alzando inutilmente la voce. Ruffini dice di si, Farinetti lo appoggia.

ev 21 aprile daniele magini

Daniele Magini è un venditore d’auto usate sui generis: sono tutte rottami. Per sponsorizzare un carrofunebre spiega che “nessuno s’è mai lamentato”. Dicono tutti no in quanto manca di originalità.

ev 21 aprile manolo finanza

Infine, Manolo Fidanza: vende la “cagnola gonfiabile” per i cani in calore e altre invenzioni per i cani. Ai giurati non sfugge la sua emozione, che ha in parte rovinato i tempi comici. Ad ogni modo, va al giudizio finale.

La seconda manche si chiude qui; breve recap e si procede alle votazioni della giuria. 

Siamo al verdetto finale: primo classificato della puntata è Enzo Emmanuello. Poi Vanessa Giuliani e Stefania Pellegrino, Antonello Arabia, Matteo Colucci. Oscar Farinetti ripesca Vincenzo Regis.

La puntata è giunta a conclusione, appuntamento a giovedì prossimo.


Condividi su

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
1 Commento

1 Commento

  1. Matteo

    22 Aprile 2016 at 12:26

    Matteo Colucci non si è ispirato da Carlin a preso le batutte le ha tradotto literalmente, in totale 4. Plagio clamoroso, da squalificare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

ARCHIVIO

Agosto 2022
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Seguici su:

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it