Connect with us

Intrattenimento

Viva Mogol, la seconda puntata in diretta

La diretta della seconda puntata del programma dedicato a Mogol che ha compiuto ad agosto 80 anni.
Giancarlo Leone

Pubblicato

il

La diretta della seconda puntata del programma dedicato a Mogol che ha compiuto ad agosto 80 anni.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 Il conduttore ricorda a inizio serata alcuni dei cantanti che si sono esibiti lo scorso sabato. Poi annuncia che sarà Gianna Nannini ad esibirsi per prima.

viva mogol nannini

La cantante interpreta Un’avventura firmata dal prestigioso binomio Mogol-Battisti. Ne offre una versione sua personalizzata che non ci convince fino in fondo. Giletti dice che il brano, presentato a Sanremo, non venne capito ed arrivò al nono posto. Mogol fa il suo ingresso in studio.

viva mogol michielin

 Francesca Michielin propone Il mio canto libero suonando la batteria.Questa è una bella interpretazione.

viva mogol gianni bella

E come promesso la scorsa settimana, in studio c’è Gianni Bella, il fratello di Marcella che saluta affettuosamente Mogol.

viva mogol cocciante

Prima che Riccardo Cocciante interpreti la hit Cervo a primavera, Mogol spiega il significato del brano: un uomo stanco di fare scelte sbagliate nella vita spera di diventare un animale e di farsi guidare dall’istinto. Mogol è entusiasta e abbraccia commosso Cocciante.

viva mogol loredana bertè

Un momento per ricordare Mango, con il quale Mogol ha scritto delle canzoni. Lo ricorda così: “Mango è Mango, è unico. Era ed è un grande artista, gli è riconosciuto un valore maggiore adesso”. Immagini che mostrano Mango in una bella canzone, Mediterraneo, e poi un duetto con Loredana Bertè del 1986 dove si vede molto feeling fra i due, con Oro. Ma la Bertè è lì in studio e ripropone proprio Oro

Mogol ricorda Caterina Caselli, casco d’oro, bella, simpatica, piena di energia. Ed arriva sul palcoscenico Noemi: propone una bella versione di Perdono in omaggio alla Caselli seguita da Cento giorni e Il volto della vita.

viva mogol cocciante ponce

Torna Cocciante con Questione di feeling. Con lui c’è Lola Ponce.  A fine esibizione, Massimo Giletti scherza: “Avere questione di feeling con Lola Ponce è molto semplice”. Si parla dell’amicizia tra Mogol e Cocciante. Cocciante ricorda: “Ci siamo conosciuti a livello artistico  quando io volevo cambiare genere dopo vari pezzi con Luberti” . E Mogol: “Cocciante è uno che è nato sullo sgabello del pianoforte. E’ capace di scrivere in maniera dolce, di trattenersi”. E dopo, alcuni accenni a canzoni più conosciute: Celeste nostalgia, Passeggiando in bicicletta, Un amico in più. Pubblico in delirio, fragorosi applausi. Giletti e Mogol si congedano da lui, ma non è da tutti i giorni avere Cocciante in tv: un’altra bella canzone allora non può mancare, Se stiamo insieme.

viva mogol nina zilli

Ed ora, dopo i fragorosi applausi per Riccardo Cocciante, chiamato a gran voce dal pubblico, “Riccardo, Riccardo…”, ecco un middle di canzoni di successo di Mina, interpretate da Nina Zilli: Amor mio, Io e te da soli, Insieme. Il pubblico entusiasta applaude fragorosamente e Mogol fa alla cantante tanti complimenti. Nina Zilli è emozionata e rivolta a Mogol gli dice: “E’ per me un onore cantare queste canzoni, il bello che l’hai scritte tutte tu”.

 viva mogol bova barbarossa

Si volta pagina. Si parla de La canzone del sole. Ancora mai cantata. Perché, si chiede Giletti? E Mogol: “Perché non la sanno cantare”. Ma ecco un duo insolito che la canta e stupisce il pubblico e lo stesso Mogol: Raoul Bova e Luca Barbarossa. Dopo l’esibizione, Bova parla del suo progetto, il Progetto Sorriso, un centro di aggregazione di cinema e teatro per le persone colpite dal terremoto di Amatrice.

viva mogol gabbani

Francesco Gabbani interpreta le canzoni di Adriano Celentano.

Stasera addirittura ospiti internazionali: dall’America Tony Renis, che si presenta con una mega bottiglia di champagne da 5 litri. Perché? E’ Tony Renis a raccontarlo: “Il debito con Mogol risale al 1962 e si riferisce alla canzone Quando Quando quando, fatta per il Festival di Sanremo. Nessuno la voleva prendere in considerazione. Come ultima spiaggia mi rimaneva Mogol. Beh, lui riuscì a piazzarla. Come sdebitarmi? Mogol mi disse: Con una bottiglia di champagne. Dopo tanti anni sano quel debito ed ecco perché questo champagne”. Ma come sdebitarsi ancora? Cantando in americano Quando quando quando”. E ancora una performance: Tony Renis ci regala l’imitazione di Louis Armstrong.

viva mogol patty pravo

 Arriva Patty Pravo con Il Paradiso, un’altra bella canzone degli anni 60. E poi regala al pubblico un’altra canzone che partecipò al Festival di Sanremo del 1970, La spada nel cuore, che divenne uno dei cavalli di battaglia di Little Tony, visto che allora le canzoni venivano proposte con doppia esibizione. Un provino per questa canzone lo fece anche Lucio Battisti. Viene mandato l’audio di questo provino.

Arisa elegante in un completo arancione, canta Perchè no.

viva mogol bobby solo

Entra Bobby Solo. Accenna a tutti i suoi successi, compresa Una lacrima sul viso che canta per intero. Con i proventi di questa canzone il cantante comprò una Porche. Grande amico di Mogol, Bobby Solo deve tutta la sua carriera a Una lacrima sul viso. Ma prima di cantarla, ci regala Se piangi se ridi. E dopo le lacrime, le risate: Riderà, portata al successo da Little Tony.

Claudio Santamaria canta il brano di Battisti La compagnia. Bella interpretazione.

viva mogol maurizio vandelli

Giletti parla delle rivalità musicali degli anni Sessanta e Settanta. Ed ecco i leader dei The Rokes e degli Equipe 84. Insieme cantano Acqua azzurra, acqua chiara.

Jak Savoretti canta Ancora tu.

viva mogol catherine spaak

Anni 60, estate. Dopo un filmato di Piero Focaccia con Stessa spiaggia stesso mare ecco che Giletti parla con una radiosa Catherine Spaak, venuta per omaggiare anche lei Mogol. In quegli anni la Spaak era molto corteggiata da altri attori, ma un vero gentiluomo era Marcello Mastroianni . Un filmato d’epoca: Catherine Spaak che canta L’esercito del surf.

 Poi un omaggio e un tributo a Gianni Bella, presente in studio, perché con Mogol presentano Marcella Bella che canta una canzone da loro scritta un po’ birichina e scandalosa per quei tempi, Nell’aria.

Arriva Giovanni Caccamo con La prima cosa bella presentata a Sanremo dal gruppo I Ricchi e Poveri e da Nicola di Bari.

Ad omaggiare Mogol, ecco che arriva Mario Lavezzi. Insieme ricordano i loro trascorsi e le loro canzoni. Hanno scritto molti brani per le donne; una di queste è Ornella Vanoni.

Il viaggio musicale dedicato a Mogol sta per concludersi ed ecco che arriva Simone Cristicchi che regala al pubblico L’arcobaleno, un successo di Celentano.

A seguire The Best Mogol, i momenti più belli ed emozionanti di queste due puntate che hanno festeggiato il grande poeta Mogol, ovvero Giulio Rapetti.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Fratelli di Crozza 16 aprile 2021, parodie e monologhi della puntata

Fratelli di Crozza 16 aprile, la sesta puntata del 2021 per il one man show di Maurizio Crozza. Tutte le parodie e i monologhi.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Fratelli di Crozza 16 aprile
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nove trasmette questa sera, 16 aprile 2021, la sesta puntata della nuova edizione di Fratelli di Crozza. Il comico genovese Maurizio Crozza va in onda dalle 21.25 con le sue parodie di personaggi del mondo politico e dello spettacolo.

Nel corso della puntata di venerdì scorso, Crozza aveva dedicato particolare attenzione all’argomento vaccini. Infatti, tra le imitazioni proposte c’erano quelle del premier Mario Draghi, e del Generale Francesco Paolo Figliuolo; entrambi rappresentati alle prese con ritardi sulla somministrazione dei vaccini e presidenti di Regione “problematici” come Attilio Fontana, indagato per false dichiarazioni e autoriciclaggio. 

Vi ricordiamo che potete seguire la quinta puntata di Fratelli di Crozza in diretta streaming sul sito discovery+; dove saranno caricate anche le singole imitazioni estrapolate da ogni puntata dell’edizione.

Fratelli di Crozza 16 aprile, la diretta

Crozza inizia il primo monologo della puntata parlando di omofobia e legge Zan, contro l’omotransfobia. In settimana sono stati molti a supportare l’approvazione della legge, fra cui il cantante Fedez. “Hanno più followers loro che votanti il PD” afferma Crozza. Quindi, si parla di Matteo Salvini, leader della Lega e fra i più grandi detrattori della legge Zan, e del ministro Speranza. 

Inizia poi una nuova parodia proprio di Matteo Salvini. Come la sua controparte reale, Crozza-Salvini inizia la sua crociata personale contro Speranza. “Non posso nemmeno dirgli Speranza è ricch***e dopo la legge DDL SperanzaZan” afferma convinto Crozza-Salvini. “Sono matto io, o le rondini non ci sono più a causa di Speranza?” continua.

Subito dopo, Crozza inizia una nuova imitazione inedita. “Dal momento che Draghi non ha un buon rapporto con gli psicologi di 30 anni, vi aiuto io a migliorare la vostra condizione psicologica” afferma prima di iniziare l’imitazione dello psicanalista Massimo Recalcati. “Il Covid non ha territorio, non è territoriale. Zurigo è in Svizzera no? Il Virus no, è indeterminato, ce lo dice la psicobanalisi. E’ molto difficile trovare un virus di 1 metro e novanta di nome Frederich; lo diceva lo pneumologo di Freud.” esclama Crozza-Recalcati; sbagliando di proposito la parola psicoanalisi, come accaduto al vero Recalcati durante un’intervista.

Fratelli di Crozza 16 aprile

La parodia di Miguel Bosè

Di ritorno da una breve interruzione pubblicitaria, Crozza parla di negazionisti e no-mask. Miguel Bosè, ad esempio, ne è convinto, tanto che ha dichiarato in varie interviste che il Covid non esiste. Non solo, Bosè, nella medesima intervista ha candidamente confessato di consumare 2 grammi di cocaina al giorno. Ed ha insultato il giornalista che lo intervistava, perché voleva indossare una mascherina. Così, Crozza ne propone stasera la parodia.

“Una volta in una casa c’era una urna. Ho sniffato anche quella. E poi il Dixan, la Maria, tutto. La cocaina la prendevo come gastroprotettore” afferma Crozza-Bosè.

 

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Felicissima Sera 16 aprile 2021, diretta prima puntata dello show con Pio e Amedeo

Prima puntata dello show condotto dal duo comico Pio e Amedeo, all'anagrafe Pio D'Antini e Amedeo Grieco.
Benedetta Morbelli

Pubblicato

il

Felicissima Sera 16 aprile diretta
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa sera, 16 aprile 2021, alle ore 21:40 su Canale 5 andrà in onda la prima puntata di Felicissima Sera. Padroni di casa Pio e Amedeo, approdano sulla principale rete di Cologno Monzese con il nuovo show.

Ospiti della prima puntata Maria De Filippi, Francesco De Gregori, Ivana Spagna, Tommaso Paradiso, Emanuele Filiberto, Francesco Pannofino e Andrea Iannone.

Felicissima sera 16 aprile 2021 – diretta

Inizia il programma. Pio e Amedeo ironizzano sul pubblico di Mediaset, definito “semplice e basico” perchè ama i “vipponi”. Dopo aver salutato affettuosamente Alfonso Signorini, i due continuano a scherzare sui programmi di Canale 5 e soprattutto sull’Isola dei famosi che è ritenuta diseducativa (“Mio figlio dopo averne visto una puntata ha c****to nella pianta del salotto”).

La prima ospite della serata è Maria De Filippi, colei che “ha moltiplicato pani e pesci, ha camminato sulle acque ed è apparsa in sogno alla Madonna di Medjugorje”, è “la conduttrice preferita di Zia Antonietta” e “anche se suda profuma”. Pio e Amedeo si inginocchiano al suo cospetto. La De Filippi regala loro delle racchette per giocare.

Il duo comico cerca di far piangere Maria mostrandole foto dei suoi cani. Pio e Amedeo sono convinti che facendo commuovere la conduttrice “faranno i soldi”.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Canzone segreta 16 aprile: tra gli ospiti Anna Valle, Enrico Brignano e Simona Ventura

Quinta puntata dello show con Serena Rossi in cui gli ospiti devono solo godersi la sorpresa che la trasmissione ha preparato per loro.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Canzone segreta 16 aprile 2021 rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Venerdì 16 aprile, dalle 21.25 su Rai 1, trasmette la quinta puntata di Canzone Segreta.

Come accade tutte le settimane, Serena Rossi accoglie in studio alcuni personaggi del mondo dello spettacolo. Il loro compito è solo quello di accomodarsi sulla celebre poltrona bianca per godersi la propria sorpresa. Sono infatti ignari di ciò che la trasmissione ha in serbo per loro.

Ospiti del quinto appuntamento: Giancarlo Giannini, Simona Ventura, Valeria Fabrizi, Anna Valle,  Massimo Ghini ed Enrico Brignano.

Canzone segreta 16 aprile Anna Valle

Canzone segreta, la diretta del 16 aprile, Anna Valle

Serena Rossi annuncia ai telespettatori che il primo ospite della puntata è Anna Valle. Prima di accomodarsi sulla poltrona bianca l’attrice confida di portare in borsa sempre dei sonniferi anche se non fuma. Tenerli sempre dietro la fa sentire protetta.

Canzone segreta 16 aprile Irama

Viene mandato in onda un videomessaggio da parte della sorella Antonella, che le mostra i luoghi della sua infanzia. Sono in simbiosi anche se vivono in città diverse.

Sale poi sul palco Irama che le dedica One degli U2, la sua canzone preferita. Durante l’esibizione lo raggiungono gli amici Massimo e Nadege. Alle spalle di Anna Valle appare invece il marito Ulisse che le porge una rosa ed iniziano a ballare insieme. Nel finale arriva anche Antonella.

Canzone segreta 16 aprile Enrico Brignano

Canzone segreta, Enrico Brignano

Il secondo ospite è Enrico Brignano, che è attualmente in onda su Rai 2 con Un’ora sola vi vorrei. Brignano e Serena Rossi hanno lavorato insieme nella commedia musicale Rugantino ed hanno doppiato Anna e Olaf in Frozen. Lo show man racconta al pubblico di ricordare il giorno del suo debutto. Era il 1 maggio 1985 ed aveva 17 anni.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it