Connect with us

Intrattenimento

Todo cambia | diretta del 19 aprile 2019 | le storie di Davide e Paola

Uomini e donne che decidono di cambiare la propria vita | Lunetta Savino ci racconta le loro storie di rivoluzione

Pubblicato

il

Uomini e donne che decidono di cambiare la propria vita | Lunetta Savino ci racconta le loro storie di rivoluzione
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A tra poco con la diretta.

“Tutto cambia. A chi non è successo almeno una volta? Almeno di pensarlo” – così Lunetta Savino ci presenta “Todo cambia”, nuovo programma di Rai 3.

La prima storia è quella di Davide. Davide Cerullo è stato “rimesso al mondo da parole semplici”.

Davide nasce a Scampia, nono di quattordici fratelli. La sua è una famiglia povera, il padre è pastore. Non va a scuola, passa le sue giornate in strada e viene utilizzato dalla Camorra per trasportare droga. Gli piace fare quella vita, si sente “omm” (uomo), è gratificato.

I fratelli per evitare il peggio lo portano a Cassino. Un giorno però la polizia arresta sua madre. Anche lei fa parte della Camorra, si era unita all’organizzazione criminale per sopravvivere. Davide decide di tornare a Scampia, non solo per vedere la madre, ma per occupare il suo “posto”.

La seconda storia è quella di Paola. Nasce ad Ivrea e sin da piccola ama lo sport. Finite le scuole si iscrive alla facoltà di economia, spinta dalla famiglia, ma nel profondo sa che quello non è il suo destino – lei si sarebbe iscritta all’ISEF. Si laurea ed è assunta da una importante società, si trasferisce a Milano ed inizia a lavorare a pieno ritmo. Non si sente però di aver compiuto qualcosa di importante per il mondo, vuole scappare, vuole essere se stessa.

Si licenzia, torna ad Ivrea ed ha aperto una società di organizzazione di eventi sportivi. Purtroppo le entrate non sono però sufficienti e quindi poco è costretta a chiudere.

A Davide viene affidata una delle piazze di spaccio di Scampia. Sta facendo carriera, mira a diventare boss. Cresce in lui La sua rabbia si trasforma in violenza. A 16 anni lo arrestano per la prima volta e chiede di essere ammanettato. “Tu non sei nessuno” – gli risponde il poliziotto. Queste parole lo colpiscono. Il giorno dopo cerca un giornale per vedere se c’è “la sua faccia” sul giornale, ma non la trova. Guadagna sempre più rispetto nella criminalità organizzata, ma non è dovuta a meriti, è semplicemente timore.

Un giorno due scagnozzi di una banda opposta tentano di sparargli, lo inseguono, si trova in trappola. Gli sparano alle gambe. Uscito dall’ospedale, viene portato a casa del boss, che gli dice: “Non ti preoccupare, siamo la tua famiglia”.

Si torna alla storia di Paola. Dopo il fallimento della sua società, è triste. Va a pagaiare in kajak con una sua amica e riflette sul suo futuro. Ha improvvisamente una visione, capisce cosa vuole fare davvero nella vita.

“Ho deciso cosa voglio fare. Ho deciso che voglio fare il giro del mondo in bicicletta” – rivela.

Si rende conto che per battere il record esistente dovrà pedale per circa 30000 km in meno di 152 giorni. Inizia ad allenarsi duramente, ma calcola che per portare a termine la sua missione le serviranno 50000 euro. Scrive a 4000 sponsor, ma – nonostante ammirino tutti il suo progetto – nessuno la finanzia.

Davide finisce in carcere, a Poggio Reale. Sulla sua branda trova il Vangelo e ritrova il suo nome. Quelle pagine gli raccontano la storia di un Davide liberato dalle catene. La Camorra gli aveva annullato l’identità, dandogli persino un nuovo nome, il suo soprannome.

Davide inizia ad intravedere la possibilità di un futuro diverso, ma tornato a Scampia riprende la “vita infame” di sempre. Nasce però in lui il senso di colpa, inizia a ritrovare la sua umanità.

Se ne va lasciando tutto, anche i suoi soldi. Si trasferisce a Modena, fa un percorso, si sveglia presto la mattina e va a lavorare.

Ripensa alla sua vita e piange. Si è salvato.

Un giorno passando davanti ad un’edicola vede “La religione del mio tempo” di Pasolini. Lo compra e lo legge. E’ proprio questo testo ad insegnarli il potere salvifico della parola, Pasolini gli rende più chiara la via, lo libera dal camorrista che è in lui.

Non può cancellare il suo passato, ma decide di riscattarsi attraverso la fotografia. Ritrae bambini per ritrarre il bambino che non è stato. I suoi ritratti vengono notati ed in Francia viene organizzata una mostra delle sue opere.

Paola inizia il suo percorso. Si concentra sull’obiettivo, parla alla riga bianca della strada come ad un’amica. Dopo 4000 km capisce di potercela fare.

Tutti i giorni trova ostacoli, si stanca, ma non si perde d’animo. Attraversa tutta l’America Latina. Il suo non è solo un viaggio fisico, ma soprattutto un viaggio interiore. Il mondo non ha più confini, la sua mente non li ha. Pensa ad i suoi affetti, piange per la stanchezza, ma una volta arrivata negli Stati Uniti si sente più forte. All’improvviso si trova per terra, dolorante, guarda il cielo.

E’ stata investita da una macchina, che le ha rotto la quinta vertebra cervicale. Un camion l’ha travolta, non si sa se potrà tornare a camminare. Passano due giorni prima che i medici le comunichino che la sua mobilità non corre rischi.

Non passa molto prima che Paola torni in sella alla sua bici e rinizia il suo viaggio. La sua avventura diventa un’impresa di vita. Inizia a dar peso ai contatti umani.

Quando torna ad Ivrea, alla fine del suo viaggio, trova moltissime persone ad accoglierla. Prima tra tutte suo padre. Paola ha trovato la sua felicità, ha vinto.

Non si fermano qui le sue imprese. Nel 2016 porta da Milano ad Oslo la petizione per la candidatura della bicicletta come Nobel per la pace; nello stesso anno diventa la donna più veloce ad aver attraversato i 48 stati degli Stati Uniti in 43 giorni.

Davide ha creato l’Albero delle storie, un luogo dove mamme e bambini giocano ed imparano insieme. Paola è diventata mental coach ed ora aiuta gli altri ad affrontare il cambiamento ed a superare i loro limiti.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornalista pubblicista. Nata nell'epoca sbagliata. É donna del suo tempo, ma anche un po' degli anni'80 e dell'800 di Jane Austen. Ama leggere libri fino all'alba, scrivere, disegnare, creare. Guarda telefilm con una vaschetta di gelato al cioccolato d'estate e una tazza di tè bollente in inverno. La sua migliore amica è Shonda Rhimes.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Primo appuntamento crociera 18 maggio, le coppie della prima puntata

Primo appuntamento crociera, spin off del reality di Real Time è al suo esordio questa sera, 18 maggio 2021. Ecco le coppie partecipanti.

Pubblicato

il

primo appuntamento crociera 18 maggio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Real Time propone questa sera, 18 maggio 2021, Primo Appuntamento crociera, spin off del reality Primo Appuntamento. Al timone il conduttore Flavio Montrucchio  in prime time.

Il format, in seguito al cambio di location, resta di base lo stesso. Ma dal momento che gli appuntamenti al buio proposti dal programma si tengono durante una crociera, i partecipanti sanno che difficilmente potranno evitare di rivedere il/la loro partner dopo la serata. Almeno, fino alla fine della vacanza sulla nave.

Si potrebbe, quindi, quasi parlare di vacanza al buio per i partecipanti alla crociera che hanno scelto di partecipare al reality; una coppia di fratelli, Marco (35 anni), e Gianluca (41), è alla ricerca dell’anima gemella.  Marco cena con Walter (35 anni, wedding planner).

Fabrizio (31) invece preferirebbe non impegnarsi seriamente. Il suo appuntamento è con Annalisa (28) gelataia di Milano.

C’è poi Simone (25) che ha paura di dormire da solo, e normalmente dorme con sua madre. Il giovane cena con Noemi (24 anni),

Le puntate della prima edizione di Primo appuntamento crociera sono visibili anche tramite il servizio in streaming Discovery+.

Primo appuntamento crociera 18 maggio, la diretta

I primi partecipanti a presentarsi sono i fratelli Marco e Gianluca. Il più propositivo è Marco: “Io faccio tutto quello che fa lui” dice Gianluca. Entrambi sono alla ricerca dell’anima gemella: un ragazzo per Marco, e una ragazza per Gianluca.

Poi, tocca a Simone, operatore socio-sanitario di Bologna. “Il mio sogno è scendere dalla crociera con una fidanzata, per presentarla a mia madre” afferma Simone, molto timido ed emozionato.

Quindi, c’è Annalisa, che appena entrata nella sua stanza chiama la nonna per descriverle la sua stanza; e Fabrizio, ferroviere con “l’istinto da predatore” afferma lui. “E’ pieno di belle ragazze qui” racconta al telefono con un amico. “Per me conquistare le ragazze è la normalità. Ma quando spezzo loro il cuore mi fa male, non sono un cinico.” continua.

Infine, salgono sulla nave Noemi, 24 anni, timida, ma dolce; e il wedding planner Walter. “Mi piacciono le nuove esperienze, ma allo stesso tempo mi mettono agitazione.” afferma Walter.

Primo appuntamento crociera 18 maggio, i primi incontri

“Vorrei un uomo non troppo egocentrico” racconta Annalisa. Intanto Fabrizio ha già fatto amicizia con Michele, un altro crocerista. Marco, invece, pensa già all’outfit che sfoggerà durante la cena.

Il primo ad arrivare di fronte al tradizionale “calice di bollicine” del programma è Walter, che aspetta il suo “principe azzurro“. “Non ho molta stima di me, mi spaventano gli appuntamenti. Mi devo buttare.” racconta. Per lui arriva nel locale Marco.

Simone è pronto, molto emozionato, per il suo appuntamento. L’ultima relazione di Simone è finita perchè “Mia madre ha chiamato la sua, e ha detto che era finita. Io non trovavo il coraggio di ammetterlo.”. Per lui arriva al locale Noemi, altrettanto emozionata. I due, un po’ impacciati, iniziano a chiacchierare.

Fabrizio, invece, è decisamente più sicuro di sè. Con il suo appuntamento, Annalisa, la conversazione non langue nemmeno un istante. “Mi piace che un uomo mi sappia corteggiare, ma mi darebbe fastidio uscire con un latin lover” afferma Annalisa.

La prima conclusione: Noemi e Simone

Al tavolo di Walter e Marco volano sguardi languidi e sorrisi. Diversamente, invece, Noemi e Simone hanno molte difficoltà a far avanzare la conversazione. Tuttavia, alla fine, il ghiaccio sembra rompersi. Simone confessa a Noemi di aver timore di dormire da solo, ragion per cui dorme abitualmente con sua madre a casa.

Nel frattempo tra Fabrizio e Annalisa, invece, non c’è un attimo di silenzio. Fabrizio, da bravo ammiratore di Casanova, ha un solo obiettivo: conquistare Annalisa.

Infine, la cena tra Simone e Noemi è giunta a conclusione. “Noemi mi ha toccato il cuore, è la ragazza dei miei sogni, proprio come la speravo.” afferma Simone, convinto che l’appuntamento sia andato bene. Noemi è d’accordo, e la loro serata continua nella sala giochi della nave.

Anche per Annalisa e Fabrizio la cena è finita, ed entrambi vorrebbero proseguire il viaggio insieme, per scoprire di più l’uno dell’altra.

Primo appuntamento crociera 18 maggio

Annalisa e Fabrizio giocano a strip poker

Walter e Simone si alzano dal tavolo, entrambi contenti della cena appena conclusa. Walter, addirittura, vorrebbe invitare immediatamente Marco nella sua cabina per proseguire la serata. Fabrizio ha lo stesso piano, e invita Annalisa a vedere la sua stanza. Annalisa, però, non è convinta al 100% dal suo modo di fare. “E’ troppo sicuro di sè” dice.

Tuttavia, accetta l’invito di Fabrizio, ed entra con lui nella sua cabina. Addirittura, gioca con lui a Strip-Poker. “Siamo molto simili, sappiamo quando essere birichini” dice Fabrizio. “La sua sicurezza mi attira e mi spaventa.” risponde Annalisa. La loro serata, alla fine, si conclude tra le lenzuola della cabina di Fabrizio.

La serata prosegue allo stesso modo anche per Walter e Marco. Entrambi si piacciono, e concludono la serata nella cabina di Walter, baciandosi appassionatamente.

Primo appuntamento crociera 18 maggio

La mattina dopo

“Ci siamo solo coccolati, nulla di più. Abbiamo parlato stanotte” dice Annalisa, che si risveglia nella stanza di Fabrizio. “Inizialmente c’era attrazione, ma poi niente di più. Non mi sono lasciata andare.” continua.

Simone, invece, si vede con il conduttore Flavio Montrucchio: Noemi ha cambiato idea sul continuare a vedersi. “Volevo presentarla ai miei amici, e lei è cambiata” dichiara Simone.

Il viaggio delle coppie presentate proseguirà nelle prossime puntate del reality.

Tutte le conclusioni

Marco e Walter sono innamoratissimi. Walter è ancora un po’ timido.

Fabrizio e Annalisa stanno capendo se possono diventare una vera coppia.

Simone e Noemi stanno già affrontando la prima crisi di coppia.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Loving: l’amore deve nascere libero su Rai 5 – trama, cast, finale

La storia vera di Richard e Mildred Loving che si sono battuti contro la Virginia per difendere i diritti delle coppie miste.

Pubblicato

il

Loving l'amore deve nascere libero film Rai 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Loving: l’amore deve nascere libero è il film proposto oggi da Rai 5. Si tratta di una pellicola di genere drammatico datata 2016.

La produzione è tra Gran Bretagna e Stati Uniti, la durata è di circa due ore. Il film è ispirato ad una storia vera. Rai 5 lo propone senza interruzioni pubblicitarie. Inoltre è possibile fruirne anche in lingua originale.

Loving l'amore deve nascere libero film attori

Loving: l’amore deve nascere libero film – regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Jeff Nichols. Protagonisti principali sono Richard e Mildred Loving interpretati rispettivamente da Joel Edgerton e Ruth Negga. Nel cast anche Nick Kroll nel ruolo di Bernie Cohen.

Le riprese si sono svolte negli Stati Uniti, in particolare a Richmond nello stato della Virginia. La produzione è della Big Beach Films in collaborazione con Raindog Films. Il titolo originale è semplicemente Loving.

Loving l'amore deve nascere libero film dove è girato

Loving: l’amore deve nascere libero – trama del film in onda su Rai 5

Richard e Mildred sono cresciuti a Central Point, una cittadina della Virginia, dove la comunità è più progressista nei confronti dell’integrazione tra le diverse etnie rispetto ad altre zone del sud degli Stati Uniti.

Eppure, Richard e Mildred per la loro unione vengono condannati al carcere e all’esilio e quindi costretti a trasferirsi con i figli in un modesto quartiere di Washington, D.C. Nonostante l’appoggio dei loro familiari, i due trovano difficoltà ad essere accettati dall’ambiente circostante e Mildred sente anche il bisogno di tornare in Virginia.

Spoiler finale

Il caso “Loving contro Virginia” arriva così alla Corte Suprema nel 1967, sancendo una vittoria nella battaglia per i diritti civili e riaffermando il diritto fondamentale di sposarsi senza barriere razziali. Richard e Mildred infine sono tornati a casa e la loro storia d’amore è diventata un modello per molte altre coppie dell’epoca.

Loving l'amore deve nascere libero film finale

Loving: l’amore deve nascere libero – cast

  • Joel Edgerton (Boy erased: vite cancellate): Richard Loving
  • Ruth Negga: Mildred Loving
  • Marton Csokas: sceriffo Brooks
  • Nick Kroll: Bernie Cohen
  • Michael Shannon: Grey Villet
  • Terri Abney: Garnet Jeter
  • Alano Miller: Raymond Green
  • Chris Greene: Percy
  • Jon Bass: Phil Hirschkop
  • Bill Camp: Frank Beazley
  • Will Dalton: Virgil
  • Christopher Mann: Theoliver
  • Winter-Lee Holland: Musiel
  • David Jensen: giudice Bazil
  • Andrene Ward-Hammond: Laura

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

L’Eredità 16 maggio: il neocampione Marco non conquista il montepremi

Marco è il nuovo campione del game show ma non è riuscito ad indovinare la parola corretta della Ghigliottina.

Pubblicato

il

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Domenica 16 maggio è andato in onda su Rai 1 un  nuovo appuntamento de L’Eredità. Il game show è condotto da Flavio Insinna.

Nella puntata di oggi Marco è stato eletto campione dopo aver sconfitto al Triello Marta ed Elisabetta. Ha dovuto però rinunciare al montepremi in palio perchè non ha individuato la parola corretta della Ghigliottina. Marco prende il posto di Marta, che non è riuscita a difendere il titolo.

L eredità 16 maggio sfidanti

L’Eredità, la diretta del 16 maggio

Nella diretta del 16 maggio Flavio Insinna presenta gli sfidanti della campionessa Marta, che viene da Firenze. Il primo è Marco, dalla provincia di Ferrara. E’ uno sportivo ed ama affrontare le maratone. E’ sposato con Maria ed ha due figli. Nel gioco degli abbinamenti deve specificare se i film sono interpretati da Julia Roberts o Demi Moore.

Elisabetta invece studia Lettere all’Università e sta scrivendo un giallo. E’ anche Consigliere Comunale del suo paese. Lei deve riferire se alcune ricorrenze cadono in giorni festivi e lavorativi.

Roberta viene da Avellino, è funzionario pubblico ed è laureata in management. Suona il pianoforte ma uno dei suoi sogni è di partecipare in un musical. Per lei come abbinamenti ci sono alcune poesie/opere. Deve spiegare se sono state scritte da Ungaretti o Leopardi.

La quarta concorrente è la giovane Bianca che frequenta il liceo linguistico. E’ fidanzata con Davide ed il suo sogno è di diventare cantante. Ha già inciso due singoli. La ragazza deve indovinare se alcune sigle sono cantate da Cristina D’Avena.

Selene è nata a Firenze ma si è trasferita a Prato per amore, per il suo Alessandro. E’ una cantante lirica ma anche una beauty trainer. Ha una figlia di 14 anni. Deve riferire il nome di alcuni personaggi noti sulla base dei cognomi suggeriti dal conduttore.

Torna Harieta, proviene dalla Romania ma vive in Piemonte. E’ docente universitaria di rumeno all’Università. Per lei come abbinamento se alcuni luoghi sono lago o deserto.

La campionessa Marta infine sceglie di far sfidare nel gioco dei 60 secondi Harieta e Roberta. Harieta riesce a rimanere in gara. Roberta invece è la prima concorrente eliminata.

L eredità 16 maggio una o l'altra

L’Eredità, il gioco L’una o l’altra

Il conduttore dà il via al gioco L’una o l’altra dove per ogni quesito fornisce solo due possibili alternative. Al termine del primo giro forniscono la risposta sbagliata Bianca, Harieta, Marta ed Elisabetta. 

A compiere il doppio errore è la professoressa Harieta che ha scelto di sfidare la giovane Bianca. La docente è obbligata ad abbandonare lo studio.

Eredità quattro date

Le Quattro Date

Nella puntata di oggi, 16 maggio, il game show ha scelto le seguenti quattro date:  1957, 1971,1982 e 2019. 

La prima concorrente a non eseguire il corretto abbinamento è la campionessa Marta. Bianca però compie il doppio errore e sceglie di puntare il dito contro Selene. La giovane studentessa è eliminata dal gioco.

Eredità paroloni

L’Eredità 16 maggio, i Paroloni

E’ il momento dei Paroloni. E’ il gioco in cui i concorrenti devono riferire il significato di alcune parole in disuso. Il primo termine è Riavolo, individuato da Marco.  Si tratta di un’asta di ferro utilizzata per mescolare i metalli fusi.

Il secondo parolone è invece Filugello, indovinato dalla campionessa Marta. E’ un sinonimo di baco da seta.

Si sfidano di conseguenza nel gioco dei 60 secondi, Elisabetta e Selene. Quest’ultima è la concorrente eliminata.

L eredità 16 maggio triello

Il Triello

Nella puntata del 16 maggio si sfidano al Triello Marco, Marta ed Elisabetta. 

Inizia Marta che conquista le categorie Musica (20.000 euro), Spettacolo (10.000 euro), Curiosità (20.00o euro). Ed ancora Chi l’ha detto (20.000 euro) ed Italiano (30.000 euro).

Elisabetta invece risponde correttamente solo al tema Casa (30.000 euro). Marco infine si aggiudica solo la categoria Scienza (10.000 euro).

Marta ha il montepremi più alto e deve affrontare altre domande per poter accedere alla Ghigliottina. I temi scelti sono Viaggi nel Medioevo e Peter Pan. La concorrente sbaglia la seconda risposta ed è Marco a diventare il nuovo campione.

L eredità 16 maggio ghigliottina Marco

L’Eredità, la Ghigliottina di Marco

Marco affronta la Ghigliottina con 130.000 euro  Deve scegliere tra i seguenti abbinamenti: aereo o treno, concorrente o studente, chimica o fisica, musica o poesia, forno o piastra. Il neocampione dimezza ben quattro volte. Il montepremi scende vertiginosamente a 8.125 euro.

Le parole che formano la Ghigliottina del 16 maggio sono:

  • aereo
  • studente
  • musica
  • fisica
  • forno

Marco ha scritto la parola volo. Il termine corretto però è carta.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it