Melaverde Raspelli e Hidding fra le tradizioni del Capodanno italiano


Edoardo Raspelli nella puntata di capodanno aprirà il 2017 con un brindisi con un grande vino italiano.


Edoardo Raspelli nell’appuntamento di Capodanno è nella terra del Barolo, Ellen Hidding è a Livigno.
Con Edoardo Raspelli alla scoperta di uno dei re della viticoltura italiana: il Barolo. Siamo nella zona di produzione storica per raccontare la storia di questo vino, ambasciatore del made in Italy nel mondo, e del suo legame inscindibile con il territorio. Incontreremo uno dei produttori che hanno fatto la fortuna di questo vino e seguiremo, come sempre, tutto il processo di produzione, dalla vigna sino alla botte e poi alla bottiglia. Si parlerà anche degli abbinamenti più classici, e più innovativi del Barolo con i cibi della tradizione piemontese  ma anche, addirittura, con il pesce. E come sempre la storia di chi c’è dietro ad un grande prodotto.
Raspelli EdoardoPolesineParmense 700
Oggi Ellen Hidding ci porta alla scoperta di Livigno e la sua Valle. Tre storie di giovani allevatori che hanno deciso di proseguire e far crescere la tradizione familiare credendo in un futuro sostenibile
fatto ancora di passione, sacrifici ma anche grandi soddisfazione nel poter rimanere a fare il lavoro che amano, a contatto con la natura e gli animali nella loro terra. Si parlerà dei prodotti tipici di questo territorio, come le brisaole e gli altri salumi stagionati, i formaggi DOP Casera e Bitto e il meno noto Scimudin. Si andrà alla scoperta di un territorio rimasto per molti versi intatto, ma dove anche le attività turistiche e ricreative, sia invernali che estive, offrono un panorama completo per tutti i gusti e le età.



0 Replies to “Melaverde Raspelli e Hidding fra le tradizioni del Capodanno italiano”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*