Connect with us

Intrattenimento

C’è posta per te, la diretta del 25 febbraio

La settima puntata del people show condotto da Maria De Filippi
Irene Natali

Pubblicato

il

La settima puntata del people show condotto da Maria De Filippi
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 {module Pubblicità dentro articolo 2}

Si comincia proprio con Luciana Littizzetto: la comica ha mandato la posta a Simona Ventura e Rocio Munoz Morales. Le due entrano in studio tra gli applausi del pubblico: la ventura ricorda subito la seconda edizione di Selfie-Le cose cambiano. La Littizzetto le ringrazia subito per essere così sorridenti, mica come Maria che “pare che si sta sempre rompendo i maroni”.
Naturalmente, avendo la Morales in studio, l’occasione è ghiotta per qualche battuta su Raoul Bova. Si passa dunque al motivo della chiamata: giudicare la performance sanremese della De Filippi, dato che tutte loro hanno calcato il palco dell’Ariston. ” A Sanremo le donne, una cosa sola devono fare: le scale”, ironizza la Littizzetto: ecco dunque che viene introdotta una scala. E stavolta la De Filippi scende i gradini: “Sei molto sensuale”, le dice l’amica. Entra poi una scala per i cani, portata dentro sulle note di Uomini e Donne.

cppt 25feb ventura morales

La Littizzetto è senza freni, la pars destrunes di Sanremo 2017: Maria non sapeva i nomi degli autori, applaudiva a rallentatore, leggeva il gobbo senza scioltezza, non si è sbattuta per niente. “Non ti hanno pagato, ma per forza: non hai fatto una mazza”, e ancora: “Devi scendere le scale e fare il gobbo: se non lo sai fare, stai a casa”.
La Littizzetto approfitta per ricordare le sue performance festivaliere: così, per fare concorrenza a Milly Carlucci, Canale 5 si popola di immagini di Rai 1. Sull’onda dei ricordi, la Ventura e la Morales vengono coinvolte in uno sketch: se la Littizzetto aveva cantato Rumore della Carrà, a tutte loro  tocca il caschetto biondo e la stessa performance.

cppt 25feb littizzetto

Dopo tutte le critiche però, manca la frase cruciale di ogni kermesse, da pronunciare tutte insieme: “Dirige l’orchestra il maestro Beppe Vessicchio”. E dalal scalinata tra il pubblico. scende proprio Vessicchio.

 

cppt 25feb foto1

La seconda storia è quella di Christian, letteralmente abbandonato dalla mamma e già, ad appena 10 anni, abbandonato in precedenza dal padre. La donna, badante, spesso dormiva fuori, motivo per cui il ragazzo non si è preoccupato quando un giorno non è tornata: dopo un po’ però, si è reso conto che la signora Nunzia aveva cambiato numero.
Christian, ora 21enne, si è trovato a dover badare anche alla sorella minore: sono passati tre anni, e non ha mai denunciato la situazione per paura che intervenissero gli assistenti sociali.
La posta viene recapitata a Nunzia e al compagno Giovanni. Christian è già in lacrime alla consegna: non avendo mai ricevuto alcuna notizia, temeva che fosse successo qualcosa alla madre.

cppt 25feb foto2

Quando la busta si apre, Nunzia parlotta con Giovanni chiedendogli persino se farlo parlare. Il povero ragazzo è ridotto uno straccio: non l’ha mai aiutato nessuno, è stato sempre solo tra mille difficoltà. Giovanissimo e con l’onere di badare alla sorella minore, adesso sta per diventare padre. Nunzia riesce solo a guardare verso il basso.

cppt 25feb foto3

La scena che segue è surreale: Nunzia dice di aver voluto bene loro come se fossero figli suoi, poi però addossa la colpa a Christian, che si sarebbe comportato male tirandole addosso un divano. Nunzia strabuzza gli occhi, impassibile davanti a Christian che rischia un malore da un momento all’altro: il ragazzo nega naturalmente, del resto non gli si possono addossare colpe inventate. Nunzia teme chiaramente interferenze nella vita di coppia; Christian non fa che piangere e ripetere “non è giusto”.
Giovanni non si pronuncia in merito. Nunzia, incredibilmente, vuole chiedere la busta: addirittura considera che il torto sia stato fatto a lei, visto che Christian in questi anni ha occasionalmente rivisto il padre. La De Filippi cerca di farle capire che Christian è economicamente indipendente, che vuole solo avere un numero di telefono da chiamare.
La De Filippi fa uscire Nunzia e Giovanni: mentre i due non ci sono, confessa a Christian che si sta trattenendo per lui. Gli fa anche notare che le risposte ricevute non lasciano presagire un rapporto madre figlio come lo immagina lui.
Quando Nunzia e Giovanni rientrano, la busta viene tolta. L’abbraccio però, è sentito soprattutto da parte di Christian.

 

cppt 25feb foto4 

La prossima storia è quella di Lillo, che vuole recuperare il rapporto con la figlia Lucrezia. La ragazza addebita la morte della madre, avvenuta un anno dopo la separazione, al dolore della donna: a causa della pena infatti, si sarebbe lasciata andare rifiutando le cure.Lillo si era innamorato di un’altra donna.

Lucrezia spiega le proprie ragioni: ha dovuto far sorridere la madre, nonostante si sentisse sola. La nuova compagna ha tre figli, di cui l’uomo si prende cura come fossero figli; ha inoltre presentato l’attuale partner ai genitori, mentre con la mamma di Lucrezia i rapporti erano sempre stati freddi.

cppt 25feb foto5
Lucrezia è comunque ancora addolorata per la morte della madre, morta proprio il giorno della sua laurea. Le aveva detto di sorridere, pensando che ci fosse pure lei anche se non poteva esserci. La convinzione è che la donna si sia lasciata morire.
La ragazza continua a sciorinare fatti, con fermezza e convinzione: il padre non si è mai interessato a quanto stesse accadendo.
Lucrezia decide di non togliere la busta.

 

cppt 25feb foto6

Si prosegue con la “storia di un regalo”: Bradley Cooper. L’attore, di origini italiane, è la sorpresa per Claudia: la ragazza ha perso il fidanzato, rimanendo molto legata al fratello di lui. Ed è proprio l’ormai ex cognato Alessandro a scriverle la lettera, ricordando il rapporto intenso tra lei e il fratello Francesco.
La lettera è un ricordo dei giorni felici: se non ci fosse stato Francesco, nonostante il dolore della mancanza, non ci sarebbe stata tanta gioia. Quando Claudia vede Bradley Cooper, è senza parole: dopo tante lacrime, finalmente i sorrisi. La star di Hollywood ga dei regali per lei: un orologio, una penna per tatuaggi temporanei e, infine, una Polaroid per delle foto da scattere tutti insieme.

 

cppt 25feb foto7

Si prosegue con un amore interrotto: Gaetano ha tradito ripetutamente Fia, ora vuole chiederle scusa. La donna l’ha scoperto in varie occasioni, perdonandolo ogni volta perché innamorata: ora il copione si ripete.
Gaetano si professa pentito: le altre erano un passatempo senza sentimento, vuole addirittura sposare Fia. Si scopre che va dallo psicologo, tra le risatine del pubblico: Fia risponde in maniera ironica. Se Gaetano dice che sta tentando il miracolo a C’è posta per te, lei gli ribatte di non essere Madre Teresa di Calcutta.
Lui sostiene di provare “sentimenti universali”, lei gli dà del folle: “Se devo avere accanto un uomo, ne voglio uno che mi tratti da regina”. La donna è irremovibile: “Tu pensavi che portandomi qui, io mi sarei commossa. Io voglio fare un’altra vita: devo essere serena”.
La busta viene chiusa. La De Filippi chiede a Fia se adesso aspetterà che lui cambi o meno, e lei: “Cambio strada”.

La puntata si conclude qui. Appuntamento a sabato prossimo.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Chi l’ha visto? 12 maggio 2021, la testimonianza della vicina di Anna Corona

Stasera a Chi l'ha visto, 12 maggio 2021, il caso Pipitone, con la nuova testimonianza della ex vicina di casa di Piera Maggio: Anna Corona.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

chi l'ha visto stasera 12 maggio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa sera, 12 maggio 2021, va in onda alle 21.20 su Rai 3 una nuova puntata di Chi l’ha visto?. A seguire tutti i casi di scomparsa trattati, i ritrovamenti, e le indagini della redazione del programma condotto da Federica Sciarelli.

Il programma condivide stasera ulteriori aggiornamenti sul caso di Denise Pipitone, scomparsa nel 2004 da Mazara del Vallo in circostanze mai chiarite. Dopo la smentita sull’identità di Olesya Rostova, ragazza russa che si credeva potesse essere proprio Denise Pipitone, l’attenzione mediatica sul caso si è riaccesa più viva che mai. Inoltre, il 5 maggio 2021 i Carabinieri hanno svolto una perquisizione nella ex abitazione di Anna Corona. La donna fu una delle principali indiziate nel 2004, ma è stata scagionata da tutte le accuse.

La perquisizione, però, ha insospettito i legali di Piera Maggio, la madre di Denise, che hanno richiesto chiarimenti alle forze dell’ordine. Inoltre, nel frattempo sono emerse nuove testimonianze. Infatti, questa sera a Chi l’ha visto? la ex vicina di casa di Anna Corona rilascia dichiarazioni inedite sulla vicenda.

Vi ricordiamo che potete vedere la puntata di Chi l’ha Visto? anche in streaming su internet, tramite il servizio gratuito RaiPlay.

Chi l'ha visto stasera 12 maggio

Chi l’ha visto stasera 12 maggio, la diretta

Wangwei Qiu è scomparso dall’ospedale Fatebenefratelli di Milano nella notte di ieri, 11 maggio 2021. La figlia lancia un appello, chiedendo aiuto per rintracciarlo il prima possibile. L’uomo, infatti, è a torso nudo, senza documenti ed effetti personali.

Segue un collegamento con l’avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazitta. L’avvocato commenta le dichiarazioni di Francesco Lombardo, un carabiniere che racconta di aver ricevuto minacce nel 2004, quando stava indagando sulla scomparsa di Denise Pipitone. Lombardo racconta che in uno dei biglietti minatori trovò scritto “non è una faccenda di pedofilia o traffico organi, ma familiare. Pensate alle vostre famiglie, e smettete di indagare”.

Poi, aggiornamenti su Battista Della Chiave, che nel 2004 rilasciò dichiarazioni confuse sulla presenza di una bambina nelle vicinanze di casa sua. Che, si credette all’epoca, potrebbe essere stata Denise. Inoltre, il nipote dell’uomo, Giuseppe, potrebbe essere coinvolto. Chi l’ha visto? ha interpellato due esperti di linguaggio dei segni, per valutare se la traduttrice della procura che si occupò di porre le domande a Della Chiave abbia compreso quello che l’uomo voleva comunicarle.

Gli esperti di Chi l’ha visto? concludono che Della Chiave abbia detto chiaramente alla traduttrice che due uomini abbiano portato via Denise superando un cavalcavia, fino a una barca. Dove la piccola sarebbe stata nascosta con delle coperte. Ma, affermano, è altrettanto chiaro che la traduttrice non stia capendo ciò che Della Chiave le comunica.

Addirittura, Della Chiave descrive i due uomini che avrebbero rapito la bambina, ma l’interprete non comprende.

Chi l’ha visto stasera 12 maggio, la perquisizione della casa di Anna Corona

Anna Corona, vicina di Piera Maggio, è stata da subito una delle principali indiziate per la scomparsa di Denise Pipitone. La Maggio, infatti, dichiarò immediatamente alle forze dell’ordine che tra la Corona e lei non correva buon sangue.

All’epoca della scomparsa, i carabinieri interrogarono la Corona. Ma la donna, si scoprì in seguito, non mostrò alle forze dell’ordine la sua abitazione; bensì, quella della vicina di casa al piano terra.

“I carabinieri sapevano che quella non era casa della Corona, ma casa mia. C’era la foto incorniciata di un mio parente, che i carabinieri conoscevano.” racconta la ex vicina di casa di Anna Corona.

“Oggi pomeriggio è arrivata al mio studio una lettera anonima. Gli elementi che abbiamo letto nella lettera li stiamo riscontrando: non sono mai stati rivelati prima. Pensiamo sia credibile.” afferma l’avvocato Frazitta.

Chi l’ha visto stasera 12 maggio, nuovi casi di scomparsa: Riccardo Giuliani

Questa sera, 12 maggio, è giunto una nuova segnalazione di scomparsa alla redazione di Chi l’ha visto?. Riccardo Giuliani ha 35 anni, ha un posto fisso e un ottimo rapporto con i genitori. Riccardo vuole sposarsi e avere dei figli, si sarebbero sposati il 29 maggio. La futura moglie di Riccardo è sotto shock: l’uomo sparisce il 24 aprile 2021, un giorno prima del pranzo di prova per testare il menù scelto per la festa di nozze. L’ultimo a vedere Riccardo è suo padre Gianni. 

Alle 2.30 di notte tra il 24 e il 25 aprile, la macchina di Riccardo non si ferma all’Alt di un posto di blocco. Contattato dalla madre, lui afferma che non sia possibile. Dopo quella telefonata, nessuno ha più avuto sue notizie. Inoltre, Riccardo ha bisogno di un farmaco salvavita che non avrebbe con sè, dato che lo ha lasciato a casa.

Chi l'ha visto stasera 12 maggio

Il caso di Paola Casali

Paola Casali è una donna scomparsa da Licata il 20 febbraio 2011. Ad oggi non è stata ritrovata, così la redazione di Chi l’ha visto? ha tentato di contattare un amico della Casali, che però non ha voluto rispondere alle domande. “E’ tutto archiviato” afferma. Ma recentemente, in realtà, il caso è stato riaperto in seguito al rinvenimento di nuove prove. I legali della famiglia Casali ne sono certi: non si tratta di una semplice sparizione.

Prima di sparire, la Casali aveva confessato ad amici e parenti di essersi innamorata di un uomo sposato originario della Toscana, al quale spediva regolarmente soldi. La figlia della Casali è in studio con la conduttrice per commentare la vicenda. “Tutti gli atti sono collegati all’amante della mamma.” conferma.

Segue il caso della scomparsa di Paola Landini. Le ossa rinvenute nei boschi di Sassuolo potrebbero essere proprio i suoi resti. Stranamente, però, nel luogo del rinvenimento le ricerche non avevano dato esito nove anni fa. Gli inquirenti avevano inizialmente supposto che qualcuno possa aver spostato i resti in loco di recente. Oppure, le ricerche non furono sufficientemente approfondite, come affermano i parenti della Landini.

All’epoca, si sospettò di un uomo che la stalkerava, e che la polizia arrestò per possesso di armi. Possibile che sia stato lui a ucciderla?

La scomparsa di Alessandro Venturelli, il caso di Manuel

Alessandro Venturelli ancora non si trova. I genitori, convinti che Venturelli sia vivo, lanciano un nuovo appello a chiunque lo stia aiutando ad allontanarsi. “Basterebbe una telefonata per dire di non cercarlo, ma che sta bene” dichiara il padre.

Manuel Giovannelli, quarantaduenne marchigiano scomparso nel 2020, è ritrovato morto a Malta. Lavorava come veterinario per un istituto di controllo qualità delle carni bianche europee. La madre racconta che Manuel voleva tornare in Italia, ma non aveva modo di licenziarsi. 

La notte della scomparsa, l’uomo ha scritto a sua madre poco prima di iniziare a lavorare. La mattina dopo, però, non si presenta a un meeting programmato. La sua auto viene ritrovata giorni dopo presso le scogliere di Dingli. All’interno c’è un biglietto, con su scritto solo “Basta“. Purtroppo, il corpo di Manuel è rinvenuto qualche giorno dopo presso Malta, probabilmente spostato dalle correnti. L’uomo, quindi, si sarebbe gettato dalle scogliere di Dingli.

La madre di Manuel non si dà pace, ed è convinta che suo figlio non possa essersi suicidato.

Michele Dichio da Bernalda

L’anziano Michele Dichio è scomparso da Bernalda, in Basilicata, il 3 febbraio 2021, e ad oggi nessuno ha sue notizie. Poco prima di sparire, avrebbe dovuto comprare un’automobile, per la quale aveva già versato un acconto. Tuttavia, chi lo conosce si chiede come avesse potuto accumulare la somma necessaria. Dichio non era benestante, e viveva in una rimessa. La sorella dell’uomo pensa che qualcuno possa averlo rapinato, sapendo che si stava dirigendo con i suoi risparmi a comprare un’auto.

Intanto, arrivano segnalazioni sul caso di Wangwei Qiu, raccontato a inizio puntata. Un macchinista potrebbe aver avvistato l’uomo a Milano, presso la stazione di San Donato Milanese.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio: Trionfa il film Volevo nascondermi

Tutti i vincitori della 66° edizione del premio. David alla carriera a Sandra Milo. David Speciali a Monica Bellucci e Diego Abatantuono. Miglior film Volevo nascondermi di Giorgio Diritti.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Martedì 11 maggio, in diretta dalle 21.25 su Rai 1, Carlo Conti ha condotto la serata dedicata ai David di Donatello 2021. La 66° edizione si svolge dagli Studi Fabrizio Frizzi e dal Teatro dell’Opera di Roma.

A differenza della scorsa edizione, svoltasi senza pubblico, la cerimonia torna ad essere gremita da una ristretta percentuale di spettatori. Presenziano infatti solo i candidati di tutte le categorie. Nel corso dell’evento vengono assegnati 25 David di Donatello ed altri Premi Speciali.

Viene infatti consegnato a Sandra Milo il David alla Carriera mentre Monica Bellucci e Diego Abatantuono ricevono il David Speciale. Ai professionisti sanitari Silvia Angeletti, Ivanna Legkar e Stefano Marongiu, invece, sono assegnate tre targhe denominate David 2021 – Riconoscimento d’Onore. Il loro merito è di aver contribuito alla ripresa in sicurezza delle attività cinematografiche durante le pandemia.

Ospiti della serata Enrico Brignano e Laura Pausini che dalla cornice del Teatro dell’Opera interpreta dal vivo Io sì. E’ il singolo che ha vinto ai Golden Globes 2021 come migliore canzone originale. E’ stato scelto da Edoardo Ponti nel film La vita davanti a sé con Sofia Loren.

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio Laura Pausini

David di Donatello 2021, diretta 11 maggio, Laura Pausini

L‘apertura della cerimonia dei David di Donatello 2021 è affidata a Laura Pausini. L’artista interpreta dal Teatro dell’Opera il brano Io sì con il quale ha trionfato agli ultimi Golden Globes. 

La Pausini è visibilmente emozionata nel raccontare che il singolo è stato premiato come miglior canzone originale in un film interpretato da Sophia Loren. Si congratula con lei il Ministro Franceschini, in studio con Carlo Conti.

Franceschini inoltre lancia un messaggio di ottimismo per il settore del cinema, che dopo un periodo complicato, sta lentamente ripartendo. Stanno infatti gradualmente riaprendo i teatri e le sale con capienza ridotta. Tra gli altri progetti del Governo anche l’ampliamento di Cinecittà.

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio Matilda De Angelis

David di Donatello 2021, le prime premiazioni

Carlo Conti dà il via alle premiazioni con la prima categoria: Miglior attrice non protagonista. Competono  Benedetta Porcaroli (18 regali), Barbara Chichiarelli (Favolacce), Claudia Gerini (Hammamet), Matilda De Angelis (L’incredibile storia dell’Isola delle Rose) ed Alba Rohrwacher (Magari).

Trionfa Matilda De Angelis che sta collezionando una serie di grandi successi. Ed è reduce anche all’esperienza all’ultimo Festival di Sanremo.

La seconda categoria è invece la Miglior scenografia. Si contendono il riconoscimento Favolacce, Hammamet, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Miss Marx, Volevo Nascondermi. Vincono Ludovica Ferrario, Alessandra Mura e Paolo Zamagni per Volevo Nascondermi.

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio Pietro Castellitto

Si passa ora al Miglior regista esordiente. I candidati sono Pietro Castellitto (I predatori), Ginevra Elkann (Magari), Alice Filippi (Sul più bello), Mauro Mancini (Non odiare) e Luca Medici (Tolo Tolo). Viene premiato Pietro Castellitto che ringrazia alla troupe, al cast e a tutti coloro che hanno creduto nel suo progetto.

Claudia Gerini assegna invece il premio per i Migliori costumi. Si sfidano Hammamet, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Le sorelle Macaluso, Miss Marx, Volevo nascondermi. Vince Massimo Cantini Parrini per Miss Marx.

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio 2021 Morricone

David di Donatello 2021, omaggio a Morricone, Monica Bellucci

Carlo Conti rende omaggio ad Ennio Morricone, scomparso lo scorso 6 luglio. Dal Teatro dell’Opera viene interpretata la colonna sonora del film Nuovo Cinema Paradiso, Love theme. L’Orchestra Roma Sinfonietta è diretta dal figlio Andrea Morricone.

David di Donatello 2021 Monica Bellucci

Successivamente si collega da Sofia Monica Bellucci che ringrazia la giuria per aver ottenuto il David Speciale.

Il conduttore torna alle premiazione con il Miglior attore non protagonista. Si contendono il titolo Fabrizio Bentivoglio (L’incredibile storia dell’Isola delle Rose), Giuseppe Cederna (Hammamet), Gabriel Montesi (Favolacce), Lino Musella (Favolacce) e Silvio Orlando (Lacci). Trionfa Fabrizio Bentivoglio che però non è presente alla manifestazione.

Micaela Ramazzotti invece ha il compito di premiare il Miglior Montaggio. I film in gara sono Favolacce, Figli, Hammamet, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Volevo nascondermi. Conquista il premio Esmeralda Calabria per Favolacce.

La categoria successiva è la Miglior sceneggiatura originale. I candidati sono gli sceneggiatori dei film Cosa sarà, Favolacce, Figli, I predatori e Volevo nascondermi. Vince Mattia Torre, che è scomparso nel 2019. A ritirare il premio la moglie e la figlia. La piccola recita un commovente monologo per ringraziare la giuria per il riconoscimento conferito al padre.

David Sophia Loren

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio, Sophia Loren, Sandra Milo

E’ il momento di scoprire la Miglior attrice protagonista. Le candidate sono Paola Cortellesi (Figli), Sophia Loren (La vita davanti a sé), Vittoria Puccini (18 regali), Micaela Ramazzotti (Gli anni più belli) e Alba Rohrwacher (Lacci). Vince il David di Donatello Sophia Loren, accompagnata da un lungo applauso.

L’attrice è visibilmente commossa e prova le stesse emozioni di quando ricevette il David 60 anni fa. Ringrazia la troupe e il figlio Edoardo, regista del film La vita davanti a sé. La Loren spiega che forse potrebbe essere il suo ultimo film ma ammette, infine, di non poter vivere senza il cinema. Standing ovation per lei.

David di Donatello 2021 Sandra Milo

Carlo Conti consegna successivamente il David alla Carriera a Sandra Milo.

Kim Rossi Stuart assegna il riconoscimento come Miglior fotografia. Le candidature sono Favolacce, Hammamet, Le sorelle Macaluso, Miss Marx, Padrenostro e Volevo nascondermi. Vince Matteo Cocco per Volevo Nascondermi.

Il conduttore si collega nuovamente con l’Orchestra Roma Sinfonietta dal Teatro Dell’Opera per proseguire l’omaggio ad Ennio Morricone. Interpreta Debora’s theme, colonna sonora di C’era una volta in America.

La prossima categoria da premiare è Miglior attore protagonista. I candidati sono Pierfrancesco Favino (Hammamet), Elio Germano (Volevo nascondermi), Valerio Mastandrea (Figli), Renato Pozzetto (Lei mi parla ancora) e Kim Rossi Stuart (Cosa sarà).

Trionfa Elio Germano per il film Voleva Nascondermi. L’attore dedica il premio a tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione del film.

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio Elio Germano

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio, le altre premiazioni

E’ il turno della Miglior canzone originale. Si contendono il titolo i brani Gli anni più belli (Gli anni più belli), Immigrato (Tolo Tolo), Invisible (Volevo nascondermi), Io sì (Seen), (La vita davanti a sé) e Miles Away (Non odiare).  Vince Immigrato, scritto da Luca Medici e Antonio Iammarino. In collegamento c’è Luca Medici, ovvero Checco Zalone.

Pierfrancesco Favino invece premia il Miglior documentario. La cinquina è formata da Faith, Mi chiamo Francesco Totti, Notturno, Punta sacra e The Rossellinis. Il riconoscimento va a Alex Infascelli per Mi chiamo Francesco Totti.

Diego Abatantuono raggiunge Carlo Conti sul palco per ritirare il David Speciale.

La Miglior Attrice non protagonista, Matilda De Angelis, premia le Migliori acconciature. Le candidature sono per Favolacce, Hammamet, Le sorelle Macaluso, Miss Marx e Volevo nascondermi. Vince Aldo Signoretti per il film Volevo nascondermi. 

David Giorgio Dritti

E’ il momento di scoprire la Miglior regia. Il titolo è conteso tra Gianni Amelio (Hammamet), Emma Dante (Le sorelle Macaluso), Giorgio Diritti (Volevo nascondermi), Fabio e Damiano D’Innocenzo (Favolacce) e Susanna Nicchiarelli (Miss Marx). Trionfa Giorgio Diritti per il film Volevo nascondermi.

L’attrice Vittoria Puccini premia il Miglior Suono. I film candidati sono Favolacce, Hammamet, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Miss Marx e Volevo nascondermi. Ancora un premio per Volevo nascondermi.

David Brignano Proietti

David di Donatello 2021, Enrico Brignano, le altre categorie premiate

Carlo Conti accoglie sul palco Enrico Brignano che sperava ironicamente di vincere un David Di Donatello. Lo Show man però rende omaggio al Maestro Gigi Proietti, scomparso lo scorso 2 novembre. Il conduttore ricorda anche altri artisti che sono recentemente scomparsi come Franca Valeri e tanti altri.

Benedetta Porcaroli assegna il premio al Miglior trucco. Le candidature sono per Hammamet, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Le sorelle Macaluso, Miss Marx e Volevo nascondermi. Vincono Andrea Lanza e Federica Castelli per Hammamet.

La prossima categoria è invece la Miglior sceneggiatura non originale. In gara sono i film Assandira, Lacci, Lasciami andare, Lei mi parla ancora e Lontano lontano. Il premio va a Marco Pettenello e Gianni Di Gregorio per Lontano Lontano.

Segue il Premio per il Miglior compositore. Partecipano i film Hammamet, I predatori, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Miss Marx, Non odiare e Volevo nascondermi. Vince Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo e Downtown Boys per Miss Marx.

David Francesco Amato

Il conduttore assegna, inoltre, il David Giovani al film 18 regali. Ritira il premio il regista Francesco Amato. A Tolo tolo  va il David dello Spettatore. Il Miglior Documentario è invece Anne diretto da Domenico Croce e Stefano Malchiodi.

David di Donatello 2021, le ultime premiazioni

Il Miglio regista esordiente Pietro Castellitto assegna il premio per i Migliori effetti visivi. Competono i film Hammamet, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Miss Marx, The Book of Vision e Volevo nascondermi. Vincono Stefano Leoni ed Elisabetta Rocca per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose.

Si passa invece alla categoria al Miglior Produttore. Sono candidati i film Favolacce, I Predatori, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Miss Marx e Volevo nascondermi. Il riconoscimento va a Marta Donzelli, Gregorio Paonessa, Joseph Rouschop e Valérie Bournonville per il film Miss Marx.

David targhe

Raggiunge il palco Piera Detassis, Presidente e Direttore Artistico dei David di Donatello. Assegna le Targhe in onore ai professionisti sanitari Silvia Angeletti, Ivanna Legkar e Stefano Marongiu. 

David di Donatello 2021 Piera Detassis

Piera Detassis annuncia anche il vincitore del Miglior Film Straniero. Si tratta di 1917 di Sam Mendes. Ritira il premio uno dei rappresentanti della 01 Distribution.

David di Donatello 2021 miglior film

Il Miglior film è Volevo Nascondermi, di Giorgio Diritti

E’ il momento di scoprire infine il vincitore della categoria più importante dei Premi David di Donatello, il Miglior Film. Si contendono il titolo le pellicole Favolacce, Hammamet, Le sorelle Macaluso, Miss Marx e Volevo Nascondermi. Trionfa il film Volevo Nascondermi, diretto da Giorgio Diritti.

Il film è dedicato al pittore e scultore italiano Antonio Ligabue. E’ uno dei più importanti artisti del XX secolo.

Chiude la cerimonia l‘Orchestra Roma Sinfonietta, diretta da Andrea Morricone, con la colonna sonora del film Mission, Gabriel’s Oboe.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Le Iene Show

Le Iene 11 maggio, tutti i servizi, lo scherzo di Giulia Salemi a Pierpaolo Pretelli

Le Iene Show 11 maggio, tutti i servizi della puntata odierna. Lo scherzo a Pierpaolo Pretelli con la partecipazione di Giulia Salemi.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Le Iene 11 maggio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le Iene Show è in onda anche questa sera, martedì 11 maggio 2021, in prima serata su Italia 1. Alessia Marcuzzi e Nicola Savino conducono la puntata insieme alle voci della Gialappa’s Band. 

Era già accaduto nel corso della puntata di martedì 4 maggio 2021; Le Iene hanno scelto un altro concorrente del Grande Fratello Vip come vittima dello scherzo di Nicolò De Devitiis. Pierpaolo Pretelli e Giulia Salemi si sono innamorati nel corso dell’ultima edizione del reality show; e ad oggi sono ancora insieme. La Salemi, che ha origini iraniane, è stata complice delle Iene. Ha fatto credere a Pretelli, la vittima dello scherzo, di avere due zii musulmani estremamente tradizionalisti.

Come prova del suo amore, la Salemi chiede a Pretelli di conoscere i suoceri, e diventare musulmano, per accontentare gli invadenti zii. Che, in realtà, sono due attori ingaggiati dalle Iene.

Potete recuperare la puntata, e i singoli servizi estrapolati, dal sito ufficiale Iene.it, o su MediasetPlay.

Le Iene 11 maggio, lo scherzo a Marco Maddaloni, lo scherzo a Pierpaolo Pretelli

Inizia la puntata, i conduttori presentano Marco Maddaloni, campione di judo, ex concorrente dell’Isola dei Famosi e, questa sera, vittima di uno scherzo delle Iene.

A Maddaloni le Iene hanno fatto credere che un infiltrato nella sua nuova abitazione, dove si stanno svolgendo dei lavori, abbia girato dei video che ritraggono i suoi figli. Video che, in breve tempo, sono diventati virali con il titolo “Stupidi bambini italiani”. In breve tempo, Maddaloni capisce che il videomaker potrebbe essere un nuovo operaio che non aveva mai visto prima: un uomo di nome Massimo.

Maddaloni si innervosisce sempre più, mentre tutti i suoi amici, complici delle Iene, gli scrivono preoccupati per via della diffusione dei video su internet. Infine, Massimo arriva nel cantiere della nuova casa, e Maddaloni lo aggredisce arrabbiatissimo. Tanto violentemente che le Iene devono intervenire per fermarlo.

Subito dopo, è proposto lo scherzo di Giulia Salemi a Pierpaolo Pretelli. Anche la Salemi e Pretelli sono ospiti in studio per commentare lo scherzo di cui Pretelli stesso è stato vittima. Le Iene hanno fatto credere a Pretelli di essere diventato l’oggetto delle attenzioni di una famiglia musulmana iper-tradizionale. Solo dopo due giornate infernali, finalmente Pretelli scopre di essere stato ingannato dalle Iene.

Le Iene 11 maggio, l’attentato a Falcone e Borsellino si poteva evitare?

Le Iene intervistano numerosi esperti, per scoprire se Falcone e Borsellino, tra tutti, potevano essere salvati dall’attentato che li uccise nel 1992. In particolare, tentano di capire perché non siano stati posti nelle auto dei due magistrati dei dispositivi di nome Bomb Jammer; macchinari capaci di disturbare i segnali audio che attivarono le bombe radiocomandate. I Jammer esistono fin dagli anni ’80 e, per esempio, Antonio di Pietro ne faceva già uso nel 1992.

Di Pietro, però, non ha voluto rispondere alle domande delle Iene sull’argomento. La sua reazione, oltretutto, è stata particolarmente intensa.

Segue un servizio sugli allevamenti di salmoni scozzesi e norvegesi. Pare che, per far fronte alle crescenti richieste di salmone provenienti dal mercato, siano sempre più diffusi allevamenti intensivi, dove l’alimentazione dei pesci non è controllata.

Un esperto spiega alle Iene la differenza fra allevamenti intensivi ed estensivi. I primi consistono in grandi vasche dove i pesci non possono praticamente muoversi. Il sovraffollamento, inoltre, porta i salmoni ad assumere comportamenti autolesionisti, e favorisce la diffusione dei parassiti nelle vasche. 

Le Iene hanno fatto analizzare 5 campioni provenienti da carne di salmone disponibile nei supermercati nazionali. Su 5 campioni, ben 2 sono risultati “non a norma”. Infine, sono forniti consigli per comprendere la provenienza dei salmoni. Se tra le striature della carne è presente del grasso bianco, e la carne è eccessivamente morbida, il salmone proviene da allevamenti intensivi. Ed è, perciò, meno salutare.

Le Iene 11 maggio

Le Iene 11 maggio, truffa ai danni di due fratelli disabili

Due fratelli disabili siciliani, Giuseppe e Michele, raccontano di essere stati truffati da un sacerdote. Dai loro conti correnti mancano più di 55.000 Euro, dopo che un sacerdote di cui si erano fidati ha arbitrariamente deciso di amministrare i loro possedimenti. Oggi, dopo che la loro storia è diventata virale, ai due fratelli sono arrivate diverse donazioni da privati.

Poi, i fratelli Giuseppe e Michele raccontano la loro storia. Inizialmente, con l’aiuto di un altro sacerdote, Don Quirino, i due fratelli hanno potuto ricevere la pensione di invalidità. Don Quirino, però, fu costretto a trasferirsi, e al posto suo intervenne Don Luca, un altro parroco. Il quale ha amministrato il conto dei due fratelli sottraendovi denaro a suo piacimento. Don Luca ad oggi continuava a dire messa. Dopo l’intervento delle Iene, però, è stato sospeso in attesa del giudizio definitivo sul caso.

La puntata prosegue con un servizio dedicato ai nove ex-esponenti delle Brigate Rosse identificati in Francia, per cui si sta attendendo l’estradizione. Francesco Cossiga, nel 2003, dichiarò che “Se si rifiuta per principio la lotta armata, bisogna condannare anche la resistenza. Loro lottavano con spirito da partigiani. Fu il tentativo di innescare una guerra civile; senza l’intervento della Nato non avremmo potuto resistere. Se è vero che Andreotti e la DC erano collegati con la Mafia, non si può parlare di terrorismo”.

Infine, è proposta l’intervista al rapper-trapper Mauro Franco Rocati, in arte Rosa Chemical. “Il mondo della musica è maschilista, anche se ci fosse un rapper gay non lo dichiarerebbe.” afferma l’artista.

Le Iene 11 maggio, la scomparsa dei fratelli Maiorana

Di recente, in seguito all’abbassamento del livello dell’acqua di un lago in Sicilia, la polizia ha rinvenuto due cadaveri legati a un blocco di cemento. Così, in prima istanza gli inquirenti hanno ricollegato i corpi al caso di Antonio e Stefano Maiorana; i due fratelli sono scomparsi misteriosamente nel 2007.

Le Iene ripercorrono la storia dei Maiorana. Fu chiaro fin dall’inizio che qualcosa non quadrava, e la teoria dei parenti dei Maiorana fu che i due fratelli siano stati vittime di “lupara bianca”. Una pratica di alcune cosche mafiose, intesa come vendetta nei confronti di alcune vittime; che vengono “fatte sparire” in circostanze misteriose.

Marco, in ospedale psichiatrico dopo una protesta a scuola

Segue la storia di un ragazzo diciottenne di Fano, che in seguito a una protesta contro l’uso della mascherina è stato ricoverato in un reparto psichiatrico. Un negazionista di nome Lamberto avrebbe plagiato Marco (nome di fantasia). Il ragazzo si è incatenato a un banco, motivo per cui in seguito è portato via dai Carabinieri.

Marco è in seguito trasferito in un reparto psichiatrico, dopo il rifiuto di sottoporsi a un tampone. Le Iene cercano di incontrarlo, ma non è loro permesso. “Mi tengono qui solo perché non possono mettermi in prigione” afferma attraverso una porta a vetri.

Infine, Le Iene parlano con Lamberto, il negazionista convinto che arriva ad affermare che “con i tamponi inseriscono dei vermetti e dei chip nel nostro cervello per controllarci e ucciderci. Oppure per renderci immortali” dichiara Lamberto. Forse, è proprio parlando con Lamberto che Marco ha costruito le sue peculiari teorie sul Covid.

Il servizio sul sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri

Un anno fa le Iene hanno intervistato il sottosegretario alla salute Pierpaolo Sileri sul presunto conflitto di interessi che ha interessato sua moglie, Giada Nurry. Che lavorerebbe come rappresentante per un’azienda che produce dispositivi di protezione individuale (mascherine).

Di recente, Sileri ha dichiarato di essere stato impossibilitato a rispondere pubblicamente alle accuse di conflitto di interesse. Così, le Iene hanno nuovamente raccontato la vicenda, e chiesto nuove dichiarazioni al datore di lavoro della moglie di Sileri. “Ho paura, sto lottando contro il governo. Sono sotto ispezione da un anno, e ho dovuto pagare svariate multe e contestazioni.” afferma.

Le Iene evidenziano il fatto che numerose dichiarazioni di Sileri contrastino con le affermazioni del datore di lavoro della Nurry e dei suoi dipendenti. Infine, Le Iene affrontano l’argomento concernente un altro conflitto di interessi che riguarda Sileri in prima persona. Avrebbe svolto attività professionale di medico per un ospedale, conservando al contempo l’attività di sottosegretario alla salute.

La puntata prosegue con un servizio di Giulio Golia, che indaga sulla storia dei senzatetto di Roma. Numerosi uomini e donne, infatti, sono costretti a vivere in condizioni disumane. Golia li incontra, e parla con loro per comprendere le loro ragioni, e le motivazioni dietro al loro stile di vita.

Emme Team: eroi del Web o Bluff?

Il misterioso Emme Team, azienda diretta dall’introvabile John Peschiera, è negli ultimi anni protagonista nel campo dei casi di cronaca nera nazionali. L’Emme Team è spesso citato in programmi che trattano casi irrisolti, come fornitore di dati altrimenti introvabili che individuerebbe con tecniche “miracolose“. Che, però, di miracoloso hanno ben poco, come raccontano questa sera Le Iene.

Infatti, parrebbe che l‘Emme Team sfrutti la buona fede e l’ingenuità di coloro a cui si è rivolto per sottrarre loro ingenti somme di denaro.

Incredibilmente, mentre stanno lavorando al servizio, Le Iene ricevono una telefonata proprio di John Peschiera. Il quale rivela loro di avere numerosi scoop inediti che riguardano, fra gli altri, il caso di Tiziana Cantone.

 

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it