Non disturbare, diretta 23 luglio 2019, Magalli racconta di don Matteo e dei Simpson


Tornano le interviste di Non disturbare. Stasera Paola Perego ascolta le confessioni di Magalli e Salerno


Ripercorriamo la diretta

Stanza 631. Paola bussa alla porta e ad aprirle arriva Giancarlo Magalli. “Tuo marito lo sa?” – le domanda. “Lo sa, stai tranquillo” – risponde lei.

La Perego gli “requisisce” il cellulare proprio nel momento in cui gli arriva un messaggio sul suo turno di doppiaggio. Il conduttore darà la sua voce di nuovo ad un personaggio nei Simpson. E questa è la prima notizia. La seconda è la confessione di Magalli di aver rifiutato la parte di Don Matteo.

Poi si parla subito di social network. Magalli è molto attivo online, soprattutto su Instagram. Ha 12500 follower ed è diventato virale grazie ad una casalinga che ha obbligato il marito ad indossare una maschera con il volto di Magalli.

Il presentatore è stato protagonista di un simpatico equivoco. La Boldrini ha infatti letto il suo nome nel processo di scrutinio dei voti per il Presidente della Repubblica. Qualcuno si era divertito a scrivere il nome di Magalli e Giancarlo ha molto gradito l’omaggio.

Prima di diventare un volto televisivo, Magalli svolgeva l’attività di vigile ed ancora oggi ha il tesserino.

Il padre lo voleva assicuratore, ma capita la sua vocazione lo raccomandò al genero di Totò e così iniziò la sua carriera nel mondo televisivo.

La Perego ispeziona la valigia. Trova un paio di boxer bianchi e si parla di sensualità. “Ti senti sexy?” – domanda lei. “No no no, io le faccio ridere. Devo dire che funziona” – risponde il presentatore.

Magalli colleziona souvenir degli alberghi. “Ruba” pantofole, calzascarpe, bagnoschiuma, saponette. Qualche anno fa fece uno scherzo a Fabrizio Frizzi, facendogli credere di aver rubato alcuni souvenir dalla sua stanza e che l’albergo aveva scoperto il furto.

La Perego chiede a Magalli di raccontare come è nato il gioco dei fagioli di Raffaella Carrà. Fu proprio lui l’ideatore del celebre quiz. Giancarlo stasera sarà concorrente del gioco e dovrà provare ad indovinare quanti sono i fagioli nel barattolo. Ad ogni risposta sbagliata corrisponderà uno scherzo telefonico che il presentatore dovrà fare a dei colleghi.

La prima vittima dello scherzo è Roberta Molise. Magalli le fa credere che sia stata licenziata dal programma che conducono insieme.Giancarlo non riesce però a ferire la collega e le rivela l’inganno.

La seconda vittima è Pippo Baudo. Allo storico conduttore fanno credere che sia in cantiere una nuova edizione di Fantastico e che a lui sia stato preferito Magalli.

La terza ed ultima vittima è una delle sue figlie, alla quale Giancarlo deve dire che aspetta un fratellino. Magalli però tentenna e racconta di non essere riuscito a dirglielo neanche quando era vero.

Il presentatore racconta la sua vita da padre e la difficoltà di conciliare il lavoro con gli affetti. Quando è nata la prima figlia la sua carriera era al culmine ed è stato dunque costretto a trascurarla per continuare a lavorare.

La figlia prescelta per lo scherzo è Manuela. “Io ti ammazzo” – risponde la figlia quando viene a sapere del futuro fratello o sorella. La ragazza non crede alle parole del padre e risponde con ironia. Magalli le chiede poi conferma della sua assenza quando era piccola e Manuela ricorda che ci sono stati periodi in cui lo vedeva anche solo una volta al mese o in presenza di fidanzate sempre nuove.

10792, l’ultimo tentativo di indovinare quanti sono i fagioli va a buon fine. Giancarlo e Paola si salutano.

La Perego va in camera di Sabrina Salerno. “Sono emozionata perchè sono qui con un’icona mondiale della musica” – le dice la Perego. La Salerno è ancora molto conosciuta ed amata all’estero. In Francia soprattutto è molto richiesta e riempie gli stadi con i suoi concerti.

Paola le requisisce il cellulare ed ispeziona la valigia. Un bikini con delle stelle glitter è lo spunto per intavolare una conversazione sul rapporto che Sabrina ha con il suo corpo. A 20 anni era piena di paranoie e non si accettava. Oggi si piace molto.

La Salerno è famosa per i suoi outfit audaci. “Era un momento di esibizionismo, era una provocazione.” – confessa. Paola le chiede lezioni di seduzione e decidono di scattarsi un selfie. Prima però scelgono il profilo migliore.

“Non mi sento sexy. Mi sento la meno sensuale del mondo. Le persone hanno un’idea sbagliata di me. Sono una paranoica in cerca dell’equilibrio” – racconta Sabrina.

Nei momenti di grande successo rivela di essersi sentita molto sola, di essere stata in balia di approfittatori e manipolatori. Una persona in particolare è riuscita a condizionarla profondamente per anni, minacciandola e facendole terra bruciata intorno.

Paola e Sabrina giocano a rivelare quali esperienze hanno fatto e quali no. Pescano dei bigliettini da una boccia di vetro e si raccontano.

Sabrina ripercorre la sua infanzia. Non è cresciuta insieme alla sua famiglia e questo le ha causato della rabbia che ancora oggi tende a tirar fuori, soprattutto con gli uomini.

La Perego propone un altro gioco: Boys boys boys. La Salerno dovrà scegliere quali poster di uomini tenere (e baciare) e quali buttar via (e disegnare). Sabrina bacia Pier Cosso, Gerry Calà (suo grande amico) e suo marito. Arriva poi il poster di suo figlio Gianmaria e la Salerno propone di stracciare tutti gli altri poster per l’amore più grande della sua vita.

L’ultimo uomo è un’incognita. Si parla di figure maschili importanti. Sabrina rivela che il padre non è stato importante, l’ha conosciuto solo quando aveva 12  anni. Si sente “il classico errore che arriva casualmente”, i genitori erano molto giovani e per questo è cresciuta soprattutto con la madre. Si è sentita rifiutata. Nel raccontare della sua infanzia si commuove. Il rapporto tra la Salerno e suo padre oggi è migliorato, ma è sempre fatto di alti e bassi.

Paola saluta Sabrina. L’intervista termina qui. Appuntamento alla prossima settimana!



0 Replies to “Non disturbare, diretta 23 luglio 2019, Magalli racconta di don Matteo e dei Simpson”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*