Melaverde puntata del 25 giugno in Val d’Aveto


Anticipazioni sulla puntata del programma che vuole valorizzare l'economia agricola del nostro paese.


Ecco gli argomenti che Melaverde racconterà domenica 25 giugno dalle 11.50. 
Questa puntata ha come protagonista la Val d’Aveto, una vallata inserita fra le province di Genova e Piacenza.

Entrambi i conduttori, Ellen Hidding ed Edoardo Raspelli, illustreranno le prerogative di un territorio ricco di tradizioni e di curiosità.

Raspelli EdoardoPolesineParmense 700

Prima di entrare nello specifico agricolo e territoriale, vi presentiamo meglio questa zona. Anticamente un lago occupava le odierne piane della Moglia. Furono i monaci di Villa Cella, lavorando duramente, ad aprire le chiuse naturali che intrappolarono l’acqua nella piana, e a farla defluire attraverso la gola detta Masappello.

La valle ebbe certamente un visitatore illustre: lo scrittore e Premio Nobel Ernest Hemingway. Durante il secondo conflitto bellico, precisamente nell’anno 1945, transitando sia per la val d’Aveto che nella val Trebbia come corrispondente al seguito dell’esercito di liberazione, si dice abbia scritto sul proprio diario la seguente frase « Oggi ho attraversato la valle più bella del mondo ».  Ernest Hemingway visitò una seconda volta la val d’Aveto, durante gli anni cinquanta, per recarsi a pescare lungo il fiume Aveto.

Ed eccoci al viaggio di Melaverde nella zona.

Raspelli1 700

I due conduttori ci parleranno dell’allevamento allo stato semibrado di bovini di razza Angus e Piemontese, di quello delle pecore di razza Suffolk, dei “mulattieri” che lavorano nel bosco e utilizzano ancora i muli per il trasporto del legname, dei cani Golden Retriever, di origine scozzese, anche questi allevati nella Valle, eccezionali nel riporto e nella ricerca; e del miele, prodotto con l’antico metodo del nomadismo, cioè con il trasporto degli alveari in zone di pascolo delle api collinari o montane, lontano da fonti inquinanti.


In Val d’Aveto, inoltre, vive una delle ultime mandrie di cavalli selvatici presenti in Italia. E anche un agricoltore che porta avanti la tradizione della macinazione del grano con un mulino costruito completamente a mano e mosso dalla forza dell’acqua. Non mancherà, infine, un capitolo gastronomico che ha per protagonista la focaccia ligure, vero e proprio simbolo di questa terra.



0 Replies to “Melaverde puntata del 25 giugno in Val d’Aveto”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*