Connect with us

Intrattenimento

In barba a tutto conferenza stampa con Luca Barbareschi

Tutte le dichiarazioni degli intervenuti alla conferenza stampa di presentazione di In barba a tutto, su Rai 3 con Luca Barbareschi.

Pubblicato

il

In barba a tutto conferenza stampa
Tutte le dichiarazioni degli intervenuti alla conferenza stampa di presentazione di In barba a tutto, su Rai 3 con Luca Barbareschi.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alle 12.00 di oggi, 16 aprile, Rai presenta in conferenza stampa il nuovo programma di Rai 3, In barba a tutto.

Lo show, proposto in diretta a partire da lunedì 19 aprile, è gestito da Luca Barbareschi, che non conduce un programma televisivo da oltre un decennio. Negli ultimi anni, infatti, si è concentrato sulla direzione della sua Casanova Multimedia, producendo film tv e fiction come Nero Wolfe e Nebbie e Delitti, Pietro Mennea – La freccia del Sud, Io sono Mia, Edda Ciano e il comunista e altri ancora.

Il programma farà leva sul senso dell’umorismo del conduttore e dei suoi ospiti. Infatti, In barba a tutto si propone come uno show leggero e divertente, che coinvolge anche, ma non solo, personaggi provenienti dal panorama televisivo e dello spettacolo. I nomi degli ospiti sono rivelati oggi nel corso della conferenza stampa.

Vi partecipano il conduttore Luca Barbareschi, e Franco Di Mare, direttore di Rai 3.

In barba a tutto conferenza stampa, la diretta

Il primo a rilasciare dichiarazioni è Franco Di Mare, direttore di Rai 3. “Rai 3 ce la sta mettendo tutta per restituire normalità all’Italia. Stavolta, attraverso Luca Barbareschi. Quando è venuto a trovarmi con una serie di proposte mi sono innamorato di questa, spiazzante. La nostra rete ha un profilo identitario preciso, che viaggia molto bene anche in termini di ascolto. Siamo capaci di rinnovarci senza paraocchi, e Barbareschi di paraocchi non ne ha. Inizialmente avevamo pensato a un altro titolo, se avrà voglia ve lo dirà lui. In sostanza, siamo felicissimi di varare questa nuova proposta.”

Subito dopo, poi, parla Luca Barbareschi. “Avevo molta voglia di fare tv, ma il tempo passa per tutti. Ogni tanto chiedo a mia moglie di avvertirmi, qualora notasse che sono più spento del solito. Franco Di Mare ha avuto coraggio per lavorare con me, non capita spesso. Lui mi ha dato fiducia, in me e nel mio senso dello humor. Voglio anche ringraziare il team Rai con cui ho lavorato. Sono stati tutti disponibilissimi con me, mi hanno fatto sentire accolto. Ringrazio anche i produttori e gli autori.”

In barba a tutto conferenza stampa, le dichiarazioni di Luca Barbareschi

Riguardo in barba a tutto, poi, Luca Barbareschi aggiunge: “Mi viene in mente il film Nella mente di John Malkovich. Il politically correct è una sorta di tumore nella mentalità occidentale. Rido ogni volta che penso all’assurdità del politically correct. Basti pensare alle regole dell’Academy Award, che obbliga ad inserire nei propri film un 30% di attori nani, persone lgbtq e via dicendo. Pensate a un film sulla seconda guerra mondiale. Durante lo sbarco in Normandia i nani sarebbero affogati a pochi metri dalla riva. Con la mentalità di oggi avremmo chiuso in carcere anche Michelangelo. Vorrei far tornare un po’ di luce in questo mondo. Avremo ospiti di rilievo, fra cui un astrofisico. Parleremo di Body Shaming con Morgan, e di lirica con Katia Ricciarelli.”

“In un’epoca di Covid, c’è un altro virus più pericoloso in giro: quello della stupidità. Con gli autori proveremo a far tornare un po’ di luce. Sarà provocatore, perché l’artista è un provocatore. Mette tanti liquidi in una provetta, e quella esplode. Ma se non provochi una reazione, non ci sarebbe nessuna azione. Se Picasso non avesse dipinto sulla pancia di un ricco un quadro dicendogli -Ora non devi più lavarti- non sarebbe stato Picasso” prosegue. “Vorrei avere il ministro della giustizia come ospite, l’ho invitata. Ma vorrei parlarle con leggerezza.” termina.

In barba a tutto conferenza stampa, le domande dei giornalisti

Domanda 1: per Barbareschi, ha già messo in conto reazioni e proteste alle sue provocazioni?

“Per proporre contenuti innovativi bisogna osare. E’ ovvio. Io cercherò di provocare con intelligenza e rispetto. Internet si chiama -rutto libero- in altri paesi. Noi abbiamo confuso Internet con un luogo di informazioni, ma io risponderò a Internet quando potrò parlare con persone vere, che se sbagliano posso querelare. Internet ti illude di avere milioni di amici, ma di amici ne hai tre se va bene. La bellezza della semantica, inoltre, è nella divergenza di opinioni. Forse questo sarà uno show molto ebraico dal punto di vista della comicità. Nel senso che se fin da piccolo devi trovare un’interpretazione della Torah tutta tua in mezzo a quelle che ti propinano ti alleni ad essere flessibile.”

Domanda 2: possiamo sapere il macro-tema e il nome degli ospiti della prima puntata?

“Il tema è Scienza e romanticismo, essere contro. Il mondo della lirica è maschilista? Potremo scrivere Turandot in chiave transgender? Avremo Luca Perri, Morgan, Katia Ricciarelli. Abbiamo una scenografia con un tavolo, un bancone e un tavolo da biliardo. Vorrei avere i tre ospiti in contemporanea nello studio e parlare con loro tutti insieme.”.

In barba a tutto conferenza stampa, altre domande per Barbareschi

Domanda 3: torni in tv perché, come ha dichiarato, il teatro in Italia è morto? Il Covid mostrerà cosa conta davvero per gli italiani?

“Torno in televisione perché sono un onnivoro di spettacolo. Non è per noia o per altro, è perché se non faccio l’artista ogni tanto mi deprimo. Ho detto che il teatro è morto, è vero. E penso che il Covid sia una grande opportunità. In cinese e in ebraico opportunità e crisi si scrivono allo stesso modo. Riguardo il teatro penso che siano le categorie a doversi proporre. Per questo il teatro è morto, rappresentato da gente incapace. E noi artisti siamo troppo anarchici per metterci insieme. La politica è distratta, ci sono troppi temi da definire. Il teatro deve rifinanziarsi e rialzarsi; qualche teatro morirà, ci sono tantissimi teatri anche solo a Roma.”

Domanda 4: per Barbareschi, hai mosso accuse forti nei confronti dei teatri privati da Giletti. Le confermi?

“Qui parliamo del mio show, non delle mie dichiarazioni da Giletti. Parliamo del programma”

In barba a tutto conferenza stampa, le provocazioni di Barbareschi

Domanda 5: qual è la chiave del programma? Ce ne sono molti di questo tipo. Morgan è stato chiamato per far chiasso?

“Anzitutto siamo in diretta. Se non c’è rischio, divento narcolettico. Penso che il programma abbia un’impostazione che spero venga recepito. Non sempre lo humor all’inglese è compreso in Italia. Ad esempio l’altro giorno ero al parco con i miei bambini e ho detto andiamo allo Bioparco. E’ come lo zoo, ma da quando si chiama Bio gli animali sono felici. Parleremo ad esempio dei Maneskin, che a Sanremo hanno detto le parolacce.”

Aggiunge: “Anche i rapper, la loro gestualità, nasce in America perchè attraverso i loro movimenti si davano messaggi in codice sulla loro provenienza. Quando Jovanotti in Italia si muove allo stesso modo penso che abbia l’artrite reumatoide. Il problema del politically correct è semplice. La differenza fra pensiero post-moderno e la mafia è che la mafia ti fa un’offerta che non puoi rifiutare, il pensiero post moderno ti dice cose che non puoi mai capire”

La parità di genere

Domanda 6: toccherai uno degli argomenti intoccabili, quello della parità di genere?

“Sarebbe interessante. Potrò parlare di qualunque cosa. Io sono un super liberale. Inizia già a vedersi un terzo sesso, i giovani son più apertamente bisessuali. Ma va distinta la genetica dalla dignità. Posso anche diventare presidente degli Stati Uniti indossando tacchi e piume. Posso anche operarmi ma resto un uomo. Non si tratta di scelta personale, ma della dignità del ruolo. Ad esempio, un manager di City-Bank a Londra si veste un giorno da uomo e uno da donna. Dal punto di vista formale non mi importa, il problema è professionale. Bisogna verificare se c’è della bipolarità nelle dichiarazioni.”

“Se vogliamo fare una provocazione sto preparando un film, The Good Bench, su una famiglia eterosessuale che vive in una città dove il sindaco è transessuale. E loro sono discriminati in quanto normali. E’ un problema legato alla stampa.” prosegue.

Domanda 7: per Franco Di Mare, ha pensato di proporre questo show in prima serata? Per Barbareschi: ti esibirai in qualche modo o farai solo domande?

Risponde prima Di Mare:Non l’abbiamo mai pensato, ma nulla lo esclude. Quando abbiamo immaginato l’arrivo di Barbareschi su Rai 3, Luca mi aveva portato un progetto dove lui era più in disparte. Ma io volevo lui, non un suo progetto. Siamo una rete aperta e curiosa. Non escludo una prima serata, ma prima vediamo come va la seconda.”

Continua Barbareschi: “Facciamo un passo alla volta. Non voglio fare troppe cose. Ma voglio far emergere i miei ospiti, giocare con loro.”

Poi, Di Mare rivela l’altro titolo a cui aveva pensato per lo show: Mi voleva Guglielmi. Per ricordare un programma mai andato in porto proposto da Barbareschi a un precedente direttore, Guglielmi, di Rai 3.

Ancora domande dei giornalisti

Domanda 8: con questo programma pensi di aver aiutato o aiuterai il mondo dello spettacolo?

“Spero di aiutarlo. Quando proponi un prodotto di qualità, aiuti la tua compagine. Ma non aiuterò direttamente te il teatro. Questo show c’entra poco con il teatro. Spero invece, lo dico fuori conferenza stampa, di poter essere pronto a degli show all’Eliseo quando la guerra mondiale in atto sarà finita, e il teatro tornerà a essere un luogo di ritrovo, ma dovrà reinventarsi. La mia immagine, spinta dalla TV, forse potrà aiutare in tal senso.”.

Domanda 9: se i teatri fossero aperti avresti comunque fatto questo show? La diretta è importante per un uomo di teatro come te?

“Se fossero stati aperti lo avrei proposto, ma in una scenografia costruita dentro all’Eliseo. Ho voglia di fare teatro, non ho mai saltato una stagione in 47 anni di attività. Soffro a non recitare, è una medicina, il teatro è la mia sinagoga laica in cui posso celebrare i miei riti. La televisione, poi, è la diretta. E’ emozionante sedersi e sapere di essere connessi con milioni di persone. E’ come una partita di calcio, la godi se sai che è in diretta.”

Le ultime domande dei giornalisti

Domanda 10: quale conduttore televisivo ammiri di più oggi?

“Ho avuto la fortuna di lavorare con Arsenio Hall, la personalità dello show è molto legata a quella del conduttore. Ho -rubato- dagli altri, da chi è migliore di me. Il nostro lavoro è fatto di emulazione e rielaborazione.”

Domanda 11: quando sei stato corteggiato da altri direttori di rete non sono proseguite le collaborazioni per via di divergenze editoriali? Hai pensato a invitare politici come Franceschini?

“Invito ufficialmente Franceschini in studio. Invito anche Di Maio, Rino Formica. Vorrei tanto proseguire lo show fino al 2024. Riguardo le altre proposte, sono vaccinato nel sapere come accadono le cose. Alcune proposte sono state in attesa per quattro o anche sei anni, serve l’allineamento dei pianeti per andare in porto. Coletta una volta è venuto a trovarmi all’Eliseo, forse quella volta la mia proposta non era adatta, chi lo sa. Mi sono parlato molto anche con Guglielmi, sarebbe ingiusto dire che son stato boicottato.”

Domanda 12: per Barbareschi, cosa ti fa ridere in tv?

“Involontariamente mi fa ridere tanto di quello che vedo in TV o che leggo nei giornali. Adoro Fiorello, ricordo un evento epocale. Ero a Milano con lui una volta a Karaoke, e c’era così tanta gente che ci portarono via con i sosia per salvaguardarci. Ho una grande stima di Fiorello perchè è caduto e si è rialzato. Mi piace anche Walter Chiari, è stato un mio mentore. Mi fanno ridere i comici surreali, penso ci siano molti giovani bravissimi. Ammetto di non vedere molto la tv, alla sera dopo una lunga giornata vado a letto presto, e mi alzo prestissimo.”.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Domenica In: Mara Venier anticipa gli ospiti e le novità della nuova edizione

La conduttrice torna per la tredicesima edizione del programma ed eguaglia il record di Pippo Baudo.

Pubblicato

il

Domenica In ospiti 19 settembre
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mara Venier torna con la nuova edizione di Domenica In su Rai 1: ecco anticipazioni e ospiti della prima puntata. La regia è di Roberto Croce.

Sarà un viaggio di allegria, di riflessione e di conversazioni” anticipa la conduttrice che è giunta al quarto anno di conduzione consecutiva, ma in tutta la sua carriera ha gestito ben 13 edizioni di Domenica In eguagliando il primato di Pippo Baudo.

Tra le novità il ritorno di Don Mazzi, che sarà presente non in tutte le puntate ma avrà un suo spazio per parlare e discutere dei temi più importanti per le giovani generazioni di oggi.

Domenica In ospiti prima puntata Mahmood

Domenica In – dichiarazioni di Mara Venier

Mara Venier anticipa anche che ci sarà un segmento dedicato a Nuovi Talenti. “La mia idea è di far portare ad un ospite, un altro ospite meno noto, che avrà la possibilità di esibirsi dinanzi al pubblico. Dimostrando così le proprie capacità”. Si tratta di una sorta di “Raccomandati” con padrini che portano dei talenti, non solo giovani e questa è l’altra novità. Ad esempio nella prima puntata Mahmood porterà il suo coro.

Mara Venier anticipa anche che si prepara ad affrontare il suo quarto anno consecutivo di Domenica In con i sentimenti di sempre, amore e affetto per i telespettatori e capacità di far sentire a proprio agio ognuno degli ospiti che arriva nello studio del programma.

Spesso sono stata anche protagonista di domande scorrette, mi succede di rado ma può accadere. Ricordo infatti una intervista con Naomi Campbell in cui lei mi diceva di non voler parlare di determinati argomenti privati. All’ennesima risposta simile io le ho detto: e allora fammi tu una domanda“.

Il suo più grande sogno sarebbe di avere un piccolo spazio in cui poter dialogare con Papa Francesco. “Ma so che per adesso è solo un sogno“.

Loretta Goggi sarà tra gli ospiti della prima puntata. E a questo proposito la Venier fa un’osservazione su tutte le critiche che le sono state mosse sul web. E sottolinea che la Goggi ha fatto male ad andar via dai social. “A certe persone senza educazione bisogna rispondere in maniera differente, ovvero bloccandole”.

La Venier anticipa anche di essere stata molto felice della sua esperienza radiofonica di qualche anno addietro. E sottolinea che sicuramente ci sarà un suo ritorno sulle onde hertziane.

Sono felice quando mi chiamano zia Mara. Mi emoziona moltissimo essere la zia degli italiani. Nel corso della mia carriera sono stata prima la vicina di casa, poi l’amica e adesso finalmente sono la zia degli italiani“.

Domenica In ospiti prima puntata Paola Cortellesi e Antonio Albanese

Domenica In: gli ospiti della prima puntata

Gli altri ospiti che faranno parte nella puntata d’esordio sono Paola Cortellesi e Antonio Albanese per promuovere il film Come un gatto in tangenziale – ritorno a Coccia di Morto. Alessandro Gassmann invece viene a presentare la terza stagione de I bastardi di Pizzofalcone all’esordio lunedì 20 settembre.

Ci saranno poi Francesco Gabbani e un ricordo di Gianni Nazzaro. È probabile che sia nello studio anche la zia del piccolo Eitan Biran che avrebbe dovuto dare una risposta già qualche giorno addietro.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Tale e Quale Show 17 settembre: Vincono la puntata i Gemelli di Guidonia

Torna su Rai 1 la nuova edizione dello show condotto da Carlo Conti. In giuria Loretta Goggi, Giorgio Panariello, Cristiano Malgioglio.

Pubblicato

il

tale e quale show 17 settembre Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Venerdì 17 settembre, alle 21.25, torna su Rai 1 Tale e quale show. Carlo Conti, al timone dell’undicesima edizione, presenta i nuovi Vip che partecipano alla gara a colpi di imitazioni.

Si tratta di Francesca Alotta, Deborah Johnson, Federica Nargi, Stefania Orlando, Alba Parietti, Dennis Fantina, I Gemelli di Guidonia, Biagio lzzo, Simone Montedoro, Pierpaolo Pretelli, Ciro Priello.

In giuria ritroviamo Loretta Goggi e Giorgio Panariello. New entry invece Cristiano Malgioglio che prende il posto di Vincenzo Salemme.

tale e quale show 17 settembre montedoro

Tale e Quale Show, la diretta del 17 settembre

Nella diretta del 17 settembre Carlo Conti ha scelto di dedicare questa edizione a Raffaella Carrà, scomparsa lo scorso 5 luglio, con le varie imitazioni che si sono alternate a Tale e Quale Show. Ma anche con la sua telefonata avvenuta nel programma.

Dopo aver salutato la giuria composta da Loretta Goggi, Giorgio Panariello e Cristiano Malgioglio, Conti dà il via alla gara. Presente anche l’imitatore di Vittorio Sgarbi. Il primo ad esibirsi è Simone Montedoro che deve interpretare Francesco De Gregori. La canzone scelta è Buonanotte fiorellino. I giudici che il trucco e l’interpretazione si avvicinano all’originale. A Malgioglio però è mancato quel guizzo necessario per farlo davvero emozionare.

tale e quale show 17 settembre gemelli guidonia

I prossimi a salire sul palco sono i Gemelli di Guidonia che devono interpretare Fedez, Achille Lauro e Orietta Berti. La performance in generale è divertente. Il trucco meno somigliante è quello riguardante Fedez. La voce che si avvicina maggiormente all’originale è invece quella di Achille Lauro. Chapeau! da parte di Loretta Goggi ma anche dagli altri giudici che si complimentano con il trio per aver interpretato il brano senza imperfezioni.

tale e quale show orlando

Stefania Orlando invece interpreta Lady Gaga con Million Reasons. I giudici si complimentano per l’esibizione in quanto la Orlando ha dimostrato le sue doti canore e non hanno notato particolari stonature. Il trucco forse troppo lontano da Lady Gaga. Il più critico nei suoi confronti è Malgioglio.

tale nargi

Quarta concorrente ad esibirsi è Federica Nargi nel ruolo di Elettra Lamborghini. La trasmissione ha optato per il tormentone di quest’anno, Pistolero. I giudici condividono l’opinione che la Nargi ha bisogno di lavorare molto sulla voce. La Goggi ha però apprezzato la sua voglia di mettersi in gioco dato che non ha mai cantato in passato.

tale e quale show parietti

Tale e Quale Show, le altre esibizioni

E’ il momento dell’esibizione di Alba Parietti. Imita Loredana Bertè in Cosa ti aspetti da me. La voce è lontana dal personaggio da imitare e presenta delle stonature soprattutto nelle parti alte. E’ mancato inoltre quel pizzico di grinta che contraddistingue la Bertè. I giudici però apprezzano l’impegno della Parietti soprattutto perché il brano è oggettivamente complesso da interpretare.

tale izzo

A Biagio Izzo invece il compito di imitare Caterina Valente in Bongo Cha Cha nella versione dei Goodboys. I giudici si sono molto divertiti nonostante hanno valutato l’esibizione come “disastrosa”. Panariello lo ha paragonato ironicamente al mix tra la sorella di Totò e la madre di Ricky Cunningham di Happy Days.

tale e quale show 17 settembre alotta

La prossima concorrente ad esibirsi è Francesca Alotta nel ruolo di Emma Marrone con il brano Amami.  Standing ovation per lei che è riuscita ad imitarla nel timbro graffiante e nelle movenze.

tale e quale show petrelli

E’ il turno di Pierpaolo Petrelli che deve interpretare Ricky Martin. Il brano scelto è La Mordidita. Nel trucco bisognava osare maggiormente per renderlo il più simile possibile all’originale. Anche la voce si discosta un po’ da quella di Martin. I giudici però nel complesso hanno gradito la performance.

tale e quale show 17 settembre Johnson

Tale e Quale Show, le ultime esibizioni

Deborah Johnson deve interpretare Donna Summer in Could it be magic. L’esibizione è travolgente per l’atmosfera che riuscita a creare. Standing ovation da parte degli spettatori in studio che si alzano in piedi applaudendola per tutto il tempo. I giudici si complimentano la straordinaria somiglianza nel trucco e nella voce. Malgioglio avrebbe gradito solo un pizzico in più di sensualità.

tale e quale show 17 settembre fantina

E’ il turno di Dennis Fantina nel ruolo di Eros Ramazzotti. Canta Più bella cosa. Nulla da dire da parte dei giudici sulla voce. Solo il viso non è perfettamente somigliante all’originale.

tale e quale show 17 settembre priello

L’ultimo ad esibirsi è Ciro Priello. Il suo personaggio è Stash dei The Kolors. Canta Cabriolet Panorama. Nonostante non sia somigliante nel look e nella voce, i giudici hanno apprezzato il modo in cui ha imitato le movenze.

La classifica del 17 settembre

Prima di procedere con la classifica Carlo Conti rivela i personaggi che i concorrenti devono interpretare la prossima settimana:

  • Simone Montedoro: Franco Califano
  • Gemelli di Guidonia: Bee Gess
  • Stefania Orlando: Donatella Rettore
  • Federica Nargi: Baby K
  • Alba Parietti: Maneskin
  • Biagio Izzo: Nino D’Angelo
  • Francesca Alotta: Liza Minelli
  • Pierpaolo Petrelli: Sangiovanni
  • Debora Johnson: Tina Turner
  • Dennis Fantina: Claudio Baglioni
  • Ciro Priello: Mika.

Dopo le preferenze espresse dai giudici, si passa alla consueta assegnazione dei 5 punti di ogni vip ad un collega. A questi voti vanno sommati quelli provenienti dai telespettatori tramite i social.

Ecco la classifica finale: 

  • 11) Alba Parietti: 27 punti
  • 10) Biagio Izzo: 29 punti
  • 9) Simone Montedoro: 31 punti
  • 8) Federica Nargi: 40 punti
  • 7) Ciro Priello: 42 punti
  • 6) Pierpaolo Petrelli: 48 punti
  • 5) Stefania Orlando:  49 punti
  • 4) Dennis Fantina:  53 punti
  • 3) Deborah Johnson: 59 punti (ex aequo)
  • 2) Francesca Alotta: 59 punti (ex aequo)
  • 1) Gemelli di Guidonia: 67 punti 

Trionfano i Gemelli di Guidonia che hanno interpretato Fedez, Achille Lauro e Orietta Berti.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Star in the star diretta 16 settembre: fuori Elton John, è Massimo Di Cataldo

Debutta su Canale 5 lo show di Ilary Blasi nel quale dei vip imitano per tutti gli appuntamenti lo stesso personaggio.

Pubblicato

il

Star in the star 16 settembre prima puntata Canale 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giovedì 16 settembre, dal 21.25 su Canale 5, debutta il nuovo show condotto da Ilary Blasi che ha per titolo Star in the star. Sono sette le puntate previste.

Dieci personaggi nel mondo dello spettacolo imitano altrettanti personaggi della musica italiana e internazionale. Oltre all’aspetto estetico devono ricordarli anche nella voce, nelle movenze, nel look.

I cantanti scelti nella prima edizione sono Claudio Baglioni, Loredana Bertè, Patty Pravo, Mina, Lady Gaga, Michael Jackson, Madonna, Elton John, Zucchero e Pino Daniele. Saranno i medesimi per tutti gli appuntamenti.

A valutare le esibizioni sono Marcella Bella, Andrea Pucci e Claudio Amendola. 

L‘identità del vero Vip che si nasconde dietro i personaggi viene svelato solamente al momento dell’eliminazione. 

Star in the star 16 settembre studio

Star in the star, la diretta 16 settembre

Nella diretta del 16 settembre Ilary Blasi, senza annunciarli in maniera diretta, mostra sul led i cantanti che i concorrenti della prima edizione devono imitare per le sette puntate previste. Dopo lo stacchetto musicale la conduttrice presenta la giuria. E’ formata da Marcella Bella, Claudio Amendola e Andrea Pucci.

Prima di iniziare spiega il meccanismo della gara. La gara è divisa in due manche nella quale partecipano cinque “leggende” per volta. Gli spettatori in studio, divisi in fan club, sono chiamati a votare. Il fan club però non può votare per il proprio idolo. Le due leggende che ottengono meno punti (una per ogni manche) dovranno andare allo spareggio. Ai giudici il compito di decretare l’eliminato.

Nella prima manche partecipano Mina, Michael Jackson, Claudio Baglioni, Madonna e Zucchero.

L’esibizione viene inoltre divisa a sua volta in due parti. Nella prima gli artisti cantano in playback, nell’altra utilizzeranno la propria voce. Ogni leggenda viene introdotta da una clip di presentazione che racchiude le tappe salienti della carriera ma in parte anche della vita privata.

Star in the star, prima manche

La prima ad esibirsi è Mina che canta Insieme. Nelle movenze il vip misterioso è ben lontano dall’originale. La voce è intonata ma Mina ha un timbro inimitabile. I giudici invece hanno apprezzato l’interpretazione in tutte le sue sfaccettature. Secondo Amendola potrebbe essere Lucia Ocone. Per Marcella Bella invece si tratta di una cantante professionista.

Il secondo artista ad esibirsi è Michael Jackson con Billie Jean. Il vip, dalla corporatura minuta, riesce a ricordarlo nelle movenze ma meno nella voce che sembra essere femminile. I giudici però si complimentano per la performance. Per Amendola potrebbe nascondersi Paola o Chiara, per Marcella Bella invece Marco Carta. Il Vip per chiarire dei dubbi suggerisce ai giudici che si tratta di un uomo.

Claudio Baglioni invece interpreta Amore Bello. Il trucco è ben distante dall’originale ma la voce riesce ad essere somigliante. I giudici hanno apprezzato anche questa performance. L’artista che si nasconde dietro Baglioni come indizio fa una rivelazione: “So pilotare l’aereo ma non ci salirei mai”. Bella, Amendola e Pucci ipotizzano Valerio Scanu, Massimo di Cataldo o Luca Laurenti.

Star in the star 16 settembre Madonna

Madonna, Zucchero

Quarta artista a prendere parte della prima manche è Madonna che canta Material Girl. I giudici notano che il trucco non è propriamente somigliante all’originale ma l’esibizione, arricchita dal corpo di ballo, è stata per loro  coinvolgente. Secondo Amendola è mancato però quel pizzico di femminilità che contraddistingue Madonna. Le ipotesi dei giudici vertono su Paola Barale, Aurora Ramazzotti, Heather Parisi.

E’ il turno di Zucchero con Diavolo in me. Pucci critica il look in quanto troppo sobrio rispetto all’originale. Amendola invece ha apprezzato il clima che è riuscito a creare. Marcella Bella lo ha trovato “strepitoso”. Come aiutino i giudici possono osservarlo attentamente per 30 secondi. La giuria ipotizza Marco Baldini, Massimo Ghini.

Al termine delle esibizioni la classifica è la seguente:

  1. Zucchero: 391 punti
  2. Claudio Baglioni: 360 punti
  3. Mina: 353 punti
  4. Michael Jackson:347 punti
  5. Madonna: 310 punti.

Madonna rischia l’eliminazione e si scontrerà con il meno votato della prossima manche.

Star in the star loredana berté

Star in the star 16 settembre, la seconda manche

Prende il via la seconda manche nella quale si esibiscono Loredana Bertè, Patty Pravo, Lady Gaga, Elton John e Pino Daniele. 

Inizia Loredana Bertè nella versione Anni Ottanta con Sei Bellissima. I giudici non hanno percepito differenze tra la voce del vip e l’originale. Il timbro infatti è graffiante e rock come la Bertè. Come suggerimento c’è una foto del personaggio misterioso da bambina. Per Amendola è Irene Grandi. Per Marcella Bella invece Loredana Errore. 

Settimo personaggio in gara è Lady Gaga che propone Bad Romance. Appare più somigliante nella voce che nelle movenze. I giudici hanno apprezzato l’esibizione ma non si esprimono sul nome. Amendola opta per Heather Parisi anche in questo caso.

Segue l’omaggio a Pino Daniele. La canzone scelta è A me me piace ‘o blues. I tre giudici si sono emozionati di fronte all’esibizione e al ricordo dell’artista partenopeo. Marcella Bella è l’unica ad esprimere la propria ipotesi. Crede che dietro la maschera possa nascondersi Gigi Finizio.

Star in the star 16 settembre patty pravo

Star in the star, Patty Pravo, Elton John

Nona artista in gara é Patty Pravo che interpreta Pazza idea. Pucci durante l’esibizione ha notato alcune imperfezioni soprattutto nella gestualità. Per Claudio Amendola e Marcella Bella la voce è leggermente più calda di quella della Pravo. Come suggerimento sull’identità la videocassetta del film Pretty Woman.  Tra le ipotesi dei giudici Laura Freddi, Ivana Spagna e Eleonora Giorgi.

La seconda manche termina con Elton John che canta Crocodile rock. Nonostante il trucco non sia esattamente identico all’originale il vip ha cercato di imitare l’energia di Elton John. Per Amendola è stata l’esibizione che ha gradito meno.

Al termine della seconda manche la classifica è la seguente:

  1. Loredana: 380 punti
  2. Lady Gaga: 370 punti
  3. Pino Daniele: 332 punti
  4. Patty Pravo: 270 punti
  5. Elton John: 268 punti

Star in the star 16 settembre spareggio

Spareggio tra Madonna ed Elton John, eliminato

Madonna ed Elton John sono gli artisti che hanno ricevuto meno voti e che stanno per affrontare lo spareggio, denominato Showdown. In questo caso non si esibiscono in playback ma solamente con la propria voce. Madonna canta Like a prayer. Elton John invece ha scelto Your Song. 

Claudio Amendola salva Madonna. Marcella Bella sceglie Madonna. Andrea Pucci opta per Elton John.

Il primo eliminato di Star in the star è Elton John. Secondo Claudio Amendola potrebbe essere Ricky Memphis. Per Marcella Bella è invece Riccardo Fogli. Pucci invece preferisce non esprimersi.

Sotto la maschera di Elton John in realtà si nasconde Massimo Di Cataldo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it