Connect with us

Intrattenimento

Chi l’ha visto? 5 maggio 2021, verdetto definitivo per il caso Vannini

Pubblicato

il

Chi l'ha visto stasera 5 maggio
Condividi su

Rai 3 propone stasera, mercoledì 5 maggio 2021, una nuova puntata di Chi l’ha visto? il programma condotto da Federica Sciarelli. Nel corso della puntata odierna, si torna a parlare, per l’ultima volta, del caso di Marco Vannini.

Dopo sei anni di processi e ricorsi la Cassazione ha emesso il verdetto definitivo sul noto caso di cronaca. Il ventenne Vannini fu ucciso da un colpo di pistola nella notte tra il 17 e il 18 maggio 2015 in casa della sua ragazza, Martina Ciontoli. Il colpo fatale è esploso dal padre della ragazza, Antonio Ciontoli, condannato a 14 anni di reclusione. Tuttavia, anche la moglie e i figli di Ciontoli, Maria, Federico e Martina, devono scontare una pena pari a 9 anni e 4 mesi.

L’intera famiglia Ciontoli avrebbe infatti ritardato volutamente l’arrivo dei soccorsi, minimizzando la gravità dell’accaduto nel tentativo di scagionare Antonio Ciontoli.

Vi ricordiamo che potete vedere la puntata di Chi l’ha Visto? anche in streaming su internet, tramite il servizio gratuito RaiPlay.

Chi l’ha visto stasera 5 maggio, la diretta

La puntata inizia, e subito inizia un collegamento con Piera Maggio, la madre di Denise Pipitone, che si trova nella piazza del suo paese, Mazzara del Vallo. Oggi, infatti, i Carabinieri sono andati a perquisire l’abitazione dove abitava Anna Corona. “A me hanno detto che si cercava un corpo. Mi aspettavo un po’ più di delicatezza nei miei confronti” dichiara la Maggio. Pare, infatti, che una recentissima testimonianza indirizzi le indagini verso un pozzo, dove il corpo di Denise potrebbe essere stata posta anni fa.

“Questa casa da quando è scomparsa nessuno l’ha mai perquisita. Come è possibile?” aggiunge poi la Maggio. “Senza fare il nome delle persone interpellate, rispettando l’anonimato, posso ascoltare le confessioni di tutti riguardo Denise, e riferirle a chi di dovere. Vogliamo solo trovare Denise” annuncia poi il Vescovo di Mazzara del Vallo.

I Carabinieri hanno indagato e perquisito l’abitazione, dopo che un testimone misterioso avrebbe comunicato loro che nella casa sarebbero stati svolti lavori in muratura non segnalati. L’attuale abitante della casa ha parlato con un inviato di Chi l’ha visto? affermando di non aver mai notato nulla di strano. 

Ma i Carabinieri hanno rinvenuto una misteriosa botola nel garage dell’abitazione, a lungo esaminata nel corso della giornata odierna. Dopo le indagini, però, la casa non è stata posta sotto sequestro. Le indagini di 17 anni fa si svolsero correttamente? Oppure Anna Corona ha ricevuto un trattamento di favore in virtù di alcune conoscenze altolocate? Questo è il dubbio su cui si deve fare luce stando alle parole dell’avvocato della Maggio, Giacomo Frazzitta.

Chi l'ha visto stasera 5 maggio

Caterina di Bologna ritrovata, la conclusione del caso Vannini

Marika, la sorella di Caterina, scomparsa da Pietra Cuta (RN) il 23 aprile, è in collegamento con Chi l’ha visto? in seguito al ritrovamento di sua sorella. Pare che Caterina fosse trattenuta contro la sua volontà lontana dai suoi figli, e abbia trovato il coraggio di tornare a Bologna dopo l’appello di Marika eseguito in trasmissione. 

Poi, le dichiarazioni della madre di Marco Vannini, subito dopo il verdetto che ha assicurato alla giustizia l’intera famiglia Ciontoli. “Marco voleva volare con le freccie tricolori. Sono sicuro che oggi, che avrebbe 26 anni, il suo sogno si sarebbe realizzato. Lo immagino così, a sfrecciare nel cielo.” commenta.

“L’immagine più bella che ho di mio figlio è quando scendeva la mattina con la sua vestaglia, e mi chiedeva cosa avevo preparato a pranzo. Mi manca il suo buongiorno” prosegue poi.

Chi l’ha visto stasera 5 maggio, Alessio, marinaio scomparso in Danimarca

Quindi, un nuovo caso di scomparsa a Chi l’ha visto di stasera, 5 maggio: Alessio. Di professione marinaio, nato a Ortona, ma stanziato in Danimarca, non si hanno più sue notizie dal 20 gennaio; questo, nonostante avesse già preso accordi con amici e parenti in Italia.

Nella nave su cui lavorava sono stati rinvenuti tutti i suoi effetti personali. Alessio, invece, pare essere scomparso in mare durante la navigazione. Il sospetto è che Alessio possa essersi suicidato, anche se chi lo conosce smentisce con forza questa ipotesi.  Oggi, la famiglia dichiara che le indagini sarebbero state frettolose. Il fratello di Alessio è in studio. “L’impianto di videosorveglianza era disattivata. perché? Perché non ci hanno fatto visitare subito la nave?” si chiede Simone, il fratello di Alessio.

Infine, la storia di Daniela Molinari, l’infermiera milanese malata di cancro che aveva bisogno di un prelievo della sua madre biologica per salvarsi. La donna, rintracciata, rifiutò di incontrare Daniela e fornire il prelievo richiesto. Oggi la donna avrebbe cambiato idea, in seguito ai molti appelli giunti alla trasmissione dopo la richiesta di Daniela.

Il caso di Antonieta Vasquez

Antonieta Vasquez è stata trovata morta in un casale di Ciampino. La donna è creduta, ad oggi, vittima di suicidio. La redazione del programma ha ricostruito la giornata precedente la morte dell’estetista colombiana; che viene descritta dai suoi figli come “una donna piena di vita”. Antonieta avrebbe passato un’intera giornata sotto effetto di forti stupefacenti, nella stessa casa in cui poi si sarebbe suicidata. Ma numerose incoerenze rendono alquanto misteriosa la vicenda.

Segue il caso di Thomas, ragazzo di Fidenza che durante un viaggio studio in Polonia, tre anni fa, ha vissuto un’esperienza fortemente traumatica. Ma dopo soli 12 giorni, Thomas si sente male, ed è soccorso dai suoi compagni. Ha avuto un semplice attacco d’asma, ma è stato scambiato per un drogato dai suoi tutor. I medici non gli credono quando afferma di essere solo asmatico, e non lo assistono. Gli dicono che ha un problema psichiatrico, e lo costringono a letto.

Solo una volta tornato in Italia i medici scoprono che Thomas ha una trombosi cerebrale non diagnosticata.

Gli ultimi aggiornamenti sul Comandante Marcos

Si torna sul caso delle ragazze scomparse, e “salvate” dall’auto-dichiaratosi Comandante Marcos. Alessandro, il padre della ragazza scomparsa, è in studio per commentare la vicenda. “Sono separato da 13 anni. Il giudice ha stabilito che Reina fosse data in affido alla madre. Ma poi si scoprì che, fra le altre cose, non frequentava la scuola da 3 anni; così l’affido è passato a me. Nel periodo in cui mi preparavo ad accoglierla, è andata in comunità” racconta.

Intanto, anche stasera, 5 maggio, continuano le indagini del programma Chi l’ha visto? su Achille Lauri, il vero nome del Comandante Marcos, sono proseguite. Lauri si definisce come un “infiltrato nella Camorra“. Tuttavia, Chi l’ha visto? ha scoperto che Lauri sarebbe coinvolto in un caso di ricatto a stampo Camorristico. E così, si scoprono tutti i precedenti penali di Lauri: tra cui omicidio e detenzione di armi e stupefacenti.

E poi, la scomparsa di Antonio, che potrebbe aver seguito le orme di Biagio Conte. Un uomo che negli anni ’90 scomparve per un anno intero, ritirandosi in un eremo con l’intenzione di seguire le orme di San Francesco. Oggi Conte è noto come Padre Biagio, e racconta di aver ricevuto, in effetti, una richiesta di incontro da parte di Antonio. Ma, di fatto, non l’ha mai visto. Di Antonio restano solo poche parole, lasciate ai familiari: “voglio sparire”.

 

 

 


Condividi su
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Seguici su:

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it