Connect with us

Intrattenimento

Fratelli di Crozza diretta puntata 20 ottobre

Tutte le parodie e i monologhi proposti dal comico genovese nella puntata di Fratelli di Crozza in onda in prima serata.

Pubblicato

il

Tutte le parodie e i monologhi proposti dal comico genovese nella puntata di Fratelli di Crozza in onda in prima serata.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La puntata inizia con il vero Vittorio Feltri che parla di Asia Argento e della sua confessione nel programma Cartabianca, di essere stata molestata dal produttore americano Weinstein. Segue, subito dopo, la parodia del direttore di Libero.

Asia Argento quando recita è più cagna della voce del mio navigatore, dice Crozza-Feltri. Che insiste: tutte le donne sono un po’ troppo libere in fatto sessuale. Sa perchè delle statue del duce è restata solo la parte superiore? Perchè quella di sotto è andata a ruba”. Il linguaggio è abbastanza scurrile. Si parla di “leccatine”.

Arriva il monologo di Crozza. Si rifà al poco rispetto che ha mostrato Feltri per le donne. Lui, dice il comico in maniera sarcastica,  ha preso il timone che fu di Indro Montanelli. Mostra un filmato in cui Montanelli parla delle donne come “un animalino” e poi dell’acquisto di una dodicenne in Africa. “Non si possono revocare tutte le strade intitolate a Montanelli? afferma Crozza. E poi: la Mannoia ha definito Libero carta per il c..o. Io dico che anche il c..o ne sarebbe irritato.

Segue un dialogo sulle donne e sulla loro libertà fatto con due giovani ragazze che lo contestano ad ogni frase che pronuncia. Si continua a parlare di Asia Argento facendo vedere molti dei contenitori tv che se ne sono occupati. Crozza sottolinea che mentre negli USA la solidarietà per le donne molestate è stata totale, in Italia si è anche detto, senza troppe sotterfugi: beh un po’ se la sono cercata.

Il monologo si allunga fino a Silvio Berlusconi. E Crozza riporta le dichiarazioni dell’ex Premier che vuole insegnare i preliminari ai marocchini scopatori. E’ l’occasione per introdurre un’intervista al Premio Oscar Paolo Sorrentino che sta girando un film su Berlusconi dal titolo “Loro”.

Dopo la pubblicità Crozza- Sonlentino spiega come ha avuto l’idea di un film sull’ex Premier. Avevo perso il taccuino dove  era annotata la parte politica così ho pensato a rappresentare l’uomo, dice. E annuncia che sta per essere mostrata, in anteprima, una scena del film Loro. Naturalmente è una boutade.

Appare Berlusconi in un enorme bidè. Chiede scusa alle donne brutte, perchè quelle “fighe” le ha piazzate ovunque. E poi: il bidet è così grande perché in Africa i biscioni non sono solo serpenti.

Consiglia a Sorrentino di iniziare a pensare anche ad un film su Matteo Renzi. Titolo La grande bullezza. Renzi ha l’ossessione delle banche.Si eccita sul Monte dei Paschi di Siena.

Scatta la parodia del Presidente del Consiglio Gentiloni. Anche lui si sente molestato. Secondo voi il mio rapporto con Renzi era consenziente? Quell’uomo è un orco. Anch’io mi sono trasferito in Germania come Asia Argento. Poi una breve parodia di Padoan. Gli italiani muoiono troppo tardi. L’Italia è piena di vecchi. Se morissero tutti, si piange due-tre giorni e si risolve il problema.

Crozza elenca i nomi delle persone che Renzi ha fatto arrabbiare. E lui che fa?  affitta un treno lo riempie di Renzi boys e parte per ascoltare gli umori dell’Italia. Perchè non prende un treno normale dalla stazione Tiburtina? dice il comico che continua: se arriva indenne a Frosinone, giuro che lo voto anch’io.

Crozza-Renzi, sul treno evita i giornalisti: “Io sto dalla parte di Asia Argento. Elio e le Storie Tese, vi prego non scioglietevi”. Poi schiaffeggia tutte le persone che gli chiedono una mano.

Maurizio Crozza si lamenta. Son tutto gonfio, mangio troppe fibre. Sto seguendo una dieta particolare: riso scotto con mezzo etto di riso per 30 giorni. Si riferisce a Roberto Laurenzi, guru dello yoga e inventore di questa dieta.

Laurenzi chiede ad un suo allievo come si chiama: Seanconnery Esposito. Un altro cronometra ogni dichiarazione. Una sua allieva si chiama Tana Eva.

Si passa a parlare del sindaco di Torino che ha invitato i cittadini a chiudere le finestre contro l’inquinamento.

E dopo la pubblicità arriva la parodia di Massimiliano Fuksas che, nella versione crozziana diventa “Fuffas”. Svela le sue idee per combattere l’inquinamento. Ma non si ricorda del lavoro che fa.

La puntata finisce qui. Appuntamento a venerdì prossimo.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Primo appuntamento crociera 18 maggio, le coppie della prima puntata

Primo appuntamento crociera, spin off del reality di Real Time è al suo esordio questa sera, 18 maggio 2021. Ecco le coppie partecipanti.

Pubblicato

il

primo appuntamento crociera 18 maggio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Real Time propone questa sera, 18 maggio 2021, Primo Appuntamento crociera, spin off del reality Primo Appuntamento. Al timone il conduttore Flavio Montrucchio  in prime time.

Il format, in seguito al cambio di location, resta di base lo stesso. Ma dal momento che gli appuntamenti al buio proposti dal programma si tengono durante una crociera, i partecipanti sanno che difficilmente potranno evitare di rivedere il/la loro partner dopo la serata. Almeno, fino alla fine della vacanza sulla nave.

Si potrebbe, quindi, quasi parlare di vacanza al buio per i partecipanti alla crociera che hanno scelto di partecipare al reality; una coppia di fratelli, Marco (35 anni), e Gianluca (41), è alla ricerca dell’anima gemella.  Marco cena con Walter (35 anni, wedding planner).

Fabrizio (31) invece preferirebbe non impegnarsi seriamente. Il suo appuntamento è con Annalisa (28) gelataia di Milano.

C’è poi Simone (25) che ha paura di dormire da solo, e in crociera dorme con sua madre. Il giovane cena con Noemi (24 anni),

Le puntate della prima edizione di Primo appuntamento crociera sono visibili anche tramite il servizio in streaming Discovery+.

Primo appuntamento crociera 18 maggio, la diretta

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Loving: l’amore deve nascere libero su Rai 5 – trama, cast, finale

La storia vera di Richard e Mildred Loving che si sono battuti contro la Virginia per difendere i diritti delle coppie miste.

Pubblicato

il

Loving l'amore deve nascere libero film Rai 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Loving: l’amore deve nascere libero è il film proposto oggi da Rai 5. Si tratta di una pellicola di genere drammatico datata 2016.

La produzione è tra Gran Bretagna e Stati Uniti, la durata è di circa due ore. Il film è ispirato ad una storia vera. Rai 5 lo propone senza interruzioni pubblicitarie. Inoltre è possibile fruirne anche in lingua originale.

Loving l'amore deve nascere libero film attori

Loving: l’amore deve nascere libero film – regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Jeff Nichols. Protagonisti principali sono Richard e Mildred Loving interpretati rispettivamente da Joel Edgerton e Ruth Negga. Nel cast anche Nick Kroll nel ruolo di Bernie Cohen.

Le riprese si sono svolte negli Stati Uniti, in particolare a Richmond nello stato della Virginia. La produzione è della Big Beach Films in collaborazione con Raindog Films. Il titolo originale è semplicemente Loving.

Loving l'amore deve nascere libero film dove è girato

Loving: l’amore deve nascere libero – trama del film in onda su Rai 5

Richard e Mildred sono cresciuti a Central Point, una cittadina della Virginia, dove la comunità è più progressista nei confronti dell’integrazione tra le diverse etnie rispetto ad altre zone del sud degli Stati Uniti.

Eppure, Richard e Mildred per la loro unione vengono condannati al carcere e all’esilio e quindi costretti a trasferirsi con i figli in un modesto quartiere di Washington, D.C. Nonostante l’appoggio dei loro familiari, i due trovano difficoltà ad essere accettati dall’ambiente circostante e Mildred sente anche il bisogno di tornare in Virginia.

Spoiler finale

Il caso “Loving contro Virginia” arriva così alla Corte Suprema nel 1967, sancendo una vittoria nella battaglia per i diritti civili e riaffermando il diritto fondamentale di sposarsi senza barriere razziali. Richard e Mildred infine sono tornati a casa e la loro storia d’amore è diventata un modello per molte altre coppie dell’epoca.

Loving l'amore deve nascere libero film finale

Loving: l’amore deve nascere libero – cast

  • Joel Edgerton (Boy erased: vite cancellate): Richard Loving
  • Ruth Negga: Mildred Loving
  • Marton Csokas: sceriffo Brooks
  • Nick Kroll: Bernie Cohen
  • Michael Shannon: Grey Villet
  • Terri Abney: Garnet Jeter
  • Alano Miller: Raymond Green
  • Chris Greene: Percy
  • Jon Bass: Phil Hirschkop
  • Bill Camp: Frank Beazley
  • Will Dalton: Virgil
  • Christopher Mann: Theoliver
  • Winter-Lee Holland: Musiel
  • David Jensen: giudice Bazil
  • Andrene Ward-Hammond: Laura

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

L’Eredità 16 maggio: il neocampione Marco non conquista il montepremi

Marco è il nuovo campione del game show ma non è riuscito ad indovinare la parola corretta della Ghigliottina.

Pubblicato

il

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Domenica 16 maggio è andato in onda su Rai 1 un  nuovo appuntamento de L’Eredità. Il game show è condotto da Flavio Insinna.

Nella puntata di oggi Marco è stato eletto campione dopo aver sconfitto al Triello Marta ed Elisabetta. Ha dovuto però rinunciare al montepremi in palio perchè non ha individuato la parola corretta della Ghigliottina. Marco prende il posto di Marta, che non è riuscita a difendere il titolo.

L eredità 16 maggio sfidanti

L’Eredità, la diretta del 16 maggio

Nella diretta del 16 maggio Flavio Insinna presenta gli sfidanti della campionessa Marta, che viene da Firenze. Il primo è Marco, dalla provincia di Ferrara. E’ uno sportivo ed ama affrontare le maratone. E’ sposato con Maria ed ha due figli. Nel gioco degli abbinamenti deve specificare se i film sono interpretati da Julia Roberts o Demi Moore.

Elisabetta invece studia Lettere all’Università e sta scrivendo un giallo. E’ anche Consigliere Comunale del suo paese. Lei deve riferire se alcune ricorrenze cadono in giorni festivi e lavorativi.

Roberta viene da Avellino, è funzionario pubblico ed è laureata in management. Suona il pianoforte ma uno dei suoi sogni è di partecipare in un musical. Per lei come abbinamenti ci sono alcune poesie/opere. Deve spiegare se sono state scritte da Ungaretti o Leopardi.

La quarta concorrente è la giovane Bianca che frequenta il liceo linguistico. E’ fidanzata con Davide ed il suo sogno è di diventare cantante. Ha già inciso due singoli. La ragazza deve indovinare se alcune sigle sono cantate da Cristina D’Avena.

Selene è nata a Firenze ma si è trasferita a Prato per amore, per il suo Alessandro. E’ una cantante lirica ma anche una beauty trainer. Ha una figlia di 14 anni. Deve riferire il nome di alcuni personaggi noti sulla base dei cognomi suggeriti dal conduttore.

Torna Harieta, proviene dalla Romania ma vive in Piemonte. E’ docente universitaria di rumeno all’Università. Per lei come abbinamento se alcuni luoghi sono lago o deserto.

La campionessa Marta infine sceglie di far sfidare nel gioco dei 60 secondi Harieta e Roberta. Harieta riesce a rimanere in gara. Roberta invece è la prima concorrente eliminata.

L eredità 16 maggio una o l'altra

L’Eredità, il gioco L’una o l’altra

Il conduttore dà il via al gioco L’una o l’altra dove per ogni quesito fornisce solo due possibili alternative. Al termine del primo giro forniscono la risposta sbagliata Bianca, Harieta, Marta ed Elisabetta. 

A compiere il doppio errore è la professoressa Harieta che ha scelto di sfidare la giovane Bianca. La docente è obbligata ad abbandonare lo studio.

Eredità quattro date

Le Quattro Date

Nella puntata di oggi, 16 maggio, il game show ha scelto le seguenti quattro date:  1957, 1971,1982 e 2019. 

La prima concorrente a non eseguire il corretto abbinamento è la campionessa Marta. Bianca però compie il doppio errore e sceglie di puntare il dito contro Selene. La giovane studentessa è eliminata dal gioco.

Eredità paroloni

L’Eredità 16 maggio, i Paroloni

E’ il momento dei Paroloni. E’ il gioco in cui i concorrenti devono riferire il significato di alcune parole in disuso. Il primo termine è Riavolo, individuato da Marco.  Si tratta di un’asta di ferro utilizzata per mescolare i metalli fusi.

Il secondo parolone è invece Filugello, indovinato dalla campionessa Marta. E’ un sinonimo di baco da seta.

Si sfidano di conseguenza nel gioco dei 60 secondi, Elisabetta e Selene. Quest’ultima è la concorrente eliminata.

L eredità 16 maggio triello

Il Triello

Nella puntata del 16 maggio si sfidano al Triello Marco, Marta ed Elisabetta. 

Inizia Marta che conquista le categorie Musica (20.000 euro), Spettacolo (10.000 euro), Curiosità (20.00o euro). Ed ancora Chi l’ha detto (20.000 euro) ed Italiano (30.000 euro).

Elisabetta invece risponde correttamente solo al tema Casa (30.000 euro). Marco infine si aggiudica solo la categoria Scienza (10.000 euro).

Marta ha il montepremi più alto e deve affrontare altre domande per poter accedere alla Ghigliottina. I temi scelti sono Viaggi nel Medioevo e Peter Pan. La concorrente sbaglia la seconda risposta ed è Marco a diventare il nuovo campione.

L eredità 16 maggio ghigliottina Marco

L’Eredità, la Ghigliottina di Marco

Marco affronta la Ghigliottina con 130.000 euro  Deve scegliere tra i seguenti abbinamenti: aereo o treno, concorrente o studente, chimica o fisica, musica o poesia, forno o piastra. Il neocampione dimezza ben quattro volte. Il montepremi scende vertiginosamente a 8.125 euro.

Le parole che formano la Ghigliottina del 16 maggio sono:

  • aereo
  • studente
  • musica
  • fisica
  • forno

Marco ha scritto la parola volo. Il termine corretto però è carta.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it