Connect with us

Intrattenimento

Le Iene Show| 15 aprile 2018| puntata in diretta

Appuntamento domenicale questa sera con Le Iene Show, in onda su Italia 1 a partire dalle 21.20.
Irene Natali

Pubblicato

il

Appuntamento domenicale questa sera con Le Iene Show, in onda su Italia 1 a partire dalle 21.20.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si comincia subito con il primo servizio: Può la polizia comportarsi così?, di Silvio Schembri. Il servizio si occupa di quanto accaduto a Napoli, dove è stato filmato un violento pestaggio ad opera della polizia.
Schembri parla con Francesco, sfuggito alla polizia “per paura”: non aveva infatti il casco. Il ragazzo racconta che la cosa più brutta è stata quando gli hanno sputato in faccia, nonostante lui si stesse scusando.
Schembri va da questore, il quale spiega che “questa città porta a non calibrare le reazioni”, ma si tratta comunque di un episodio.

Si prosegue con Matteo Viviani: Una casa famiglia poco…famiglia. La iena documenta le minacce, gli insulti, le botte ai danni dei minorenni presenti in una casa famiglia in provincia di Cesena. Il papà di uno degli ospiti, Claudio, ha le registrazioni di quanto avvenuto: veniva picchiato anche un bambino autistico, schiaffeggiato ripetutamente e addirittura picchiato con un bastone.
Dalle testimonianze al processo emergono condizioni igieniche precarie, cibo scaduto. I ragazzini venivano ricattati, intimati a mentire ai controlli della Asl.
Un servizio però, pagato dal Comune 2500 euro per ragazzino alla casa famiglia. Negli anni, la struttura si è aperta a un servizio di baby sitting: questo nonostante il processo sia iniziato da due anni, e nonostante l’accusa di violenza aggravata per il gestore.
Viviani si reca dalla tenutaria, che si occupa della casa famiglia insieme al marito: lei sostiene che il filmato fosse organizzato, essendo “Marcello furbissimo”. Viviani le fa notare che, se le cose stanno davvero così, allora lei si è prestata a una messinscena che non va a suo favore.
L’inviato si reca quindi dal sindaco, il quale ritiene gli elementi finora rinvenuti come insufficienti per chiudere la struttura. Tante sono le scuse avallate dal primo cittadino, che Viviani rinuncia a continuare il confronto.

Antonino Monteleone si domande se Autostrade ha rubato il brevetto del tutor? Si tratta dello strumento che ha ridotto sensibilmente il numero di incidenti sulle autostrade: il brevetto però, era di Romolo Donnini e del suo socio. All’inventore è stata offerta una cifra irrisoria, anziché acquistare il brevetto: ridotta la mortalità inoltre, la società Autostrade ha potuto aumentare i pedaggi.
La contraffazione è stata riconosciuta dal Tribunale di Roma, intimando di rimuoverlo. Ora Autostrade dovrebbe sostituirlo con un altro strumento, a sua volta basato sul tutor di Donnini. Non avendo però dato, né Donnini né il socio, il permesso di usare il brevetto, nemmeno questa seconda soluzione sarebbe possibile.
Monteleone cerca di avere risposte dall’ amministratore delegato, non ottenendo riposte.

Giulio Golia ci parla de I bambini soldato della guerriglia colombiana. La lotta per la terra si è lentamente trasformata in altro, con l’arruolamento dei bambini: una guerriglia con eserciti finanziati dal traffico della droga. L’altra fonte di finanziamento della “guerrilla” sono i rapimenti: Danilo per esempio, italiano sequestrato a Medellin, racconta che a sorvegliarlo c’erano dei ragazzini.
Golia incontra diversi ex guerriglieri: se una ragazza ricorda quanto sia stato duro assistere alla morte di moltissimi amici, un altro racconta invece con freddezza. Non hanno idea di quanta gente hanno ucciso, dato che si spara e non si sa sempre dove finisce il proiettile.
Entrati nella guerriglia perché attratti dal denaro e dalla possibilità di mangiare, a differenza da quanto avviene nelle famiglie d’origine, uscire è poi quasi impossibile: si viene inseguiti, uccisi. L’unica soluzione è rivolgersi all’esercito colombiano: ma, come spiega una ragazza, c’è il rischio di venire stuprate o altro.

Nicola Savino e Nadia Toffa sono andati al concerto di Jovanotti a Bologna: Lorenzo Jovanotti, come si fa? Durante la serata si è interrotto tutto, per un’intervista sul palco: Savino fuoricampo che pone domande, l’artista che risponde. Dopo un po’, sul palco arriva la Toffa: Jovanotti le improvvisa una dedica alla chitarra.
Con due iene lì, viene compiuto il gemellaggio: Jovanotti e Savino si scambiano i vestiti.

Da Nairobi, Valeria Castellano: Essere disabile in Kenya. In un Paese dove le baraccopoli si ammassano e l’aspettativa di vita è di appena 56 anni, la disabilità viene vista come un peccato: una punizione per i comportamenti dei genitori. Un figlio disabile viene considerato una maledizione: motivo questo per cui gli uomini, la maggior parte delle volte, si allontanano dalla famiglia. Di conseguenza, la disabilità è ritenuta una vergogna: chi ne è affetto, viene tenuto chiuso in casa. Chiaramente, in una famiglia dove ci sono quattro figli in media, le poche risorse disponibili vengono destinate ai figli sani.
Viktor è uno di questi bambini: a differenza di tanti suoi coetanei però, grazie a padre Battista, prete in missione sul posto, potrà risolvere i suoi problemi motori in un ospedale di Brescia. In braccio alla mamma, il bimbo lascia casa accompagnato dalla Castellano: la famiglia lo saluta con dei canti.
A Brescia, il chirurgo spiega che il caso è molto difficile: in Italia la malattia verrebbe diagnosticata durante la gravidanza, in modo che la patologia non possa diventare mai tanto grave. Un’operazione di 5 ore per la prima gamba; la seconda seguirà tra qualche mese. Se il primo intervento è stato finanziato dall’ associazione di padre Battista, per il secondo i soldi scarseggiano; viene aperta la donazione.

Michele Cordaro ironizza sul siparietto di Berlusconi al Quirinale: Salvini, Berlusconi e la lingua dei segni. Per  l’ interpretazione della iena, quei gesti erano rivolti ai sordomuti: così Cordaro va da Salvini ad esporre la propria tesi.

A pochi giorni dal discusso incontro Real Madrid-Juventus, Niccolò De Devitiis è riuscito a intercettare il capitano: Buffon parla dopo 3 giorni da Real-Juve. Il portiere non ha nessuna voglia di rilasciare dichiarazioni: la iena però, lo segue salendo nello stesso treno.
Il portiere non cambia posizione in merito alle sue dichiarazioni post partita: ammette solo che ora, a mente fredda, direbbe le stesse cose ma in maniera più educata. Riguardo l’arbitro invece, spezza una lancia a favore: era giovane, inesperto rispetto alla rilevanza dell’incontro.
Davanti all’ obiezione della iena, secondo cui l’arbitro ha semplicemente preso una decisione da arbitro, ribatte che un arbitro d’esperienza avrebbe fatto una valutazione diversa. Inoltre: “Ci sono emozioni che valgono di più, chi se ne importa di una macchietta sulla mia immagine”.

Tocca a Nina Palmieri: Una mamma da salvare. La iena raccoglie la richiesta di aiuto di Jasmine: vuole salvare la mamma Eliene che si prostituisce, con problemi di tossicodipendenza.
La donna viene trovata alle porte di Milano, mentre si offre ai clienti: vive in un appartamento dove le persone vanno e vengono. Dice che vorrebbe vedere la figlia, ma non può portarla in una simile casa.
L’appartamento è lo stesso di tanti anni fa, ma ora non è più tenuto pulito in maniera “maniacale” come racconta Jasmine. Siccome la madre non le risponde più al telefono, la ragazza va dalla madre: non si vedono da anni.
Eliene ha una reazione piuttosto fredda: nemmeno il video della nipotina la smuove. Jasmine cerca di farla ragionare, di convincerla a farsi aiutare. Purtroppo, nessun risultato: l’intento è quello che Eliene si riveda nel servizio, capendo quanto abbia bisogno di cambiare la sua vita.

Stefano Corti e Alessandro Onnis si domandano: Dove sono finiti i 500 euro del bonus cultura? Le due iene sono andati in una discoteca per chiedere ai ragazzi cosa sia la cultura, dato che sono entrati alla festa proprio grazie al bonus cultura.
Dario Franceschini, dal canto suo, sottolinea che il bonus ha consentito ai consumi culturali di crescere, e che l’idea è stata copiata dalla Francia; se poi c’è chi ne abusa, problema suo.

Filippo Roma incontra la famiglia di Massimiliano Ricciardi: In stato vegetativo per colpa di un tombino. 35 anni, Massimiliano è stato sbalzato dalla sella della moto e finito a battere contro un palo: la causa non è stata la velocità, ma un tombino. Da quel momento, non si è più alzato dal letto.
Ormai in stato vegetativo, viene assistito dai genitori e dalla sorella minore. La famiglia ha lasciato Roma per trasferirsi a Torino, dove c’è il centro per curarle: il padre al momento è in aspettativa retribuita fino a ottobre, perciò ai problemi di Massimiliano si aggiungono quelli economici. Eppure, essendo il tombino la causa, ed avendo il Comune di Roma riconosciuta la responsabilità, la compagnia assicurativa ritiene che non ci siano i presupposti per il risarcimento.
Ad esempio la velocità di poco superiore al limite: ma le relazioni della polizia locale ascrivono la responsabilità non alla velocità, quanto alla presenza di due grate su una strada priva di manutenzione.

A mezzanotte, scattano le repliche: Giulio Golia con L’oro di Scampia contro la camorra.
Dall’ archivio della trasmissione, Pio e Amedeo: Chiunque può. I due importunano Pupo: uno lo intervista, l’altro disturba da dietro dicendo che lui va a lavorare in fabbrica, mica brucia i soldi. Seconda vittima Bobo Vieri, poi Mara Venier, Arisa.
Quindi Michele Cordaro con La ridarola: la iena scoppia improvvisamente a ridere mentre intervista i vip.

La puntata si conclude qui: le iene tornano mercoledì.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Fratelli di Crozza 16 aprile 2021, parodie e monologhi della puntata

Fratelli di Crozza 16 aprile, la sesta puntata del 2021 per il one man show di Maurizio Crozza. Tutte le parodie e i monologhi.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Fratelli di Crozza 16 aprile
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nove trasmette questa sera, 16 aprile 2021, la sesta puntata della nuova edizione di Fratelli di Crozza. Il comico genovese Maurizio Crozza va in onda dalle 21.25 con le sue parodie di personaggi del mondo politico e dello spettacolo.

Nel corso della puntata di venerdì scorso, Crozza aveva dedicato particolare attenzione all’argomento vaccini. Infatti, tra le imitazioni proposte c’erano quelle del premier Mario Draghi, e del Generale Francesco Paolo Figliuolo; entrambi rappresentati alle prese con ritardi sulla somministrazione dei vaccini e presidenti di Regione “problematici” come Attilio Fontana, indagato per false dichiarazioni e autoriciclaggio. 

Vi ricordiamo che potete seguire la quinta puntata di Fratelli di Crozza in diretta streaming sul sito discovery+; dove saranno caricate anche le singole imitazioni estrapolate da ogni puntata dell’edizione.

Fratelli di Crozza 16 aprile, la diretta

Crozza inizia il primo monologo della puntata parlando di omofobia e legge Zan, contro l’omotransfobia. In settimana sono stati molti a supportare l’approvazione della legge, fra cui il cantante Fedez. “Hanno più followers loro che votanti il PD” afferma Crozza. Quindi, si parla di Matteo Salvini, leader della Lega e fra i più grandi detrattori della legge Zan, e del ministro Speranza. 

Inizia poi una nuova parodia proprio di Matteo Salvini. Come la sua controparte reale, Crozza-Salvini inizia la sua crociata personale contro Speranza. “Non posso nemmeno dirgli Speranza è ricch***e dopo la legge DDL SperanzaZan” afferma convinto Crozza-Salvini. “Sono matto io, o le rondini non ci sono più a causa di Speranza?” continua.

Subito dopo, Crozza inizia una nuova imitazione inedita. “Dal momento che Draghi non ha un buon rapporto con gli psicologi di 30 anni, vi aiuto io a migliorare la vostra condizione psicologica” afferma prima di iniziare l’imitazione dello psicanalista Massimo Recalcati. “Il Covid non ha territorio, non è territoriale. Zurigo è in Svizzera no? Il Virus no, è indeterminato, ce lo dice la psicobanalisi. E’ molto difficile trovare un virus di 1 metro e novanta di nome Frederich; lo diceva lo pneumologo di Freud.” esclama Crozza-Recalcati; sbagliando di proposito la parola psicoanalisi, come accaduto al vero Recalcati durante un’intervista.

Fratelli di Crozza 16 aprile

Fratelli di Crozza 16 aprile, la parodia di Miguel Bosè

Di ritorno da una breve interruzione pubblicitaria, Crozza parla di negazionisti e no-mask. Miguel Bosè, ad esempio, ne è convinto, tanto che ha dichiarato in varie interviste che il Covid non esiste. Non solo, Bosè, nella medesima intervista ha candidamente confessato di consumare 2 grammi di cocaina al giorno. Ed ha insultato il giornalista che lo intervistava, perché voleva indossare una mascherina. Così, Crozza ne propone stasera la parodia.

“Una volta in una casa c’era una urna. Ho sniffato anche quella. E poi il Dixan, la Maria, tutto. La cocaina la prendevo come gastroprotettore” afferma Crozza-Bosè. L’intervista prende una piega sempre più surreale, mentre Crozza-Bosè continua a ripetere “Non sniffo da sette anni, ora ragiono con la mia testa”.

Crozza torna poi a parlare di vaccini, dopo le note problematiche riscontrate da Astrazeneca e Johnson & Johnson. Così, inizia anche una nuova imitazione del Generale Figliuolo. Questa sera Crozza-Figliuolo è attorniato da uno stuolo di giornalisti che chiede informazioni sulla copertura vaccinale. Come la sua controparte reale, Crozza-Figliuolo sbaglia a pronunciare molti accenti. “Tutta l’Italia sarà presto vaccintà. Lo giuro sul mio onorè. Stiamo pensando di vaccinare tutti coloro che sono più alti di un metro.” afferma.

L’imitazione di Vincenzo De Luca e Luca Zaia

Dopo un breve periodo di assenza, torna anche uno dei personaggi chiave della scorsa edizione del programma: Vincenzo De Luca, il presidente della Regione Campania. Come di consueto, Crozza-De Luca parla senza filtri e mette la Campania al di sopra di qualunque altra regione; e anche al di sopra della nazione tutta. “La Campania ormai fa nazione a sè. Qui da noi i sacchetti della monnezza non li smuove nessuno, fanno parte dei legami affettivi.” esclama Crozza-De Luca. “Non sono tutti contro la Campania. E’ la Campania che ormai è sola contro tutti.” continua minacciosamente Crozza-De Luca.

“Il Veneto sarà un’isola Covid-free” ha dichiarato Luca Zaia, presidente della Regione Veneto. Di recente, poi, Zaia ha anche riportato le grandi navi da crociera nei canali di Venezia, dopo un divieto che perdurava ormai da lungo tempo. Segue la parodia del personaggio Crozza-Zaia. Anche Crozza-Zaia, come Crozza-De Luca, è fedele al suo personaggio per come lo conosciamo. Crozza propone dunque la parodia di una conferenza stampa del presidente; durante la quale Crozza-Zaia parla in dialetto Veneto, si rivolge a persone fuori dall’inquadratura ed è alquanto confuso su dati e numeri forniti.

Fratelli di Crozza 16 aprile

L’ultima imitazione della puntata: Flavio Briatore

L’ultima imitazione della puntata è quella di Flavio Briatore, che anche questa settimana ha rilasciato numerose interviste, e ha anche festeggiato il suo compleanno, caduto lunedì 12 aprile. “Se gli anni li avessi dichiarati in Italia, dove ci sono i comunisti, avrei avuto almeno 86 anni, non 71” dichiara Crozza-Briatore. Come sempre, Crozza-Briatore se la prende con i politici italiani, e fa dichiarazioni controverse sui vaccini, sul Covid e sull’economia.

E’ tutto un blablare, il mondo va avanti solo se la gente si impegna. Non ci fanno aprire le attività perchè le persone fanno gli schizzosi (schizzinosi n.d.r.) sui vaccini. Li vogliono al gusto di limone, e qui e là” vaneggia Crozza-Briatore. “Speranza va in bagno con il catalogo dei chiavistelli e si diverte, vuole solo chiudere tutto.continua.

 

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Felicissima Sera 16 aprile 2021, diretta prima puntata dello show con Pio e Amedeo

Prima puntata dello show condotto dal duo comico Pio e Amedeo, all'anagrafe Pio D'Antini e Amedeo Grieco.
Benedetta Morbelli

Pubblicato

il

Felicissima Sera 16 aprile diretta
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa sera, 16 aprile 2021, alle ore 21:40 su Canale 5 andrà in onda la prima puntata di Felicissima Sera. Padroni di casa Pio e Amedeo, approdano sulla principale rete di Cologno Monzese con il nuovo show.

Ospiti della prima puntata Maria De Filippi, Francesco De Gregori, Ivana Spagna, Tommaso Paradiso, Emanuele Filiberto, Francesco Pannofino e Andrea Iannone.

Felicissima sera 16 aprile 2021 – diretta

Inizia il programma. Pio e Amedeo ironizzano sul pubblico di Mediaset, definito “semplice e basico” perchè ama i “vipponi”. Dopo aver salutato affettuosamente Alfonso Signorini, i due continuano a scherzare sui programmi di Canale 5 e soprattutto sull’Isola dei famosi che è ritenuta diseducativa (“Mio figlio dopo averne visto una puntata ha c****to nella pianta del salotto”).

Felicissima sera 16 aprile 2021 - maria

La prima ospite della serata è Maria De Filippi, colei che “ha moltiplicato pani e pesci, ha camminato sulle acque ed è apparsa in sogno alla Madonna di Medjugorje”, è “la conduttrice preferita di Zia Antonietta” e “anche se suda profuma”. Pio e Amedeo si inginocchiano al suo cospetto. La De Filippi regala loro delle racchette per giocare.

Il duo comico fa accomodare Maria su un divano e la invita a togliere i tacchi sostituendoli con un paio di pantofole. I due cercano poi di farla piangere mostrandole foto dei suoi cani, di Gianni Sperti e del suo passato . Pio e Amedeo sono convinti che facendo commuovere la conduttrice “faranno i soldi”. La De Filippi si racconta, parla del suo passato e delle sue esperienze. Svela di non essersi mai fatta una canna, ma di aver rubato un pezzo d’argenteria in casa sua. Maria l’ha rivenduto per pagare delle multe, perchè sperava che i genitori non lo venissero a sapere. E’ stata però “sgamata”. Pio e Amedeo mostrano poi uno scatto del giorno del matrimonio della De Filippi e di Costanzo. “Berlusconi c’era al matrimonio? Che vi ha regalato? A parte Canale 5 intendo..” – scherzano.

Prima di congedare Maria, Pio si accovaccia per aiutarla ad indossare nuovamente i tacchi. Nell’abbassarsi gli si strappano però i pantaloni.

Felicissima sera, C’è posta per Pio e Amedeo e Federico

La De Filippi inverte i ruoli e porta sul palco di “Felicissima sera” una sorpresa alla “C’è posta per te”. Maria mostra uno scatto di Pio e Amedeo neonati. Le loro mamme si sono conosciute perchè vicine di letto in ospedale il giorno del parto. Poi ognuna è tornata alla sua vita e si sono perse di vista. Dopo 11 anni Pio e Amedeo si sono rincontrati perchè vivevano entrambi nello stesso quartiere. Sono diventati amici, hanno fatto gli animatori turistici, si sono diplomati e si sono trasferiti a Roma per frequentare la facoltà di Scienze della comunicazione.

Dopo poco sono tornati a Foggia per intraprendere la carriera televisiva. Le famiglie erano assolutamente contrarie. L’unico che ha creduto in loro è stato Federico, padre di Amedeo, che ha sempre seguito i loro spettacoli dalla prima fila e li ha sostenuti in tutti i modi. Anche Pio è molto legato a Federico.

Maria invita il papà di Amedeo sul palco e parla della sua vera passione: il canto. Federico è grande fan dei Pooh. La De Filippi legge una bellissima lettera scritta da Amedeo al padre. Scopriamo il dolore di una famiglia che ha subito un grave lutto solo pochi mesi fa. La mamma è venuta a mancare lo scorso giugno e da allora il vuoto si è fatto incolmabile. Amedeo piange e Pio gli prende la mano.

Per ringraziare Federico per il sostegno di sempre, Pio e Amedeo gli fanno incontrare Roby Facchinetti – il suo mito. Il cantante abbraccia il papà di Amedeo e gli regala una felpa dei Pooh ed una miniatura della macchinina storica del gruppo.

Federico canta con Facchinetti, Pio e Amedeo suonano “per finta”.

Felicissima sera 16 aprile 2021 - federico

Felicissima sera 16 aprile 2021 – le mamme italiane

Pio e Amedeo salutano gli ospiti e rimangono soli. La commozione è ancora tangibile. “Come sapete la mia mamma è volata prima e invece doveva stare qui a impettirsi con me e papà e questo mi fa inca**are. Mi dispiace perchè si perde tutte queste cose o le guarda ma non le può commentare. Mi sarebbe piaciuto farle fare qualche figuraccia stasera” – svela Amedeo. “Le mamme sono ovunque, le mando un bacio grandissimo perchè sono sicura che ci guarda” – commenta Pio.

Il duo si lascia poi andare ad una serie di battute sulle mamme e sull’educazione “verace” delle mamme italiane. Tra “mazze e panelle”, Pio e Amedeo raccontano di aver preso molte botte, ma di essere stati anche molto amati. I due cantano poi una ironica canzone sull’argomento.

Felicissima sera 16 aprile 2021 – grandi ospiti

Tommaso Paradiso canta “Non avere paura”.  Pio e Amedeo inscenano il ricevimento di un matrimonio e coinvolgono anche Paradiso. Il banchetto diventa occasione di intervista e poi Tommaso delizia gli “invitati” con un medley dei suoi successi.

Felicissima sera 16 aprile 2021 - paradisoPio e Amedeo diventano i conduttori di una puntata di “Che interviste che fa” (parodia di “Che tempo che fa”). Seduti dietro al celeberrimo bancone – acquario, i due comici intervistano Emanuele Filiberto. Il principe parla della sua famiglia e dell’esilio. Poi il “miracolato di Maria” canta il brano con il quale arrivò secondo al Festival di Sanremo.

Amedeo non apprezza e lo accusa di plagio perché la base del pezzo ricorda quella di “Somewhere over the rainbow”.

Pio tenta di corrompere Emanuele Filiberto convincendolo a dare sia a lui che ad Amedeo il titolo di cavalieri. Il principe accetta e li nomina ufficialmente “ufficiali dell’ordine civile dello Stato di Savoia”. 

Ivana Spagna regala la colonna sonora all’importante momento, cantando “Il cerchio della vita” dall’OST del cartone Disney “Il re leone”.

Felicissima sera, in discoteca con gli Emigratis

Sale sul palco Francesco Pannofino, che rivendica la sua carriera di successo. Pannofino spiega infatti di essere ormai conosciuto come la “voce narrante di Emigratis”, ma di aver fatto molto di più in tanti anni di recitazione e doppiaggio. Arrivano Pio e Amedeo in versione Emigratis, accompagnati da Andrea Iannone.

Gli Emigratis danno vita ad una festa in discoteca con il neomelodico Angelo Famao, Mirko Desideri ed altri colleghi. “Questa è la televisione che nessuno vi vuole dare” – urla Amedeo.

Francesco De Gregori canta “Viva l’Italia” e Pio e Amedeo ci danno appuntamento alla prossima settimana.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Canzone segreta 16 aprile: tra gli ospiti Anna Valle, Enrico Brignano e Simona Ventura

Quinta puntata dello show con Serena Rossi in cui gli ospiti devono solo godersi la sorpresa che la trasmissione ha preparato per loro.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Canzone segreta 16 aprile 2021 rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Venerdì 16 aprile Rai 1, ha trasmesso la quinta puntata di Canzone Segreta.

Come accade tutte le settimane, Serena Rossi accoglie in studio alcuni personaggi del mondo dello spettacolo. Il loro compito è solo quello di accomodarsi sulla celebre poltrona bianca per godersi la propria sorpresa. Sono infatti ignari di ciò che la trasmissione ha in serbo per loro.

Ospiti del quinto appuntamento: Giancarlo Giannini, Simona Ventura, Valeria Fabrizi, Anna Valle,  Massimo Ghini ed Enrico Brignano.

Canzone segreta 16 aprile Anna Valle

Canzone segreta, la diretta del 16 aprile, Anna Valle

Serena Rossi annuncia ai telespettatori che il primo ospite della puntata è Anna Valle. Prima di accomodarsi sulla poltrona bianca l’attrice confida di portare sempre in borsa dei fiammiferi anche se non fuma perché la fa sentire protetta.

Canzone segreta 16 aprile Irama

Viene mandato in onda un videomessaggio da parte della sorella Antonella, che le mostra i luoghi di infanzia. Sono in simbiosi anche se vivono in città diverse.

Sale poi sul palco Irama che le dedica One degli U2, la sua canzone preferita. Durante l’esibizione lo raggiungono gli amici Massimo e Nadege. Alle spalle di Anna Valle appare invece il marito Ulisse che le porge una rosa ed iniziano a ballare insieme. Nel finale arriva anche Antonella. Anna Valle è felice di ritrovare alcune persone care.

Canzone segreta 16 aprile Enrico Brignano

Canzone segreta, Enrico Brignano

Il secondo ospite è Enrico Brignano, che è attualmente in onda su Rai 2 con Un’ora sola vi vorrei. Brignano e Serena Rossi hanno lavorato insieme nella commedia musicale Rugantino ed hanno doppiato Anna e Olaf in Frozen. Lo show man racconta al pubblico di ricordare il giorno del suo debutto. Era il 1 maggio 1985 ed aveva 17 anni.

La trasmissione manda in onda un videomessaggio affettuoso da parte di Giorgio Panariello. Oltre ad essere un ottimo artista, Brignano è un appassionato del Fai da te. Per lui sul palco c’è Annabella, la sua insegnante di recitazione nella Scuola di Proietti. La docente spiega che era uno studente serio ed attento con una gran voglia di fare.

Canzone Brignano

Il suo amico Mariano, che ha registrato un messaggio da New York, ricorda i tempi in cui hanno vissuto insieme, per un periodo, in America. Partecipa anche Martina che è la voce narrante di un video nel quale viene rappresentata la sua famiglia. La compagna Flora Canto, in attesa del secondo figlio, gli dedica Meraviglioso amore mio. Sul palco si alternano poi Andrea Perrozzi, Michele Gammino, Simone Mori ed Andrea Pirolli che fanno parte del cast di Rugantino.

Canzone segreta 16 aprile Giancarlo Giannini

Canzone segreta, Giancarlo Giannini

Il terzo ospite della puntata del 16 aprile è Giancarlo Giannini. L’attore ha ottenuto la stella sulla Walk of Fame di Hollywood. E’ il secondo attore italiano a ricevere tale riconoscimento dopo Rodolfo Valentino.

Per ingannare l’attesa Giannini legge al pubblico due poesie, L’Unica via di autore anonimo e Tanto gentile e tanto onesta pare di Dante Alighieri. Il primo testo era il preferito della madre.

Canzone sorpresa Giannini

Appare in video Lina Wertmüller a cui l’attore è molto legato. Entra poi in scena Paolo Jannacci che interpreta Tira a campà, colonna sonora del film Pasqualino Settebellezze (1975) diretto proprio dalla Wertmüller. Si alternano sul palco gli amici di Giannini, Marco e Roberto. Dopo la messa in onda di alcuni immagini e filmati di repertorio che ripercorrono i suoi successi Nina Zilli interpreta È luomo per me.

Canzone Valeria Fabrizi

La sorpresa a Valeria Fabrizi

Quarta ospite è invece l’attrice Valeria Fabrizi, che è già visibilmente emozionata. Serena Rossi ha preparato una clip in cui racconta la sua storia d’amore con Giovanni “Tata” Giacobetti, uno dei componenti del Quartetto Cetra. Si sposarono nel 1964 e dal loro matrimonio nacque Giorgia, anche lei presente a Canzone Segreta.

Canzone segreta 16 aprile sorpresa Valeria Fabrizi

Salgono sul palco Diana Del Bufalo, Erasmo Genzini, Pierpaolo Spollon e Gianmarco Saurino che fanno parte del cast della fiction Che Dio ci aiuti. I ragazzi le regalano I ricordi della sera, proprio del Quartetto Cetra. Sul finale appare il regista Pupi Avati che ha incoraggiato Valeria Fabrizi a tornare sulle scene, dopo un periodo di assenza, sul set del film Dichiarazione d’amore (1994).

Canzone segreta 16 aprile Simona Ventura

Canzone segreta 16 aprile, Simona Ventura

E’ il turno di Simona Ventura, al timone di Game of Games su Rai 2. Per ingannare l’attesa racconta di essere molto appassionata di musica, soprattutto quella degli Anni Ottanta e Novanta. Ed ogni mattina ascolta un determinato genere musicale che varia con il suo umore.

Canzone Simona Ventura

Appare la sorella Sara che recita un monologo che ripercorre alcuni momenti felici della loro infanzia. Sale poi sul palco Michele Bravi che interpreta Il tempo se ne va di Adriano Celentano. E’ un brano che la Ventura ascoltava sempre con i suoi genitori, Anna e Rino, che la raggiungono e ballano un lento. A loro si uniscono anche i suoi figli, Caterina e Giacomo. 

Canzone Massimo Ghini

Canzone segreta, Massimo Ghini

L’ultimo ospite è Massimo Ghini, che aveva già fatto la sorpresa a Cesare Bocci interpretando Freddie Mercury. Raggiunge il palco Riccardo Rossi che propone Tanto pe Cantà, introdotto dal filmato dell’interpretazione di Nino Manfredi al Festival di Sanremo del 1970.

Canzone Ghini

Nancy Brilli invece gli dedica Roma nun fa’ la stupida stasera mentre si alternano i suoi figli Camilla, Leonardo, Lorenzo e la sorella Sole. A loro si aggiungono anche la tata Maria e l’amico Paolo. L’altra figlia di Ghini, Margherita, non è potuta essere presente e per tale ragione gli ha preparato un videomessaggio da Londra.

In chiusura Serena Rossi interpreta Era de maggio mentre Irama canta La genesi del tuo colore, con cui ha partecipato all’ultimo Festival di Sanremo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it