Connect with us

Intrattenimento

UnoMattina Estate | 4 giugno 2018 | Prima puntata: la nostra analisi

Primo appuntamento con la versione mattutina del contenitore di Rai 1: i temi trattati e una riflessione sull'esordio della coppia Bisti - Ossini.
Francesco La Rosa

Pubblicato

il

Primo appuntamento con la versione mattutina del contenitore di Rai 1: i temi trattati e una riflessione sull'esordio della coppia Bisti - Ossini.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Apertura con i temi di più stretta attualità politica: i due conduttori hanno rivolto una serie di domande in studio a Marco Frittella, giornalista politico del Tg1, e ad altri esperti in collegamento. Valentina Bisti, vista anche la sua professione da cronista di lungo corso, è parsa più a suo agio pur senza monopolizzare la gestione del talk. Massimiliano Ossini, dalla diversa provenienza televisiva, si è sostanzialmente limitato a leggere le domande. Un inizio con il freno a mano tirato, i due conduttori devono ancora iniziare a carburare: ma ci può stare.

Nel secondo blocco, la Bisti e Ossini si sono dedicati all’attualità intervistando Maria Luisa Iavarone: è la madre di Arturo, il ragazzo brutalmente aggredito lo scorso dicembre a Napoli da una baby gang. La donna, di professione insegnante, ha fondato un’associazione che vuole contrastare la violenza e il bullismo. Anche in questa occasione, lo spazio per le domande rivolte alla coraggiosa donna è stato paritario con Ossini che ha leggermente “recuperato terreno” rispetto alla collega: il neo conduttore è stato meno timido nel sapersi ritagliare il suo spazio nell’analisi di un argomento per lui poco congeniale. È stata però la Bisti a gestire, bene, i tempi dell’intervista: giusto sia così visto anche l’esordio assoluto del collega in terreni informativi sconosciuti. 

Graduale passaggio alla cultura con un breve servizio sulla Napoli sotterranea, servito più che altro a fare da strumento per cambiare argomento. Ecco che infatti la trasmissione si è spostata sull’economia, celebrando l‘eccellenza della seta italiana. I due conduttori hanno intervistato brevemente in studio Stefano Vitali, dell’ufficio italiano seta e Unindustria: poco spazio però per il conduttore di Mezzogiorno in Famiglia, che ha stentato ancora ad ingranare nonostante gli argomenti trattati siano stati a lui più congeniali rispetto ai precedenti.

L’aria di Linea Verde (che Ossini ha presentato tra il 2006 e il 2010) si è respirata con un collegamento dalla Calabria dove una cooperativa si dedica da anni all’allevamento dei bachi da seta, procedimento spiegato nel dettaglio all’inviato di turno. Spazio dunque alle piccole realtà produttive italiane, che si cerca di valorizzare a livello nazionale: missione tipica del servizio pubblico che anche UnoMattina Estate intende perseguire.

In questa prima puntata c’è stato spazio anche per tematiche vicine ai telespettatori: stavolta si è parlato dell’allarme furti nelle abitazioni. Argomento affrontato insieme al giornalista Paolo Gambescia, corroborato da una testimonianza telefonica significativa fornita da Ciriaco De Mita. L’ex premier è tornato a parlare del furto subito in casa sua da alcuni malviventi, entrati di notte in casa. Per lui e per la moglie fortunatamente solo tanto spavento con nessuna conseguenza fisica.

La conduzione di questo spazio è stata in parte doppia, Ossini poi si è spostato da un’altra parte dello studio per intervistare il prof. Alfonso Celotto per la rubrica “La burocrazia non va in vacanza”. Con il docente universitario, il conduttore ha prima parlato delle regole e delle leggi da rispettare in spiaggia per la civile convivenza tra i bagnanti, poi delle difficoltà che a volte rendono complicato capire il linguaggio tecnico delle pubbliche amministrazioni. Piccolo errore, dettato dalla fretta, da parte di Ossini che ha lanciato l’ospite prima della sigletta della rubrica. L’unica indecisione in un’intervista gestita in maniera lineare, ma un po’ di piglio in più non sarebbe stato sgradito. 

A Valentina Bisti è affidata l’intervista al geologo Mario Tozzi. Con lui si è parlato inizialmente dell’eruzione in corso del vulcano del Fuego in Guatemala, poi l’attenzione si è spostata sul suo nuovo libro, “L’Italia intatta”, in cui Tozzi descrive alcuni tra i posti dello Stivale poco conosciuti e incontaminati. Un colloquio che forse sarebbe stato più opportuno affidare a Ossini: intervistare Tozzi su temi a lui più vicini avrebbe potuto rappresentare l’occasione giusta per dare slancio alla sua conduzione.

“I Grandi” è la rubrica che coinvolge l’esperto e autore tv Umberto Broccoli, già volto di UnoMattina in versione invernale e de I Fatti Vostri. Spazio non proprio originalissimo, dato che al “prof.” è affidato uno spazio in cui parlare, ogni giorno, delle curiosità legate alla vita di un personaggio famoso dello spettacolo o dello sport. Il protagonista di giornata è Nino Manfredi: una scelta non casuale, dato che l’attore ciociaro morì il 4 giugno di 14 anni fa. Un ricordo affidato anche a filmati d’epoca e rinforzato dalle parole di Broccoli, con cui i conduttori hanno interagito in modo più informale rispetto ai precedenti intervistati.

Si è tornati a parlare di politica in vista dell’imminente fiducia al nuovo Governo e le prospettive per l’inizio della legislatura, con un focus sulla gestione dell’emergenza immigrazione. Parterre di ottimo livello, con firme prestigiose: in studio Claudio Cerasa (direttore de Il Foglio) e Antonello Caporale (Il Fatto Quotidiano), in collegamento Luciano Fontana (direttore del Corriere della Sera) e Alessandro Sallusti, a capo de Il Giornale. Come nel primo talk in apertura di puntata, è stata Valentina Bisti a tenere le fila del discorso, con Ossini a ruota che più volte ha buttato l’occhio sulla cartellina prima e durante le sue domande, per avere una maggiore sicurezza.

A chiusura di trasmissione, un breve servizio di Francesco Gasparri dedicato all’isola di Procida. Il giornalista ne ha mostrato brevemente le bellezze architettoniche, ma anche le tradizioni gastronomiche. A dare notizie in più sull’isola campana è Costantino D’Orazio, storico dell’arte, che consiglia ai due conduttori e ai telespettatori “L’isola di Arturo” di Elsa Morante: l’opera era ambientata proprio a Procida.  L’attenzione nei confronti delle mete turistiche del Belpaese sarà costante, con un servizio dedicato a chiusura di ogni puntata.

Fermo restando che è presto per esprimere giudizi definitivi sulla nuova edizione di UnoMattina Estate, l’esordio della versione estiva del contenitore mattutino di Rai 1 appare generalmente positivo, in particolare sulla composizione e sulla successione dei contenuti.

Come è giusto che sia, il format ha affrontato argomenti di diverso genere, ma strettamente legati all’attualità italiana: politica, cronaca, costume, vacanze, spettacolo. La presenza di esperti del settore, è stata utile per affrontare i singoli temi su cui si è riflettuto: interviste mirate e non lunghe per non far calare l’attenzione dello spettatore a prima mattina. Il passaggio da un topic all’altro è stato effettuato in modo naturale, quasi come nella scaletta che compone un telegiornale. Anche i tempi e la struttura dei talk sono da apprezzare: ospiti di livello per un dibattito pacato, in cui si è riflettuto su ciò che accade nell’interesse del pubblico a casa.

Sotto l’aspetto della conduzione, in questa prima puntata l’esperienza accumulata lo scorso anno da Valentina Bisti si è fatta sentire. Il mezzobusto del Tg1 ha guidato le interviste condotte insieme al suo nuovo collega, gestendo bene i tempi in apertura e in chiusura. Anche il modo in cui la giornalista si è approcciata agli interlocutori ha denotato sicurezza e capacità di gestire in pieno controllo colloqui con personalità di diversi settori dell’attualità.

Esordio non propriamente brillante per Massimiliano Ossini: è nei segmenti politici, curati insieme alla Bisti, che si è riscontrato un certo timore e una poca padronanza dell’argomento. Molto ancorato alle domande preparate dagli autori, il conduttore si è limitato a leggere il copione, atteggiamento tuttavia comprensibile vista la sua inesperienza nel gestire talk su argomenti del genere. La vicinanza con la Bisti può aiutarlo a prendere più coraggio e a “sciogliersi” nel corso di questi mesi. Un pizzico di emozione per questo esordio si è notata anche negli altri spazi: a Ossini non sono mancati garbo e presenza televisiva, ma quel piglio e quell’impronta personale nella conduzione che possono e devono lasciare il segno, onde evitare di auto-cucirsi addosso un ruolo di spalla della sua nuova collega. Due conduttori, quindi, che per il momento vanno a velocità diverse: la Bisti con un’andatura costante e intensa, Ossini col timore di mettere la marcia giusta per dare slancio al suo motore. Un difetto su cui, si auspica, ci sarà modo e tempo per lavorare.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nasco a Napoli nel 1989, ma la mia città è San Giorgio a Cremano, la stessa di uno dei miei miti: Massimo Troisi. Gli studi mi hanno portato a Roma, dove mi sono laureato in Editoria multimediale e nuove professioni dell’informazione alla Sapienza. Sono giornalista pubblicista. Il varietà è il mio genere preferito, sia in tv che in radio. A ruota seguono serie tv e quiz. La mia passione è il Festival di Sanremo: da piccolo fantasticavo di cantare sul palco dell'Ariston, ora mi limito a sognare di condurlo!

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

L’Eredità: Roberto nuovo campione ma senza montepremi

ll professore pugliese è riuscito a sconfiggere le sfidanti al Triello ma non è riuscito ad individuare la parola corretta della Ghigliottina.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

l eredità 9 maggio 2021 Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’Eredità ha un nuovo campione: si chiama Roberto, viene da Bari ma risiede a Caldonazzo in provincia di Trento.

Il neocampione Roberto è riuscito a sconfiggere al Triello Amanda e Costanza. Il professore però non è riuscito a conquistare la Ghigliottina, del valore di 45.000 euro. Roberto prende il posto dell’avvocato Davide.

l eredità 9 maggio costanza

L’Eredità: il percorso di Roberto

Nella diretta del 9 maggio Flavio Insinna presenta gli sfidanti del neocampione Davide. E’ nato Sant’Agata dei Goti (Benevento) ma vive ora a Milano dove lavora come avvocato. Il suo sogno però è di diventare magistrato.

Il primo avversario è Roberto; è nato Bari ma vive in provincia di Trento. E’ docente di geometria. Nel primo gioco deve abbinare ogni oggetto al proprio colore bianco rosso o verde.

Costanza invece vive a Milano, studia Terapia occupazionale e fa volontariato in ospedale. La giovane deve specificare se dei volti noti sono romani o toscani.

I telespettatori ritrovano anche l’ex campione Massimiliano, da Ferrara, che ha la passione per il canto. Il concorrente deve distinguere se alcuni personaggi sono dei fumetti o dei cartoni animati.

Amanda è laureata in scienze motorie e sta proseguendo gli studi per la magistrale. E’ anche insegnante di cardiofitness. Per la ragazza il compito di specificare se alcuni personaggi del mondo dello spettacolo sono cantanti o sportivi.

Il quarto concorrente è Daniele, che partecipò all’Eredità nel 2012. Vive ad Ancona, è laureato al Dams ed è un videomaker. Deve spiegare se gli animali citati sono pesci o uccelli.

E’ presente anche la sceneggiatrice Francesca. Per lei un abbinamento a tema culinario. Deve riferire se alcuni piatti sono in bianco o al sugo.

Si sfidano nella prima scalata dei 60 secondi Costanza e Daniele. Quest’ultimo è il primo concorrente eliminato.

l eredità 9 maggio una o l'altra

L’Eredità, il gioco L’una o l’altra

Il secondo gioco è L’una o l’altra dove per ogni domanda il conduttore fornisce due possibili alternative. Al termine del primo giro non hanno risposto in maniera corretta Davide, Amanda e Massimiliano.

Il campione compie il doppio errore e punta il dito contro Amanda. La studentessa riesce però a rimanere in gioco.

eredità quattro date

Le Quattro Date

Per il gioco Le Quattro Date L’Eredità ha scelto come anni il 1951, 1970, 1995 e il 2015. Gli autori del primo errore sono Roberto e Massimiliano. E’ però quest’ultimo a compiere la doppietta e sceglie proprio Roberto come sfidante nel gioco dei 60 secondi.

Massimiliano è obbligato a lasciare lo studio. Prima di andare via ci tiene a mandare un saluto a sua madre.

eredità paroloni

L’Eredità, i Paroloni

Il conduttore introduce il gioco successivo. Si tratta dei Paroloni nel quale i concorrenti devono indovinare il significato di parole desuete. Il primo termine è Arringo, indovinato da Roberto, che significa corsa a cavallo. Costanza invece ha invece individuato il significato di Brogna, ovvero conchiglia.

Si confrontano di conseguenza nei 60 secondi Amanda e Francesca. Quest’ultima però per pochi secondi di differenza non riesce a rimanere in gara.

l eredità 9 maggio triello

Nella puntata del 9 maggio si sfidano al Triello Roberto, Amanda e Costanza.

Inizia Roberto che risponde correttamente agli argomenti Sport (10.000 euro), Curiosità (20.000 euro), Italiano (20.000 euro).

Amanda invece conquista le categorie Fantasia (30.000 euro), Musica (10.000 euro), Letteratura (30.000 euro). Costanza è l’unica concorrente che non è riuscita a rispondere ad alcun tema.

Amanda ha il montepremi più alto e può arrivare alla Ghigliottina se risponde correttamente alle prossime domande. Gli argomenti scelti sono Palio di Siena e Giornate internazionali. A causa di un errore è Roberto a diventare il nuovo campione.

l eredità 9 maggio ghigliottina

L’Eredità, la Ghigliottina di Roberto

Roberto affronta la Ghigliottina con la somma di 180.000 euro. Deve scegliere tra i seguenti abbinamenti: originale o classico, titolo o opera, portare o andare, tutti o notti, critico o praticoIl neocampione dimezza due volte, il montepremi scende così a 45.000 euro.

Le parole della Ghigliottina del 9 maggio sono:

  • classico
  • titolo
  • portare
  • tutti
  • pratico

Roberto ha scelto come termine manuale. La parola corretta della Ghigliottina, però, è esempio.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Domenica In 9 maggio: tra gli ospiti Incontrada, Fazio e i genitori di Marco Vannini

Tutti gli ospiti e le anticipazioni della trentacinquesima puntata della trasmissione condotta da Mara Venier.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Domenica in 9 maggio Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Domenica In torna il 9 maggio, con ospiti in studio ed in collegamento. L’appuntamento con la trentacinquesima puntata è alle ore 14:00 su Rai 1. Il contenitore festivo è condotto da Mara Venier. Viene trasmesso in diretta dagli Studi Fabrizio Frizzi di Roma.

La padrona di casa in occasione della ricorrenza si occupa della Festa della Mamma; che quest’anno si celebra nella giornata di oggi.

Domenica in 9 maggio Vanessa Incontrada

Domenica In ospiti 9 maggio, Vanessa Incontrada, Selvaggia Lucarelli

Nella puntata del 9 maggio Mara Venier ospita in studio Vanessa Incontrada, Alessandro Haber e Francesco Pannofino. Presentano il film Ostaggi, diretto da Eleonora Ivone, che è tratto dall’omonima opera teatrale di Angelo Longono. La pellicola è di genere commedia ma dalle atmosfere drammatiche. E’ disponibile dal 15 maggio su Sky Cinema Primafila Premier. Nel cast sono presenti anche Gianmarco Tognazzi, Elena Cotta e la stessa regista.

Mara Venier accoglie anche Selvaggia Lucarelli. La giornalista e blogger racconta dell'”amore tossico” che ha vissuto in prima persona. Dalla sua esperienza personale ha tratto una serie di racconti in podcast. Ha per titolo Proprio a me ed è disponibile sulle principali piattaforme streaming. In ogni appuntamento, della durata di 40 minuti, racconta storie di donne e uomini che hanno sofferto di dipendenza affettiva nei confronti del proprio partner.

Domenica In, Fabio Fazio, i genitori di Marco Vannini

Interviene anche Fabio Fazio che ospita a sua volta Mara Venier nella puntata odierna di Che tempo che fa. La conduttrice presenta da Fazio il suo ultimo libro Mamma, ti ricordi di me? che è arrivato nelle librerie lo scorso 6 maggio. Non è escluso che possa collegarsi a Domenica In anche Luciana Littizzetto.

Nella trentacinquesima puntata di Domenica In sono presenti anche i genitori di Marco Vannini. Il ventenne fu ucciso a Ladispoli nel maggio 2015. Marina e Valerio Vannini ricostruiscono tutte le fasi della vicenda e del processo giudiziario. Commentano anche la sentenza della Corte di Cassazione con le relative condanne confermate dal collegio giudicante.

Domenica in 9 maggio Arisa

Domenica In ospiti 9 maggio Arisa, Marco Masini

Nello spazio dedicato alla musica torna in studio Arisa. Dopo aver ripercorso le tappe salienti della propria carriera interpreta dal vivo Ortica. Il singolo, in dialetto napoletano, racconta di un amore finito. Arisa però potrebbe anche cantare nuovamente Potevi fare di più, che ha portato in gara all’ultimo Festival di Sanremo.

Interviene anche Marco Masini per lanciare un appello a favore della ripresa dei concerti dal vivo. Gli artisti infatti sperano di tornare presto ad esibirsi, nel rispetto delle normative imposte dalla pandemia.

La campagna vaccinale

Come di consueto la prima parte di Domenica In è dedicata alla campagna vaccinale anti Covid. Interviene, in collegamento, il Ministro per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini. Presente ancora una volta il Sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri che si occupa degli ultimi dati sui contagi.

Torna anche l’immunologo Francesco Le Foche che si sofferma sulle varianti del virus e sulla percentuale di cittadini finora vaccinata. Al dibattito si unisce la giornalista Giovanna Botteri che si collega da Pechino.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Amici 20, 8 maggio 2021, la Semifinale – ecco i nomi dei finalisti

I giovani talenti si sfidano per ottenere il titolo di vincitore guidati dai professori. Ospiti: The Kolors ed Ermal Meta
Benedetta Morbelli

Pubblicato

il

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa sera, 8 maggio 2021, alle ore 21.20 su Canale 5 andrà in onda una nuova puntata del Serale di Amici 20. La scuola di Maria De Filippi torna in prima serata. I giovani talenti si sfideranno per ottenere il titolo di vincitore, guidati dai professori sempre più agguerriti e determinati.

Ospiti speciali: Ermal Meta e The Kolors

Amici 20, 8 maggio 2021, ospiti Ermal Meta e The Kolors

Inizia il programma. La semifinale comincia con una sfida tra cantanti. I giurati votano Aka7Even. La squadra Pettinelli – Peparini sfida per prima quella Zerbi – Celentano e la prova è Tancredi vs Aka7Even. Vince Aka grazie ad una performance che punta allo show e trascina con carisma.

La seconda prova è Aka7Even vs Sangiovanni. Aka dedica la sua esibizione a Napoli, Sangiovanni all’amore. Stefano De Martino definisce il cantante della squadra Zerbi-Celentano “un piccolo genio”. Emanuele Filiberto concorda. E’ Sangiovanni a vincere la prova.

La terza prova è Tancredi vs Aka7Even. Sta ai giudici decidere se assegnare il punto ad Aka e mandarlo quindi dritto in finale. De Martino, Stash ed Emanuele Filiberto decidono di premiare il percorso di crescita del cantante e gli assegnano la prima maglia dorata. Anna Pettinelli si commuove: “Ritieniti spupazzato per benino. Sono molto orgogliosa di te. Sei una testa durissima ma sei un talento”.

Amici 20, 8 maggio 2021, seconda manche

Alessandra Celentano indossa una coroncina da principessa e balla un valzer con Emanuele Filiberto.

Inizia la seconda manche. Stavolta si sfidano i ballerini ed i giudici scelgono Alessandro. La squadra Arisa-Cuccarini sfida per prima quella Zerbi-Celentano e la prova è Alessandro vs Serena. Vince Alessandro.

Il ballerino continua poi scontrandosi anche con Giulia, ma l’allieva della squadra Peparini-Pettinelli ha la meglio.

La terza prova è una comparata tra Alessandro e Serena. La performance è creativa: sulla stessa base e con l’aiuto di un pupazzo di stoffa bianca, i ballerini devono creare una coreografia in stile Broadway. I giudici preferiscono Serena.

La quarta prova è Alessandro vs Giulia. La ballerina danza una coreografia che richiama le origini catalane della mamma e conquista il suo posto in finale. Sangiovanni si alza in piedi felice. I due fidanzati si abbracciano ed il cantante si commuove mentre Giulia corre verso la sua maglia dorata.

Amici 20, il trofeo del guanto di sfida

Rudy ed Alessandra ricevono un guanto di sfida da Arisa e Lorella. Le “Cuccarisa” cantano e ballano un medley di “Mamma Maria”, “T’appartengo” e “Karaoke”. Il duo è spumeggiante e regala una performance trascinante. “Arisa è stata una compagna di viaggio meravigliosa” – esclama entusiasta Lorella. “Anche per me è stato lo stesso” – risponde la cantante.

Alessandra e Rudy fanno il loro ingresso all’interno di una perla blu, simbolo del locale inventato da Zerbi. I due professori cambiano le parole di “Sincerità” di Arisa e dedicano una serenata alle avversarie. Danno poi il via ad un trenino sulle note di “AEIOU”, che per l’occasione diventa “Cuccarisa”.

I giudici assegnano la vittoria alla Celentano e a Zerbi. “Volevo salutare i miei figli a casa. Dopo 52 anni papà ha vinto qualcosa, grazie” – afferma Rudy.

Amici 20, terza manche e finalisti

Secondo girone per i cantanti, che tentano di conquistare il loro posto in finale. I giudici votano Sangiovanni, che si scontra contro Tancredi per ben due volte. Prevale entrambe con l’entusiasmo di Stash & co: “Sangiovanni trova il tempo per divertirsi sul palco”. La terza prova è Sangiovanni vs Deddy. Il cantante della squadra Zerbi-Celentano ha la meglio ancora una volta e vola in finale.

I The Kolors cantano il loro nuovo singolo, “Cabriolet Panorama”, con due coristi d’eccezione: Stefano De Martino ed Emanuele Filiberto.

Tancredi, Alessandro, Deddy e Serena si esibiscono uno dopo l’altro per convincere i giudici. Con i loro cavalli di battaglia splendono come mai prima d’ora. I ragazzi sono visibilmente emozionati e rivelano quanto sarebbe importante per loro arrivare in finale.

Rudy si dice molto fiero di Deddy, che dopo anni di sacrifici per la famiglia ha realizzato il suo sogno entrando nella scuola di Amici. “Dentro ad Amici è cresciuto non solo artisticamente, è cambiato anche caratterialmente” – dice. Anche gli altri professori dedicano dolci parole ai loro pupilli.

Entrano in studio Karl Sydow e Federico Bellone, che presentano il loro progetto “Broadway Milano”. Da dicembre 2021 tre teatri milanesi presenteranno show di Broadway e Karl Sydow ha deciso di proporre ad Alessandro un ruolo nel primo spettacolo “Dirty Dancing”. Il ballerino piange felice.

Amici 20, 8 maggio 2021, finalisti a sorpresa

I concorrenti tornano in casetta. Ancora non sanno che tra loro non c’è un solo finalista, ma due.

Il primo concorrente a non andare in finale è Tancredi. La seconda è Serena e segue anche Deddy. Alessandro rimane in gara e conquista la sua maglietta dorata. I ragazzi non sanno che in realtà uno dei tre eliminati è il quinto finalista.

In studio Maria comunica a Deddy che è lui e gli consegna la maglia della finale. Il cantante, incredulo, piange di gioia. Anche Alessandro corre in studio per vivere il suo “momento di gloria”.

Ermal Meta canta il suo nuovo singolo “Uno”.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it