Sorci verdi, la prima puntata

Live l'esordio su Rai2 di Sorci Verdi, il programma di satira, musica e comicità condotto da J-Ax.


Monologo d’apertura per J-Ax che oltre a presentarsi, fa qualche battuta politica e elogia la Rai: “Ciao Italia, stasera vi facciamo vedere i sorci verdi!”. Bella e allegra anche la sigla. Paolo Jannacci, direttore d’orchestra del programma interagisce subito col rapper. Bello il ritmo incalzante.

5ott sorciv jax

Si passa a parlare della televisione e parte un video parodia di Breaking bad, come se questa fosse stata proposta prima del 1973. Un obiettore per amico o un angelo in corsia i titoli proposti: idea non originale (già proposta dai The Jackal) ma ben realizzata.

Seconda clip, il presunto notiziario “Ultime notizie“. Anche questa è una cosa già vista e che per qualche modo ricorda Maccio Capatonda. Il servizio odierno parla dell’espansione dello spazio verde nelle città.

5ott sorciv ultime notizie

Dopo la pubblicità l’ex leader degli Articolo 31 continua a sbeffeggiare la Rai e a sfoderare una parolaccia dietro l’altra. L’emittenza pubblica viene definita romana fino all’osso, il programma è girato a Milano. Il co-conduttore Augusto Pedari è il “gettone romano” che lo show deve pagare.

5ott sorciv pedari

Si va avanti sulla scia del già visto con la presentazione della classifica delle 5 cose più strane messe all’asta su internet. Oggetti che rimandano alla sfera sessuale e che vengono utilizzate da J-Ax per tirare battutine ai politici italiani.

5ott sorciv classifica

Clip divertente quella della pizzeria “sponsor” che anticipa le chiamate dei clienti e col pony express che poi sbaglia continuamente il nome dell’attività. Altro video satirico, questa volta sulle start-up e sulle difficoltà dei giovani nel mondo del lavoro. 

Arriva il momento dell’intervista vip: in studio entra Maria De Filippi. La prima donna di Canale5 afferma che non ha avuto il permesso scritto ad andare in Rai, ma solo una rassicurazione telefonica: “puoi andare perché c’è J-ax”.

5ott sorciv intervista de filippi

Inevitabile e prevedibile la prima domanda sulla “maria”. Carina l’idea di fare un quesito tratta da Yahoo answer. Si passa a parlare di suo figlio con cui si definisce “molto severa”, del suo cane Ugo e poi del matrimonio con Maurizio Costanzo

Gestione quantomeno discutibile della chiacchierata con J-Ax che passa dalla foto su instagram di Moreno che mostra il fondoschiena, all’opinione della De Filippi sugli omosessuali. Grazie alla brillantezza e all’esperienza della giurata di Tu sì que vales, la situazione migliora.

5ott sorciv videogioco

Finalmente qualcosa di divertente! La macchina generatrice di rap dei Two Fingerz che rimanda ad un videogame di lotta degli anni 90. La sfida stasera è tra Maria De Filippi e Barbara D’Urso. Seconda pubblicità.

L’intervista procede piacevolmente tra i gusti di musicali della De Filippi, la sua severità con il marito, i desideri non ancora realizzati. Arriva il momento in cui l’ospite duetta in Maria Salvador con J-Ax. Performance stellare che rovina completamente il tormentone estivo: questo risulta però essere il momento più esilarante fin qui vissuto.

5ott sorciv duetto

Continua la satira con la presa in giro della figura del social media manager che insegue i like su internet e segue le pagine social di Gabrielone. Capiamo la tarda ora, ma anche in questo caso, troppe parolacce.

Un commento anche su J-Ax: il rapper appare troppo ingessato, soprattutto nei monologhi si vede che segue un copione e molto spesso brucia battute e osservazioni puntenti accellerando il ritmo della frase prima della chiusura di questa. Affiancargli qualcuno di valore, sarebbe stato molto più funzionale. 

5ott sorciv cambio droga

L’ultima clip satirica prende in giro tutti i format americani molto in voga ultimamente e si chiama “cambio droga“. Gli altri non brillavano, ma questo era davvero il no sense.

Termina qui la prima puntata di Sorci Verdi. J-Ax vi aspetta lunedì prossimo alle 23.35 sempre su Rai2.



0 Replies to “Sorci verdi, la prima puntata”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*