Eurovision Song Contest 2019 | finale 18 maggio 2019 | Trionfano i Paesi Bassi, Mahmood arriva secondo


Fase Finale per l'Eurovision Song Contest. Scopriremo quale nazione si aggiudicherà la vittoria della grande manifestazione internazionale musicale. Mahmood sarà il 22° artista ad esibirsi, con il brano Soldi.


E’ andata in onda, a partire dalle 20.35 su Rai 1, la finalissima dellEurovision Song Contest.

Flavio Insinna e Federico Russo accompagneranno il pubblico nella lunga kermesse canora. Seguiranno passo passo lo svolgimento della finale in diretta da Tel Aviv e nell’anteprima, insieme a Mahmood, ci aggiorneranno con le notizie dal backstage fino alle 21.00 quando prenderà ufficialmente il via la finale. Il vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo presenterà il brano “Soldi” alla platea internazionale. Per l’occasione è stata realizzata una versione di 3 minuti come previsto dal regolamento. 

La manifestazione sarà seguita anche dai colleghi di Radio 2 Gino Castaldo ed Ema Stokholma. Scopriremo quale nazione, tra i 26 paesi partecipanti, si aggiudicherà la vittoria.

Seguiamo insieme la finale:

Nella clip di anteprima, Flavio Insinna si trova ancora a Roma mentre Federico Russo si gode un cocktail sulla spiaggia di Tel Aviv. Quest’ultimo invita Insinna a raggiungerlo il prima possibile.

Una volta giunti in spiaggia i conduttori introducono, attraverso una clip, l’artista che rappresenta l’Italia all’ Eurovision Song Contest 2019 : Mahmood. 

Nelle passate edizioni hanno partecipato : nel 2011 Raphael Gualazzi, nel 2015 Il Volo, nel 2016 Francesca Michielin, Nel 2017 Francesco Gabbani e lo scorso anno Ermal Meta e Fabrizio Moro.

Flavio Insinna ha preparato la spremuta d’arancia con le famose arance di jaffa e vuole scegliere a tutti i costi la camicia che Mahmood dovrà indossare sul palco. Ne ha una pronta sulla quale sono stampati i visi dei conduttori.

Il giovane cantante riceve messaggi di incoraggiamento da parte di Roby Facchinetti, Elodie, Pippo Baudo e Mara Venier.

Anche Milly Carlucci tifa per Mahmood e ricorda che , per lasciare spazio all’Eurovision, Ballando con le stelle andrà in onda con due appuntamenti consecutivi, venerdì 24 maggio e sabato 25.

Netta  introduce tutti gli artisti che si esibiranno per la finale. Sono 26 i paesi partecipanti.

Una delle ospiti di questa manifestazione è Dana International, la prima transessuale a vincere l’Eurovision nel 1998 con Viva la Diva.

Segue Ilanit, cantante israeliana che partecipò nel 1973 con il brano Ey Sham.

I conduttori della finale sono Bar Refaeli, Erez Tal, Assi Azar e Lucy Ayoub. Il televoto partirà al termine di tutte le esibizioni ed ogni paese non può votare per il proprio. Gli italiani quindi non potranno votare per Mahmood.

La novità della 64* edizione è che i cantanti balleranno durante la performance ed ogni artista sarà introdotto da una cartolina con le immagini di Israele.

La prima nazione ad esibirsi è Malta, rappresentata da Michela con Chameleon.

L’Albania è rappresentata da Jonida Maliqi con il brano intimista Ktheju tokes.

I giovanissimi componenti della band, della Repubblica Ceca, Lake Malati coinvolgono il pubblico con il brano Friend of a friend.

Dalla Germania arrivano le Sisters con il brano Sister.

E’ il turno della Russia : Sergey Lazarev si esibisce con  Scream.

Finora la prima cinquina si è rivelata interessante. Sembra promettere bene per il resto della gara canora.

Leonora, ex pattrinatrice, rappresenta la Danimarca con la romantica canzone Love is forever.

Serhat, per la seconda volta, rappresenta la Repubblica di San Marino con il brano disco Say na na na. Il ritornello è così orecchiabile che l’Arena di Tel Aviv lo canta insieme a Serhat.

Ottava nazione ad esibirsi è la Macedonia del nord: Tamara Todevska canta Proud. La canzone è dedicata alla figlia piccola .

La Svezia è rappresentata da John Lundvik con Too late for love. Il giovane viene accompagnato da un gruppo gospel composto da 4 donne.  La canzone narra un amore finito, dove chi se ne è andato ha lasciato un senso di vuoto nell’altro.

Il decimo paese in gara è la Slovenia, Zala Kralj & Gasper Santi cantano Sebi. La giovane coppia si è conosciuta sui social network. Lui l’ha accompagnata solo con la chitarra.

Da Cipro la stravagante Tamta si esibisce con Replay.  Durante l’esibizione balla con un gruppo di quattro uomini con smalto sulle unghie e magliette nere di organza.

Duncan Laurence rappresenta i Paesi Bassi con Arcade. Uno dei versi della canzone recita :  “l’unica cosa che so è che amare te è un gioco perso“.

Segue l’esibizione della Grecia: Katerine Duska canta Better Love. La scenografia rievoca atmosfere fiabesche, con follette e giardini gremiti di fiori.

I padroni di casa accogliono con entusiasmo il loro rappresentante. Il cantante israeliano Kobi Marimi canta Home. Al termine dell’esibizione il cantante piange per l’incontenibile emozione.

Il trio norvegese KeiiNo coinvolge la platea con Spirit in the Sky. I suoni evocano atmosfere della natura.

MIcheal Race oltre ad essere il cantante del Regno Unito, dicono che sia anche un buon pasticcere. Fa ascoltare al pubblico la sua “Bigger than Us”.

L‘Islanda viene rappresentata dal brano Hatrid mun sigra (l’odio vincerà) di Hatari. Tra schiavi, pantaloni di pelle, borchie e una gabbia al centro del palco, portano un genere misto tra dark e metal riconducibile a cantanti come Marylin Manson.

Si ritorna ad atmosfere più tranquille con Storm, brano di Victor Crone per l’Estonia. Oltre alla musica le sue grandi passioni sono la meditazione e le moto d’acqua.

Per la Bielorussa c’è Zena con Like it. La ragazza ha solo 16 anni ed la concorrente più giovane a partecipare all’Eurovision Song Contest. Seppur giovanissima ha anche doppiato la versione russa dei cartoni animati  “Oceania”  e “Ralph spacca internet”.

Il prossimo artista in gara è Chingiz. Rappresenta l’Azerbaigian con Truth. Il ragazzo ha un passato difficile alle spalle : ha vissuto con la madre ed il fratello in una casa senza luce e gas.

La Francia non vince da 40 anni. Quest’anno ci prova con Roi di Bilal Hassani. Per uscire dai convenzionali schemi estetici, Hassani ha scelto come ballerina una ragazza in sovrappeso e una non udente.

E’ il momento dell’esibizione dell’Italia. Mahmood fa conoscere al pubblico internazionale il brano vincitore del Festival di Sanremo, Soldi. L’Italia ha vinto l’ultima volta nel 1990 con Toto Cutugno. L’Arena di Tel Aviv partecipa attivamente battendo le mani a tempo.

Il 23° paese in gara è la Serbia. Novena Bozovic propone Kruna. La cantante ha già partecipato nel 2017 con il brano Piši mi, classificandosi terza.

Segue la Svizzera, Il giovane Luca Hanni, vincitore della nona edizione di Deutschland sucht den Superstar, canta il brano dancing She got me.

Penultima nazione ad esibirsi è l’Australia, Kateiller Heidke, in un look che ricorda vagamente Madonna, canta Zero Gravity. In alcuni momenti la sua voce assomiglia a quella di Kate Bush. Sospesa su delle pertiche oscillanti tenta di ricostruire l’atmosfera in assenza, appunto, di gravità.

E’ giunto il turno della Spagna. Miki  con La Venda tenta di coinvolgere il pubblico con un brano perfetto come tormentone estivo, da spiaggia.

Termini le esibizioni viene aperto ufficialmente il televoto. Ogni votante riceverà un video di ringraziamento dall’artista votato.

In attesa di conoscere il risultato, si esibiscono alcuni partecipanti delle passate edizioni. La particolarità è che i cantanti si scambiano i brani. Tra questi ci sono Mans Zelmerlow, Verska Serduchka e Conchita Wurst.

Torna sul palco anche Gali Atari che vinse l’Eurovision nel 1979 con Hallelujah.

Per la prima volta sul palco dell’Eurovision Song Contest c’è Madonna. La pop star statunitense, di origini abruzzesi, è venuta a sponsorizzare il suo ultimo album, Madame X.

Mentre va a prepararsi per la performance, Netta presenta il nuovo singolo Nana Banana.

Madonna festeggia i 30 anni di “Like a prayer” in modo surreale. Evocando atmosfere di una setta religiosa, degli uomini incappucciati intonano un coro a cappella. La cantante sfoggia un look dark, indossa una coroncina e una benda sull’occhio sinistro. D’un tratto ci si ritrova catapultanti in un futuro segnato dall‘inquinamento e dal degrado. “Future” è il nuovo singolo di Madonna.

Chiuso il televoto i conduttori si collegano con i collaboratori di tutto il mondo. Ogni nazione esprime la proprio preferenza assegnando 12 punti.  Malta, Macedonia , San Marino, Germania, Belgio, Croazia hanno votato per l’Italia.

La classifica parziale potrebbe essere ribaltata dal televoto. L’Italia è al quarto posto. Sul podio provvisorio vi sono i Paesi Bassi al terzo posto, seguiti dalla Macedonia del Nord. Al primo posto, per ora, c’è la Svezia.

Per scoprire il vincitore, i conduttori uniscono i risultati appena ottenuti con quelli del televoto.

I Paesi Bassi vincono la 64° edizione dell’ Eurovision Song Contest. Mahmood si classifica al secondo posto. Seguono la Russia e la Svizzera. Negli ultimi tre posti della classifica invece vi sono la Germania,la Bielorussia ed il Regno Unito.



0 Replies to “Eurovision Song Contest 2019 | finale 18 maggio 2019 | Trionfano i Paesi Bassi, Mahmood arriva secondo”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*