Rai Dire Nius dal 13 febbraio su Rai 2 con la Gialappa’s Band


Si chiama "Rai Dire Nius" il nuovo programma che andrà in onda su Rai 2 dal 13 febbraio. Al timone ci sono i tre componenti della Gialappa's Band e l'appuntamento è previsto ogni giorno dal lunedì al venerdì alle ore 21:00. Si tratta dunque di una striscia quotidiana presente in palinsesto in un tardo access prime time.


Si chiama “Rai Dire Nius” il nuovo programma che andrà in onda su Rai 2 dal 13 febbraio. Al timone ci sono i tre componenti della Gialappa’s Band e l’appuntamento è previsto ogni giorno dal lunedì al venerdì alle ore 21:00. Si tratta dunque di una striscia quotidiana presente in palinsesto in un tardo access prime time.

Nel programma oltre alla Gialappa’s ci sono il Mago Forest e Mia Ceran.

Lo schema mette a confronto un vero tg con uno invece fondato su notizie che non sono andate in onda per mancanza di spazio.

L’ambientazione è in uno studio che evoca proprio le atmosfere di un telegiornale prestigioso. Qui la Gialappa’s Band ha convocato Michele Foresta che sostiene di essere un vero giornalista e di essere in possesso dell’iscrizione all’albo. Nell’espediente narrativo del programma non si conosce la verità sul presunto giornalista. Resta il dubbio se abbia davvero il tesserino e abbia superato l’esame per la professione. Ma i tre della Gialappa’s decidono di dar loro credito e quindi di fidarsi. Accanto a Michele Foresta, giornalista per finta, ce n’è invece uno vero. Si tratta di Mia Ceran che interagirà con il collega non iscritto all’albo in una situazione destinata a creare divertimento ed ironia, ma soprattutto imprevedibilità.

gialappas band rai dire nius

Michele Foresta (ovvero il Mago Forest) nel corso del nuovo programma ha un compito molto importante: deve selezionare tutte le migliori notizie che il Tg2, finito da poco sulla stessa rete, non è riuscito a dare ai telespettatori per mancanza di tempo. Un compito importante che giustifica il nome del programma. “Rai Dire Nius” dovrebbe essere dunque una specie di continuazione del notiziario della seconda rete. Naturalmente le scelte di Forest sono dettate soltanto da una grande approssimazione e da criteri personali che spesso non corrispondono con l’importanza delle notizie che vengono fornite. Tutto questo crea quindi una situazione di ironia che si scontra con la severità mostrata dalla giornalista vera, ossia Mia Ceran. Sarà lei a richiamare al senso del dovere il falso collega e a cercare di ripristinare una corretta informazione che il suo compagno di lavoro mette sempre in discussione.

Il programma dura quotidianamente soltanto 15 minuti. E nel racconto i fatti del giorno sono trattati nella maniera irriverente e singolare della Gialappa’s Band. I ragazzi del trio comico intervengono come sempre con le loro voci fuori campo e in questo modo interagiscono con Mago Forest e Mia Ceran che si trovano in studio. {module Pubblicità dentro articolo}

La Gialappa’s torna su Rai 2 subito dopo aver concluso un altro programma che aveva come titolo “Milano-Roma In viaggio con i Gialappa’s“. L’appuntamento era iniziato lunedì 14 novembre 2016. Le puntate erano state collocate in palinsesto in seconda serata alle 23:15. Si trattava di sette “viaggi” fatti lungo l’Autostrada del Sole da altrettante strane coppie. In macchina cioè a viaggiare da Milano verso la Capitale c’erano personaggi del mondo dello spettacolo che parlavano tra di loro cercando di conoscersi meglio. I primi ad inaugurare il programma sono stati Giancarlo Magalli e Giulia Salemi. Ma ci sono stati anche Erri De Luca e Geppi Cucciari, Costantino della Gherardesca e Giulia Innocenzi solo per citarne alcuni.

Ricordiamo inoltre che la Gialappa’s Band conduce ogni domenica il programma “Quelli che il calcio insieme” a Nicola Savino.



0 Replies to “Rai Dire Nius dal 13 febbraio su Rai 2 con la Gialappa’s Band”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*