Saturday Night Live: la conferenza stampa della versione italiana


La conferenza stampa della versione italiana del celebre show americano. Alla guida troviamo Claudio Bisio. Tutte le dichiarazioni degli intervenuti e le news che riguardano il programma.


Milano. Scopriamo tutti i dettagli di questa versione nostrana del celebre show comico Saturday Night Live che in America ha lanciato in quarant’anni tanti artisti. Vedremo se accadrà anche da noi.

Dopo aver assistito all’esibizione della band che ci ha fatto ascoltare anche la sigla in anteprima, prende il via la conferenza stampa di Saturday Night Live Italia

Antonella D’Errico, director di Sky Terrestal Channel “Tv8 iniziano a conoscerla un po’ tutti e si sta conquistando il suo spazio. È un programma molto pop, il nostro target è molto giovane e Sarurday Night Live fa anche satira sociale. In più crediamo che ci sia coerenza con la nostra programmazione, basta pensare al fatto che Claudio sia uno dei volti di Italia’s Got Talent”‘. Nils Hartmann, direttore delle produzioni originali Sky, prosegue nel sottolineare: “abbiamo preso un format rendendolo nostro, non vogliono misurarsi con l’America. I responsabili Nbc sono rimasti colpiti dallo studio”.
Fatma Ruffini, a sua volta, non parla di confronto, ma “si è preso il meglio da loro, adattandolo al nostro gusto italiano. Avremo ospiti importanti, non penso ci sarà mai Mattarella”.

Claudio Bisio racconta come non esista un conduttore nell’originale se si pensa alle loro ultime edizioni. “Sono entusiasta del cast, di novità assoluta per me sono gli sketch poiché è qualcosa che mi appartiene poco. Con Tanica ci conosciamo da trent’anni.
Poi: Siamo onesti, per noi non è propriamente live, l’abbiamo registrato qualche giorno prima. Con il pubblico in studio (250 persone). Anche per questa versione è stata pensata una serie tv: se mafia capitale (quindi Suburra) incontrasse il mondo criminale napoletano (Gomorra) cosa accadrebbe? Lo si scoprirà in Sguburra”. E ce ne viene offerto un assaggio insieme al non politicamente corretto de “Il terzo segreto di satira”.

A proposito degli ospiti Bisio rivela: “Non vengono in promozione, ma abbiamo stars che si mettono in discussione e stanno al gioco. Tra i nomi Giorgia – già prevista nella prima puntata – (che fa il chirurgo cantando E poi e ha fatto uno sketch anche con I Trejolie), Alessandro Cattelan, The Kolors. Negli rvm avremo da Rocco Siffredi a Federica Pellegrini.
Nella prossima settimana sono previsti Elio e le Storie Tese.
Ancora Bisio: Posso dire che ci sono tanti sapori diversi, tra cui il momento stand-up effettuato sia da me che da Rocco Tanica, ma anche da tutto il cast fisso dI comici (oltre a I Trejolie, Francesco Arienzo, Alessandro Betti, Mirko Darar, Annagaia Marchioro, Mary Sarnataro e Marta Zoboli).

Per quanto riguarda, invece, il tg satirico, per la puntata di debutto Bisio è stato spalleggiato da un giornalista come Enrico Mentana.
Il capocomico racconta come la squadra sia davvero affiatata e abbia avuto modo di imparare anche dai più giovani.
La formazione teatrale senz’altro ha dato un respiro più lungo. Bisio non nasconde quanto sia contento di aver ritrovato Tanica.

Partono le domande:

Quanto gli americani hanno preteso per cedere il marchio?

Ci sono dei paletti, a partire dalla grafica e dal marchio, poi nell’adattamento c’è libertà. L’impianto e lo spirito sono gli stessi. Ad esempio noi ci siamo allungati nella durata, arrivando a 80′.

C’era stata un’edizione su ItaliaUno?

Sì in seconda serata per tre edizioni.

Quanto c’è di Zelig in tutto questo? Non vi sentite uno tra tanti?

(Risponde Bisio) per me è una grande novità ed è completamente diverso da Zelig. In Saturday Night Live è presente molta più satira. La prossima settimana, ad esempio, con la Ferilli ci sarà uno sketch in cui interpretiamo i Kennedy e questo non è Zelig, Colorado né Comedy Central.
Nel Weekend Update, ammetto, so di dover ancora imparare (dice con senso autocritico).

Avete ponderato la scelta di inserire lo skyline di Milano (la scenografia richiama anche la stazione centrale) visto che va in onda a livello nazionale?

Siamo a Milano e ci appariva la scelta più naturale, mettere un non luogo non ci sembrava il caso.

Pensate di aumentare le puntate?

È una macchina molto impegnativa e abbiamo ritenuto che le sei puntate fossero il numero migliore per ora.

Quando avete ideato il percorso creativo dello show, cosa avete ipotizzato rispetto al target?

Tv8 si è creata uno spazio nelle generaliste rispetto al pubblico più giovane, conquistando la fascia, in particolare, 35-54anni.

Quali sono le prospettive rispetto alla concorrenza?

Tv8 è un canale che crea divertimento e, relax, noi miriamo a essere un’alternativa.

Gli sketch saranno diffusi in rete?

Stiamo già lavorando molto sul web comprese le piattaforme social. Senz’altro in rete ci saranno delle pillole.

Piccola postilla sulla band da parte di Tanica “I componenti sono il meglio di ciò che offriva il panorama milanese e nazionale. La musica è integrata durante il tessuto drammaturgico”.

La conferenza stampa si conclude qui, l’appuntamento con Saturday Night Live è per domani sera, alle 21 su Tv8. Sono previste anche delle repliche durante il weekend.



0 Replies to “Saturday Night Live: la conferenza stampa della versione italiana”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*