Nemo – Nessuno escluso | 25 maggio 2018 | puntata in diretta


Tutti i servizi e i reportage in diretta per questo nuovo appuntamento con il format ideato da Alessandro Sortino. Stasera si è parlato di incidenti sul lavoro, sexting e obesità.


È andato in onda su Rai 2 un nuovo appuntamento con Nemo – Nessuno escluso, il programma di approfondimento condotto da Enrico Lucci e Valentina Petrini. Noi lo abbiamo seguiamo in diretta. 

Anteprima con Daniele Piervincenzi in collegamento da Montecitorio: l’inviato fa il punto della situazione politica in vista della creazione del prossimo Governo. Ecco gli opinionisti di questa sera: Mario Giordano e Stefania Sandrelli.

Poi, servizio sul tema di Nello Trocchia: il giornalista intervista parlamentari del Pd che definiscono quale sarà la loro linea di opposizione, e poi anche Luigi Di Maio. Il giornalista però vuole cercare di capire cosa ne pensa la “Roma mondana” sul nuovo governo-gialloverde: non mancano gli scettici.

Tocca allo scrittore Fulvio Abbate commentare la nuova realtà politica che sta per nascere: riferimenti dotti a Pasolini e Kavafis per spiegare con la letteratura e la cultura come le novità possano essere fonte di spavento e paura.

Interessante servizio firmato da Enrico Lucci che fa capire come sia cambiato il modo di comunicare da parte dei politici: prima c’era maggiormente il filtro dei giornalisti, ora invece i politici si rivolgono direttamente ai cittadini tramite social con selfie e dirette: ironia immancabile quella dell’ex Iena. In tal senso, un’analisi più dettagliata viene offerta in studio da Mirko Scarcella, esperto di web e social. “Il problema però è che loro non rispondono ai commenti. È necessario interagire con la gente“, dice.

Che fine fanno gli embrioni che non vengono impiantati nell’utero femminile per la fecondazione in vitro? Possono essere adottati. L’inviata spiega come l’adozione degli embrioni non sia legale, mentre in alcuni paesi esteri invece sì: una scelta fatta da una coppia italiana, che ha deciso di ricorrere a questa tecnica per avere figli e che si è recata fuori dai nostri confini per riuscirvi. Poi, ci mostra qual è il procedimento di congelamento degli embrioni.

Si continua a parlare, in un certo senso, di figli. Sonny Olumati ha vissuto per alcuni anni in un orfanotrofio e ha deciso di ritornare in quel luogo dove era stato da piccolo, fino a 4 anni e mezzo di età. La struttura è gestita da suore, molto contente di rivederlo. Poi, il giovane ha modo di parlare anche con alcuni bambini che vivono lì dentro, giocando e scherzando con loro.

Si tocca il problema dell’obesità. Enrico Lucci ha incontrato delle persone che, nonostante il peso in eccesso che spesso può essere causa di problemi psico-fisici, si sentono contente e felici. Casi diversi, professioni diverse: dal lottatore di sumo alla fotomodella over-size, tutti sono ottimisti e dimostrano che la loro vita può essere vissuta a pieno, anche sessualmente, come chi è più snello.

Ecco in studio Alfonso Citro: i chili di troppo non sono nemmeno per lui un problema, e dà prova di ciò con un breve balletto sul palco. Il ragazzo, infatti, è ballerino. Il ragazzo ha partecipato lo scorso mercoledì a Scanzonissima, quando insieme ad altri due colleghi oversize ha simpaticamente provato a disturbare Benedetta Mazza e Mietta mentre cantavano. Il ragazzo a fine intervento annuncia, comunque, che si sottoporrà ad un’operazione per perdere peso.

Valentina Petrini dedica un suo servizio sulla sicurezza sui luoghi di lavoro e nello specifico si è recata a Monfalcone (Gorizia) dove si trova il cantiere navale più grande d’Europa. Pochi giorni fa nel cantiere di Fincantieri è morto un operaio 19enne, impiegato di una ditta che lavora in appalto. Anche in passato ci sono stati incidenti fatali.

Attraverso testimonianze anonime di operai che fanno parte di ditte appaltatrici o in subappalto, scopriamo che spesso le denunce per incidenti sul lavoro sono molto basse: spesso questi fatti, dunque, vengono nascosti. La Petrini specifica di aver contattato Fincantieri per un’intervista sull’argomento, ma l’azienda ha preferito non rilasciare dichiarazioni. L’ad della società in una nota ha ad ogni modo invitato gli operai delle ditte a segnalare prontamente le anomalie che riscontrano nel loro lavoro.

Nella seconda parte dell’inchiesta, si fa luce sulle imprese dell’indotto del cantiere di Monfalcone. Molte si avvalgono di manodopera straniera. Tanti sono i bengalesi che vi lavorano: l’intento del servizio è capire come gli aspiranti operai cercano di trovare impiego in queste ditte, alcune delle quali gestite da stranieri. I metodi di reclutamento sono molto discutibili e anche sul salario orario i lavoratori intervistati non si sbottonano. Tranne uno, che mantiene l’anonimato: in passato l’uomo ha denunciato gli ex datori di lavoro, che di fatto li costringevano a turni massacranti e praticamente nessuna tutela. Sull’argomento l’opinione sul palco del giornalista Gianni Dragoni.

Si cambia decisamente argomento: Enrico Lucci ci introduce al sexting. Un fenomeno che la tecnologia ha aumentato: in pratica, non è altro che far sesso attraverso sms, chat, eccitandosi tramite l’invio di foto o video. Qualcosa di virtuale tra persone reali. L’autrice del servizio incontra persone che si dedicano a questa particolare “attività”, che inevitabilmente li spinge all’autoerotismo. C’è anche chi compromette relazioni durature in tal senso.

Maria Teresa Giglio è la madre di Tiziana Cantone, la ragazza che decise di togliersi la vita dopo che un suo video porno iniziò a girare in rete. La donne spiega come la figlia aveva denunciato per 3 volte e a vuoto la circolazione delle immagini compromettenti che la riguardavano. “Mia figlia era dolce, buona, sensibile, sentimenti che nella società moderna non vanno bene“, ammette. La mancanza di Tiziana si nota ovunque, in qualsiasi momento della giornata. “Era il suo ex compagno che, manipolandola, la induceva a fare certe cose. Ora quest’uomo ha nei suoi confronti ben 3 capi di imputazione“, dice. La donna invita i ragazzi a fare un uso corretto dei social.

Nuovi aggiornamenti politici da Montecitorio: Piervincenzi ha incontrato Riccardo Fraccaro, stretto collaboratore di Luigi Di Maio. Curiosità: il probabile nuovo premier Conte prima di lasciare Montecitorio ha ordinato una pizza margherita da asporto.

Spazio ad un servizio di costume: Antonella Spinelli è andata in provincia di Napoli, dove all’interno di una villa si radunano molte coppie in procinto di sposarsi. Una di loro verrà estratta a sorte e il loro matrimonio sarà completamente gratis.

Tornando in studio, troviamo un giovane imprenditore napoletano, Francesco Taccone. Il ragazzo è fidanzato da 5 anni con Cristiana e direttamente dal palco le chiede di sposarlo. Lei accetta e lui infila l’anello al dito, mentre Lucci le porta in bouquet scherzando un po’ con loro.

Termina qui la puntata odierna. L’ultima di questa stagione andrà in onda venerdì 1 giugno, alle 21.20, su Rai 2.



0 Replies to “Nemo – Nessuno escluso | 25 maggio 2018 | puntata in diretta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*