Pino è, 7 giugno 2018, evento in diretta


Il concerto-tributo dedicato a Pino Daniele, in diretta su Rai 1 dallo Stadio San Paolo di Napoli. L'esibizione di Eros Ramazzotti e Jovanotti, interrotta dalla pubblicità.


Questa sera, giovedì 7 giugno 2018, andrà in onda su Rai 1, il concerto Pino è, l’evento musicale che si terrà allo Stadio San Paolo di Napoli che renderà omaggio al cantautore Pino Daniele, scomparso nel gennaio 2015.

Riguardo il concerto, che sarà anche un evento benefico poiché Pino è sostiene In Aid Of Children, nella fattispecie Open Onlus nella lotta contro il tumore pediatrico e Save the Children nella lotta alla povertà educativa dei minori, vi abbiamo già fornito tutte le anticipazioni.

Di seguito, seguiremo l’evento in diretta.

L’evento televisivo è iniziato con alcune immagini tratte dalle prove e girate nel backstage.

Alessandro Siani ha aperto la serata, purtroppo con qualche inconveniente tecnico: “La musica di Pino Daniele non la senti, la tocchi”.

La sigla ha omaggiato anche Massimo Troisi, sulle note di Quando, colonna sonora del film Pensavo fosse amore… invece era un calesse.

L’evento musicale è iniziato con le immagini di Pino Daniele sul video wall e con la canzone Yes I know my way. Durante la canzone, Jovanotti ha fatto il proprio ingresso sul palco, esibendosi con un’inedita strofa rap.

Alessandro Siani, presentato direttamente da un altro filmato riguardante Pino Daniele, ha fatto il proprio ingresso sul palco, molto emozionato.

Il comico ha ripetuto la frase con la quale ha aperto la serata: “Non siamo né figli, né fratelli, siamo musica e note di Pino Daniele”.

Jovanotti è tornato sul palco, esibendosi con la chitarra e con la canzone Putesse essere allero. Jovanotti: “Pino direbbe così: ‘Ma cosa avete organizzato! Stamm’ pazziann!'”.

Jovanotti ha presentato Biagio Antonacci che si è esibito con il brano Che Dio ti benedica.

Biagio Antonacci: “Un giorno, stavo lavorando con Pino su una canzone. Io gli chiesi: ‘Ma di cosa stiamo parlando in questa canzone?’. Lui mi rispose: ‘Ma ti piace o non ti piace?’. Io gli risposi: ‘Sì, mi piace’. E lui: ‘E allora cantala!'”.

Antonacci si è esibito con Che male c’è insieme ad Alessandra Amoroso.

E’ andato in onda uno spezzone di un’intervista che Enzo Biagi fece a Pino Daniele.

Successivamente, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro si è esibito con la canzone Quanno chiove insieme ad Emma.

Emma ha presentato la band di Nero a metà.

Subito dopo, è andato in onda un messaggio video di Vanessa Incontrada: “Parlava delle donne con rispetto e senza volgarità”.

L’attrice e conduttrice spagnola ha presentato l’esibizione di Giorgia in Questo immenso.

Giorgia: “Nessuno come Napoli risponde alle chiamate del cuore”.

E’ andato in onda un contributo video di Pierfrancesco Favino: “Anche Pino era fan di altri artisti…”. L’attore romano ha presentato così l’esibizione di Francesco De Gregori.

De Gregori si è esibito con la canzone Generale insieme ad Enzo Avitabile.

Vincenzo Salemme ha raggiunto il centro del palco: “Nel 1999, ho fatto il film Amore a prima vista e Pino ha fatto la colonna sonora. Quando sento quelle note, mi sento ancora male…”.

Salemme si è complimentato con la squadra del Napoli e ha omaggiato tutti i più grandi artisti napoletani.

Vincenzo Salemme ha introdotto l’esibizione di Eros Ramazzotti con ‘O scarrafone.

Eros Ramazzotti: “Pino per me era un mito…”. Il cantautore romano si è esibito anche con A testa in giù.

E’ andato in onda anche uno spezzone di un’intervista che Pino Daniele e Ramazzotti rilasciarono a Gianni Minà.

L’esibizione di Eros Ramazzotti e Jovanotti in A me me piace o’ blues è stata interrotta bruscamente dalla pubblicità.

Dopo la pubblicità, abbiamo ritrovato Ramazzotti e Jovanotti che hanno ripetuto l’esibizione.

Ramazzotti ha salutato il pubblico così: “Viva la libertà, la pace e l’uguaglianza”.

Poco dopo, è andata in onda la seconda parte del video-messaggio di Favino: “Pino Daniele ha regalato un futuro ai ragazzi del sud”.

Pierfrancesco Favino ha presentato l’esibizione di Claudio Baglioni (“La canterà uno che conosco…”) con la canzone Alleria, eseguita al pianoforte.

Claudio Baglioni ha raccontato un aneddoto legato a Io dal mare, la seconda canzone con la quale si è esibito. Il cantautore romano ha svelato di essere stato concepito dai suoi genitori a Ischia.

Giorgio Panariello è intervenuto sul palco: “L’ho conosciuto tardi e se ne è andato troppo presto. La sua amicizia andava guadagnata…”.

Panariello ha recitato una poesia scritta da Massimo Troisi.

Elisa e Fiorella Mannoia si sono esibite con la canzone Quando.

Elisa: “Ero in un hotel a Verona, guardavo un laghetto e dei cigni bianchi. Pino andava spesso lì e guardava il laghetto e i cigni in silenzio…”.

Antonello Venditti è apparso sul palco dopo una pausa pubblicitaria: “Cosa ci fa un romano a Napoli? Voglio bene a Pino e voglio bene anche a Napoli…”.

Venditti ha cantato una sua canzone legata particolarmente a Pino Daniele, Notte prima degli esami.

E’ andato in onda un vecchio scambio di battute che ci fu tra Pino Daniele e Corrado, durante una puntata di Domenica In.

Il filmato ha introdotto Je so’ pazzo, cantata da Elisa e Gianna Nannini.

L’intervento di Enrico Brignano: “E’ una di quelle sere in cui mi dispiaccio di non essere napoletano ma un po’ mi ci sento… Roma e Napoli un po’ si somigliano”. Dal pubblico, è arrivato qualche fischio.

Il comico si è guadagnato qualche applauso grazie al suo napoletano e ha chiuso il suo intervento, citando Anna Magnani.

Gianna Nannini è tornata sul palco, esibendosi da sola con la canzone Anna verrà.

Il pubblico ha applaudito davanti ad una foto di Anna Magnani e Totò.

Sul palco, successivamente, è tornata Fiorella Mannoia: “Stasera, a Napoli si sente forte la presenza dell’assenza…”.

L’interpreta si è esibita con la canzone Sulo pe’ parlà.

Tra un’esibizione e l’altra della Mannoia, è intervenuto sul palco l’attore Edoardo Leo: “Per chi non è di Napoli, non c’è possibilità di capire nel profondo le sfumature delle parole dei testi di Pino…”.

La seconda canzone eseguita da Fiorella Mannoia è stata Senza ‘e te.

Fiorella Mannoia: “Pino diceva sempre che lo facevo ridere, questo è il mio ricordo più bello…”.

Subito dopo, sono andate in onda due spezzoni di interviste: uno con protagonisti Pino Daniele e Troisi e un’altra riguardante Pino Daniele intento a parlare di Eduardo De Filippo.

Vincenzo Salemme è tornato sul palco, seduto su un tavolino, con una tazzina di caffè vicino a sé: “Bere una tazzina di caffè dopo la mezz’oretta di riposo che ti sei fatto dopo aver pranzato è il sale della vita”. Salemme, dopo aver bevuto il caffè: “Non è caffè, è cioccolato!”.

Il rapper Clementino si è esibito con la canzone ‘Na tazzulella ‘e cafè.

Clementino: “Pino Daniele mi ha lasciato la sua ultima canzone, grazie Pinù!”.

Anche Renzo Arbore ha realizzato un contributo video, condividendo un aneddoto professionale riguardante ovviamente Pino Daniele.

Il Volo si sono esibiti con ‘O sole mio in duetto con Pino Daniele.

La seconda canzone con la quale si sono esibiti è stata Je sto vicino a te, sempre con la partecipazione della voce di Pino Daniele.

La terza canzone è stata I say ‘I sto cca’.

Il Volo: “Abbiamo cominciato troppo tardi per duettare veramente con Pino…”.

Marco Giallini ha presentato la seconda esibizione di Francesco De Gregori con la canzone Anema e core, cantata insieme alla moglie Alessandra Gobbi.

Marco D’Amore ha recitato testi di Pino Daniele e poesie di Eduardo De Filippo, sulle note suonate da Giuliano Sangiorgi alla chitarra.

L’attore napoletano e il frontman dei Negramaro si sono esibiti con Mal di te.

Alle ore 23:40, è terminata la prima parte del concerto.

Dopo il Tg1, il concerto è ripreso con l’esibizione di Ornella Vanoni con la canzone Anima, con la partecipazione di Federico Zampaglione dei Tiromancino.

Ornella Vanoni: “Mi hanno chiesto una parola sola per descrivere Pino. Pino è emozione”.

Massimo Ranieri, accolto con un’ovazione dal pubblico del San Paolo, si è esibito con la canzone Cammina cammina.

Ranieri: “Le cose dette su Pino non sono mai tante…”. Massimo Ranieri gli ha dedicato alcuni versi di Aldo Palazzeschi.

Insieme a Giuliano Sangiorgi, Ranieri ha cantato anche Sicily.

E’ andato in onda un filmato con una poesia di Eduardo De Filippo, Napule è ‘nu paese curioso.

Successivamente, sul palco è tornata Fiorella Mannoia con la canzone Terra mia, in duetto con Sangiorgi.

Dopo uno sketch di Walter Chiari, Emma è tornata sul palco, duettando con la voce di Pino Daniele in Io per lei.

Il ricordo di Emma: “Pino Daniele mi chiamava all’improvviso, aveva sempre l’esigenza di sapere come stavo…”.

Francesco Renga ed Emma si sono esibiti con la canzone Musica musica.

Renga: “Pino era un gigante, aveva un’anima gigantesca…”.

Alessandra Amoroso è tornata sul palco, esibendosi con la canzone Dubbi non ho.

La Amoroso ha raccontato nei dettagli ciò che ha provato quando duettò con Pino Daniele: “Mi sono cag… addosso!”. La cantante si è emozionata: “Spero di averlo reso orgoglioso di me stasera”.

Irene Grandi ha cantato Se mi vuoi, la canzone che, all’epoca della pubblicazione, incise con Pino Daniele.

Stasera, la Grandi ha duettato con la voce di Pino Daniele.

Marco Giallini ha recitato i versi di Notte che se ne va, cantata successivamente da Mario Biondi insieme a Il Volo.

Mario Biondi: “Questo è un miracolo bellissimo…”.

Giuliano Sangiorgi e Federico Zampaglione, con le loro chitarre, sono tornati sul palco per cantare Nun me scuccià.

Enzo Avitabile e Tullio De Piscopo (alla batteria) si sono esibiti con la canzone Tutta n’ata storia.

De Piscopo ha ricordato Rino Zurzolo.

Enzo Decaro ha raggiunto il centro del palco: “Il Pino Daniele musicista ha messo in ombra il Pino Daniele poeta”.

Teresa De Sio e Paola Turci si sono esibite con la canzone Lazzari felici.

Dopo l’ultima pausa pubblicitaria, abbiamo trovato J-Ax sul palco: “Pino non aveva bisogno di ostentare niente… La sua arte appartiene all’Italia. Pino è immortale”.

J-Ax si è esibito con la canzone Anni amari, in duetto con la voce di Pino Daniele.

J-Ax: “Ho avuto la fortuna di fare tre canzoni con Pino…”.

L’attrice Mariangela D’Abbraccio ha recitato una poesia di Eduardo De Filippo, ‘O mare.

Enzo Gragnaniello si è esibito con la canzone Chi tene ‘o mare.

Dopo un filmato riguardante Pino Daniele e Renzo Arbore tratto dal programma International D.O.C. Club, si sono esibiti Raiz e la Nuova Compagnia Di Canto Popolare con la canzone Donna Cuncetta.

Biagio Antonacci ha raccontato un altro aneddoto riguardante Pino Daniele: “Abbiamo scritto una canzone, non pensavamo di registrarla ma è successo…”.

Antonacci, in duetto con la voce di Pino Daniele, ha cantato One day (Tutto prende un senso).

Antonacci: “Un grazie grande quanto il cuore di Pino”.

Il concerto, durato quasi cinque ore, si è chiuso con il pubblico che ha cantato Napul’è.



0 Replies to “Pino è, 7 giugno 2018, evento in diretta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*