Nomine Rai | la quiete prima della tempesta | ecco il toto-nomi


Nomine Rai | la quiete prima della tempesta. Ecco il toto-nomi sui possibili direttori di rete e dei principali TG delle reti generaliste Rai.


Calma apparente a viale Mazzini. Sembra che il fuoco delle nomine stia covando sotto una fitta cenere. Intanto c’è da registrare che, dopo tre settimane dall’insediamento di Marcello Foa sulla poltrona di nuovo presidente, non è stato convocato nessun consiglio d’amministrazione e neanche riunioni finalizzate ad affrontare la gestione ordinaria.

Insomma tutto tace perché in questo momento c’è da risolvere un problema molto più importante per le due forze politiche di governo. Lega e MoVimento 5 Stelle infatti devono fare i conti con il DEF (Documento Economia e Finanza), ovvero la manovra economica al centro del governo giallo verde.

Intanto sembra che la nomina dei direttori sia stata almeno per adesso rimandata. Parliamo dei direttori dei tre TG più importanti e successivamente anche dei responsabili delle reti Rai.

Il nodo principale da districare riguarda il TG1, che, secondo gli ultimi rumors, dovrebbe essere appannaggio esclusivo del MoVimento 5 Stelle. Il TG2 invece sembrerebbe andare alla Lega. Il TG3 rimarrebbe all’opposizione.

Per quanto riguarda invece le tre reti Rai, sempre a proposito degli ultimi rumors, Rai 3 dovrebbe rimanere ancora nelle mani di Stefano Coletta. Rai 1 pare orientata verso Maria Pia Ammirati che però è considerata una sorta di testa di ponte di Orfini. Rai 2 invece dovrebbe andare alla Lega.

E adesso ecco il toto-nomi.

Per il TG1, ove mai dovesse davvero andare ai grillini, si prospetta l’arrivo di un esterno: Andrea Bonini giornalista Sky e corrispondente dagli Stati Uniti. D’altra parte bisogna considerare che il MoVimento 5 Stelle ha già ottenuto l’amministratore delegato Rai, ovvero Salini, con un ruolo di grande importanza all’interno dell’azienda.

E per quanto riguarda il TG2 c’è una ridda di nomi, ma nessuna certezza. L’unica certezza è che il TG3 rimane al Partito Democratico.

Naturalmente c’è anche da decidere la direzione di Rai News, la rete all news di viale Mazzini. Per questa poltrona il candidato più credibile sembrerebbe sembra essere Luciano Ghelfi. Ma il suo nome figura anche tra i papabili futuri direttori del TG2. Se dovesse sfuggire la poltrona del notiziario generalista, Ghelfi sarebbe proiettato proprio su Rai News.

Intanto però l’arrivo di professionisti al di fuori dell’azienda ha già indispettito l’USIGRAI (Unione sindacale giornalisti Rai) e naturalmente sollevato le polemiche dell’opposizione. Tutti insieme hanno levato gli scudi contro la situazione di calma apparente che esiste in Rai nelle ultime settimane.

A tuonare è soprattutto Rita Borioni, consigliere di amministrazione vicina al Partito Democratico. “Dopo 15 giorni dalla nomina del presidente, ancora non si sa quale sarà il futuro della Rai”, ha commentato.

Ma intanto c’è un ultimo rumor che circola insistentemente nei corridoi di viale Mazzini. Si parla ma molto sottovoce di un possibile ritorno di Milena Gabanelli. La giornalista potrebbe rientrare in azienda se passasse definitivamente il progetto di realizzare una struttura web così come era stata concepita inizialmente. Ricordiamo che la Gabanelli avrebbe dovuto gestire questo progetto nel quale erano stati chiamati a lavorare 1700 giornalisti.

Poi però tutto è rientrato e la Gabanelli invece è andata via.



0 Replies to “Nomine Rai | la quiete prima della tempesta | ecco il toto-nomi”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*