Liofredi: Rai YoYo miglior canale europeo per bambini


Intervista al direttore di Rai Ragazzi sui progetti futuri dei due canali per bambini e adolescenti


Importante riconoscimento per Rai YoYo canale della direzione Rai Ragazzi che ha vinto nella categoria bambini gli Eutelsat Tv Awards. L’evento, giunto al diciassettesimo anno, premia i migliori canali trasmessi dai satelliti Eutelsat, scelti da una giuria internazionale. E’ l’occasione per il direttore di Rai Ragazzi, Massimo Liofredi, di spiegare i futuri obiettivi di Rai YoYo e Rai Gulp e anticipare i nuovi programmi in arrivo.

                                   

 Si parla di un coinvolgimento dei due canali per L’Expò 2015. Ci spiega in quali termini?

Stiamo realizzando una serie di iniziative che si estenderanno anche a livello teatrale, oltre che televisivo. Molte le trasmissioni di punta interessate all’evento: avremo anche edizioni speciali, ad esempio, de L’Albero azzurro, Le storie di Gigo, Buongiorno YoYo. Parleremo ai nostri piccoli telespettatori attraverso i loro beniamini che spiegheranno l’importanza e il significato dell’evento.

Per le festività natalizie è prevista una programmazione particolare?

Su Rai Gulp ritornerà, per l’occasione, Gulp magic, un programma dedicato ai ragazzi che parla dei trucchi dell’illusionismo in maniera molto semplice e accessibile. In questa nuova edizione ci saranno due personaggi molto noti Raul Cremona e Mr Forest. L’appuntamento sarà quotidiano, ogni giorno alle 18,30 fino alla prima settimana di gennaio 2015.

Potenzierete i programmi per l’apprendimento della lingua inglese?

Intanto nel programma La posta di YoYo ci sarà un lungo segmento dedicato all’inglese. Finora ci si era limitati a insegnare, all’interno di ogni puntata, la traduzione, in inglese, di un solo termine. Ma faremo di più: stiamo predisponendo l’apertura anche alla lingua spagnola seguendo le medesime modalità e consapevoli che anche lo spagnolo è una lingua importante per il futuro.

Ci sarà una nuova stagione di Masha e l’Orso la serie basata sull’amicizia tra una bambina e un grosso orso?

E’ prevista a gennaio. Masha e l’Orso è uno dei prodotti di punta, una produzione russa che valorizza al massimo il rapporto di amicizia con gli animali. Diventerà la nuova Peppa Pig del mondo dei piccoli.

In quale modo Rai Ragazzi punta l’attenzione sui problemi dell’integrazione tra i popoli?

In una società multi etnica come la nostra, il problema della fratellanza e dell’integrazione deve essere affrontato fin dalla più tenera età. E noi lo facciamo anche attraverso la scelta di cartoni animati che possano lanciare un messaggio di solidarietà e di pace. Ma siamo molto attenti anche ai valori dell’amicizia, della famiglia, della scuola, dell’ambiente.

I ragazzi di oggi sono molto legati al web. Riesce Rai Ragazzi a catalizzare la loro attenzione sulla Rete?

La forza dei nostri canali è la cross- medialiltà, la perfetta integrazione tra il piccolo schermo, i social network e i siti web dove le nostre trasmissioni hanno una vita propria. Un esempio è il programma Cose dell’altro mondo! Viste, spiegate e raccontate da Luca Palmitano. Si tratta di un progetto web-nativo che ha una finalità di educazione e di apprendimento sfatando tutti i luoghi comuni e soprattutto “le bufale” in materia di astronomia e di spazio. E altri progetti sono in arrivo in altri settori.

Come commenta che Rai YoYo si stato proclamato il miglior canale per bambini a livello europeo?

E’ la riprova che l’investimento fatto dalla Rai verso i bambini e ragazzi,(dedicandogli una Direzione con una ricca offerta suddivisa su due Canali), non solo è insito nella nostra missione di servizio pubblico ma è importante per il nostro futuro e quello delle nuove generazioni.



0 Replies to “Liofredi: Rai YoYo miglior canale europeo per bambini”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*