Sanremo 2018 | conferenza stampa 8 febbraio | Restano in gara Ermal Meta e Fabrizio Moro


Sanremo 2018 | 8 febbraio | La conferenza stampa del terzo giorno. Il punto sugli ottimi risultati della seconda serata e le anticipazioni per stasera. Attese notizie anche sulla questione Ermal Meta-Fabrizio Moro


L’immediata vigilia della seconda puntata è stata segnata dell’affaire Ermal Meta – Fabrizio Moro, la cui esibizione è stata rimandata a oggi. Intanto i due sono stati scagionati dall’accusa di plagio e torneranno regolarmente in gara. La serata non ha comunque subito scossoni ed ha ottenuto di nuovo ottimi risultati in termini di ascolto. Seguiamo la conferenza stampa di oggi per le ultime notizie.

La conferenza stampa di oggi sarà divisa in due parti: la prima tecnica, la seconda con i conduttori.

Apre Angelo Teodoli, Direttore di RaiUno: “Anche ieri dati molto buoni, con nuovo record. Risultato migliore di tutte le ultime seconde serate. La media delle prime due serate superiore a quelle degli ultimi 15 anni. Il picco c’è stato a 14 milioni con Claudio Baglioni e Il Volo che omaggia Endrigo. Altro picco con Roberto Vecchioni che canta “Chiamami ancora amore”. Il dato sull’ascolto delle donne è il miglior degli ultimi venti anni. Il dato più alto – con record dal 1999 – riguarda i laureati. Nella sfida con “Il Segreto” di Mediaset il Festival ha tenuto. Record di interazioni social rispetto a tutti gli eventi della storia televisiva italiana”.

Ufficio Legale Rai: “Non si deve escludere la canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro, ‘Non mi avete fatto niente’. Il regolamento consente l’uso di stralci di canzoni non inedite fino ad un terzo del brano. La canzone in questione rispetta questo limite”.

Claudio Fasulo: “Stasera si esibirà la seconda parte delle Nuove Proposte. In quest’ordine:

Mudimbi
Eva
Utimo
Leonardo Montero

Tra i Campioni, ascolteremo nell’ordine:

Giovanni Caccamo
Lo Stato Sociale
Luca Barbarossa
Enzo Avitabile
Max Gazzè
Roby Facchinetti e Riccardo Fogli
Ermal Meta e Fabrizio Moro
Noemi
The Kolors
Mario Biondi

Angelo Teodoli risponde ad una domanda sulle campagne social pro-Meta e Moro: “Rispettimo il regolamento e decidiamo in base a quello. Nessuna presssione è arrivata da campagne social. Ci siamo fatti carico di verificare anche dopo le domande i ieri in Sala Stampa“.

Domanda: Ieri confusione sul caso? Stavolta, il Vicedirettore di Rai1, Claudio Fasulo: “Siamo partiti con un’idea. Voi ci avete fatto pervenire delle notizie che noi non avevamo, durante la conferenza stampa. A seguito di queste notizie abbiamo riesaminato il caso. La valutazione preliminare era stata fatta e non aveva dato riscontri.”

Buona fede ma mancanza di comunicazione dalla Rai? Chi ha fatto la perizia? Sicuri che il ritornello identico sia così trascurabile? Claudio Fasulo: “Il tema principale risiede nel fatto che l’autore Angelo Febo sia autore di entrambi i brani, caso molto particolare. Il regolamento attuale è rispettato e la canzone può essere ammessa alla gara. La perizia tecnica è stata eseguita dai nostri addetti, può essere consultata ed è il frutto del lavoro di un Ufficio Legale serio. Questo regolamento esiste dal 2013. Nessuno nega che sia una questione delicata, ma il brano è un brano che rispetta il regolamento”.

Se bisogna consultare un Ufficio Legale vuol dire che il regolamento non è chiaro? Angelo Teodoli: “I regolamenti devono evolversi insime al Festival e ai tempi. L’allineamento del 2013 è frutto di cambiamenti sociali. Magari si può aggiornare, ma non vuol dire che ora non sia valido”.

Clausio Fasulo:” A volte la lunghezza del Festival diventa un problema, altre no. È un evento straordinario, a sé. Ci sta che abbia una durata anomala: tanta musica, valorizzazione dei giovani e di opere di arte popolare. A me sembra un buon motivo per guardare un evento dalla durata straordinaria”.

Arrivano i tre conduttori.

Claudio Baglioni: “Siamo contenti del risultato degli ascolti. Risultano essere per certi versi migliori della prima serata – ponderati col calo fisiologico – e sono contento perché vuol dire che anche le Nuove Proposte sono state integrate bene. È un peccato aver lasciato indietro alcuni brani che ascolto ancora in questi giorni. Avranno occasione di rifarsi. Ho messo in atto le scelte in tutta onestà e franchezza, rispettando il regolamento.
Ringrazio per il grande lavoro fatto ieri. Festival difficile anche dal punto di vista logistico, visti pure i tanti gruppi che hanno dovuto esibirsi. Hanno fatto tutti un grande lavoro. Cercheremo ogni sera di far meglio della precedente”.

Michelle Hunziker: “Quando vado al letto la sera canto “Po po po po po”, la sigla. L’ho cantata tutta la notte. Sono contentissima, anche pr il dietro le quinte: ci sono decine di cose a cui pensare, ma tutto ha funzionato alla grande. Ho visto raramente una distensione e un entusiasmo dietro le quinte come in questa occasione. Secondo me il merito è di Claudio Baglioni. Grazie”.

Pierfrancesco Favino: ” Contento per i risultati, non era semplice. Siamo una squadra e sono feclice di farne parte. Grazie a Claudio Baglioni perché mi sto molto divertendo”.

Baglioni: “Gli ospiti della serata saranno: Claudio Santamaria e Claudia Pandolfi, Nino Frassica, Danilo Rea prima con me, poi con Gino Paoli, James Taylor da solo canterà “La donna è mobile”, poi duetterà con Giorgia. Seguono i Negramaro e un omaggio a Sergio Endrigo.

Lo Stato Sociale canterà con il Coro dell’Antoniano nella serata di domani. Nel loro testo c’è una parolaccia, come si farà con i bambini? Baglioni, sorridendo: “Anch’io ho fatto la stessa domanda. Credo verrà “edulcorata”. Virginia Raffaele imiterà Baglioni sabato: “Potrebbe venire, effettivamente. Comunque, non ha mai imitato personaggi maschili”

Baglioni: “Atteniamo buone notizie da Laura Pausini. Le siamo tutti vicini, anche con i consigli. Dovrebbe farcela, io stesso posso testimoniare per esperienza che può farcela. Sabato ci sarà anche Fiorella Mannoia e vedremo se riusciremo a fargli fare qualcosa insieme”.

Baglioni: “Non sono stato critico nei confronti dei predecessori. Ho solo detto che da musicista e compositore il mio festival l’avrei voltuto più centrato su ospiti musicali e canzoni. La mia è una scelta, non una critica. Anche i nostri ospiti non musicisti – come Franca Leosini e Fiorello – hanno fatto qualcosa di musicale”.

Arriva una domanda sugli ascoltatori dall’estero. Claudio Baglioni: “Ci fa molto piacere che si stiano creando gruppi di ascolto all’estero. Un privilegio e un onore. Sanremo ha incredibile internazionalità”.

Qual è la prima cosa che cattura la sua attenzione in un brano? Baglioni: Da parte mia, ma anche dei Giurati, si è scelto di privilegiare i cantanti che fossero riconoscibili come tali. Rispetto ad altre proposte – magari provenienti da attori – che non fanno della canzone il loro centro, abbiamo preferito loro. E poi abbiamo scelto canzoni dietro cui c’è un progetto che possa avere sviluppi interessanti. Il rammarico è che potrebbe essere sfuggito qualcosa. Abbiamo anche cercato di evitare le canzoni furbe e premiare l’originalità“.

Tra gli ospiti di domani Gianna Nannini, Piero Pelù e Federica Sciarelli.

Quando è stato presentato il brano di Ermel Meta e Fabrizio Moro sapevate che c’era la copia del ritornello? Baglioni: “Il brano presentato senza nessuna dichiarazione sui versi ripresi”.

Baglioni dice spontaneamente che è molto contento e soddisfatto del duetto con Il Volo di ieri sera.

La conferenza stampa finisce qui.



0 Replies to “Sanremo 2018 | conferenza stampa 8 febbraio | Restano in gara Ermal Meta e Fabrizio Moro”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*