Junior MasterChef: Alessandro Borghese a Roma


il progetto per evitare gli sprechi alimentati presentato nelle scuole


Dopo il successo della tappa milanese oggi, Junior MasterChef- Missione Zero Sprechi ha fatto tappa a Roma. Ospite d’onore dell’incontro lo chef Alessandro Borghese che, davanti a 500 ragazzi delle elementari e delle medie della Scuola Borgoncini Duca, ha dato una serie di consigli per tenere sotto controllo gli sprechi alimentari domestici: “Lo sapevate che le bucce di patate sono più buone delle patatine fritte se preparate a dovere?”, che “con gli avanzi di pasta del giorno prima si possono fare dei piatti gourmet?”. “Guardate sempre nei frigoriferi delle vostre case: ci sono dei cibi in scadenza che, invece di buttarli, potreste affrettarvi a cucinare preparando, bastano pochi accorgimenti, piatti da veri chef!”. “Ricordate: esistono ottime specie di pesce che sono più saporite di quelle che ordiniamo al ristorante, vengono pescate ma poi vanno sprecate perché la gente preferisce alla fine acquistare, viziata dalle abitudini, quelle che conosce di più”.

Il progetto  Junior MasterChef – Missione Zero sprechi è realizzato da Sky Italia, in collaborazione con Magnolia e Last Minute Market, rivolto alle scuole primarie e secondarie, con lo scopo di educare i ragazzi sui temi legati all’alimentazione consapevole, al rispetto delle risorse, si inserisce nell’ambito delle attività di Sky a favore delle nuove generazioni.

Lo chef – che insieme a Bruno Barbieri e Lidia Bastianich compone la giuria di Junior MasterChef Italia, in onda con la seconda stagione su Sky Uno HD da mercoledì 15 aprile alle 21.10 –  è stato al centro delle tantissime domande dei ragazzi che, dall’inizio alla fine, hanno seguito attentamente la lezione.

{module Google richiamo interno}MasterChef collabora in tutte le produzioni del format con Last Minute Market, spin off accreditato dell’Università di Bologna specializzata in prevenzione degli sprechi.  Durante la realizzazione della seconda edizione di Junior, ad esempio, sono stati ritirati e ridistribuiti ad associazioni caritative ben 600 kg di frutta e verdura, 250 kg di farina e legumi e 150 kg di carne.

Secondo la FAO (dati rapporto annuale Food Wastage 2013), ogni anno vengono sprecate circa 1,6 miliardi di tonnellate di cibo. Un dato impressionante, cui vanno aggiunti i “danni collaterali” dello spreco alimentare, ovvero tutte le risorse impiegate per produrre le materie prime poi diventate cibo. In Italia, finiscono “nella spazzatura” circa 9 milioni di tonnellate di cibo l’anno, 150 kg a testa. E lo spreco domestico è 5 volte superiore a quello creato a livello industriale, agricolo, nella ristorazione e distribuzione.

L’obiettivo del progetto Junior MasterChef Italia – Missione Zerosprechi è far capire ai ragazzi che tutti possono contribuire e fare la differenza, con piccoli gesti messi in pratica a casa e una maggiore consapevolezza, in un contesto globale in cui l’emergenza cibo e risorse deve diventare una priorità a qualsiasi età. 

A partire da oggi, lunedì 13 aprile, le lezioni della “Missione Zerosprechi”, saranno messe a disposizione gratuitamente per tutte le scuole. I materiali multimediali saranno scaricabili dal sito juniormasterchef.sky.it e conterranno le schede realizzate da Last Minute Market – dati, informazioni e le semplici regole da mettere in pratica per ridurre gli sprechi domestici; un video con semplici ricette a base di “avanzi e scarti” tipici di un ambiente domestico, realizzabili anche dai più piccini; un quiz finale, per verificare la conoscenza da parte dei ragazzi dei temi affrontati.

Grazie a questa opportunità, gli insegnanti e i ragazzi di tutta Italia potranno “accogliere” nella propria scuola i giudici Bruno Barbieri, Alessandro Borghese ed Emanuela Tabasso, la piccola vincitrice della prima edizione di Junior MasterChef. Saranno loro, infatti, i protagonisti delle divertenti video-ricette.



0 Replies to “Junior MasterChef: Alessandro Borghese a Roma”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*