Ulisse, il piacere della scoperta torna da stasera su Rai3


sei nuove puntate all'insegna di nuovi viaggi nel mondo della conoscenza


In questa serie, Alberto Angela torna a esplorare il cosmo, la terra, il corpo umano, la storia, la cultura per dare una risposta ai tanti quesiti che l’esperienza e la curiosità ci pongono ogni giorno. Il conduttore ci condurrà alle Hawaii per ricostruire l’attacco giapponese alla base americana di Pearl Harbor, ripercorrerà la grande avventura di Michelangelo alle prese con la Cappella Sistina e compirà un viaggio tra gli splendori della Sicilia. Grazie ai suoi racconti scopriremo in che cosa consistevano le meraviglie di Babilonia, i suoi giardini pensili, la torre di Babele. E poi faremo un viaggio alla scoperta del cielo, per capire cosa c’è sopra le nostre teste, di che cosa è fatta l’atmosfera, da quali forme di vita è popolata e perché cambia colore.
In questa nuova serie le tecniche usate per esplorare il mondo della conoscenza sono le più differenti: riprese ad hoc nei luoghi di cui si parla, documentari, ma anche fiction realizzate appositamente e ricostruzioni virtuali. Per la prima volta vengono utilizzate tecnologie innovative come telecamere-robot volanti per riprese nei luoghi spettacolari di Assisi o nei templi greci di Segesta.

Si comincia con un viaggio sulle orme di San Francesco: pacifista secoli prima che si parlasse di pacifismo, ecologista secoli prima che l’ecologia fosse inventata, e poi autore del Cantico delle creature.  Verrà raccontata la sua avventura nei luoghi stessi in cui si è svolta. Gli affreschi di Giotto ad Assisi raccontano la vita di Francesco.   Avremo anche modo di osservare l’attento lavoro di restauro compiuto nella Basilica di Assisi dopo i danni riportati a causa del terremoto del 1997.
Dall’Umbria Alberto Angela volerà alle Hawaii, scenario di un avvenimento drammatico, destinato a cambiare la storia del XX secolo. La mattina del 7 dicembre 1941 aerei giapponesi distruggono la flotta americana nella baia di Pearl Harbor. Come si arriva a questo attacco? Per quali motivi? Quali le armi usate? Quali le conseguenze? Verrà ricostruito lo svolgersi di quella giornata minuto per minuto, anche grazie a fiction e testimonianze inedite degli ultimi protagonisti ancora viventi, americani e giapponesi.
Decisamente inconsueto è il viaggio alla ricerca della Torre di Babele. Siamo in Mesopotamia, corrispondente oggi all’Irak, dove sarebbe stato collocato il paradiso terrestre. E’ qui che ha avuto inizio la Storia, con civiltà antichissime come quelle dei Sumeri, degli Assiri, dei Babilonesi. Sorgeva qui la mitica città di Babilonia con i suoi giardini pensili, le mura e soprattutto la torre di Babele: Chi l’ha costruita? Perché e a cosa serviva? Partendo dal testo biblico, Alberto Angela ripercorrerà la figura del re Nabucodonosor II, la conquista di Gerusalemme e la deportazione degli ebrei a Babilonia. E racconterà la storia della scoperta di ciò che rimane della torre.
In una puntata sorprendente l’indagine riguarderà ciò che abbiamo sopra le nostre teste: il cielo. La vita sulla Terra si concentra negli strati più bassi dell’atmosfera e in particolare nelle prime decine di metri. Ma cosa c’è nell’aria, in quello che chiamiamo cielo? Perché ci appare di colore azzurro e non di un altro colore? Come nascono i venti? Si può pesare una nuvola? E quanto può pesare? Che cosa c’è in un arcobaleno? E che cos’è un’aurora boreale? Tante domande e curiosità alle quali “Ulisse” risponderà con l’aiuto di immagini spettacolari.
Un percorso affascinante è quello compiuto da Alberto Angela tra gli affreschi della Cappella Sistina. Ogni anno più di sei milioni di visitatori restano affascinati dall’opera di Michelangelo e si chiedono come sia stato possibile per un uomo solo portare a termine un lavoro così grandioso. La puntata di “Ulisse” racconterà il metodo di lavoro di Michelangelo, il momento storico e le caratteristiche della sua personalità allargando l’indagine ad altre opere dell’artista. Scopriremo come Michelangelo non avesse un carattere semplice, accomodante che lo portava a lavorare in condizioni di continuo conflitto anche con chi gli commissionava un’opera. Entreremo nei segreti della sua tecnica: come dipingeva, come scolpiva.
Un viaggio tra gli splendori della Sicilia ci condurrà a scoprire una Sicilia sorprendente tra bellezze naturali e artistiche. Alberto Angela partirà dalla cima dell’Etna, il vulcano più alto d’Europa, cantato già dai greci. Sarà l’inizio di un percorso tra mito e storia.  Vedremo come le varie dominazioni subite dall’isola – Fenici, Greci, Romani, Arabi, Normanni, Spagnoli, Francesi – abbiano tutte lasciato delle splendide testimonianze: basti pensare alla valle dei templi di Agrigento, ai tanti teatri greci, ai mosaici di Piazza Armerina, alla Cappella Palatina. Ma altrettanto fondamentali sono le eredità ancora oggi evidenti nella vita quotidiana, nella cucina, nell’agricoltura, in molte tradizioni. Tra i tanti tesori entreremo nei saloni di Palazzo Gangi a Palermo, dove si svolge il ballo finale del Gattopardo di Visconti, saremo portati nel mare delle isole Egadi alla scoperta  di un relitto romano pieno di antiche anfore: sarà lo spunto per parlare di un momento in cui la storia ha voltato pagina. Verranno mostrati, infatti i possenti rostri di bronzo usati per speronare navi nemiche e gli elmi dei soldati  di oltre 2300 anni fa rinvenuti sul fondo del mare nel luogo che ha visto l’immenso scontro navale tra romani e cartaginesi e che sancì la definitiva vittoria di Roma nella prima guerra punica.



0 Replies to “Ulisse, il piacere della scoperta torna da stasera su Rai3”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*