Connect with us

News

Sanremo 2019 | Conferenza stampa 5 febbraio 2019 | Diretta

Sanremo 2019 | Conferenza stampa 5 febbraio 2019 | Diretta. Le ultime notizie sulla prima serata del 69° Festival della Canzone Italiana, in onda questa sera su Rai1. Aggiornamenti sugli ospiti e sullo show, oltre al ritorno sul presunto conflitto di interessi di Claudio Baglioni

Pubblicato

il

Sanremo 2019 | Conferenza stampa 5 febbraio 2019 | Diretta. Le ultime notizie sulla prima serata del 69° Festival della Canzone Italiana, in onda questa sera su Rai1. Aggiornamenti sugli ospiti e sullo show, oltre al ritorno sul presunto conflitto di interessi di Claudio Baglioni
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nonostante la difesa di Baglioni da parte della Direttrice di Rai1, Teresa De Santis, e la netta presa di posizione del Vicedirettore Claudio Fasulo, è probabile che si torni a parlare del presunto conflitto di interessi del conduttore e Direttore Artistico.

Ieri sera, Striscia la notizia ha mandato in onda nuovi servizi sui rapporti tra Claudio Baglioni e la Friends&Partners (una delle più grandi agenzie organizzatrice di tour dei cantanti), paventando le presunte ingerenza nella scelta dei partecipanti a Sanremo 2019.

Al momento, ci sono una serie di coincidenze potenzialmente sospette, ma mancano le prove sul fatto che qualcuno dei concorrenti del Festival sia stato scelto in modo poco trasparente.

Seguiamo in diretta la conferenza stampa.

L’incontro inizia con il ricordo di Fabrizio Frizzi, che oggi avrebbe compiuto 61 anni. Gli viene tributato un lungo applauso.

La Direttrice di Rai1 Teresa De Santis: “Grazie a voi giornalisti per aver compreso le ragioni che abbiamo spiegato ieri rispetto al modo di procedere all’organizzazione di un evento come questo.
Saluto i protagoniti del Dopofestival, sono particolarmente contenta che sia Rocco Papaleo a condurlo”. Prosegue ringraziando anche i protagonisti del Primafestival e Radio2. Infine, un commento soddisfatto sui risultati dell’ultima puntata de “La compagnia del cigno”, andata in onda ieri sera.
“Volevo ricordare il compleanno di Fabrizio Frizzi. Non poterlo avere al nostro fianco è stato uno dei pochi dispiacieri da quando ho assunto la mia carica. E un ricordo lo vorrei dedicare anche a Giampiero Artegiani (autore di canzoni, scrisse anche “Perdere l’amore”, ndr)”.

Claudio Fasulo, Vicedirettore di Rai1, illustra il programma della prima serata: “Alle 20.45 circa, tutti davanti al televisore. Canteranno i 24 Campioni e partirà la macchina del voto: il 30% dipenderà dalla Sala Stampa, il 30% dalla Giuria demoscopica e il 40% televoto.
Sarà una serata molto bella e importante. Gli ospiti saranno Andrea e Matteo Bocelli, poi Giorgia, il ritorno di Pierfrancesco Favino (farà una performance insieme a Virginia Raffaele) e Claudio Santamaria in un omaggio al Quartetto Cetra. La serata scorrerà molto e terminerà intorno all’1:15”.

Anna Foglietta, Melissa Greta Merchetto e Rocco Papaleo saranno i conduttori del Dopofestival. La sueprband: Federico poggipollini, Roberto Dell’Era, Sergio Carnevale, Beatrice Antolini ed Enrico Gabrielli. Ora sonoin Sala Stampa a presentare i lloso spettacolo.

Rocco Papaleo: “Sono molto contento di tornare qui, dove ho già vissuto in diretta momenti straordinari. Nel Dopofestival potremo essere davvero noi stessi e cercheremo di permettere lo stesso agli artisti che verranno a trovarci. Ho avuto la fortuna di incrociare amici e belle persone: avere Anna con me è un privilegio. E poi ho conosciuto Melissa, una ragazza travolgente. Ma il grande piacere è di aver incontrato questi musicisti, rockettari, che hanno pigiato il mio interruttore e mi stanno scatenando. Non vorrei temeste il peggio, però state attenti perché potrebbero succedere delle cose questa notte”.

Anna Foglietta: “Ciò che posso dire del Dopofestival – fermo restando che il cuore vorrei che lo conosceste in diretta questa sera – è che sarà un posto dove ci potremo permettere una certa libertà, di far prevalere anche lati oscuri nostri e degli ospiti, il dark-side del Festival. Avere dei musicisti così sarà un valore aggiunto e di certo non ci si annoierà”.

Melissa Greta Marchetto: “Sono contenta di tornare anche questo anno. Perché succedono cose meravigliose anche al Dopofestival, non olo sul palco dell’Ariston e noi siamo già molto affiatati. Inoltre, con la superband potremo dare vita a grandi esibizioni inedite degli artisti”.

Francesca Montinaro, responsabile della scenografia di Sanremo 2019: “Il lavoro dello scenografo si fa in gruppo. Siamo i primi ad arrivare e gli ultimi ad andarcene. Dietro di me c’è un lavoro mostruoso di riunioni, confronti, riflessioni… Sono la prima donna ad aver frmato una scenofgrafia del Festival nel 2013 e rigrazio Caudio Fasulo per avermi rivoluto. È iniziato tutto a luglio, quando Baglioni mi ha chiesto di trovare una visione che racontasse l’armonia, e non era facile.

Dopo aver lavorato un paio di mesi, a settembre ho presentato il progetto di quest onda armonica. Mi piace dire che la scenografia dovrebbe essere un lavoro da prestigiatori. Abbiamo una complessa struttura ingegneristica computerizzata che costruisce per ogni artista un quadro scenico spettacolare, con l’onda che ri riconfigura continuamente.

La percezione dello spazio nel teatro sarà rivoluzionato: sembrerà il più grande di sempre, nonostante sia una scenografia molto grande. Un effetto ottenuto grazie al fatto che ho voluto scavare letteralmente il teatro in cui costruire il “Golfo Mistico”. Sarà la pancia musicale del Festival, dove ci sarà l’orchestra, con un trampolino che lancerà gli artisti.

Federico Poggipollini: “La superband è un progetto musicale nato grazie a Luca De Gennaro e Sergio Carnevale nel 2006. Siamo un gruppo di amici che suonano in varie rock band e cercheremo di ricreare un aftershow come quello successivo ai concerti, in cui riascoltare versioni riviste di grandi classici ma anche delle canzoni degli artisti in gara.

Domande.

Direttrice De Santis, si è detta soddisfatta per i titoli sulla politica fuori dal Festival, ma come definirebbe gli attacchi alla scuola, stupri in famiglia, amori che fanno male alle donne, addirittura un malato terminale… presenti nei testi? Non è fare un Festival politico?

De Santis: “La storia della mia vita professionale è nota a tutti. Mi è stato insegnato che la politica è componente fondamentale della vita e della comunità. C’è politicità, questo è vero, ma perché è la vita delle persone: raccontare storie personali vuol dire esprimere una politicità diversa da quella dei partiti. Non considero il Festival anestetizzato.

Quello che volevo dire è che ho visto lavorare tutti – a partire da Claudio Fasulo – con un perfezionismo e una voglia di dare qualcosa agli spettatori enorme, ed è il motivo per cui anche ieri abbiamo parlato del presunto conflitto di interessi chiedendo di non rovinare questo lavoro. Tuttavia, siamo in una fase politica molto delicata e di transizione, in cui capire cosa sta succedeno è importante, e credo che il Fetsival aiuti anche in questo senso.

Se la politica è così importante, perché la risposta di Baglioni sui migranti ha dato fastidio? Rispetto alla ‘contiguità’ e al conflitto di interessi, visto che si parla di cambiamenti in Rai, si potrà superare?

Teresa De Santis: “La questione della contiguità l’ho intesa in senso generale. Senza le contiguità non sarebbero esistiti eventi come “We are the world”. C’erano conflitti di interesse? Probabile, ma è possibile che abbiano regalato ugualmente grandi espressione artistiche”. L’imposrtante è che sia tutto limpido e certe contiguità non diventino più importanti della massima espresisone artistica, conclude sul tema la De Santis.

Ancora la Direttrice: “Per la questione di Baglioni sui migranti, si parlava dell’oportunità rispetto al luogo, non sulla libertà di esprimere un’idea. C’è modo e modo di porre le cose. Claudio ha generosamente risposto ad una domanda, dando un tono che ha creato un effetto e un risultato un po’ falsato”.

“L’anno prossimo festeggeremo il 70° anniversario del Festival di Sanremo che dovrà essere corale, ci dovrà essere tutto dentro e artisticamente dico che forse bisognerà avere un’idea in più. Del conflitto d’interessi non mi occupo e non mi occuperò, perché c’è chi se ne occupa vigilando attentamente”.

Cosa farete al Dopofestival? La vostra canzone di Sanremo? Un aggettivo sui rispettivi colleghi?

Anna Foglietta: “Ci metteremo in gioco, canteremo tutti. Cantare è una delle cose che mi piace di più fare. Lo scorso anno sono stata felicissima di affiancare Luca Barbarossa qui all’Ariston.
Rocco Papaleo è generoso: avere accanto un collega che ti guarda e ti consiglie perché ti vuole davvero bene è una fortuna”.

Rocco Papaleo: “È naturale per noi essere trasversali, un’idea in disuso nel nostro paese. Favino lo scorso anno è stato un esempio clamoroso di grande attore capace di essere showman. Noi nel nostro piccolo, vogliamo affermarte una trasversaòlità, di non dover essere confinati in un settore alla recitazione. Condividiamo tutti quest’idea di poliedricità”.

Stasera si esibiranno tutti i 24 aristi, ma quale sarà l’ordine? Chi si esibirà all’una di notte potrebbe essere daneggiato nei voti…

Fasulo: “Come negli anni scorsi, noi stabiliamo un criterio artistico, però nell’arco delle cinque serate teniamo conto delle rotazioni necessarie a non creare squilibri. Visto che questa sera si finirà tardi, ogni cantante avrà una finestra di voto dedicata, per evitare che gli ultimi possano essere svantaggiati”.

Che senso ha il Dopofestival, con le serate che finiscono all’1:30?

Claudio Fasulo: “Sanremo è un mondo a parte. A Sanremo non possiamo applicare i concetti e le valutazioni sulle prima serate classiche. La forza del gruppo costituito per il Dopofestival, è che conoscendoli secondo me si gaseranno. In ogni caso, non ci sarà soluzione di continuità tra Festival e Dopofetsival”.

Questa dimensione extralarge del Festival con 24 asrtisti dipende dal fatto che è diventato una vetrina per le tourneé? Ascoltando le canzoni, potevano essere anche meno senza danneggiare lo show… La Rai va a rimorchio di chi possiede le chiavi della musica?

Claudio Fasulo: “Sono molti cantanti, ma doseremo la quantità di ospiti in modo da non prolungare troppo lo show. Il fatto è che 24 cantanti in gara ci permettono di rendere completo lo spettro delle proposte. Volevamo spaziare nei generi, negli stili e questo si ripercuote anche nel numero di cantanti”.

Anna Ferzetti (conduttrice del Primafestival, ndr), potrebbe comparire anche al Festival insieme a suo marito Pierfrancesco Favino? Alla Rai, com’è andata la vendita del Festival all’estero? E in Russia?

Anna Ferzetti: “No, le nostre esperienze rimarranno separate”.

Claudio Fasulo: “Confesso di non sapere nulla sul caso specifico russo. Però posso dire che RaiItalia trasmetterà in diretta in tutto il mondo”.

Che aspettative ci sono in fatto di share?

Claudio Fasulo: “Non ho mai parlato di share e non lo farò ora”.

Teresa De Santis: “Faccio gli scongiuri del caso. È chiaro che ci aspettiamo un risultato. Oltre a dare al paese e agli italiani uno spettacolo, cerchiamo un risultato, ma per ora faccio solo gli scongiuti”.

Anna Foglietta, si vedrebbe nelle vesti di conduttrice del Festival?

Anna Foglietta: “Certo che sì. È l’evento più importante che abbiamo e che ci sappresenta. Per un ‘artista è un’occaisone incredibile, non mi spaventerebbe e anzi mi darebbe le energie per lavorarci”.

Rocco Papaleo, dal momento che è una seconda volta a Sanremo, quali differenze ha trovato?

Rocco Papaleo, tra il serio e il faceto: “Sono molto cambiato da sette ani fa, adesso sono un uomo, prima di Sanremo non potevo definirmi tale. Tornare a Sanremo mi fa molto piacere. Sono sorpreso dalle possibilità del Dopofestival, mi sono sentito meno pressioni rispetto al Festival e nella libertà di esprimermi.
L’Ariston non mi manca tanto, ho un ricordo bellissimo dell’esperienza – anche se Belen mi parlò solo sul palco – ma questa è una meravigliosa occasione. È una cosa di stato, di importanza enorme. Ricordo che l’anno della mia co-conduzione era tra i soli 5 in tuttq Italia che sapevano cosa avrebbe detto Celentano e mi sentivo importante. Però proviamo a prenderla più alla leggera, a divertirci”. E recita la poesia “Piaceri” Bertolt Brecht, com eesortazione.

Quello che succede qui è un’anomalia. Qui c’è un soggetto che paga (la Rai) e un valore aggiunto dato dalla manifestazione che va a vantaggio di F&P. Non c’è conflitto di interessi, m a nessuno ha mai pensato di ripartire questo valore aggiunto anche con la Rai?

Teresa De Santis: “È un suggerimento importante. Prenderemo questa indicazione, la riporterò volentieri ai vertici. Abbiamo molte attività in esternalizzazione e forse dovremmo rivedere il rapporto con queste esternalizzazioni”.

Gli ospiti di domani, intanto, saranno: Fiorella Mannoia, Marco Mengoni, Riccardo Cocciante, Michelle Hunziker, Pio e Amedeo, Laura Chiatti e Michele Riondino. Inoltre ci sarà un Premio alla carriera per Pino Daniele.

Sembra ch enei giorni scorsi le dimissioni di Claudio Baglioni siano arrivate sul tavolo della Rai? È così?

Teresa De Santis: “Non credo che sia mai neanche lontanamente esistita l’ipotesi di dimissioni. Claudio si confronta sempre con tutti in azienda, compresi i massimi vertici, e si sarà confrontato anche in questi giorni visto che il Festival è l’asset principale della Rai, ma l’ipotesi dimissioni è sinceramente infondata”.

La conferenza stampa finisce qui.

 

 

 

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Stasera in tv 21 giugno 2021 – Tutti i programmi in onda

Stasera in tv 21 giugno 2021. Euro2020 prosegue su Rai 1 con la partita Finlandia - Belgio. Su Rai 3, le nuove inchieste di Report.

Pubblicato

il

Stasera in tv 21 giugno 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv 21 giugno 2021. Su Rai 1 è in onda il match di EURO2020: Finlandia – Belgio. Invece, su Rai 3 il programma Report propone nuovi servizi e indagini. Di seguito tutta la programmazione prevista sui canali in chiaro, e alcune proposte dalle reti satellitari Sky Cinema.

Stasera in tv 21 giugno 2021

Stasera in tv 21 giugno 2021 – Programmazione Rai

Rai 1, alle 20,30 trasmette il match della Fase A valido per Euro2020 Finlandia – Belgio. La trasmissione della partita è a cura di Rai Sport. La telecronaca è di Ezio Capuano e Bruno Giordano.

Su Rai 2, alle 21:20 è proposto prima un episodio in prima visione TV Rai del poliziesco action Hawaii Five-0. Nello specifico, l’episodio dieci della stagione dieci, intitolato Rivalità. Segue dalle 22:05 un episodio di N.C.I.S. New Orleans. Si tratta dell’episodio 11 della stagione 6, il cui titolo è Sotto una cattiva Luna.

Rai 3 propone alle 21:20 Report. Il programma di Sigfrido Ranucci manda in onda ogni mercoledì nuovi servizi e indagini. Nella puntata di questa sera, sono previsti servizi inerenti la situazione dei tamponi in Italia ad oggi, giugno 2021. Come funzionano? Quali sono più attendibili, e quali meno? Il servizio è intitolato Far West Tamponi. E ancora, una inchiesta sui sindacati nazionali, intitolato Il minimo sindacale.

Stasera in tv 21 giugno 2021 – Programmazione Mediaset

Rete 4 trasmette una nuova puntata di Quarta Repubblica, alle 21.26. Il conduttore Nicola Porro affronta dibattiti di stringente attualità con ospiti in studio o in collegamento. Anche questa sera è previsto un focus sui vaccini e sulle riaperture degli esercizi commerciali; oltre a diversi approfondimenti sui casi di cronaca più rilevanti del momento.

Su Canale 5, sono proposte dalle 21.21 le puntate 20, 21 e 22 della prima stagione in prima visione tv di Mr. Wong – Lezioni d’amore. La storia tra Ozgur ed Ezgi prosegue, non senza difficoltà. Questa volta, devono confrontarsi con le ingerenze dei loro genitori, nel momento in cui si presentano, tutti contemporaneamente e senza preavviso, a casa loro.

Italia 1 propone dalle 21.22 il film La furia dei Titani (titolo originale Wrath of the Titans). Nel cast, tra gli altri, le star Liam Neeson e Sam Worthington. Perseo, il protagonista, sta vivendo una vita tranquilla con suo figlio, Helius. Tuttavia, gli dei stanno perdendo potere e influenza, a causa della mancanza di fede dimostrata dall’umanità. Così, perdono il controllo delle creature mitiche note come titani, che rischiano di insidiare il loro trono divino e distruggere il mondo. Perseo è l’unico in grado di aiutarli, salvando Zeus e combattendo i titani.

La programmazione di La7, TV8 e NOVE

La 7 manda in onda alle 21.15 Hunting Hitler, un documentario storico. Hunting Hitler indaga e fa luce sui documenti segreti secondo i quali il Führer sarebbe sfuggito alla morte alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Per rintracciarlo, e scoprire la veridicità di quei documenti, si sono susseguite numerose indagini dell’ FBI, tutte infruttuose. Però, il documentario propone alcune testimonianze inedite, per verificare se possono esistere risposte alternative. 

Su TV8 prosegue la messa in onda in replica degli episodi della stagione 1 di Gomorra la serie. Sono oggi trasmessi gli episodi 9 e 10; intitolati rispettivamente Gelsomina verde e Ora facciamo i Conti.

NOVE propone il film La mia vita è uno zoo (titolo originale We Bought a Zoo), dalle 21.25. Benjamin Mee (Matt Damon), è rimasto vedovo. La sua famiglia è allo sbando, e lui decide di usare i risparmi di una vita per acquistare un parco zoologico in disuso nella campagna inglese. L’obiettivo è rimetterlo in sesto e riaprirlo insieme ai figli, occupandosi deglie oltre duecento esemplari di animali esotici e in via d’estinzione presenti nello zoo. Nel Cast, oltre a Matt Damon, figurano Scarlett Johansson ed Elle Fanning.

Stasera in tv 14 giugno 2021 – I film in onda su Sky Cinema

Infine, vi proponiamo due film in onda sui canali satellitari di Sky Cinema.

Sky Cinema Canale 308, alle 21.00 manda in onda L’ultimo dei Mohicani (titolo originale The Last of the Mohicans), film storico del 1992. Uncas, il padre Chingachgook e il loro fratello adottivo Occhio di falco sono gli ultimi membri una tribù di nativi americani: i Mohicani. In seguito al rapimento delle figlie di un colonnello inglese, i due giovani sono arrestati pur se innocenti, e costretti a combattere come mercenari nella sanguinosa guerra fra i francesi e gli indiani.

Su Sky Cinema Canale 313, è trasmesso Godzilla II – King of the monsters, alle ore 21.15. Godzilla, un gigantesco rettile geneticamente modificato, nato nelle acque inquinate del Giappone, si risveglia dal suo lungo sonno sottomarino. Mothra, Rodan e il mostro a tre teste King Ghidorah hanno infatti iniziato una sanguinosa lotta per la supremazia sulla Terra. L’agenzia criptozoologica Monarch cerca di salvare l’umanità dal disastro, ma, nel frattempo, anche Godzilla prende parte alla contesa.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Detectives puntata 19 giugno, gli omicidi di Maurizio Minghella

Tutte le notizie sulla puntata che accende i riflettori sulla storia di Maurizio Minghella e sui suoi efferati delitti

Pubblicato

il

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Secondo appuntamento con Detectives, questa sera sabato 19 giugno su Rai 2. La trasmissione true crime di approfondimento giornalistico è realizzata in collaborazione con la Polizia di Stato.

Detectives puntata 19 giugno su Maurizio Minghella

Il titolo completo del programma è Detectives, casi risolti e irrisolti. La trasmissione mette al centro del racconto gli investigatori che hanno seguito in prima persona i casi più controversi e complessi di cronaca nera. Tutti vengono ripercorsi ed analizzati, attraverso i reali documenti d’indagine.

Nella seconda puntata, in onda sabato 19 giugno alle 22.40 su Rai2, Giuseppe Rinaldi si avvale della presenza in studio del Dirigente della PS Marco Basile. E, insieme a lui, racconta l’indagine geniale e sofisticata che ha posto fine alla lunga carriera criminale di uno dei più spietati assassini seriali che l’Italia abbia mai avuto nella sua storia: Maurizio Minghella.

Detectives 19 giugno

La storia di Minghella

Ecco la storia del criminale con alle spalle almeno otto omicidi

Tina è una prostituta moldava di 20 anni che vive a Torino. Nella notte tra il 16 e il 17 febbraio del 2001 viene assassinata e il suo corpo ritrovato lungo un canale di irrigazione nelle vicinanze di uno svincolo della tangenziale. Tina non è la prima prostituta che viene uccisa a Torino.

Per questi brutali delitti gli inquirenti iniziano a seguire la pista dell’omicida seriale che porta all’arresto di Maurizio Minghella. L’uomo era già stato condannato a Genova per quattro omicidi di ragazze e godeva del regime di semilibertà a Torino.

Proprio dall’omicidio di Tina parte una indagine a ritroso che porta alla luce altri efferati delitti di Minghella. In totale, al serial killer sono stati attribuiti otto delitti, anche se il numero delle vittime potrebbe essere molto più alto.

Una storia densa di colpi di scena in cui spicca la dedizione delle forze dell’ordine. Ma ci sono anche inquietanti risvolti psicologici. La puntata infatti non seguirà solo l’indagine di Polizia ma cercherà, con l’aiuto di un neuropsichiatra, il professor Roberto Delle Chiaie, di entrare nella mente di questo feroce assassino.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Catfish su MTV la nuova stagione e una striscia quotidiana dedicata alla comunità LGBTQI+

Torna su MTV il programma dedicato alle coppie nate su internet condotto da Nev Schulman e Kamie Crawford.

Pubblicato

il

Catfish MTV
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il produttore esecutivo e conduttore Nev Schulman e la co-conduttrice Kamie Crawford da domenica 20 giugno alle ore 22.50 tornano finalmente su MTV (canale Sky 130 e in streaming su NOW) con la nuova stagione in prima tv assoluta di Catfish, la serie che racconta le verità e le bugie delle relazioni nate online.

Catfish MTV coppie

Catfish MTV

Se da un lato i social network e i siti di incontri permettono di conoscere tante nuove persone, dall’altro sono un’arma a doppio taglio, perché ci si può imbattere in qualcuno che non è chi e come dice di essere! Catfish è il format a metà strada tra documentario e reality che si occupa proprio di confermare o smascherare chi si trova dall’altra parte dello schermo.

La serie si ispira all’omonimo film di Henry Joost e Ariel Schulman del 2010. Nev Schulman, protagonista anche del film, diventa produttore e conduttore della serie e inizia a seguire i casi di coloro che temono di essere vittime di un tentativo di “catfish”, termine con cui si indica una persona che finge di essere qualcun altro nascondendosi dietro una falsa identità creata sui social.

Durante il lungo anno di quarantena, con tanto tempo libero a disposizione e con la mancanza di interazioni sociali in tutto il mondo le persone hanno cercato contatti online, sia per amore, amicizia o altro. Ma non sempre le cose hanno avuto un lieto fine…In ogni episodio le persone in difficoltà contattano Nev e la co-conduttrice Kamie che indagano sul presunto “catfish” e organizzano un incontro rivelatore tra le due parti. Siete pronti a scoprire i protagonisti della nuova stagione?

Speciale Pride

Inoltre, in occasione del mese del pride su MTV (canale Sky 130 e in streaming su NOW) dal lunedì al venerdì vanno in onda due strisce quotidiane di Catfish – Speciale Pride, al mattino e al pomeriggio, con episodi legati alla comunità LGBTQI+.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it