Infinity, debutta oggi il servizio on demand di Mediaset


Per la fruizione on line di serie, film e fiction televisive


Per usufruire di Infinity basta registrarsi sul sito infinitytv.it e scegliere se procedere con la sottoscrizione mensile (9,99 euro) oppure consumare un solo contenuto; prima però si può provare gratuitamente il servizio per ben 15 giorni. L’unico requisito è avere un dispositivo connesso alla rete, che sia smart tv, tablet, pc, Mac, decoder o console per videogiochi.
Al momento in catalogo sono presenti circa 5000 titoli tra fiction e film, tutti in alta definizione; le serie invece arriveranno ad aprile. Al prezzo di 3 o 5 euro inoltre, tra i film ci sono anche quelli usciti da poco nelle sale e che non sono ancora approdati nelle pay tv.
Infinity permette di consumare il prodotto anche su due dispositivi in contemporanea, in lingua originale o con i sottotitoli.
Utilizzando un termine caro alle videoteche, il servizio prevede l’opzione “noleggio” con cui un titolo può essere visibile per 48 ore.
Gli appassionati di un regista o di una saga infine, troveranno la funzione “collection”, attraverso cui potranno fare il download di tutti i film di un  certo regista o di una saga, ma anche di intere serie e fiction.
Infinity, assicurano a Mediaset, è un modo per venire incontro alle esigenze degli spettatori: non solo la televisione sta attraversando una fase di ibridazione, ma sono anche cambiate le modalità di consumo. Lo spettatore adesso vuole scegliere i propri contenuti, senza essere legato alla programmazione di un palinsesto. Ecco allora un servizio che permette la fruizione in streaming con possibilità di scaricare il prodotto e vederlo più tardi.
Il web fa da piattaforma ad una televisione che si plasma sulle esigenze dell’utente: invece di essere soppiantata dal web, la tv lo colonizza, a partire da Twitter, dove i trending topic, la maggior parte delle volte, riguardano proprio programmi televisivi. Allo stesso tempo però, la tv ha imparato la lezione della rete: chi naviga guarda un episodio dietro l’altro.
Con Infinity, Mediaset guarda chiaramente a Netflix, la società statunitense nata nel ’97 come servizio di noleggio di dvd e videogiochi su internet, poi divenuta servizio di streaming tv  fino al 2011 quando ha iniziato a produrre serie proprie.
Per ora Mediaset è riuscita a giocare d’anticipo, ma tra febbraio e marzo la concorrenza si farà più agguerrita perché Sky lancerà River e, sempre nel 2014, nella penisola potrebbe sbarcare la stessa Netflix.



0 Replies to “Infinity, debutta oggi il servizio on demand di Mediaset”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*