Vieni da me Morgan telefona, fa pace con la madre e apre a Bugo


Morgan telefona fa pace con la madre e apre a Bugo. L'artista è intervenuto durante il collegamento della Balivo con la madre.


Oggi è stata ospite di Vieni da me la mamma di Morgan che telefona in diretta a Caterina Balivo.In collegamento da Milano c’è Luciana Colnaghi. E la signora ha espresso il suo parere su quanto era accaduto a Sanremo 2020 quando c’è stata la lite tra il figlio e il partner Bugo.

Vieni da me Morgan telefona alla madre ospite in collegamento

Ecco quanto è accaduto nel corso del collegamento. La signora Luciana dice:

Ieri ho sentito il bisogno di telefonarti perché non mi è piaciuto che non fosse presente Marco a quella conversazione che mi sembrava un po’ un processo. C’era solamente il direttore d’orchestra e nessun altro tranne quel signore che aveva la giacca maculata che ha detto qualcosa a sua difesa. E mi sono sentita veramente poco bene perché io amo la giustizia. Volevo intervenire perché mi sentivo di voler difendere mio figlio, non è un mostro, è un personaggio che ama tanto la musica per cui mi sembrava necessario aiutarlo in questo momento. Anche se, ammetto, mio figlio non avrebbe dovuto comportarsi in quel modo.

La signora Luciana svela di non avere contatti con Marco da quando ha avuto lo sfratto. Io non so neanche dove abita e questo è un grosso dispiacere. La signora si commuove e piange in diretta.

La Balivo chiede se Morgan sa della sua presenza in trasmissione e lei risponde affermativamente.
La mamma di Morgan svela di non aver mai voluto intromettersi nella vita provata del figlio la cui ultima compagna attende una bambina.

Vieni da me Morgan telefona in diretta alla Balivo

Vieni da me Morgan telefona e la madre ricorda il suicidio del marito

La Balivo la interrompe sulla vita privata e difende il suo operato nella puntata precedente: non abbiamo voluto fare nessun processo a Morgan. Anch’io ho dovuto un certo punto fermare il maestro prendendo anche degli insulti sui social. Però il maestro ieri ha raccontato i fatti esatti signora. Li abbiamo visti anche noi. Morgan è bravo, lo sappiamo tutti.

La madre ricorda di essere lei stessa una musicista e per questo non ha approvato l’esecuzione del brano cantato nella serata delle cover. Poi racconta che da piccolo Marco cantava suonava ballava.

La signora Luciana ricorda che il suicidio del padre ha gettato Morgan, che aveva solo 16 anni, in uno stato di profondo sconforto. Poi ricorda che il figlio è stato sempre molto rispettoso, non ha mai creato un problema ma era un carattere chiuso. Perciò ha cercato di insegnargli a stare con  altri. E confessa che avrebbe voluto diventasse un direttore d’orchestra.

La Balivo incalza: io non posso credere che lei è d’accordo sul fatto che suo figlio abbia cambiato il testo e detto quelle parole a Bugo.

Luciana Colnaghi ammette che Morgan ha sbagliato ma si è sentito offeso. E non concorda con il figlio quando dice di “essere stato abbandonato nel bosco”. Sia lei che la la sorella di Morgan gli sono sempre state vicino-

A questo punto interviene Morgan al telefono. Solo alla fine della telefonata sapremo che l’artista è a Milano, a 200 metri da Corso Sempione dove la madre è il collegamento con la Balivo. Morgan promette di andare ad abbracciare la mamma. Così si chiude la puntata.

Morgan disposto a riappacificarsi con Bugo

Marco Castoldi non ammette di aver sbagliato a cambiare le parole della canzone. Ma apre uno spiraglio ed una possibilità sulla sua riappacificazione con Bugo. Infatti alla fine, forse commosso dall’atmosfera del programma dice: dite a Bugo che sarebbe bello cantare di nuovo insieme la canzone. Sarà vero?

Intanto la Balivo lo invita a riabbracciare la madre. Sapremo nella prossima puntata quanto è accaduto.

La puntata è fruibile su RaiPlay.



0 Replies to “Vieni da me Morgan telefona, fa pace con la madre e apre a Bugo”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*