Storie italiane manager Bugo su Morgan: ribadisco, è in pericolo, non accetterei le sue scuse


Valerio Soave interviene di nuovo nel programma e conferma che Morgan ha bisogno di aiuto e va curato.


Storie italiane ha ospitato questa mattina, mercoledì 12 febbraio, il manager di Bugo che era già intervenuto ieri. Eleonora Daniele aveva raccolto la versione di Valerio Soave che ha risposto a quanto aveva detto Morgan in altre trasmissioni, tra cui Live – Non è la D’Urso.

Storie italiane manager Bugo su Morgan : aiutiamolo è in pericolo

Soave, manager di Bugo, ha sottolineato più volte, anche nella puntata di oggi, che Marco Castoldi, in arte Morgan, va aiutato, non deve essere lasciato solo. Ha fatto capire che la sua personalità controversa potrebbe metterlo in pericolo.

Soave dice che attorno a Morgan era stata creata una atmosfera di serenità. E sottolinea come sia stata una offesa per lui sapere che l’orchestra aveva bocciato le sue partiture.

Poi viene ricordato che dieci anni fa, nel 2010, Morgan era stato escluso da Sanremo per la sua ammissione di far uso di stupefacenti.

A Soave viene chiesto perchè solo oggi ha detto che Morgan va curato. Non si era reso conto dei presunti problemi anche allora?

La Daniele insiste: ma da cosa va curato?

Soave spiega di non aver mai visto Morgan assumere droghe. Ma gli effetti sono visibili in comportamenti strani come le manie di persecuzione e il vedere complotti ovunque.

Storie italiane manager Bugo

Il manager rivela di aver anche chiesto a Morgan di sottoporsi ad un controllo medico da lui rifiutato.Soave resta fermo nella sua convinzione che Morgan va curato. Morgan si crea le situazioni nella sua mente e ci crede davvero. In questo senso non è in cattiva fede. Ma è pericoloso.

Storie italiane Valerio Soave su Morgan

Valerio Soave adesso dice che uno studio legale si sta incaricando di vedere quali azioni di Morgan avrebbero rilievo penale.

Si riferisce a quanto aveva già detto ieri sempre a Storie italiane:

ll 26 gennaio scorso, e mancava soltanto una settimana all’inizio del Festival di Sanremo, arriva una richiesta da parte dell’avvocato di Morgan. Io avrei dovuto versargli 55000 Euro e lui aveva facoltà di non partecipare al Festival di Sanremo. Non sappiamo che cosa sia stato questo gesto da Morgan. Sarà deciso e stabilito in sede giudiziaria. Una denuncia? Stiamo valutando tutta una serie di circostanze. Innanzitutto sto cercando di calmierare quanto è successo.

Storie italiane Valerio Soave – ecco quanto aveva detto ieri

Ieri venne chiesto a Soave se Morgan è servito a far conoscere Bugo. La risposta:

Ci ha aiutato la popolarità di Morgan. Ma popolarità non significa credibilità. Sono 15 anni che una canzone di Morgan non viene riprodotta in radio. Come potevo volere l’eliminazione di Morgan e di Bugo se l’artista era stato scelto in duetto? se Morgan fosse andato via anche Burgo si sarebbe auto eliminato. Non è possibile promuovere un duetto e poi chiedere l’eliminazione di Morgan.

Soave continuava:

Mentre ovunque c’è la definizione Bugo featuring Morgan a Sanremo si erano presentati insieme. La defezione di Morgan voleva significare l’eliminazione di Bugo è un delirio.

Il manager di Bugo a proposito della presenza di Morgan a Live non è la D’Urso, dice:

Barbara D’Urso gli aveva chiesto per quale motivo è andato a Sanremo lui aveva avuto un momento di perplessità e poi aveva risposto di essere andato per amicizia con Bugo. Morgan provoca ma non gli ho mai messo le mani addosso. Gli accordi tra di noi erano ben precisi e stabiliti dinanzi a parecchi testimoni in una riunione del 18 dicembre.

Poi l’affondo finale:

Siccome voglio bene a Morgan sottolineo che va aiutato e non condannato. Lo chiedo sia ai suoi amici che ai mass media che amplificano i suoi deliri e le sue manie di persecuzione. Io l’ho portato a Sanremo per aiutarlo. Morgan in pericolo stategli vicino, quel che dice è frutto di manie di persecuzione



0 Replies to “Storie italiane manager Bugo su Morgan: ribadisco, è in pericolo, non accetterei le sue scuse”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*