Connect with us

News

Il Commissario, la seconda puntata

Anticipazioni sull'episodio in onda questa sera
Massimo Luciani

Pubblicato

il

Anticipazioni sull'episodio in onda questa sera
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Calabresi viene sollevato dalle indagini su Piazza Fontana, ma il commissario continua a seguire una serie di piste investigative che lo portano a una scoperta cruciale: il traffico di gelignite, l’esplosivo utilizzato per la strage, parte da Monaco di Baviera per arrivare in Veneto, al nucleo di Ordine nuovo, una formazione di estrema destra, e infine a Milano. L’ipotesi, formulata da Calabresi e dai suoi collaboratori, è che gruppi neofascisti abbiano causato la strage per aumentare la tensione nel paese e favorire un colpo di Stato. Quando Calabresi passa l’informazione ad Allegra, questi si limita a ribadirgli stizzito che le indagini non sono più di sua competenza.
Claudio, ancora infiltrato nel locale di Jurgen, scopre la vera identità di uno dei frequentatori, Ivan Rocchi, a sua volta informatore dei Servizi. Il giovane ha però un tallone d’Achille, fa uso di droga. Calabresi lo interroga e, minacciando di rendere nota a tutti la sua tossicodipendenza, lo convince che d’ora in avanti lavorerà anche per lui passandogli informazioni.
Claudio è insospettito dal comportamento di Jenny, che spesso si eclissa dal locale senza motivo. Forse è anche lei un’attivista anarchica? Per fugare i suoi dubbi Claudio la segue e scopre che la ragazza ha una figlia. Jenny gli confida le sue paure, non vuole che la figlia cresca in un contesto dove regnano l’odio e l’intolleranza, per questo la nasconde ai coetanei. Claudio e Jenny si ritrovano più vicini e sono pronti a vivere i loro sentimenti.
Intanto la morte di Pinelli divide l’Italia. Le indagini interne escludono responsabilità dei presenti e parlano di un malore o un suicidio dell’anarchico, ma le maldicenze sul conto di Calabresi aumentano a dismisura, e la stampa si scaglia ferocemente contro il commissario, accusandolo di tacere la verità sulle stragi di stato e ritenendolo responsabile della morte di Pinelli. Esasperato per le falsità riportate, Calabresi decide di querelare Lotta Continua, anche su suggerimento del dott. Manni, responsabile degli Affari interni del Quirinale, inviato a Milano da Roma per coadiuvare le indagini sulla strage.
Rocchi avverte Calabresi che è stata una mossa sbagliata: il commissario sta muovendo un attacco alla stampa libera e ormai l’opinione pubblica lo considera un nemico. 

La Ranieri nel ruolo di Gemma Capra ne Il Commissario
Al battesimo del suo primogenito Mario, Padre Rotondi fornisce a Calabresi una rapida via di fuga per lui e la sua famiglia: richiederà il trasferimento al Quirinale. Calabresi ringrazia Padre Rotondi per la sua iniziativa, ma non ha intenzione di andarsene: ama il suo lavoro, l’ha scelto per vocazione e vuole portarlo avanti con coraggio. Calabresi non prende sul serio la possibilità di essere in pericolo di vita: ha sempre fatto il suo dovere nel rispetto della legge e della giustizia e non c’è motivo di temere per la sua incolumità.
Nel frattempo viene aperto un procedimento penale contro Calabresi per l’omicidio Pinelli in seguito alla denuncia della moglie, Licia Pinelli.
Gemma (Luisa Ranieri)  intanto scopre di essere di nuovo incinta, motivo per cui non è in grado di partecipare al fianco del marito alla prima udienza in tribunale. Presentatosi solo davanti alla Corte, Luigi si accorge con drammatica evidenza di come i compagni di un tempo lo abbiano abbandonato: solo il fedele Claudio e il collega Valentini restano al suo fianco. Il processo si svolge in un clima di aspra contestazione: il commissario non si sottrae a nessuna domanda, sperando di poter fare chiarezza una volta per tutte sulla vicenda Pinelli. Ad uno ad uno cadono tutti i capi d’accusa e Calabresi viene dichiarato innocente.
Le indagini su piazza Fontana conducono agli arresti di tre giovani neofascisti, Freda, Rauti e Ventura, a conferma che la pista imboccata da Calabresi era quella giusta.
Nasce il piccolo Paolo, il secondogenito di Gemma e Luigi, il commissario, sembra rianimarsi, ma gli eventi di quei mesi si susseguono a ritmo serrato: il 15 marzo 1972 un agricoltore lombardo trova sotto un traliccio dell’alta tensione il cadavere di un uomo. Calabresi vi riconosce subito Feltrinelli. Le indagini coordinate da Calabresi portano all’arresto dei gappisti dell’entourage di Feltrinelli e alla scoperta del loro covo in via Boiardo, dove la polizia trova un vero e proprio arsenale da guerra. Tra i documenti dattiloscritti rinvenuti nel covo c’è una lista nera di uomini da eliminare stilata da un nuovo gruppo eversivo, le Brigate Rosse: per la prima volta appare l’effige della stella a cinque punte. Tra i nomi dei bersagli da colpire c’è anche quello di Calabresi. Il successivo arresto del brigatista Marco Pisetta chiude il cerchio di quello che è un vero e proprio blitz anti-terrorista. Padre Rotondi rinnova a Calabresi l’invito a trasferirsi a Roma, ma Luigi ha ormai deciso: porterà a termine la sua missione, fino alla fine, costi quel che costi.
Intanto Gemma gli annuncia di essere in attesa del terzo figlio. 

Solfrizzi ne Il Commissario
Jenny nel frattempo scopre la vera identità di Claudio: la giovane cantante si sente tradita e, stanca di quell’ambiente, decide di partire con la figlia per Londra, lì crescerà la bambina e tenterà la carriera di musicista. Claudio per un momento è tentato di partire con lei, lasciandosi alle spalle il clima d’odio che sta rapidamente lacerando il Paese. Ma il giovane poliziotto ha ormai imparato la lezione del suo mentore ed è deciso a mettere in pratica gli insegnamenti e i valori che Calabresi gli ha trasmesso, solo così l’Italia potrà cambiare e tornare ad essere un paese normale.
Il 17 maggio 1972 Luigi Calabresi esce da casa, come ogni mattina, per recarsi in questura, quando viene raggiunto da due colpi di pistola alla testa. Morirà poco dopo, in ospedale, per sopravvenute complicazioni. La mattina del 19 maggio 1972 la sua bara è portata fuori dalla questura per consentire alla gente di renderle omaggio. È un bagno di folla: dai balconi piovono fiori, ovunque atti di ossequio.
Claudio saluta Jenny alla stazione: la ragazza capisce che il giovane poliziotto ha scelto di restare. Il ragazzo di Primavalle è diventato un uomo che ha fatto propria la lezione del suo maestro: non c’è libertà se si nega la verità, e la verità va perseguita, sempre, con il dialogo e la tolleranza.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornalista, scrittore, opinionista, veneziano DOC. Appassionato di letteratura russa e francese. Giocatore di tennis. Mi occupo prevalentemente di spettacoli, tra cui teatro e televisione.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Report Lo sterco del diavolo questa sera su Rai 3, gli altri servizi

Le inchieste e i reportage di cui si occupa Sigfrido Ranucci nel corso della puntata. In primis gli scandali in Vaticano.
Stefano Della Felce

Pubblicato

il

Report Lo sterco del diavolo
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Report propone oggi l’inchiesta dal titolo Lo sterco del diavolo. Va in onda lunedì 12 aprile alle 21.30 su Rai3 e su RaiPlay. Al timone come al solito Sigfrido Ranucci che promette rivelazioni esplosive.

Report Lo sterco del diavolo questa sera su Rai 3

Report riparte con l’inchiesta esclusiva “Lo sterco del diavolo” di Giorgio Mottola con la collaborazione di Norma Ferrara e Giulia Sabella.

Il reportage documenta come gli scandali all’ombra del Cupolone non si fermano nemmeno davanti ai Santi. Da anni Papa Francesco ha avviato una battaglia interna al Vaticano per portare trasparenza nei conti della Santa Sede. Ma la resistenza interna continua a essere forte: troppi sono gli interessi finanziari in ballo.

Questa sera viene raccolta una denuncia inedita dalla trasmissione. All’interno della Congregazione per le cause dei santi, la commissione vaticana che gestisce i processi di canonizzazione, un alto funzionario avrebbe chiesto una tangente per avviare il processo di beatificazione di un candidato molto noto e amato.

Una vicenda avvenuta mentre il prefetto della Congregazione per le cause dei santi era il cardinale Giovanni Angelo Becciu, l’ex sostituto della Segreteria di Stato dimessosi lo scorso settembre dopo le accuse di peculato.

Con documenti inediti e testimonianze esclusive Report ricostruirà gli investimenti finanziari realizzati dalla Segreteria di Stato negli ultimi anni.

A partire dall’acquisto degli ex magazzini Harrod’s di Londra, un palazzo costato al Vaticano oltre 400 milioni di euro e che oggi varrebbe non più di 290 milioni. Dietro agli investimenti opachi fatti con i soldi dei fedeli, si nasconderebbero uomini d’affari spregiudicati, faccendieri, religiosi corrotti e una guerra all’interno dei servizi segreti italiani.

Gli altri servizi

Tra gli altri servizi: Il triangolo della censura con una discussione e un approccio sul mancato aggiornamento del piano pandemico.

Si chiude con Sputnik il vaccino che viene dal freddo. 

Efficacia dichiarata altissima (92%), prezzo contenuto (10 dollari a dose), scarsi effetti collaterali, queste le caratteristiche del vaccino. Mentre in Europa mancano i vaccini e le dosi arrivano con al rallentatore, tutti parlano di Sputnik V. Il siero russo però in Europa non arriva e la sua autorizzazione si sta trasformando in un giallo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Reazione a catena 2021 con Marco Liorni ecco quando inizia

Tutte le notizie sulla nuova edizione del gioco condotto ancora una volta su Rai 1 da Marco Liorni. Come partecipare.
Serena Angelucci

Pubblicato

il

Marco Liorni 2021 Reazione a catena
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Arriva Reazione a catena con l’edizione del 2021. Il programma di giochi e connessioni sulla lingua italiana, riprende il proprio posto nel palinsesto estivo di Rai 1. Sarà presente sempre nella fascia preserale della prima rete e prende il posto di L’Eredità condotto da Flavio Insinna.

Reazione a catena 2021 con Marco Liorni

Intanto, per il terzo anno consecutivo è confermata la presenza, al timone del programma, di Marco Liorni. Il conduttore è attualmente padrone di casa del contenitore del day time pomeridiano di Rai 1 Italia Si. Per un determinato periodo sarà presente contemporaneamente nei appuntamenti. E quindi in onda tutti i giorni, visto che Reazione a catena, così come L’Eredità non si ferma nel fine settimana e va avanti sette giorni su sette.

Il quiz è nato nel 2007 e fino al 2009 il quiz è stato condotto da Pupo. Successivamente ne ha preso il posto dal 2010 al 2013, Pino Insegno. E’ stata la volta, poi, dal 2014 al 2017 di Amadeus. Per un solo anno, nel 2018, è arrivato Gabriele Corsi. Infine, dal 2019 Marco Liorni ne ha preso il timone.

Il format è un susseguirsi di giochi tutti legati alla lingua italiana che ricorda molto La settimana Enigmistica. In tutti i giochi i concorrenti devono scoprire assonanze tra parole e frasi con lo scopo di completare una “catena di parole”, in base a significati comuni, proverbi, aforismi, titoli di film o di libri e così via. Si tratta de Le catene musicali, Una tira l’altra e L’Ultima catena.

Il programma richiede dunque ai concorrenti una buona cultura generale ed una valida padronanza della lingua italiana. Il gioco più importante è L’intesa vincente che decreta il vincitore della puntata.

Come partecipare

Ecco come partecipare ai casting e quello che dice il regolamento Rai

A partire dall’8 febbraio 2021, tutti gli aspiranti concorrenti al programma potranno candidarsi al provino di Reazione a Catena solo attraverso il portale del Casting Rai www.rai.it/raicasting, previa iscrizione al sito, compilando l’apposito form di iscrizione.

Durante la fase di iscrizione, a ciascun candidato verrà chiesto di scegliere il nome della propria squadra. O, qualora fosse già stata denominata e individuata in precedenza da un componente della squadra stessa, di indicare l’esatta denominazione della squadra di appartenenza, composta
da tre unità.

Quando inizia Reazione a catena 2021

La data di inizio confermata a meno di ulteriori slittamenti, è il 7 giugno 2021. Il programma resta in onda fino al 26 settembre. Per poi cedere il posto di nuovo a L’Eredità di Flavio Insinna.

Nella prima puntata torna la squadra che deteneva in titolo di campione nell’ultima puntata andata in onda nel settembre 2020. Si tratta delle Ricongiunte, ovvero Giulia Rita e Donata, tre amiche alle quali era toccato il compito di battere I tre alla seconda che sono stati presenti per ben 26 puntate all’interno del programma.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

L’Isola dei famosi 8 aprile, ecco perché non va in onda

GIovedì 8 aprile, su Canale 5 salta l'appuntamento serale con L'Isola dei famosi. L'annuncio della conduttrice Ilary Blasi.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

L'Isola dei famosi 8 aprile
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Salta il prossimo appuntamento con L’Isola dei famosi previsto, come di consueto, in prima serata su Canale 5 giovedì 8 aprile 2021. La conduttrice Ilary Blasi ha spiegato le ragioni del posticipo nel corso della sesta puntata del reality show.

Vi ricordiamo, inoltre, che potete seguire L’Isola dei famosi anche in streaming su internet, tramite il sito a fruizione gratuita Mediaset Play.

L’Isola dei famosi 8 aprile, l’inizio di Supervivientes in Spagna

La settima puntata de L’isola dei famosi non va in onda giovedì 8 aprile per lasciare spazio alla versione spagnola dell’avventuroso reality show. Infatti, l’equivalente iberico de L’Isola dei famosi si chiama Supervivientes, e l’esordio fissato proprio per giovedì 8 aprile 2021. La conduttrice di L’Isola dei famosi, Ilary Blasi, nel corso della sesta puntata del reality ha affermato che la puntata non sarebbe andata in onda per lasciare spazio alla prima di Supervivientes.  

La Blasi ha poi spiegato più chiaramente le altre ragioni alla base della decisione di rinviare la puntata, tutte di natura prettamente logistica. Non ci sarebbero, quindi, motivazioni basate sugli ascolti o strategie mirate a non far sovrapporre il programma con altri trasmessi dalla concorrenza. La presenza delle barche e degli elicotteri preposti allo sbarco dei naufraghi di Supervivientes, infatti, avrebbe potuto disturbare la messa in onda di L’Isola dei Famosi.

I due reality sono entrambi prodotti e distribuiti da Mediaset, uno in Italia, l’altro in Spagna. E quest’anno condividono alcuni spazi in Honduras, fra cui la Palapa. Non sorprende, quindi, che per non mostrare l’approdo nell’area dei naufraghi ispanici, si sia deciso di eliminare la puntata in onda sulle reti italiane.

L'Isola dei famosi 8 aprile

Valeria Marini e Gianmarco Onestini nel cast di Supervivientes

In Honduras, quindi, stanno per approdare numerosi Vip del panorama televisivo spagnolo, per partecipare a Supervivientes, la versione iberica de L’Isola dei Famosi. Tuttavia, molti dei naufraghi pronti a cimentarsi con la sfida hanno nomi noti non solo in Spagna, ma anche in Italia.

Su tutti risaltano i nomi di Valeria Marini e Gianmacro Onestini. La Valeri è una sopravvissuta veterana, che ha già partecipato a diverse edizioni de L’Isola dei Famosi in passato.

Il 29 settembre 2008, infatti, ha accettato di partecipare per la prima volta come “naufraga non in gara” per una settimana. Era la sesta edizione de L’isola dei famosi, e il reality era già iniziato.La Marini, in quell’occasione, ha accettato di partecipare al gioco solo per tenere fede a una scommessa fatta con la conduttrice Simona Ventura.

In seguito, dal 25 gennaio 2012 è stata concorrente della nona edizione del reality show, condotta da Nicola Savino e Vladimir Luxuria su Rai 2. Fu eliminata l’8 marzo, nel corso della settima puntata. Infine, a marzo 2018, dieci anni dopo la prima partecipazione, prende parte per la terza volta a L’isola dei famosi, partecipando come guest star della tredicesima edizione del programma.

Gianmarco Onestini, invece, è un influencer italiano che nel 2018 ha partecipato a Temptation Island in qualità di tentatore. L’anno successivo, nel 2019, è stato tra i concorrenti del Grande Fratello 16. In seguito alla partecipazione sulle reti nazionali, partecipa anche alla versione spagnola del Grande Fratello, chiamato semplicemente “Gran Hermano” (la traduzione di Grande Fratello in spagnolo). Infine, sempre per la tv spagnola, partecipa e vince il reality spagnolo El tiempo del descuento.

Tutti gli altri naufraghi di Supervivientes

Di seguito, tutti i nomi dei Vip che partecipano a Supervivientes, la versione spagnola de L’Isola dei famosi:

  • Valeria Marini
  • Gianmarco Onestini
  • Carmen Russo
  • Aida Yespica
  • Elisa De Panicis
  • Ivan Gonzalez
  • Paola Caruso
  • Fabio Colloricchio
  • Ivana Icardi
  • Valerio Pino
  • Aida Nizar
  • Mario D’Amico.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it