Connect with us

News

Le Iene show, la prima puntata del 2014

Tutti i servizi della serata d'esordio
Irene Natali

Pubblicato

il

Tutti i servizi della serata d'esordio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si inizia ironizzando sulla disgrazia toccata alla casa del Grande Fratello, bruciata e, soprattutto, già ricostruita.
Il primo servizio è firmato da Andrea Agresti. Conosciamo la signora Albana che, in malattia per un infortunio al ginocchio, viene pagata senza presentarsi al lavoro da ben due anni. Purtroppo, la donna ha avuto la sciagurata idea di postare foto su Facebook che la ritraggono alle prese con escursioni in montagna e tacchi alti. Per quanto il suo comportamento sia condannabile, il programma di fatto se la prende con un cittadino privato, usando la televisione come medium potente per una gogna pubblica: si dà in pasto al pubblico un capro espiatorio. 

La casa del GF in ricostruzione
Secondo servizio: Mauro Casciari ci racconta la drammatica storia di Linda, operata nella clinica in cui lavorava. Dopo l’intervento, le hanno lasciato per quattro mesi il pezzo di un divaricatore di 3 cm e mezzo. Muovendosi nel corpo, il pezzo le ha causato dolori e un’insufficienza aortica, per cui ora dovrà essere nuovamente operata.
In seguito alla sua denuncia è stata licenziata due volte: la prima perché avrebbe fatto una cattiva pubblicità alla clinica, poi, dopo il suo reintegro, grazie alla legge Fornero.
Casciari è andato alla ricerca di risposte dai dirigenti; sono queste Le Iene che ci piacciono, quelle che usano la potenza del mezzo per difendere chi ne ha bisogno.

Il campione di ciclismo radiato a Le Iene show
Si giunge poi all’attesa intervista di Danilo Di Luca, campione di ciclismo radiato per doping. Lo sportivo spiega che non può più gareggiare perché trovato positivo tre volte: il 99% delle volte, aggiunge, il doping è personale. E prosegue: «Mi sono informato con i medici: esistono sostanze che, come l’Epo, se assunte in maniera giusta, possono migliorare le prestazioni. Mano a mano, col passare degli anni, queste sostanze sono state inserite nell’elenco delle sostanze dopanti». «Il doping -continua- fa effetto dopo 20 giorni, un mese; come effetto si alza l’emoglobina, migliorano le prestazioni, ma il fisico non cambia. Non crea dipendenza, dà solo vantaggi fisici, a meno che non si vada avanti troppo a lungo».
Di Luca, spiazzante con le sue risposte chiare e asciutte, mette in luce un aspetto inquietante dello sport agonistico, giungendo a una conclusione che lascia senza parole: propone la liberalizzazione del doping, ma è sicuro che non si farà mai. Allucinante: in sostanza, l’ex ciclista si limita a prendere atto che i risultati da raggiungere  sono così inumani che non c’è via d’uscita senza doping.
Terzo servizio: un montaggio dei momenti del twerkatore in risposta a Paola Ferrari, che ha annunciato di voler denunciare il programma dopo averne subito l’«aggressione».

Le Iene, il caso Ferrari
A quel punto, in secondo tempo, viene mostrato il filmato integrale di com’è andata. Perplessità in studio sullo spavento della donna. Più un paio di battute sulla Ferrari struccata che si spaventerebbe da sola davanti allo specchio; Mammuccari si dimostra sempre battutista sopraffino e dalla complessa elucubrazione mentale; è il gioco al ribasso. Nel frattempo comunque, la Ferrari ribatte a distanza su Twitter.

Servizio su La terra dei fuochi a Le Iene
Si passa poi a un servizio di Nadia Toffa riguardante la Terra dei Fuochi, dove Napolitano ha incontrato le mamme. Vengono riproposte le dichiarazioni di Carmine Schiavone e toccanti interviste ai cittadini. Due di loro, sentiti nei mesi scorsi, non ce l’hanno fatta. La Toffa annuncia che lo Stato sta dando qualche risposta.
Si cambia quindi registro: momento più leggero con Angelo Duro, stasera fastidiosissimo con i poveri malcapitati.

Le iene show: gli errori della serie Gli anni spezzati
Tocca  poi a Sabina Nobile: gli errori storici nella fiction di Rai Uno Gli Anni Spezzati.  Un manifesto di Casa Pound che non era ancora nata, una macchina messa in commercio 30 anni dopo e Solfrizzi che parla di dieci euro.
Servizio numero sette: Filippo Roma documenta un evento fantasma a cui avrebbe dovuto partecipare John Travolta. I proventi sarebbero dovuti andare ai terremotati dell’Emilia, invece i fan di Tony Manero sono rimasti delusi. La società organizzatrice si chiama Alabama, e aveva altri eventi in programma.

Pensionati italiani in Bulgaria
Altra truffa, ora raccontata da Pablo Trincia: alcuni insegnati sono stati assunti da una società, la Eurocom, per tenere dei corsi gratuiti. Naturalmente non sono stai pagati, nonostante i corsi fossero finanziati dalla Regione Lombardia.
Con Enrico Lucci veniamo a conoscenza di un fenomeno interessante: i pensionati in Bulgaria. Si tratta di un aspetto inedito della crisi: il servizio infatti, ribalta il punto di vista riguardo al tema dell’immigrazione. Solitamente l’informazione parla di Italia come paese ospitante, o al massimo di giovani diretti verso il nord Europa  o gli Stati Uniti, ma mai di gente che emigra per l’est. Eppure, con 500 euro di pensione al mese, succede anche questo.

Intervista a Gassman in Le iene show
Segue un’ intervista singola ad Alessandro Gassman, al cinema con Tutta colpa di Freud.
Subito dopo viene proposto il classico per eccellenza: ragazze che aspirano a lavorare nello spettacolo.

Spettacoli truffa a Le Iene

I provini sono per un fantomatico programma di Sky Uno chiamato Bella e monella. Come titolo, sarebbe credibile solo per un film di Tinto Brass, ma le sventurate hanno comunque risposto si. A dimostrazione di ciò, Sky nega che il progetto abbia a che fare con loro.
Seguendo gli ultimi fatti di cronaca come l’incidente di Schumacher e il caso dei bambini sul monte Livata, ci si occupa di sicurezza in montagna.
Prima del gran finale, Enrico Lucci provoca con ironia i politici sulla legge elettorale.

A Le Iene Il caso Stamina
A mezzanotte in punto infine, si torna su Stamina, il servizio che tutti attendevamo. L’ultima mezz’ora della puntata è tutta dedicata alla cura di Vannoni. Giulio Golia ripercorre l’intera vicenda, chiarendo che le istituzioni coinvolte hanno fatto entrare Vannoni e il suo metodo in un ospedale pubblico. Poi però, si scusa:  « Se solo uno dei nostri telespettatori si è convinto che il Metodo Stamina funzioni davvero, chiediamo scusa perché non è questo ciò che volevamo dire».
Pubblicità, poi si rientra in studio: Mammuccari si congeda dal pubblico invitandolo ad andare a dormire. Effettivamente è quasi l’una meno un quarto.
Appuntamento a mercoledì prossimo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Report Lo sterco del diavolo questa sera su Rai 3, gli altri servizi

Le inchieste e i reportage di cui si occupa Sigfrido Ranucci nel corso della puntata. In primis gli scandali in Vaticano.
Stefano Della Felce

Pubblicato

il

Report Lo sterco del diavolo
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Report propone oggi l’inchiesta dal titolo Lo sterco del diavolo. Va in onda lunedì 12 aprile alle 21.30 su Rai3 e su RaiPlay. Al timone come al solito Sigfrido Ranucci che promette rivelazioni esplosive.

Report Lo sterco del diavolo questa sera su Rai 3

Report riparte con l’inchiesta esclusiva “Lo sterco del diavolo” di Giorgio Mottola con la collaborazione di Norma Ferrara e Giulia Sabella.

Il reportage documenta come gli scandali all’ombra del Cupolone non si fermano nemmeno davanti ai Santi. Da anni Papa Francesco ha avviato una battaglia interna al Vaticano per portare trasparenza nei conti della Santa Sede. Ma la resistenza interna continua a essere forte: troppi sono gli interessi finanziari in ballo.

Questa sera viene raccolta una denuncia inedita dalla trasmissione. All’interno della Congregazione per le cause dei santi, la commissione vaticana che gestisce i processi di canonizzazione, un alto funzionario avrebbe chiesto una tangente per avviare il processo di beatificazione di un candidato molto noto e amato.

Una vicenda avvenuta mentre il prefetto della Congregazione per le cause dei santi era il cardinale Giovanni Angelo Becciu, l’ex sostituto della Segreteria di Stato dimessosi lo scorso settembre dopo le accuse di peculato.

Con documenti inediti e testimonianze esclusive Report ricostruirà gli investimenti finanziari realizzati dalla Segreteria di Stato negli ultimi anni.

A partire dall’acquisto degli ex magazzini Harrod’s di Londra, un palazzo costato al Vaticano oltre 400 milioni di euro e che oggi varrebbe non più di 290 milioni. Dietro agli investimenti opachi fatti con i soldi dei fedeli, si nasconderebbero uomini d’affari spregiudicati, faccendieri, religiosi corrotti e una guerra all’interno dei servizi segreti italiani.

Gli altri servizi

Tra gli altri servizi: Il triangolo della censura con una discussione e un approccio sul mancato aggiornamento del piano pandemico.

Si chiude con Sputnik il vaccino che viene dal freddo. 

Efficacia dichiarata altissima (92%), prezzo contenuto (10 dollari a dose), scarsi effetti collaterali, queste le caratteristiche del vaccino. Mentre in Europa mancano i vaccini e le dosi arrivano con al rallentatore, tutti parlano di Sputnik V. Il siero russo però in Europa non arriva e la sua autorizzazione si sta trasformando in un giallo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Reazione a catena 2021 con Marco Liorni ecco quando inizia

Tutte le notizie sulla nuova edizione del gioco condotto ancora una volta su Rai 1 da Marco Liorni. Come partecipare.
Serena Angelucci

Pubblicato

il

Marco Liorni 2021 Reazione a catena
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Arriva Reazione a catena con l’edizione del 2021. Il programma di giochi e connessioni sulla lingua italiana, riprende il proprio posto nel palinsesto estivo di Rai 1. Sarà presente sempre nella fascia preserale della prima rete e prende il posto di L’Eredità condotto da Flavio Insinna.

Reazione a catena 2021 con Marco Liorni

Intanto, per il terzo anno consecutivo è confermata la presenza, al timone del programma, di Marco Liorni. Il conduttore è attualmente padrone di casa del contenitore del day time pomeridiano di Rai 1 Italia Si. Per un determinato periodo sarà presente contemporaneamente nei appuntamenti. E quindi in onda tutti i giorni, visto che Reazione a catena, così come L’Eredità non si ferma nel fine settimana e va avanti sette giorni su sette.

Il quiz è nato nel 2007 e fino al 2009 il quiz è stato condotto da Pupo. Successivamente ne ha preso il posto dal 2010 al 2013, Pino Insegno. E’ stata la volta, poi, dal 2014 al 2017 di Amadeus. Per un solo anno, nel 2018, è arrivato Gabriele Corsi. Infine, dal 2019 Marco Liorni ne ha preso il timone.

Il format è un susseguirsi di giochi tutti legati alla lingua italiana che ricorda molto La settimana Enigmistica. In tutti i giochi i concorrenti devono scoprire assonanze tra parole e frasi con lo scopo di completare una “catena di parole”, in base a significati comuni, proverbi, aforismi, titoli di film o di libri e così via. Si tratta de Le catene musicali, Una tira l’altra e L’Ultima catena.

Il programma richiede dunque ai concorrenti una buona cultura generale ed una valida padronanza della lingua italiana. Il gioco più importante è L’intesa vincente che decreta il vincitore della puntata.

Come partecipare

Ecco come partecipare ai casting e quello che dice il regolamento Rai

A partire dall’8 febbraio 2021, tutti gli aspiranti concorrenti al programma potranno candidarsi al provino di Reazione a Catena solo attraverso il portale del Casting Rai www.rai.it/raicasting, previa iscrizione al sito, compilando l’apposito form di iscrizione.

Durante la fase di iscrizione, a ciascun candidato verrà chiesto di scegliere il nome della propria squadra. O, qualora fosse già stata denominata e individuata in precedenza da un componente della squadra stessa, di indicare l’esatta denominazione della squadra di appartenenza, composta
da tre unità.

Quando inizia Reazione a catena 2021

La data di inizio confermata a meno di ulteriori slittamenti, è il 7 giugno 2021. Il programma resta in onda fino al 26 settembre. Per poi cedere il posto di nuovo a L’Eredità di Flavio Insinna.

Nella prima puntata torna la squadra che deteneva in titolo di campione nell’ultima puntata andata in onda nel settembre 2020. Si tratta delle Ricongiunte, ovvero Giulia Rita e Donata, tre amiche alle quali era toccato il compito di battere I tre alla seconda che sono stati presenti per ben 26 puntate all’interno del programma.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

L’Isola dei famosi 8 aprile, ecco perché non va in onda

GIovedì 8 aprile, su Canale 5 salta l'appuntamento serale con L'Isola dei famosi. L'annuncio della conduttrice Ilary Blasi.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

L'Isola dei famosi 8 aprile
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Salta il prossimo appuntamento con L’Isola dei famosi previsto, come di consueto, in prima serata su Canale 5 giovedì 8 aprile 2021. La conduttrice Ilary Blasi ha spiegato le ragioni del posticipo nel corso della sesta puntata del reality show.

Vi ricordiamo, inoltre, che potete seguire L’Isola dei famosi anche in streaming su internet, tramite il sito a fruizione gratuita Mediaset Play.

L’Isola dei famosi 8 aprile, l’inizio di Supervivientes in Spagna

La settima puntata de L’isola dei famosi non va in onda giovedì 8 aprile per lasciare spazio alla versione spagnola dell’avventuroso reality show. Infatti, l’equivalente iberico de L’Isola dei famosi si chiama Supervivientes, e l’esordio fissato proprio per giovedì 8 aprile 2021. La conduttrice di L’Isola dei famosi, Ilary Blasi, nel corso della sesta puntata del reality ha affermato che la puntata non sarebbe andata in onda per lasciare spazio alla prima di Supervivientes.  

La Blasi ha poi spiegato più chiaramente le altre ragioni alla base della decisione di rinviare la puntata, tutte di natura prettamente logistica. Non ci sarebbero, quindi, motivazioni basate sugli ascolti o strategie mirate a non far sovrapporre il programma con altri trasmessi dalla concorrenza. La presenza delle barche e degli elicotteri preposti allo sbarco dei naufraghi di Supervivientes, infatti, avrebbe potuto disturbare la messa in onda di L’Isola dei Famosi.

I due reality sono entrambi prodotti e distribuiti da Mediaset, uno in Italia, l’altro in Spagna. E quest’anno condividono alcuni spazi in Honduras, fra cui la Palapa. Non sorprende, quindi, che per non mostrare l’approdo nell’area dei naufraghi ispanici, si sia deciso di eliminare la puntata in onda sulle reti italiane.

L'Isola dei famosi 8 aprile

Valeria Marini e Gianmarco Onestini nel cast di Supervivientes

In Honduras, quindi, stanno per approdare numerosi Vip del panorama televisivo spagnolo, per partecipare a Supervivientes, la versione iberica de L’Isola dei Famosi. Tuttavia, molti dei naufraghi pronti a cimentarsi con la sfida hanno nomi noti non solo in Spagna, ma anche in Italia.

Su tutti risaltano i nomi di Valeria Marini e Gianmacro Onestini. La Valeri è una sopravvissuta veterana, che ha già partecipato a diverse edizioni de L’Isola dei Famosi in passato.

Il 29 settembre 2008, infatti, ha accettato di partecipare per la prima volta come “naufraga non in gara” per una settimana. Era la sesta edizione de L’isola dei famosi, e il reality era già iniziato.La Marini, in quell’occasione, ha accettato di partecipare al gioco solo per tenere fede a una scommessa fatta con la conduttrice Simona Ventura.

In seguito, dal 25 gennaio 2012 è stata concorrente della nona edizione del reality show, condotta da Nicola Savino e Vladimir Luxuria su Rai 2. Fu eliminata l’8 marzo, nel corso della settima puntata. Infine, a marzo 2018, dieci anni dopo la prima partecipazione, prende parte per la terza volta a L’isola dei famosi, partecipando come guest star della tredicesima edizione del programma.

Gianmarco Onestini, invece, è un influencer italiano che nel 2018 ha partecipato a Temptation Island in qualità di tentatore. L’anno successivo, nel 2019, è stato tra i concorrenti del Grande Fratello 16. In seguito alla partecipazione sulle reti nazionali, partecipa anche alla versione spagnola del Grande Fratello, chiamato semplicemente “Gran Hermano” (la traduzione di Grande Fratello in spagnolo). Infine, sempre per la tv spagnola, partecipa e vince il reality spagnolo El tiempo del descuento.

Tutti gli altri naufraghi di Supervivientes

Di seguito, tutti i nomi dei Vip che partecipano a Supervivientes, la versione spagnola de L’Isola dei famosi:

  • Valeria Marini
  • Gianmarco Onestini
  • Carmen Russo
  • Aida Yespica
  • Elisa De Panicis
  • Ivan Gonzalez
  • Paola Caruso
  • Fabio Colloricchio
  • Ivana Icardi
  • Valerio Pino
  • Aida Nizar
  • Mario D’Amico.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it