Connect with us

News

La Rai per il giorno della memoria

gli appuntamenti di viale Mazzini per il 27 gennaio
Biagio Esposito

Pubblicato

il

gli appuntamenti di viale Mazzini per il 27 gennaio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rai1
Alle 14:10 “Il viaggio più lungo: Rodi – Auschwitz“, un documentario sulla deportazione degli ebrei dell’isola di Ro.
Alle 02:00 Rai Educational presenta Terza Pagina “Ricordando la Shoah”.
A seguire, la replica della miniserie in due puntate interpretata da Flavio Insinna “La buona battaglia di Don Pietro Pappagallo“, che narra la storia vera del sacerdote pugliese che portò in salvo un gran numero di persone ricercate dal nazi-fascismo.

Rai2
Alle 08:00 la seconda rete ripropone il film tv con Luca Zingaretti “Perlasca – Un eroe italiano“, diretto da Alberto Negrin e sceneggiato da Stefano Rulli e Sandro Petraglia con la collaborazione di Enrico Deaglio. La vera storia di Giorgio Perlasca (1910 -1992), il quale, nei giorni tragici della Budapest del 1944 riuscì, spacciandosi per il console spagnolo, a salvare migliaiadi ebrei dalla violenza nazista.
Alle 00:55 Sorgente di vita “I giovani ricordano la Shoah”. Studenti e insegnanti delle scuole italiane in un viaggio della memoria ad Auschwitz-Birkenau insieme ad alcuni testimoni, al ministro Carrozza ed al presidente del Senato Grasso.

Rai3
Ale 11:00 Speciale TG3 segue in diretta da Roma, Palazzo del Quirinale, la celebrazione del ”giorno della memoria” alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Alle 13:10 (e in replica alle 20:.30 su Rai Storia) Il Tempo e la Storia, il programma di Rai Educational  condotto da Massimo Bernardini, propone “In viaggio verso i lager” con Carlo Greppi.
Alle 23:15 Correva l’anno presenta “I medici del Reich” di Vanessa Roghi: il racconto degli atroci esperimenti effettuati su cavie umane e del raffinarsi delle tecniche di sterminio di massa.

Rai5
Alle 20:00 la diretta de “I violini della speranza“, un’iniziativa che vuole ricordare la Shoah, le leggi razziali ma anche coloro che hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. Un evento di grande portata simbolica, organizzato dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane insieme all’Università Ebraica di Gerusalemme e all’Associazione BrainCircleItalia, sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vedrà insieme sul palco dell’Auditorium di Roma dodici violini e un violoncello sopravvissuti alla Shoah, ciascuno con la sua storia drammatica, ritrovati e restaurati dal liutaio israeliano Amnon Weinstein. Guarda il promo >>
Dopo il concerto, la serata prosegue con il film-documentario “Suoni dal silenzio” di Roberto Olla. Un racconto che parte dal ritrovamento negli archivi militari e inglesi delle pellicole originali girate dai cineoperatori Alleati durante la liberazione dei lager nazisti. Si chiude alle 23:00 con la replica de “La pianista bambina“.
La “settimana della memoria” di Rai5 si chiude infine mercoledì 29 gennaio alle 21:15 con “Ascoltami bene”, spettacolo teatrale liberamente tratto dalle lettere e dai diari di Etty Hillesum, giovane olandese nata da una famiglia della borghesia intellettuale ebraica e morta ad Auschwitz nel novembre del 1943.

Radio3
Come ogni anno Radio3, in occasione del Giorno della Memoria, propone una diretta da una città italiana (per il 2014 Firenze) in cui la presenza ebraica è stata particolarmente significativa. Quest’anno sarà il Teatro Goldoni della capitale toscana a ospitare la diretta di Radio3, dalle 20:30 alle 23:00, condotta da Guido Barbieri e Marino Sinibaldi. “Il viaggio della Memoria” è il titolo di una serata ricca di musica, testimonianze e riflessioni.

Rai Junior
Per parlare ai più piccoli dell’Olocausto e stimolare una riflessione sul Giorno della Memoria e sul suo significato vi presentiamo anche un sito ad hoc: www.giornodellamemoria.ragazzi.rai.it  contributi video, schede di libri e film, spiegazioni su alcune parole chiave, più una intervista alla scrittrice e autrice televisiva Luisa Mattia!
Un sito destinato ai più giovani, ma anche a genitori e insegnanti, che vi possono trovare spunti per avviare un dialogo sul tema con i loro figli e i loro studenti.

Altre informazioni: http://rumors.blog.rai.it/2014/01/24/la-rai-per-il-14-giorno-della-memoria/#sthash.nXFnaYwF.dpuf

 

Lunedì 27 gennaio, a 69 anni dalla liberazione di Auschwitz da parte dei soldati dell’Armata Rossa, si celebra per la 14^ volta il Giorno della Memoria, istituito con la legge del 20 luglio 2000 al fine di
ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati“.

– La Rai per il Giorno della Memoria. Vai al sito >>

Il grande scrittore piemontese Primo Levi, deportato ad Auschwitz, ha scritto:
E’ avvenuto contro ogni previsione, è avvenuto in Europa (…). E’ avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire

Lo scopo di questa data simbolica è quello di conservare la memoria affinché simili eventi non possano mai più accadere, né tantomeno venire negati.
E’ con questo obiettivo che Rai.tv vi propone una scelta di documenti video che, attraverso immagini e filmati d’archivio, nonché grazie alla preziosa testimonianza dei sopravvissuti, raccontano l’orrore del nazismo.

– Vai allo speciale di Rai.tv >>


A seguire, i principali appuntamenti che le reti Rai dedicheranno alla ricorrenza del Giorno della Memoria
:


Rai1

Lunedì 27 gennaio alle 14:10 “Il viaggio più lungo: Rodi – Auschwitz“, un documentario sulla deportazione degli ebrei dell’isola di Ro.
Alle 02:00 Rai Educational presenta Terza Pagina “Ricordando la Shoah”.
A seguire, la replica della miniserie in due puntate interpretata da Flavio Insinna “La buona battaglia di Don Pietro Pappagallo“, che narra la storia vera del sacerdote pugliese che portò in salvo un gran numero di persone ricercate dal nazi-fascismo.

Rai2
Sabato 25 gennaio alle 24:30 la rubrica Tg2 Storie – I racconti della settimana, con Maria Concetta Mattei, tratterà di giornata della memoria e altri racconti.
Lunedì 27 gennaio alle 08:00 la seconda rete ripropone il film tv con Luca Zingaretti “Perlasca – Un eroe italiano“, diretto da Alberto Negrin e sceneggiato da Stefano Rulli e Sandro Petraglia con la collaborazione di Enrico Deaglio. La vera storia di Giorgio Perlasca (1910 -1992), il quale, nei giorni tragici della Budapest del 1944 riuscì, spacciandosi per il console spagnolo, a salvare migliaiadi ebrei dalla violenza nazista.
Alle 00:55 Sorgente di vita “I giovani ricordano la Shoah”. Studenti e insegnanti delle scuole italiane in un viaggio della memoria ad Auschwitz-Birkenau insieme ad alcuni testimoni, al ministro Carrozza ed al presidente del Senato Grasso.

Rai3
Domenica 26 gennaio tra gli altri ospiti di Che tempo che fa, in onda alle 20:10, ci saranno direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli e la Presidente della Fondazione del Memoriale Vera Vigevani Jarack, mentre Massimo Gramellini sarà in collegamento dal Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, unico luogo della deportazione rimasto intatto negli anni e da cui, tra il 1943 e il 1945, centinaia di persone furono caricate sui carri merci verso i campi di concentramento
Lunedì 27 gennaio alle 11:00 Speciale TG3 segue in diretta da Roma, Palazzo del Quirinale, la celebrazione del ”giorno della memoria” alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Alle 13:10 (e in replica alle 20:.30 su Rai Storia) Il Tempo e la Storia, il programma di Rai Educational  condotto da Massimo Bernardini, propone “In viaggio verso i lager” con Carlo Greppi.
Alle 23:15 Correva l’anno presenta “I medici del Reich” di Vanessa Roghi: il racconto degli atroci esperimenti effettuati su cavie umane e del raffinarsi delle tecniche di sterminio di massa.

Rai5
La “settimana della memoria” di Rai5 si apre venerdì 24 gennaio alle 21:15 con “La strada di Levi“, un documentario di Davide Ferrario e Marco Belpoliti che ripercorre al presente il lunghissimo tragitto compiuto da Primo Levi per tornare in Italia dopo la sua liberazione dal campo di concentramento di Auschwitz nel 1945.
Sabato 25 gennaio alle 21:15 si prosegue con un’inedita produzione televisiva dello spettacolo “Ladro di razza“, con Massimo Dapporto, Susanna Marcomeni e Blas Rovìca Rey, tratto da un testo di Gianni Clementi, con la regia di Marco Mattolini. Lo spettacolo si ispira alla grande tradizione del cinema neorealista, indagando un particolare momento della nostra storia, quello della Seconda Guerra Mondiale, con una Roma ridotta allo stremo, ma ancora capace di un sussulto di orgoglio.
La mattina di domenica 26 sono in programma i docu-film “La pianista bambina” (ore 6:45), storia di due piccole pianiste ucraine che con l’invasione dei tedeschi scopriranno gli orrori della guerra, e “Segni di pace ad Auschwitz in un giorno di sole” (ore 7:55), un viaggio nelle grandi religioni mondiali dentro i campi di sterminio di Auschwitz – Birkenau.
Lunedì 27 gennaio alle 20:00 la diretta de “I violini della speranza“, un’iniziativa che vuole ricordare la Shoah, le leggi razziali ma anche coloro che hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. Un evento di grande portata simbolica, organizzato dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane insieme all’Università Ebraica di Gerusalemme e all’Associazione BrainCircleItalia, sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vedrà insieme sul palco dell’Auditorium di Roma dodici violini e un violoncello sopravvissuti alla Shoah, ciascuno con la sua storia drammatica, ritrovati e restaurati dal liutaio israeliano Amnon Weinstein. Guarda il promo >>
Dopo il concerto, la serata prosegue con il film-documentario “Suoni dal silenzio” di Roberto Olla. Un racconto che parte dal ritrovamento negli archivi militari e inglesi delle pellicole originali girate dai cineoperatori Alleati durante la liberazione dei lager nazisti. Si chiude alle 23:00 con la replica de “La pianista bambina“.
La “settimana della memoria” di Rai5 si chiude infine mercoledì 29 gennaio alle 21:15 con “Ascoltami bene”, spettacolo teatrale liberamente tratto dalle lettere e dai diari di Etty Hillesum, giovane olandese nata da una famiglia della borghesia intellettuale ebraica e morta ad Auschwitz nel novembre del 1943.

Rai Storia
Venerdì 24 gennaio Rai Educational presenta in 1^ serata, alle 21:15, “L’olocausto segreto“, la cronologia delle tappe che hanno segnato l’aggravarsi della situazione ebraica, dalla violenza nelle strade alla violenza ufficiale e legalizzata, con strategie antisemite e la deportazione in campi di Concentramento. Messaggi e documenti segreti gettano una nuova luce su una delle più grandi tragedie del XX secolo.

Radio3
Come ogni anno Radio3, in occasione del Giorno della Memoria, propone una diretta da una città italiana (per il 2014 Firenze) in cui la presenza ebraica è stata particolarmente significativa. Quest’anno sarà il Teatro Goldoni della capitale toscana a ospitare la diretta di Radio3, dalle 20:30 alle 23:00, condotta da Guido Barbieri e Marino Sinibaldi. “Il viaggio della Memoria” è il titolo di una serata ricca di musica, testimonianze e riflessioni.
Ma l’intera settimana, a partire dal 21 gennaio e fino al 27, vedrà ospitati all’interno dei programmi di Radio3 interventi dedicati alla ricorrenza. Tutti gli appuntamenti di Radio3 >>

Rai Junior
Per parlare ai più piccoli dell’Olocausto e stimolare una riflessione sul Giorno della Memoria e sul suo significato vi presentiamo anche un sito ad hoc: www.giornodellamemoria.ragazzi.rai.it: contributi video, schede di libri e film, spiegazioni su alcune parole chiave, più una intervista alla scrittrice e autrice televisiva Luisa Mattia!
Un sito destinato ai più giovani, ma anche a genitori e insegnanti, che vi possono trovare spunti per avviare un dialogo sul tema con i loro figli e i loro studenti.

– See more at: http://rumors.blog.rai.it/2014/01/24/la-rai-per-il-14-giorno-della-memoria/#sthash.nXFnaYwF.dpuf

Lunedì 27 gennaio, a 69 anni dalla liberazione di Auschwitz da parte dei soldati dell’Armata Rossa, si celebra per la 14^ volta il Giorno della Memoria, istituito con la legge del 20 luglio 2000 al fine di
ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati“.

– La Rai per il Giorno della Memoria. Vai al sito >>

Il grande scrittore piemontese Primo Levi, deportato ad Auschwitz, ha scritto:
E’ avvenuto contro ogni previsione, è avvenuto in Europa (…). E’ avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire

Lo scopo di questa data simbolica è quello di conservare la memoria affinché simili eventi non possano mai più accadere, né tantomeno venire negati.
E’ con questo obiettivo che Rai.tv vi propone una scelta di documenti video che, attraverso immagini e filmati d’archivio, nonché grazie alla preziosa testimonianza dei sopravvissuti, raccontano l’orrore del nazismo.

– Vai allo speciale di Rai.tv >>


A seguire, i principali appuntamenti che le reti Rai dedicheranno alla ricorrenza del Giorno della Memoria
:


Rai1

Lunedì 27 gennaio alle 14:10 “Il viaggio più lungo: Rodi – Auschwitz“, un documentario sulla deportazione degli ebrei dell’isola di Ro.
Alle 02:00 Rai Educational presenta Terza Pagina “Ricordando la Shoah”.
A seguire, la replica della miniserie in due puntate interpretata da Flavio Insinna “La buona battaglia di Don Pietro Pappagallo“, che narra la storia vera del sacerdote pugliese che portò in salvo un gran numero di persone ricercate dal nazi-fascismo.

Rai2
Sabato 25 gennaio alle 24:30 la rubrica Tg2 Storie – I racconti della settimana, con Maria Concetta Mattei, tratterà di giornata della memoria e altri racconti.
Lunedì 27 gennaio alle 08:00 la seconda rete ripropone il film tv con Luca Zingaretti “Perlasca – Un eroe italiano“, diretto da Alberto Negrin e sceneggiato da Stefano Rulli e Sandro Petraglia con la collaborazione di Enrico Deaglio. La vera storia di Giorgio Perlasca (1910 -1992), il quale, nei giorni tragici della Budapest del 1944 riuscì, spacciandosi per il console spagnolo, a salvare migliaiadi ebrei dalla violenza nazista.
Alle 00:55 Sorgente di vita “I giovani ricordano la Shoah”. Studenti e insegnanti delle scuole italiane in un viaggio della memoria ad Auschwitz-Birkenau insieme ad alcuni testimoni, al ministro Carrozza ed al presidente del Senato Grasso.

Rai3
Domenica 26 gennaio tra gli altri ospiti di Che tempo che fa, in onda alle 20:10, ci saranno direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli e la Presidente della Fondazione del Memoriale Vera Vigevani Jarack, mentre Massimo Gramellini sarà in collegamento dal Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, unico luogo della deportazione rimasto intatto negli anni e da cui, tra il 1943 e il 1945, centinaia di persone furono caricate sui carri merci verso i campi di concentramento
Lunedì 27 gennaio alle 11:00 Speciale TG3 segue in diretta da Roma, Palazzo del Quirinale, la celebrazione del ”giorno della memoria” alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Alle 13:10 (e in replica alle 20:.30 su Rai Storia) Il Tempo e la Storia, il programma di Rai Educational  condotto da Massimo Bernardini, propone “In viaggio verso i lager” con Carlo Greppi.
Alle 23:15 Correva l’anno presenta “I medici del Reich” di Vanessa Roghi: il racconto degli atroci esperimenti effettuati su cavie umane e del raffinarsi delle tecniche di sterminio di massa.

Rai5
La “settimana della memoria” di Rai5 si apre venerdì 24 gennaio alle 21:15 con “La strada di Levi“, un documentario di Davide Ferrario e Marco Belpoliti che ripercorre al presente il lunghissimo tragitto compiuto da Primo Levi per tornare in Italia dopo la sua liberazione dal campo di concentramento di Auschwitz nel 1945.
Sabato 25 gennaio alle 21:15 si prosegue con un’inedita produzione televisiva dello spettacolo “Ladro di razza“, con Massimo Dapporto, Susanna Marcomeni e Blas Rovìca Rey, tratto da un testo di Gianni Clementi, con la regia di Marco Mattolini. Lo spettacolo si ispira alla grande tradizione del cinema neorealista, indagando un particolare momento della nostra storia, quello della Seconda Guerra Mondiale, con una Roma ridotta allo stremo, ma ancora capace di un sussulto di orgoglio.
La mattina di domenica 26 sono in programma i docu-film “La pianista bambina” (ore 6:45), storia di due piccole pianiste ucraine che con l’invasione dei tedeschi scopriranno gli orrori della guerra, e “Segni di pace ad Auschwitz in un giorno di sole” (ore 7:55), un viaggio nelle grandi religioni mondiali dentro i campi di sterminio di Auschwitz – Birkenau.
Lunedì 27 gennaio alle 20:00 la diretta de “I violini della speranza“, un’iniziativa che vuole ricordare la Shoah, le leggi razziali ma anche coloro che hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. Un evento di grande portata simbolica, organizzato dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane insieme all’Università Ebraica di Gerusalemme e all’Associazione BrainCircleItalia, sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vedrà insieme sul palco dell’Auditorium di Roma dodici violini e un violoncello sopravvissuti alla Shoah, ciascuno con la sua storia drammatica, ritrovati e restaurati dal liutaio israeliano Amnon Weinstein. Guarda il promo >>
Dopo il concerto, la serata prosegue con il film-documentario “Suoni dal silenzio” di Roberto Olla. Un racconto che parte dal ritrovamento negli archivi militari e inglesi delle pellicole originali girate dai cineoperatori Alleati durante la liberazione dei lager nazisti. Si chiude alle 23:00 con la replica de “La pianista bambina“.
La “settimana della memoria” di Rai5 si chiude infine mercoledì 29 gennaio alle 21:15 con “Ascoltami bene”, spettacolo teatrale liberamente tratto dalle lettere e dai diari di Etty Hillesum, giovane olandese nata da una famiglia della borghesia intellettuale ebraica e morta ad Auschwitz nel novembre del 1943.

Rai Storia
Venerdì 24 gennaio Rai Educational presenta in 1^ serata, alle 21:15, “L’olocausto segreto“, la cronologia delle tappe che hanno segnato l’aggravarsi della situazione ebraica, dalla violenza nelle strade alla violenza ufficiale e legalizzata, con strategie antisemite e la deportazione in campi di Concentramento. Messaggi e documenti segreti gettano una nuova luce su una delle più grandi tragedie del XX secolo.

Radio3
Come ogni anno Radio3, in occasione del Giorno della Memoria, propone una diretta da una città italiana (per il 2014 Firenze) in cui la presenza ebraica è stata particolarmente significativa. Quest’anno sarà il Teatro Goldoni della capitale toscana a ospitare la diretta di Radio3, dalle 20:30 alle 23:00, condotta da Guido Barbieri e Marino Sinibaldi. “Il viaggio della Memoria” è il titolo di una serata ricca di musica, testimonianze e riflessioni.
Ma l’intera settimana, a partire dal 21 gennaio e fino al 27, vedrà ospitati all’interno dei programmi di Radio3 interventi dedicati alla ricorrenza. Tutti gli appuntamenti di Radio3 >>

Rai Junior
Per parlare ai più piccoli dell’Olocausto e stimolare una riflessione sul Giorno della Memoria e sul suo significato vi presentiamo anche un sito ad hoc: www.giornodellamemoria.ragazzi.rai.it: contributi video, schede di libri e film, spiegazioni su alcune parole chiave, più una intervista alla scrittrice e autrice televisiva Luisa Mattia!
Un sito destinato ai più giovani, ma anche a genitori e insegnanti, che vi possono trovare spunti per avviare un dialogo sul tema con i loro figli e i loro studenti.

– See more at: http://rumors.blog.rai.it/2014/01/24/la-rai-per-il-14-giorno-della-memoria/#sthash.nXFnaYwF.dpuf

Lunedì 27 gennaio, a 69 anni dalla liberazione di Auschwitz da parte dei soldati dell’Armata Rossa, si celebra per la 14^ volta il Giorno della Memoria, istituito con la legge del 20 luglio 2000 al fine di
ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati“.

– La Rai per il Giorno della Memoria. Vai al sito >>

Il grande scrittore piemontese Primo Levi, deportato ad Auschwitz, ha scritto:
E’ avvenuto contro ogni previsione, è avvenuto in Europa (…). E’ avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire

Lo scopo di questa data simbolica è quello di conservare la memoria affinché simili eventi non possano mai più accadere, né tantomeno venire negati.
E’ con questo obiettivo che Rai.tv vi propone una scelta di documenti video che, attraverso immagini e filmati d’archivio, nonché grazie alla preziosa testimonianza dei sopravvissuti, raccontano l’orrore del nazismo.

– Vai allo speciale di Rai.tv >>


A seguire, i principali appuntamenti che le reti Rai dedicheranno alla ricorrenza del Giorno della Memoria
:


Rai1

Lunedì 27 gennaio alle 14:10 “Il viaggio più lungo: Rodi – Auschwitz“, un documentario sulla deportazione degli ebrei dell’isola di Ro.
Alle 02:00 Rai Educational presenta Terza Pagina “Ricordando la Shoah”.
A seguire, la replica della miniserie in due puntate interpretata da Flavio Insinna “La buona battaglia di Don Pietro Pappagallo“, che narra la storia vera del sacerdote pugliese che portò in salvo un gran numero di persone ricercate dal nazi-fascismo.

Rai2
Sabato 25 gennaio alle 24:30 la rubrica Tg2 Storie – I racconti della settimana, con Maria Concetta Mattei, tratterà di giornata della memoria e altri racconti.
Lunedì 27 gennaio alle 08:00 la seconda rete ripropone il film tv con Luca Zingaretti “Perlasca – Un eroe italiano“, diretto da Alberto Negrin e sceneggiato da Stefano Rulli e Sandro Petraglia con la collaborazione di Enrico Deaglio. La vera storia di Giorgio Perlasca (1910 -1992), il quale, nei giorni tragici della Budapest del 1944 riuscì, spacciandosi per il console spagnolo, a salvare migliaiadi ebrei dalla violenza nazista.
Alle 00:55 Sorgente di vita “I giovani ricordano la Shoah”. Studenti e insegnanti delle scuole italiane in un viaggio della memoria ad Auschwitz-Birkenau insieme ad alcuni testimoni, al ministro Carrozza ed al presidente del Senato Grasso.

Rai3
Domenica 26 gennaio tra gli altri ospiti di Che tempo che fa, in onda alle 20:10, ci saranno direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli e la Presidente della Fondazione del Memoriale Vera Vigevani Jarack, mentre Massimo Gramellini sarà in collegamento dal Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, unico luogo della deportazione rimasto intatto negli anni e da cui, tra il 1943 e il 1945, centinaia di persone furono caricate sui carri merci verso i campi di concentramento
Lunedì 27 gennaio alle 11:00 Speciale TG3 segue in diretta da Roma, Palazzo del Quirinale, la celebrazione del ”giorno della memoria” alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Alle 13:10 (e in replica alle 20:.30 su Rai Storia) Il Tempo e la Storia, il programma di Rai Educational  condotto da Massimo Bernardini, propone “In viaggio verso i lager” con Carlo Greppi.
Alle 23:15 Correva l’anno presenta “I medici del Reich” di Vanessa Roghi: il racconto degli atroci esperimenti effettuati su cavie umane e del raffinarsi delle tecniche di sterminio di massa.

Rai5
La “settimana della memoria” di Rai5 si apre venerdì 24 gennaio alle 21:15 con “La strada di Levi“, un documentario di Davide Ferrario e Marco Belpoliti che ripercorre al presente il lunghissimo tragitto compiuto da Primo Levi per tornare in Italia dopo la sua liberazione dal campo di concentramento di Auschwitz nel 1945.
Sabato 25 gennaio alle 21:15 si prosegue con un’inedita produzione televisiva dello spettacolo “Ladro di razza“, con Massimo Dapporto, Susanna Marcomeni e Blas Rovìca Rey, tratto da un testo di Gianni Clementi, con la regia di Marco Mattolini. Lo spettacolo si ispira alla grande tradizione del cinema neorealista, indagando un particolare momento della nostra storia, quello della Seconda Guerra Mondiale, con una Roma ridotta allo stremo, ma ancora capace di un sussulto di orgoglio.
La mattina di domenica 26 sono in programma i docu-film “La pianista bambina” (ore 6:45), storia di due piccole pianiste ucraine che con l’invasione dei tedeschi scopriranno gli orrori della guerra, e “Segni di pace ad Auschwitz in un giorno di sole” (ore 7:55), un viaggio nelle grandi religioni mondiali dentro i campi di sterminio di Auschwitz – Birkenau.
Lunedì 27 gennaio alle 20:00 la diretta de “I violini della speranza“, un’iniziativa che vuole ricordare la Shoah, le leggi razziali ma anche coloro che hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. Un evento di grande portata simbolica, organizzato dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane insieme all’Università Ebraica di Gerusalemme e all’Associazione BrainCircleItalia, sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vedrà insieme sul palco dell’Auditorium di Roma dodici violini e un violoncello sopravvissuti alla Shoah, ciascuno con la sua storia drammatica, ritrovati e restaurati dal liutaio israeliano Amnon Weinstein. Guarda il promo >>
Dopo il concerto, la serata prosegue con il film-documentario “Suoni dal silenzio” di Roberto Olla. Un racconto che parte dal ritrovamento negli archivi militari e inglesi delle pellicole originali girate dai cineoperatori Alleati durante la liberazione dei lager nazisti. Si chiude alle 23:00 con la replica de “La pianista bambina“.
La “settimana della memoria” di Rai5 si chiude infine mercoledì 29 gennaio alle 21:15 con “Ascoltami bene”, spettacolo teatrale liberamente tratto dalle lettere e dai diari di Etty Hillesum, giovane olandese nata da una famiglia della borghesia intellettuale ebraica e morta ad Auschwitz nel novembre del 1943.

Rai Storia
Venerdì 24 gennaio Rai Educational presenta in 1^ serata, alle 21:15, “L’olocausto segreto“, la cronologia delle tappe che hanno segnato l’aggravarsi della situazione ebraica, dalla violenza nelle strade alla violenza ufficiale e legalizzata, con strategie antisemite e la deportazione in campi di Concentramento. Messaggi e documenti segreti gettano una nuova luce su una delle più grandi tragedie del XX secolo.

Radio3
Come ogni anno Radio3, in occasione del Giorno della Memoria, propone una diretta da una città italiana (per il 2014 Firenze) in cui la presenza ebraica è stata particolarmente significativa. Quest’anno sarà il Teatro Goldoni della capitale toscana a ospitare la diretta di Radio3, dalle 20:30 alle 23:00, condotta da Guido Barbieri e Marino Sinibaldi. “Il viaggio della Memoria” è il titolo di una serata ricca di musica, testimonianze e riflessioni.
Ma l’intera settimana, a partire dal 21 gennaio e fino al 27, vedrà ospitati all’interno dei programmi di Radio3 interventi dedicati alla ricorrenza. Tutti gli appuntamenti di Radio3 >>

Rai Junior
Per parlare ai più piccoli dell’Olocausto e stimolare una riflessione sul Giorno della Memoria e sul suo significato vi presentiamo anche un sito ad hoc: www.giornodellamemoria.ragazzi.rai.it: contributi video, schede di libri e film, spiegazioni su alcune parole chiave, più una intervista alla scrittrice e autrice televisiva Luisa Mattia!
Un sito destinato ai più giovani, ma anche a genitori e insegnanti, che vi possono trovare spunti per avviare un dialogo sul tema con i loro figli e i loro studenti.

– See more at: http://rumors.blog.rai.it/2014/01/24/la-rai-per-il-14-giorno-della-memoria/#sthash.nXFnaYwF.dpuf

Lunedì 27 gennaio, a 69 anni dalla liberazione di Auschwitz da parte dei soldati dell’Armata Rossa, si celebra per la 14^ volta il Giorno della Memoria, istituito con la legge del 20 luglio 2000 al fine di
ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati“.

– La Rai per il Giorno della Memoria. Vai al sito >>

Il grande scrittore piemontese Primo Levi, deportato ad Auschwitz, ha scritto:
E’ avvenuto contro ogni previsione, è avvenuto in Europa (…). E’ avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire

Lo scopo di questa data simbolica è quello di conservare la memoria affinché simili eventi non possano mai più accadere, né tantomeno venire negati.
E’ con questo obiettivo che Rai.tv vi propone una scelta di documenti video che, attraverso immagini e filmati d’archivio, nonché grazie alla preziosa testimonianza dei sopravvissuti, raccontano l’orrore del nazismo.

– Vai allo speciale di Rai.tv >>


A seguire, i principali appuntamenti che le reti Rai dedicheranno alla ricorrenza del Giorno della Memoria
:


Rai1

Lunedì 27 gennaio alle 14:10 “Il viaggio più lungo: Rodi – Auschwitz“, un documentario sulla deportazione degli ebrei dell’isola di Ro.
Alle 02:00 Rai Educational presenta Terza Pagina “Ricordando la Shoah”.
A seguire, la replica della miniserie in due puntate interpretata da Flavio Insinna “La buona battaglia di Don Pietro Pappagallo“, che narra la storia vera del sacerdote pugliese che portò in salvo un gran numero di persone ricercate dal nazi-fascismo.

Rai2
Sabato 25 gennaio alle 24:30 la rubrica Tg2 Storie – I racconti della settimana, con Maria Concetta Mattei, tratterà di giornata della memoria e altri racconti.
Lunedì 27 gennaio alle 08:00 la seconda rete ripropone il film tv con Luca Zingaretti “Perlasca – Un eroe italiano“, diretto da Alberto Negrin e sceneggiato da Stefano Rulli e Sandro Petraglia con la collaborazione di Enrico Deaglio. La vera storia di Giorgio Perlasca (1910 -1992), il quale, nei giorni tragici della Budapest del 1944 riuscì, spacciandosi per il console spagnolo, a salvare migliaiadi ebrei dalla violenza nazista.
Alle 00:55 Sorgente di vita “I giovani ricordano la Shoah”. Studenti e insegnanti delle scuole italiane in un viaggio della memoria ad Auschwitz-Birkenau insieme ad alcuni testimoni, al ministro Carrozza ed al presidente del Senato Grasso.

Rai3
Domenica 26 gennaio tra gli altri ospiti di Che tempo che fa, in onda alle 20:10, ci saranno direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli e la Presidente della Fondazione del Memoriale Vera Vigevani Jarack, mentre Massimo Gramellini sarà in collegamento dal Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, unico luogo della deportazione rimasto intatto negli anni e da cui, tra il 1943 e il 1945, centinaia di persone furono caricate sui carri merci verso i campi di concentramento
Lunedì 27 gennaio alle 11:00 Speciale TG3 segue in diretta da Roma, Palazzo del Quirinale, la celebrazione del ”giorno della memoria” alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Alle 13:10 (e in replica alle 20:.30 su Rai Storia) Il Tempo e la Storia, il programma di Rai Educational  condotto da Massimo Bernardini, propone “In viaggio verso i lager” con Carlo Greppi.
Alle 23:15 Correva l’anno presenta “I medici del Reich” di Vanessa Roghi: il racconto degli atroci esperimenti effettuati su cavie umane e del raffinarsi delle tecniche di sterminio di massa.

Rai5
La “settimana della memoria” di Rai5 si apre venerdì 24 gennaio alle 21:15 con “La strada di Levi“, un documentario di Davide Ferrario e Marco Belpoliti che ripercorre al presente il lunghissimo tragitto compiuto da Primo Levi per tornare in Italia dopo la sua liberazione dal campo di concentramento di Auschwitz nel 1945.
Sabato 25 gennaio alle 21:15 si prosegue con un’inedita produzione televisiva dello spettacolo “Ladro di razza“, con Massimo Dapporto, Susanna Marcomeni e Blas Rovìca Rey, tratto da un testo di Gianni Clementi, con la regia di Marco Mattolini. Lo spettacolo si ispira alla grande tradizione del cinema neorealista, indagando un particolare momento della nostra storia, quello della Seconda Guerra Mondiale, con una Roma ridotta allo stremo, ma ancora capace di un sussulto di orgoglio.
La mattina di domenica 26 sono in programma i docu-film “La pianista bambina” (ore 6:45), storia di due piccole pianiste ucraine che con l’invasione dei tedeschi scopriranno gli orrori della guerra, e “Segni di pace ad Auschwitz in un giorno di sole” (ore 7:55), un viaggio nelle grandi religioni mondiali dentro i campi di sterminio di Auschwitz – Birkenau.
Lunedì 27 gennaio alle 20:00 la diretta de “I violini della speranza“, un’iniziativa che vuole ricordare la Shoah, le leggi razziali ma anche coloro che hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. Un evento di grande portata simbolica, organizzato dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane insieme all’Università Ebraica di Gerusalemme e all’Associazione BrainCircleItalia, sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vedrà insieme sul palco dell’Auditorium di Roma dodici violini e un violoncello sopravvissuti alla Shoah, ciascuno con la sua storia drammatica, ritrovati e restaurati dal liutaio israeliano Amnon Weinstein. Guarda il promo >>
Dopo il concerto, la serata prosegue con il film-documentario “Suoni dal silenzio” di Roberto Olla. Un racconto che parte dal ritrovamento negli archivi militari e inglesi delle pellicole originali girate dai cineoperatori Alleati durante la liberazione dei lager nazisti. Si chiude alle 23:00 con la replica de “La pianista bambina“.
La “settimana della memoria” di Rai5 si chiude infine mercoledì 29 gennaio alle 21:15 con “Ascoltami bene”, spettacolo teatrale liberamente tratto dalle lettere e dai diari di Etty Hillesum, giovane olandese nata da una famiglia della borghesia intellettuale ebraica e morta ad Auschwitz nel novembre del 1943.

Rai Storia
Venerdì 24 gennaio Rai Educational presenta in 1^ serata, alle 21:15, “L’olocausto segreto“, la cronologia delle tappe che hanno segnato l’aggravarsi della situazione ebraica, dalla violenza nelle strade alla violenza ufficiale e legalizzata, con strategie antisemite e la deportazione in campi di Concentramento. Messaggi e documenti segreti gettano una nuova luce su una delle più grandi tragedie del XX secolo.

Radio3
Come ogni anno Radio3, in occasione del Giorno della Memoria, propone una diretta da una città italiana (per il 2014 Firenze) in cui la presenza ebraica è stata particolarmente significativa. Quest’anno sarà il Teatro Goldoni della capitale toscana a ospitare la diretta di Radio3, dalle 20:30 alle 23:00, condotta da Guido Barbieri e Marino Sinibaldi. “Il viaggio della Memoria” è il titolo di una serata ricca di musica, testimonianze e riflessioni.
Ma l’intera settimana, a partire dal 21 gennaio e fino al 27, vedrà ospitati all’interno dei programmi di Radio3 interventi dedicati alla ricorrenza. Tutti gli appuntamenti di Radio3 >>

Rai Junior
Per parlare ai più piccoli dell’Olocausto e stimolare una riflessione sul Giorno della Memoria e sul suo significato vi presentiamo anche un sito ad hoc: www.giornodellamemoria.ragazzi.rai.it: contributi video, schede di libri e film, spiegazioni su alcune parole chiave, più una intervista alla scrittrice e autrice televisiva Luisa Mattia!
Un sito destinato ai più giovani, ma anche a genitori e insegnanti, che vi possono trovare spunti per avviare un dialogo sul tema con i loro figli e i loro studenti.

– See more at: http://rumors.blog.rai.it/2014/01/24/la-rai-per-il-14-giorno-della-memoria/#sthash.nXFnaYwF.dpuf

Lunedì 27 gennaio, a 69 anni dalla liberazione di Auschwitz da parte dei soldati dell’Armata Rossa, si celebra per la 14^ volta il Giorno della Memoria, istituito con la legge del 20 luglio 2000 al fine di
ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati“.

– La Rai per il Giorno della Memoria. Vai al sito >>

Il grande scrittore piemontese Primo Levi, deportato ad Auschwitz, ha scritto:
E’ avvenuto contro ogni previsione, è avvenuto in Europa (…). E’ avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire

Lo scopo di questa data simbolica è quello di conservare la memoria affinché simili eventi non possano mai più accadere, né tantomeno venire negati.
E’ con questo obiettivo che Rai.tv vi propone una scelta di documenti video che, attraverso immagini e filmati d’archivio, nonché grazie alla preziosa testimonianza dei sopravvissuti, raccontano l’orrore del nazismo.

– Vai allo speciale di Rai.tv >>


A seguire, i principali appuntamenti che le reti Rai dedicheranno alla ricorrenza del Giorno della Memoria
:


Rai1

Lunedì 27 gennaio alle 14:10 “Il viaggio più lungo: Rodi – Auschwitz“, un documentario sulla deportazione degli ebrei dell’isola di Ro.
Alle 02:00 Rai Educational presenta Terza Pagina “Ricordando la Shoah”.
A seguire, la replica della miniserie in due puntate interpretata da Flavio Insinna “La buona battaglia di Don Pietro Pappagallo“, che narra la storia vera del sacerdote pugliese che portò in salvo un gran numero di persone ricercate dal nazi-fascismo.

Rai2
Sabato 25 gennaio alle 24:30 la rubrica Tg2 Storie – I racconti della settimana, con Maria Concetta Mattei, tratterà di giornata della memoria e altri racconti.
Lunedì 27 gennaio alle 08:00 la seconda rete ripropone il film tv con Luca Zingaretti “Perlasca – Un eroe italiano“, diretto da Alberto Negrin e sceneggiato da Stefano Rulli e Sandro Petraglia con la collaborazione di Enrico Deaglio. La vera storia di Giorgio Perlasca (1910 -1992), il quale, nei giorni tragici della Budapest del 1944 riuscì, spacciandosi per il console spagnolo, a salvare migliaiadi ebrei dalla violenza nazista.
Alle 00:55 Sorgente di vita “I giovani ricordano la Shoah”. Studenti e insegnanti delle scuole italiane in un viaggio della memoria ad Auschwitz-Birkenau insieme ad alcuni testimoni, al ministro Carrozza ed al presidente del Senato Grasso.

Rai3
Domenica 26 gennaio tra gli altri ospiti di Che tempo che fa, in onda alle 20:10, ci saranno direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli e la Presidente della Fondazione del Memoriale Vera Vigevani Jarack, mentre Massimo Gramellini sarà in collegamento dal Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, unico luogo della deportazione rimasto intatto negli anni e da cui, tra il 1943 e il 1945, centinaia di persone furono caricate sui carri merci verso i campi di concentramento
Lunedì 27 gennaio alle 11:00 Speciale TG3 segue in diretta da Roma, Palazzo del Quirinale, la celebrazione del ”giorno della memoria” alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Alle 13:10 (e in replica alle 20:.30 su Rai Storia) Il Tempo e la Storia, il programma di Rai Educational  condotto da Massimo Bernardini, propone “In viaggio verso i lager” con Carlo Greppi.
Alle 23:15 Correva l’anno presenta “I medici del Reich” di Vanessa Roghi: il racconto degli atroci esperimenti effettuati su cavie umane e del raffinarsi delle tecniche di sterminio di massa.

Rai5
La “settimana della memoria” di Rai5 si apre venerdì 24 gennaio alle 21:15 con “La strada di Levi“, un documentario di Davide Ferrario e Marco Belpoliti che ripercorre al presente il lunghissimo tragitto compiuto da Primo Levi per tornare in Italia dopo la sua liberazione dal campo di concentramento di Auschwitz nel 1945.
Sabato 25 gennaio alle 21:15 si prosegue con un’inedita produzione televisiva dello spettacolo “Ladro di razza“, con Massimo Dapporto, Susanna Marcomeni e Blas Rovìca Rey, tratto da un testo di Gianni Clementi, con la regia di Marco Mattolini. Lo spettacolo si ispira alla grande tradizione del cinema neorealista, indagando un particolare momento della nostra storia, quello della Seconda Guerra Mondiale, con una Roma ridotta allo stremo, ma ancora capace di un sussulto di orgoglio.
La mattina di domenica 26 sono in programma i docu-film “La pianista bambina” (ore 6:45), storia di due piccole pianiste ucraine che con l’invasione dei tedeschi scopriranno gli orrori della guerra, e “Segni di pace ad Auschwitz in un giorno di sole” (ore 7:55), un viaggio nelle grandi religioni mondiali dentro i campi di sterminio di Auschwitz – Birkenau.
Lunedì 27 gennaio alle 20:00 la diretta de “I violini della speranza“, un’iniziativa che vuole ricordare la Shoah, le leggi razziali ma anche coloro che hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. Un evento di grande portata simbolica, organizzato dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane insieme all’Università Ebraica di Gerusalemme e all’Associazione BrainCircleItalia, sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vedrà insieme sul palco dell’Auditorium di Roma dodici violini e un violoncello sopravvissuti alla Shoah, ciascuno con la sua storia drammatica, ritrovati e restaurati dal liutaio israeliano Amnon Weinstein. Guarda il promo >>
Dopo il concerto, la serata prosegue con il film-documentario “Suoni dal silenzio” di Roberto Olla. Un racconto che parte dal ritrovamento negli archivi militari e inglesi delle pellicole originali girate dai cineoperatori Alleati durante la liberazione dei lager nazisti. Si chiude alle 23:00 con la replica de “La pianista bambina“.
La “settimana della memoria” di Rai5 si chiude infine mercoledì 29 gennaio alle 21:15 con “Ascoltami bene”, spettacolo teatrale liberamente tratto dalle lettere e dai diari di Etty Hillesum, giovane olandese nata da una famiglia della borghesia intellettuale ebraica e morta ad Auschwitz nel novembre del 1943.

Rai Storia
Venerdì 24 gennaio Rai Educational presenta in 1^ serata, alle 21:15, “L’olocausto segreto“, la cronologia delle tappe che hanno segnato l’aggravarsi della situazione ebraica, dalla violenza nelle strade alla violenza ufficiale e legalizzata, con strategie antisemite e la deportazione in campi di Concentramento. Messaggi e documenti segreti gettano una nuova luce su una delle più grandi tragedie del XX secolo.

Radio3
Come ogni anno Radio3, in occasione del Giorno della Memoria, propone una diretta da una città italiana (per il 2014 Firenze) in cui la presenza ebraica è stata particolarmente significativa. Quest’anno sarà il Teatro Goldoni della capitale toscana a ospitare la diretta di Radio3, dalle 20:30 alle 23:00, condotta da Guido Barbieri e Marino Sinibaldi. “Il viaggio della Memoria” è il titolo di una serata ricca di musica, testimonianze e riflessioni.
Ma l’intera settimana, a partire dal 21 gennaio e fino al 27, vedrà ospitati all’interno dei programmi di Radio3 interventi dedicati alla ricorrenza. Tutti gli appuntamenti di Radio3 >>

Rai Junior
Per parlare ai più piccoli dell’Olocausto e stimolare una riflessione sul Giorno della Memoria e sul suo significato vi presentiamo anche un sito ad hoc: www.giornodellamemoria.ragazzi.rai.it: contributi video, schede di libri e film, spiegazioni su alcune parole chiave, più una intervista alla scrittrice e autrice televisiva Luisa Mattia!
Un sito destinato ai più giovani, ma anche a genitori e insegnanti, che vi possono trovare spunti per avviare un dialogo sul tema con i loro figli e i loro studenti.

– See more at: http://rumors.blog.rai.it/2014/01/24/la-rai-per-il-14-giorno-della-memoria/#sthash.nXFnaYwF.dpuf


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Esperto di storia dello spettacolo e delle tradizioni popolari. Docente, critico teatrale, scrittore e giornalista. Il mio motto è: Per aspera ad astra.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Isola dei Famosi 2021 anticipazioni 19 aprile: Andrea Cerioli contro Vera Gemma

Tutto ciò che accade nella decima puntata del reality condotto da Ilary Blasi. Il televoto è al momento aperto tra Beatrice e Fariba.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Isola dei Famosi 2021 anticipazioni 19 aprile Canale 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ecco le anticipazioni di ciò che accade nella puntata del 19 aprile de L’Isola dei famosi 2021, in onda su Canale 5. La conduttrice, innanzitutto si sofferma sugli episodi accaduti nell’ultima settimana.

Si sono verificati altri due ritiri e sono scoppiate delle liti tra i naufraghi. Ilary Blasi infine rivela l’esito del televoto tra Fariba Tehrani e Beatrice Marchetti.

Isola dei Famosi 2021 anticipazione 19 aprile Isoardi

Isola dei famosi anticipazioni 19 aprile: il ritiro di Brando Giorgi ed Elisa Isoardi

Lunedì scorso Brando Giorgi aveva conquistato il titolo di leader vincendo la prova del fuoco contro Valentina Persia. Nella puntata successiva però non si è presentato in Palapa perché ha abbandonato il reality. Ha subìto il distacco della retina ed è dovuto rientrare in Italia per ulteriori controlli.

Stessa sorte per Elisa Isoardi che si è invece mostrata al pubblico con l’occhio bendato. La conduttrice ha raccontato che le è entrato un lapillo rovente mentre stava cucinando. L’incidente ha provocato il danneggiamento della sclera, ovvero della membrana che riveste parte del bulbo oculare. I medici presenti l’hanno così esortata a lasciare il gioco per sottoporsi ad altri accertamenti.

Non sono però gli unici naufraghi ad essersi ritirati. Anche Beppe Braida la scorsa settimana è rientrato in Italia perchè il padre è stato ricoverato in ospedale. Il genitore è risultato positivo al Covid, assieme alla moglie.

Isola dei famosi 19 aprile: Andrea Cerioli contro Vera Gemma

Vera Gemma e Miryea Stabile hanno vinto l’ultima prova ricompensa che ha permesso loro di rientrare ufficialmente in gioco. Hanno infatti lasciato Playa Esperanza, dove hanno convissuto con Elisa Isoardi, per unirsi nuovamente agli altri naufraghi. Come premio hanno ricevuto dei wurstel con patatine fritte. Ma anche delle uova ed altre patate da poter cuocere nei giorni successivi.

L’ indomani  hanno deciso di dividere il banchetto solo con Beatrice Marchetti e Fariba Tehrani. Queste ultime infatti si sono unite a loro perchè non si sentono integrate con l’altro gruppo di naufraghi.

La decisione di Vera e Miryea ha però scatenato numerosi malumori tra gli altri isolani. Andrea Cerioli in particolare si è scontrato con Vera Gemma. Secondo il naufrago l’attrice avrebbe dovuto provvedere all’equa ripartizione del cibo perchè sono tutti affamati. Sostiene infatti che in casi del genere bisognerebbe mettere da parte le strategie.

Isola dei Famosi 2021 anticipazione 19 aprile Valentina Persia

Accuse di razzismo per Valentina Persia, tutti contro Paul Gascoigne,

In diretta Valentina Persia deve difendersi dalle accuse di razzismo nei confronti di Fariba Tehrani. Sui social ha infatti ricevuto duri attacchi per l’imitazione della madre di Giulia Salemi. Per gli utenti del web la Persia ha messo in evidenza alcuni aspetti caratteristici della sua cultura e delle sue origini per fini offensivi.

Per quanto riguarda Paul Gascoigne i naufraghi lo avevano riaccolto affettuosamente dopo l’infortunio alla spalla. Hanno inoltre accettato che la trasmissione gli concedesse alcuni privilegi. Negli ultimi giorni però hanno cominciato a lamentarsi. Lo accusano infatti di approfittare dell’occasione per non partecipare a nessuna attività giornaliera.

Nella puntata in onda oggi inoltre potrebbero sbarcare in Honduras gli altri naufraghi che erano già stati annunciati nelle scorse settimane.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Game of Games cambia collocazione: ecco i motivi

Il nuovo show di Simona Ventura viene temporaneamente sospeso in attesa di nuova ricollocazione a causa dei bassi ascolti.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

game of games cambia collocazione Rai 2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Game of games, il programma condotto da Simona Ventura in prima serata su Rai 2 cambia collocazione. Dopo le tre puntate già andate in onda, delle sei previste, la Rete ha deciso di sostituire gli appuntamenti del 21 e del 28 aprile con due film. Sono rispettivamente Tutta colpa dell’amore e La risposta è nelle stelle. Ecco i motivi della scelta.

game of games cambia collocazione giochi

Game of Games cambia collocazione, le motivazioni

Dalla prossima settimana Games of games viene temporaneamente sospeso. Il nuovo format di Simona Ventura, non andrà infatti più in onda in attesa di una nuova collocazione. Secondo alcune indiscrezioni dovrebbe essere spostato al martedì al termine dello show di Enrico Brignano Un’ora sola vi vorrei, previsto il 18 maggio.

Il programma della Ventura è ispirato all’omonimo format statunitense di Ellen DeGeneres che è stato esportato in tutto il mondo. E in Italia ha debuttato su Rai 2 lo scorso 31 marzo. I protagonisti dello show sono sei personaggi del mondo dello spettacolo che si alternano nelle sfide al posto dei veri concorrenti che sono invece persone comuni.

Il Vip vincitore di ogni manche permette a chi lo ha scelto di accedere alla semifinale. Ma solo un concorrente può partecipare allo step finale, Gioco dei Giochi, dove può vincere il montepremi se riesce ad indovinare alcuni volti noti con pochi secondi a disposizione.

Lo show però non ha molto convinto i telespettatori in quanto ha registrato bassi ascolti. La Ventura ha anche risentito della presenza su Canale 5 della fiction Svegliati amore mio con Sabrina Ferilli, della soap turca Daydreamer con Can Yaman. In Rai invece ha dovuto confrontarsi con Chi l’ha visto e con Il Commissario Montalbano che continua a registrare ottimi ascolti nonostante le repliche.

Gli ascolti delle prime tre puntate

Sono sei le puntate previste per la prima edizione di Games of games. Ma la Rai ha optato per la sospensione dopo il terzo appuntamento a causa degli ascolti insufficienti.

La puntata d’esordio di Game of games del 31 marzo ha registrato 1.267.000 telespettatori con 5.1% di share. Ma negli appuntamenti successivi l’indice di gradimento è nettamente peggiorato.

La seconda invece si è fermata a 915.000 spettatori con 3.7% di share. Nell’ultima, è tornata lievemente a salire soffermandosi sui 930.000 telespettatori con 3,9 % di share. Ancora pochi, però, per assicurare al programma la permanenza in video.

Con Game of games Simona Ventura era riuscita a tornare su Rai 2 dopo l’esperienza di The Voice of Italy. Le aspettative erano tantissime sullo show che, invece, non è molto adatto alla platea italiana, come i numeri dell’Auditel hanno dimostrato.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Salotto Salemi Mediaset Play, il talk show in streaming di Giulia Salemi

A partire dal 16 aprile, Giulia Salemi conduce Salotto Salemi, un talk show in esclusiva per il servizio in streaming online Mediaset Play.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Salotto Salemi Mediaset Play
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Salotto Salemi è il nuovo talk show condotto dall’influencer Giulia Salemi, in esclusiva streaming per il servizio Mediaset Play. A partire da venerdì 16 aprile alle 19.00, la Salemi conduce per sei settimane consecutive il suo primo programma.

Salotto Salemi è prodotto da MNcomm in collaborazione con Brand On Solutions, l’area dedicata alle iniziative speciali di Mediamond, e con Naj Oleari Beauty e Mikado. Il programma è scritto da Silvia Rossi, mentre il Product Placement è a cura di Hub4Brand.

Salotto Salemi Mediaset Play, un format nato durante il lockdown

Giulia Salemi è dunque al suo esordio come conduttrice in solitaria di un programma Mediaset; probabilmente, anche in virtù del successo riscosso durante l’ultima edizione del Grande Fratello Vip, alla quale ha partecipato. La modella e influencer italo-persiana è attivissima sui social da sempre, tanto da meritare a pieni titoli la definizione di influencer. Su Instagram, la Salemi può infatti vantare oltre 1 milione e cinquecentomila followers, ma i numeri sono in continua crescita.

L’idea di Salotto Salemi nasce proprio sui social, durante il lockdown dello scorso anno. La Salemi in quell’occasione aveva organizzato uno show casalingo nel corso del quale dava consigli di make-up, cucina e salute, spesso in compagnia di amiche e amici ospiti. Il medesimo format è ora riproposto, con nuovi accorgimenti su Mediaset Play. Come avveniva sui social della Salemi, però, la conduttrice parlerà con i suoi ospiti di gossip, strappando loro confidenze e opinioni sorprendenti il più possibile. Il tutto in un clima amichevole e rilassato.

In passato, la due volte partecipante al Grande Fratello Vip ha già co-condotto due programmi televisivi; prima Ridicolousness Italia su MTV, dove lavorava insieme a Stefano Corti e Alessandro Onnis. E poi, Disconnessi on the road su Italia 1, insieme a Paola Di Benedetto e Paolo Ciavarro. 

Anteprima: gli ospiti confermati di Salotto Salemi

La prima ospite confermata di Salotto Salemi è Dayane Mello, modella e influencer. Anche la Mello ha partecipato, insieme a Giulia Salemi, all’ultima edizione del Grande Fratello Vip. 

Oltre a chiacchierare con lei, nella speranza di farle rilasciare dichiarazioni scottanti e qualche gossip in esclusiva sulla sua vita privata, la conduttrice propone alcuni beauty tips all’amica e collega. Tra una confidenza più intima e una chiacchiera, Dayane Mello fa quindi da modella di make up per la Salemi.

Tuttavia, sono molti gli ospiti vip la cui presenza è già stata confermata. Nel salotto di Giulia Salemi, nel corso di sei puntate, si avvicendano Paola di Benedetto, giovane show-girl e modella; Veronica Ferraro, una delle fashion blogger più seguite di Instagram, nonché grande amica di Chiara Ferragni.

E ancora, Gaia Zorzi, la sorella del noto influencer, anche lui ex “gieffino” Tommaso Zorzi. Inoltre, Martina Hamdy, modella, ex meteorina del TG4 e oggi presentatrice ufficiale dei programmi Meteo di Mediaset. Infine, Arianna Cirrincione, modella e influencer fidanzata con Andrea Cerioli, che ha conosciuto nel corso della trasmissione Uomini e Donne.

Si tratta, quindi, di ospiti giovani e molto noti sul panorama televisivo e sul Web, come influencer con milioni di followers sui social più diffusi come Instagram, Facebook e YouTube. 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it