Connect with us

News

L’ingegnere, la seconda puntata

Anticipazioni della seconda puntata della miniserie
Avatar

Pubblicato

il

Anticipazioni della seconda puntata della miniserie
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I disperati tentativi di salvare la vita a Walter non hanno fortuna. Valeria spera che per il tragico epilogo della spedizione Varesi venga punito e allontanato da Panara, ma con grande delusione il professore si schiera dalla parte di Luca, dicendo che quanto accaduto potrà accelerare i processi rivoluzionari. Ma le cose non stanno così.
Il barbaro omicidio ha risvegliato la coscienza pubblica torinese, e il comitato di quartiere, coordinato da Costantino Rumori, distribuisce volantini alla cittadinanza richiedendo una partecipazione attiva per individuare e sconfiggere i terroristi. Il successo dell’iniziativa è clamoroso, tanto da costringere Borghesan ad assegnare una scorta al comitato, nel timore di ritorsioni dei terroristi.
Già sconvolto dalla morte dell’amico, Giorgio deve fare i conti con un’altra tegola che gli precipita sul capo: apprende attraverso un comunicato stampa che la FIAT ha intenzione di licenziare 15.000 dipendenti. È già pronto a rassegnare le dimissioni, quando Clara lo convince a ponderare meglio la decisione. Ma da qui a breve, l’attenzione di Giorgio verrà deviata da ben più traumatiche vicende.

Nonna Assunta, paola Pitagora in L'ingegnere
Nonostante il parere negativo dei compagni, Varesi decide di assassinare Rumori. Valeria e un altro terrorista, Manfrè, quando comprendono le intenzioni di Varesi, cercano di raggiungerlo per fermarlo in tempo, ma arrivano durante la sparatoria, in un bar, tra Luca e la scorta di Rumori. Rumori ne esce illeso, mentre il barista resta ucciso. Varesi, ferito, riesce a dileguarsi, mentre Valeria e Manfrè vengono arrestati. Panara si sincera che ai due arrestati arrivi il messaggio che non devono parlare, e i due si adeguano, proclamandosi prigionieri politici.
La vita della famiglia Venuti è distrutta. Giorgio riesce a farsi sollevare dall’incarico dei licenziamenti – e nonostante questo riceve minacce di morte – e si prende un periodo di ferie, mentre Silvia rinuncia agli allenamenti, nonostante a breve si svolga un’importante gara nazionale che aspettava da mesi. In tutto questo, il dolore di Giorgio è acuito dal rifiuto di Valeria di incontrarlo, nonostante l’uomo provi ogni mercoledì ad andare a trovarla.

L'ingegegnere, Rai1
La notizia dei licenziamenti ha provocato uno sciopero a oltranza con picchetti in tutti gli stabilimenti italiani, dove si ricorre anche alla violenza nei confronti degli aspiranti crumiri. Gli impiegati continuano a riunirsi, ormai in casa di Arisio, ma non riescono a comprendere come agire. È a Giorgio che viene un’idea: organizzare un corteo pacifico dei colletti bianchi, contro il terrorismo e per il diritto al lavoro di chi vuole entrare in fabbrica. Trova nel progetto talmente tanti stimoli da decidere di rientrare al lavoro per fare opera di propaganda. Per entrare in ufficio, come i suoi colleghi, è costretto a scavalcare un muro di cinta. È in uno di questi avventurosi ingressi che Mario, un anziano collega di Giorgio, esasperato dalla situazione tenta di entrare dall’ingresso presidiato, e nel corso del battibecco che nasce coi manifestanti viene stroncato da un infarto. La situazione è ormai insostenibile, e Giorgio accelera i tempi per la manifestazione, fissando la data al 14 ottobre. Raccoglie interessi e consensi, ma anche molte ironie e porte sbattute in faccia, senza perdersi mai d’animo.
Panara ha invece le idee molto chiare sulle prossime mosse: stavolta nel mirino è finita la Framtek, una società satellite della FIAT, considerata strategica sia per colpire la FIAT che per farla pagare ai delatori che hanno causato il licenziamento degli operai in odore di terrorismo (cfr. puntata 1). L’attentato allo stabilimento riesce, e le due guardie giurate che lo presidiavano vengono uccise.

Enzo De Caro in L'ingegnere
Valeria, in carcere, tiene duro nel non parlare, e accetta di buon grado di incontrare Silvia, che convince a riprendere gli allenamenti e tratta amorevolmente. Ma sono gli unici momenti sereni delle cupe giornate della terrorista, che in un crollo di nervi decide di impiccarsi. Viene soccorsa in tempo, ma la notizia del cedimento della ragazza giunge alle orecchie di Panara, che le fa arrivare il messaggio che se parlerà Giorgio e Silvia saranno in grave pericolo. Di fronte a tale evenienza, finalmente la ragazza accetta di vedere il padre, e si fa promettere che si trasferirà con Silvia e Assunta lontano da Torino. Giorgio mantiene a metà la promessa: accompagnato da Clara, con cui ormai l’amicizia si sta trasformando in qualcosa di più profondo, porta nella casa per le vacanze in montagna figlia e suocera, ma subito dopo lui stesso fa ritorno in città con l’amica: la marcia ormai viene prima di tutto.

L'ingegnere, Silvia la figlia
Giorgio non sa quanto ha fatto bene a portare Silvia lontana: la ragazzina è da giorni pedinata dalla terrorista Gianna, che attende il momento giusto per rapirla, l’unico modo che i Gruppi Combattenti Territoriali hanno per assicurarsi il silenzio di Valeria. Tuttavia, il padre non ha fatto i conti col fatto che la ragazzina a Torino ha Tommaso, l’atletica, la scuola, le amiche… Silvia non ci mette molto a decidere di scappare dalla casa in montagna per tornare a Torino, facendosi aiutare da Tommaso, per tornare ad allenarsi. Finalmente il rapimento può attuarsi, ma Giorgio è avvertito subito da Assunta della fuga, e riesce ad allertare Borghesan appena in tempo. La banda terroristica viene finalmente sgominata, in flagranza di reato nel corso del tentativo di rapimento.
È arrivata la fatidica data del 14 ottobre. Al ritrovo al Teatro Nuovo si presentano in pochissimi. Arisio è pronto ad annunciare ai microfoni il fallimento quando, inaspettatamente, orde di silenziosi e composti professionisti si aggiungono per sfilare in una lunga marcia, silenziosa e trionfale. Il successo è clamoroso, tutti i giornali titoleranno a caratteri cubitali il singolare evento come la fine di un’epoca.
Un solo fatto rischia di compromettere in Giorgio la felicità del momento: sono stati confermati tutti i fermi dei terroristi, tranne quello di Panara, che può ripiegare in Francia e continuare indisturbato nel fare proseliti. Ma una consapevolezza rasserena l’animo dell’ingegnere: qualcosa è cambiato nell’animo della gente, e il terreno fertile su cui i discorsi del professore potranno attecchire saranno sempre meno, anche grazie a Giorgio stesso e alla marcia dei 40.000.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Avvocato di Napoli, sposata, un figlio Francesco di dodici anni. Costumista, designer e stilista di moda. Ama la televisione soprattutto la vecchia televisione. Il mio motto è: Domani è un altro giorno

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Game of Games cambia collocazione: ecco i motivi

Il nuovo show di Simona Ventura viene temporaneamente sospeso in attesa di nuova ricollocazione a causa dei bassi ascolti.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

game of games cambia collocazione Rai 2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Game of games, il programma condotto da Simona Ventura in prima serata su Rai 2 cambia collocazione. Dopo le tre puntate già andate in onda, delle sei previste, la Rete ha deciso di sostituire gli appuntamenti del 21 e del 28 aprile con due film. Sono rispettivamente Tutta colpa dell’amore e La risposta è nelle stelle. Ecco i motivi della scelta.

game of games cambia collocazione giochi

Game of Games cambia collocazione, le motivazioni

Dalla prossima settimana Games of games viene temporaneamente sospeso. Il nuovo format di Simona Ventura, non andrà infatti più in onda in attesa di una nuova collocazione. Secondo alcune indiscrezioni dovrebbe essere spostato al martedì al termine dello show di Enrico Brignano Un’ora sola vi vorrei, previsto il 18 maggio.

Il programma della Ventura è ispirato all’omonimo format statunitense di Ellen DeGeneres che è stato esportato in tutto il mondo. E in Italia ha debuttato su Rai 2 lo scorso 31 marzo. I protagonisti dello show sono sei personaggi del mondo dello spettacolo che si alternano nelle sfide al posto dei veri concorrenti che sono invece persone comuni.

Il Vip vincitore di ogni manche permette a chi lo ha scelto di accedere alla semifinale. Ma solo un concorrente può partecipare allo step finale, Gioco dei Giochi, dove può vincere il montepremi se riesce ad indovinare alcuni volti noti con pochi secondi a disposizione.

Lo show però non ha molto convinto i telespettatori in quanto ha registrato bassi ascolti. La Ventura ha anche risentito della presenza su Canale 5 della fiction Svegliati amore mio con Sabrina Ferilli, della soap turca Daydreamer con Can Yaman. In Rai invece ha dovuto confrontarsi con Chi l’ha visto e con Il Commissario Montalbano che continua a registrare ottimi ascolti nonostante le repliche.

Gli ascolti delle prime tre puntate

Sono sei le puntate previste per la prima edizione di Games of games. Ma la Rai ha optato per la sospensione dopo il terzo appuntamento a causa degli ascolti insufficienti.

La puntata d’esordio di Game of games del 31 marzo ha registrato 1.267.000 telespettatori con 5.1% di share. Ma negli appuntamenti successivi l’indice di gradimento è nettamente peggiorato.

La seconda invece si è fermata a 915.000 spettatori con 3.7% di share. Nell’ultima, è tornata lievemente a salire soffermandosi sui 930.000 telespettatori con 3,9 % di share. Ancora pochi, però, per assicurare al programma la permanenza in video.

Con Game of games Simona Ventura era riuscita a tornare su Rai 2 dopo l’esperienza di The Voice of Italy. Le aspettative erano tantissime sullo show che, invece, non è molto adatto alla platea italiana, come i numeri dell’Auditel hanno dimostrato.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Salotto Salemi Mediaset Play, il talk show in streaming di Giulia Salemi

A partire dal 16 aprile, Giulia Salemi conduce Salotto Salemi, un talk show in esclusiva per il servizio in streaming online Mediaset Play.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Salotto Salemi Mediaset Play
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Salotto Salemi è il nuovo talk show condotto dall’influencer Giulia Salemi, in esclusiva streaming per il servizio Mediaset Play. A partire da venerdì 16 aprile alle 19.00, la Salemi conduce per sei settimane consecutive il suo primo programma.

Salotto Salemi è prodotto da MNcomm in collaborazione con Brand On Solutions, l’area dedicata alle iniziative speciali di Mediamond, e con Naj Oleari Beauty e Mikado. Il programma è scritto da Silvia Rossi, mentre il Product Placement è a cura di Hub4Brand.

Salotto Salemi Mediaset Play, un format nato durante il lockdown

Giulia Salemi è dunque al suo esordio come conduttrice in solitaria di un programma Mediaset; probabilmente, anche in virtù del successo riscosso durante l’ultima edizione del Grande Fratello Vip, alla quale ha partecipato. La modella e influencer italo-persiana è attivissima sui social da sempre, tanto da meritare a pieni titoli la definizione di influencer. Su Instagram, la Salemi può infatti vantare oltre 1 milione e cinquecentomila followers, ma i numeri sono in continua crescita.

L’idea di Salotto Salemi nasce proprio sui social, durante il lockdown dello scorso anno. La Salemi in quell’occasione aveva organizzato uno show casalingo nel corso del quale dava consigli di make-up, cucina e salute, spesso in compagnia di amiche e amici ospiti. Il medesimo format è ora riproposto, con nuovi accorgimenti su Mediaset Play. Come avveniva sui social della Salemi, però, la conduttrice parlerà con i suoi ospiti di gossip, strappando loro confidenze e opinioni sorprendenti il più possibile. Il tutto in un clima amichevole e rilassato.

In passato, la due volte partecipante al Grande Fratello Vip ha già co-condotto due programmi televisivi; prima Ridicolousness Italia su MTV, dove lavorava insieme a Stefano Corti e Alessandro Onnis. E poi, Disconnessi on the road su Italia 1, insieme a Paola Di Benedetto e Paolo Ciavarro. 

Anteprima: gli ospiti confermati di Salotto Salemi

La prima ospite confermata di Salotto Salemi è Dayane Mello, modella e influencer. Anche la Mello ha partecipato, insieme a Giulia Salemi, all’ultima edizione del Grande Fratello Vip. 

Oltre a chiacchierare con lei, nella speranza di farle rilasciare dichiarazioni scottanti e qualche gossip in esclusiva sulla sua vita privata, la conduttrice propone alcuni beauty tips all’amica e collega. Tra una confidenza più intima e una chiacchiera, Dayane Mello fa quindi da modella di make up per la Salemi.

Tuttavia, sono molti gli ospiti vip la cui presenza è già stata confermata. Nel salotto di Giulia Salemi, nel corso di sei puntate, si avvicendano Paola di Benedetto, giovane show-girl e modella; Veronica Ferraro, una delle fashion blogger più seguite di Instagram, nonché grande amica di Chiara Ferragni.

E ancora, Gaia Zorzi, la sorella del noto influencer, anche lui ex “gieffino” Tommaso Zorzi. Inoltre, Martina Hamdy, modella, ex meteorina del TG4 e oggi presentatrice ufficiale dei programmi Meteo di Mediaset. Infine, Arianna Cirrincione, modella e influencer fidanzata con Andrea Cerioli, che ha conosciuto nel corso della trasmissione Uomini e Donne.

Si tratta, quindi, di ospiti giovani e molto noti sul panorama televisivo e sul Web, come influencer con milioni di followers sui social più diffusi come Instagram, Facebook e YouTube. 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Le Iene Alessia Marcuzzi salta la puntata del 13 aprile 2021

Alessia Marcuzzi salta l'appuntamento di martedì 13 aprile con la conduzione de Le Iene Show. Suo marito è risultato positivo al Covid.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Le Iene Alessia Marcuzzi
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alessia Marcuzzi salta l’appuntamento del 13 aprile 2021 con Le Iene Show su Italia 1. Lo ha annunciato la conduttrice stessa per mezzo di una storia pubblicata su Instagram. 

Le Iene Alessia Marcuzzi, di nuovo in quarantena

La conduttrice de Le Iene Show Alessia Marcuzzi ha reso pubblica in una storia sul social Instagram la notizia: non sarà presente nel corso della puntata del 13 aprile 2021. Come ha scritto lei stessa, infatti: “Purtroppo mio marito la scorsa settimana è risultato positivo al tampone molecolare. Ovviamente si è subito auto isolato e per ora sta bene.”.

Anche la Marcuzzi, intanto, sta bene, e ha rassicurato i fan della trasmissione aggiungendo che: “Io sono fortunatamente risultata negativa (ho già effettuato due tamponi molecolari). Ma come da protocollo sono cautelativamente in casa in attesa di ulteriori controlli. Con molto dispiacere, a tutela delle persone che mi stanno accanto, e per rispetto della prassi, non potrò essere presente a Le Iene che comunque seguirò da casa. Un bacio a tutti”.

Alessia Marcuzzi era già stata assente in passato dalla trasmissione, precisamente a ottobre 2020. In quell’occasione, però, era stato un suo tampone rapido a risultare positivo. Sta di fatto che, comunque, per il momento la Marcuzzi è dovuta tornare in quarantena, nel pieno rispetto della normativa per il contenimento del Covid. Perciò, Nicola Savino resta “solo” alla conduzione del programma; ovviamente, in compagnia delle voci dei membri della Gialappa’s Band.

Le anticipazioni per la puntata del 13 aprile

Intanto, sono già state pubblicate le prime anticipazioni per uno dei servizii in onda nella puntata de Le Iene Show di martedì 13 aprile.

Un operaio dell’azienda ArcelorMittal è stato licenziato dopo aver condiviso sul suo account Facebook privato un invito ai colleghi. Nel post l’uomo aveva condiviso un invito a vedere la serie “Svegliati amore mio”; nota per aver riportato all’attenzione del pubblico e dei media i rischi dell’inquinamento ambientale per la salute dei cittadini. I vertici dell’acciaieria non avrebbero apprezzato il gesto, che ha portato al licenziamento dell’operaio; giustificato, a loro dire, dai “contenuti denigratori e altamente lesivi dell’immagine dell’azienda.” presenti nel post.  Il servizio è a cura della Iena Alessandro Di Sarno. 

L’autore del servizio ha cercato di contattare in merito il responsabile delle risorse umane dell’azienda: Arturo Ferrucci. Che, pare, si sarebbe negato ai microfoni delle Iene in più occasioni. Così, il videomessaggio che la Iena Di Sarno avrebbe voluto mostrare al responsabile, è stato proiettato sulla facciata dell’azienda tarantina. 

Nel videomessaggio, è Ricky Tognazzi, uno dei registi e sceneggiatori di Svegliati amore mio, ad esporsi in difesa dell’operaio.Meglio mettere al rogo il film che mandare per stracci una persona, un uomo con famiglia e figli. Arrestateci tutti, arrestate noi, fermateci. Siamo dei potenziali terroristi che abbiamo causato, in qualche modo, il licenziamento di un povero operaio. Grazie ArcelorMittal per aver fatto quello che la censura non è riuscita a fare in cent’anni”. afferma Tognazzi.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it