Conferenza stampa Ballando con le stelle, 17 settembre 2020, tutte le dichiarazioni


Il programma, condotto da Milly Carlucci, torna a farci compagnia da sabato 19 settembre, alle ore 21,20 su Rai1


Questa mattina, all’Auditorium Rai di Roma, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della nuova edizione di Ballando con le stelle.Il programma, condotto da Milly Carlucci, torna a farci compagnia da sabato 19 settembre, alle ore 21,20 su Rai1.

Nel cast di questa edizione grandi personaggi: Alessandra Mussolini, Rosalinda Celentano, Costantino Della Gherardesca, Vittoria Schisano, Daniele Scardina, Gilles Rocca, l’artista Holaf. E ancora: Barbara Bouchet, Ninetto Davoli, Paolo Conticini, Lina Sastri, Tullio Solenghi, Elisa Isoardi.

Conferenza stampa Ballando con le stelle, 17 settembre 2020, tutte le dichiarazioni

Inizia la conferenza. Prende la parola Stefano Coletta: “Per me Ballando è stato un parto e vivo il debutto di sabato come un esperimento di genitorialità. In poche cose metto una tenacia fortissima, ma ho combattuto perché Ballando tornasse in onda. L’avversario invisibile e terribile, che ci ha sfidato, purtroppo nella scorsa stagione ha vinto. Milly ha una professionalità composita fatta di tante competenze. Lavorare con lei per me è un grandissimo piacere. Ha un’eleganza tenace e una grande chiarezza di intenti. Ballando segna il ritorno ad una vera tv, è una festa di rinascita, una catarsi anche televisiva. Ha fatto la storia della tv perché dietro alla danza c’è da parte di Milly e degli autori un’adesione ed un’aderenza al servizio pubblico ed all’inclusione. La danza ha una matrice liberatoria. Il ballo ci fa sentire uguali agli altri ed è questa la forza anche sociale e valoriale di questo dance show. È bellissimo pensare che sabato partiremo”.

Milly Carlucci: “Grazie a Stefano perché ha gettato il cuore oltre l’ostacolo ed ha avuto la volontà di portare avanti Ballando. Questo programma è difficile da portare avanti nella situazione che stiamo vivendo. Abbiamo avuto due positività inaspettate e la storia non è ancora finita. Vi presento il cast. Vi svelo che abbiamo avuto un momento di panico. Durante l’ultimo tampone dell’altro giorno c’è stato un risultato ambiguo, il che poteva significare la chiusura totale. Abbiamo rifatto tutti il tampone con verifica su doppia macchina ed il risultato è stato negativo. A quel punto abbiamo capito che eravamo tutti quanti finalmente in corsa per questa avventura. Il personaggio che ha avuto questo problema è stato Paolo Conticini. È stato qualcosa che non auguro al peggior nemico. Samuel Peron è ancora a casa e non ha ancora il primo tampone negativo. Daniele invece è guarito e tenterà di rientrare in gara. Bravi tutti per la grande resistenza psicologica e per la forza d’animo. Il ballerino per una notte sarà Massimiliano Allegri. Una novità del programma è che vogliamo dare la voce al pubblico, abbiamo creato una tribuna dove ci sarà la voce del popolo contro gli ‘infami’, gli avvocati difensori delle coppie”.

Paolo Belli: “Ballando è una grande famiglia. Ieri quando è arrivato l’esito negativo abbiamo esultato tutti insieme. Stiamo contando i minuti, sto contando i minuti. Da musicista vi dico che non è andato tutto bene, abbiamo bisogno di tornare. Siamo in missione per conto di Dio”.

Domande della stampa. Viene chiesto a Ninetto Davoli se da ragazzo ballava.

”Da ragazzo non ho mai ballato, cioè ballavo il twist, il cha cha cha, a livello di balere, in contesti familiari. Io andavo al Samoa. Sono qui perché ho fatto di tutto: cinema, televisione, ho cantato..perché non ballare? Ci provo!”

Milly racconta di aver “corteggiato” Tullio Solenghi per 15 anni prima di convincerlo a prendere parte al programma. Solenghi svela di essere contento di far parte del programma “Aspettando Ballando”, che è durato sei mesi, aspettando la fine del Covid.

Alessandra Mussolini racconta la sua esperienza a Ballando: “Ho fatto ballare molto e ora ballo io, mi metto in gioco. È durissima. In studio ho molta ansia, accetto, vado avanti mi butto è come va va”

Rosalinda Celentano avrebbe dovuto ballare con Samuel Peron, poi dopo la positività del ballerino ha cambiato maestro. Ora Rosalinda danza con Tinna Hoffman. Sarà dunque una coppia di same sex dance. “Per noi non fa alcuna differenza. Il pubblico e la giuria sono chiamati a giudicare la danza, non la coppia” – aggiunge Milly.

Viene chiesto quale saranno le conseguenze di eventuali altre positività.

“Il cast è entrato in un regime monacale e il protocollo ci permette ora, in tempi velocissimi, di fare uscire la coppia eventualmente risultata positiva e la gara continua. Grazie al tracciamento dei contatti, i collegamenti saranno subito sottoposti a tampone insieme al contagiato” – specifica Coletta.

Il direttore di Rai1 si esprime poi in merito alla questione di Caivano: “È troppo grave quello che è accaduto e penso che nessuno di noi possa commentarlo. Il pregiudizio sull’orientamento sessuale e sulla vita degli altri deve essere abbattuto. Forse Ballando potrà parlare a chi ha il compito più grande della nostra società, quello genitoriale. Molto spesso queste faide nascono infatti in famiglia. Questa ragazza non ha avuto il diritto di amare. Dobbiamo smettere di pensare che ci sia un modello da seguire, ognuno deve vivere in pienezza per approssimarsi alla felicità. Spostandoci dalla sessualità, la Versace per me è stato l’emblema di questo idioma televisivo. È una persona straordinaria, con una grande vita e libertà. La sua partecipazione è stato un segnale per tutti”.

“Vogliamo mandare un messaggio alle persone che non hanno il coraggio di essere sé stesse. È bello vedere una persona normale, che non ha i superpoteri, che ha il coraggio di essere se stessa, Vittoria Schisano” – dice Milly.

“La felicità nasce da questo, essere se stessi per come si è. Ho il ricordo di un bimbo, Giuseppe, che desiderava ballare e ha frequentato per un solo anno e poi è stato ritirato perché veniva insultato. Di notte piangeva e non si sentiva accettato. Non bisogna sentirsi spaventati dal diverso. Bisogna insegnare ai bambini che ci sono gli omosessuali e persone che non si sentono bene nel loro corpo e oggi per fortuna la medicina ha dato la possibilità di cambiare le cose. Sono stata sofferentemente Giuseppe e ora sono felicemente Vittoria. Vorrei che anche la stampa riconoscesse il mio percorso, anche molto duro a livello fisico e psicologico. Se oggi i miei documenti dicono Vittoria, vorrei essere riconosciuta come donna” – racconta la Schisano.

Samuel Peron si collega telefonicamente e racconta di essere in attesa del primo tampone negativo.

Coletta si esprime poi sulla sfida del sabato sera: “Ho voluto che Ballando tornasse al sabato sera. Milly è stata molto professionale ed ha capito che è una stagione particolare, difficile. Ritengo che la Rai debba recuperare l’intrattenimento del sabato sera. L’importante è perseguire con serietà i propri obiettivi. Aldilà della sfida con Maria, che sia io che Milly stimiamo”.

“Concordo sulla stima nei confronti di Maria per il grande lavoro che fa per Mediaset. La vicenda della rivalità Coppi-Bartali del sabato sera è stata creata da voi e vi ringrazio perché ci ha dato grande visibilità. Ritengo però che sia stonata rispetto ai problemi generali che mi sembrano molto molto più gravi. Non avete idea di cosa significhi fare un programma come questo con le regole di prevenzione. A casa poi ci sono moltissime persone che hanno il problema del lavoro. Oggi la cosa importante è farlo, è riuscire ad essere in onda. La rivalità mi sembra fuor di luogo” – chiosa Milly.

Si parla del gossip che vorrebbe la Isoardi e Todaro coinvolti sentimentalmente.

“Non penso serva un flirt per lanciare il programma. Flirt o no, sì boh forse..lascio la parola a Raimondo” – commenta imbarazzata la Isoardi.

“Ci conosciamo da due settimane e siamo sempre stati nell’auditorium a provare e si parla di flirt, se mai dovessimo prenderci un gelato non oso immaginare che direte” – dice Raimondo.

Davoli si infuria per le domande fatte dalla stampa su temi a suo parere inappropriati e spiega che in questo momento vorrebbe più sostegno dai giornalisti.

La Celentano chiosa che ci si è abituati alla guerra e non ci si abitua all’amore nelle sue varie sfaccettature.



0 Replies to “Conferenza stampa Ballando con le stelle, 17 settembre 2020, tutte le dichiarazioni”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*