Connect with us

News

Conferenza stampa Ballando con le stelle, 17 settembre 2020, tutte le dichiarazioni

Il programma, condotto da Milly Carlucci, torna a farci compagnia da sabato 19 settembre, alle ore 21,20 su Rai1
Benedetta Morbelli

Pubblicato

il

Rai programmi primavera 2020 Ballando con le stelle
Il programma, condotto da Milly Carlucci, torna a farci compagnia da sabato 19 settembre, alle ore 21,20 su Rai1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa mattina, all’Auditorium Rai di Roma, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della nuova edizione di Ballando con le stelle.Il programma, condotto da Milly Carlucci, torna a farci compagnia da sabato 19 settembre, alle ore 21,20 su Rai1.

Nel cast di questa edizione grandi personaggi: Alessandra Mussolini, Rosalinda Celentano, Costantino Della Gherardesca, Vittoria Schisano, Daniele Scardina, Gilles Rocca, l’artista Holaf. E ancora: Barbara Bouchet, Ninetto Davoli, Paolo Conticini, Lina Sastri, Tullio Solenghi, Elisa Isoardi.

Conferenza stampa Ballando con le stelle, 17 settembre 2020, tutte le dichiarazioni

Inizia la conferenza. Prende la parola Stefano Coletta: “Per me Ballando è stato un parto e vivo il debutto di sabato come un esperimento di genitorialità. In poche cose metto una tenacia fortissima, ma ho combattuto perché Ballando tornasse in onda. L’avversario invisibile e terribile, che ci ha sfidato, purtroppo nella scorsa stagione ha vinto. Milly ha una professionalità composita fatta di tante competenze. Lavorare con lei per me è un grandissimo piacere. Ha un’eleganza tenace e una grande chiarezza di intenti. Ballando segna il ritorno ad una vera tv, è una festa di rinascita, una catarsi anche televisiva. Ha fatto la storia della tv perché dietro alla danza c’è da parte di Milly e degli autori un’adesione ed un’aderenza al servizio pubblico ed all’inclusione. La danza ha una matrice liberatoria. Il ballo ci fa sentire uguali agli altri ed è questa la forza anche sociale e valoriale di questo dance show. È bellissimo pensare che sabato partiremo”.

Milly Carlucci: “Grazie a Stefano perché ha gettato il cuore oltre l’ostacolo ed ha avuto la volontà di portare avanti Ballando. Questo programma è difficile da portare avanti nella situazione che stiamo vivendo. Abbiamo avuto due positività inaspettate e la storia non è ancora finita. Vi presento il cast. Vi svelo che abbiamo avuto un momento di panico. Durante l’ultimo tampone dell’altro giorno c’è stato un risultato ambiguo, il che poteva significare la chiusura totale. Abbiamo rifatto tutti il tampone con verifica su doppia macchina ed il risultato è stato negativo. A quel punto abbiamo capito che eravamo tutti quanti finalmente in corsa per questa avventura. Il personaggio che ha avuto questo problema è stato Paolo Conticini. È stato qualcosa che non auguro al peggior nemico. Samuel Peron è ancora a casa e non ha ancora il primo tampone negativo. Daniele invece è guarito e tenterà di rientrare in gara. Bravi tutti per la grande resistenza psicologica e per la forza d’animo. Il ballerino per una notte sarà Massimiliano Allegri. Una novità del programma è che vogliamo dare la voce al pubblico, abbiamo creato una tribuna dove ci sarà la voce del popolo contro gli ‘infami’, gli avvocati difensori delle coppie”.

Paolo Belli: “Ballando è una grande famiglia. Ieri quando è arrivato l’esito negativo abbiamo esultato tutti insieme. Stiamo contando i minuti, sto contando i minuti. Da musicista vi dico che non è andato tutto bene, abbiamo bisogno di tornare. Siamo in missione per conto di Dio”.

Domande della stampa. Viene chiesto a Ninetto Davoli se da ragazzo ballava.

”Da ragazzo non ho mai ballato, cioè ballavo il twist, il cha cha cha, a livello di balere, in contesti familiari. Io andavo al Samoa. Sono qui perché ho fatto di tutto: cinema, televisione, ho cantato..perché non ballare? Ci provo!”

Milly racconta di aver “corteggiato” Tullio Solenghi per 15 anni prima di convincerlo a prendere parte al programma. Solenghi svela di essere contento di far parte del programma “Aspettando Ballando”, che è durato sei mesi, aspettando la fine del Covid.

Alessandra Mussolini racconta la sua esperienza a Ballando: “Ho fatto ballare molto e ora ballo io, mi metto in gioco. È durissima. In studio ho molta ansia, accetto, vado avanti mi butto è come va va”

Rosalinda Celentano avrebbe dovuto ballare con Samuel Peron, poi dopo la positività del ballerino ha cambiato maestro. Ora Rosalinda danza con Tinna Hoffman. Sarà dunque una coppia di same sex dance. “Per noi non fa alcuna differenza. Il pubblico e la giuria sono chiamati a giudicare la danza, non la coppia” – aggiunge Milly.

Viene chiesto quale saranno le conseguenze di eventuali altre positività.

“Il cast è entrato in un regime monacale e il protocollo ci permette ora, in tempi velocissimi, di fare uscire la coppia eventualmente risultata positiva e la gara continua. Grazie al tracciamento dei contatti, i collegamenti saranno subito sottoposti a tampone insieme al contagiato” – specifica Coletta.

 

Il direttore di Rai1 si esprime poi in merito alla questione di Caivano: “È troppo grave quello che è accaduto e penso che nessuno di noi possa commentarlo. Il pregiudizio sull’orientamento sessuale e sulla vita degli altri deve essere abbattuto. Forse Ballando potrà parlare a chi ha il compito più grande della nostra società, quello genitoriale. Molto spesso queste faide nascono infatti in famiglia. Questa ragazza non ha avuto il diritto di amare. Dobbiamo smettere di pensare che ci sia un modello da seguire, ognuno deve vivere in pienezza per approssimarsi alla felicità. Spostandoci dalla sessualità, la Versace per me è stato l’emblema di questo idioma televisivo. È una persona straordinaria, con una grande vita e libertà. La sua partecipazione è stato un segnale per tutti”.

“Vogliamo mandare un messaggio alle persone che non hanno il coraggio di essere sé stesse. È bello vedere una persona normale, che non ha i superpoteri, che ha il coraggio di essere se stessa, Vittoria Schisano” – dice Milly.

“La felicità nasce da questo, essere se stessi per come si è. Ho il ricordo di un bimbo, Giuseppe, che desiderava ballare e ha frequentato per un solo anno e poi è stato ritirato perché veniva insultato. Di notte piangeva e non si sentiva accettato. Non bisogna sentirsi spaventati dal diverso. Bisogna insegnare ai bambini che ci sono gli omosessuali e persone che non si sentono bene nel loro corpo e oggi per fortuna la medicina ha dato la possibilità di cambiare le cose. Sono stata sofferentemente Giuseppe e ora sono felicemente Vittoria. Vorrei che anche la stampa riconoscesse il mio percorso, anche molto duro a livello fisico e psicologico. Se oggi i miei documenti dicono Vittoria, vorrei essere riconosciuta come donna” – racconta la Schisano.

Samuel Peron si collega telefonicamente e racconta di essere in attesa del primo tampone negativo.

Coletta si esprime poi sulla sfida del sabato sera: “Ho voluto che Ballando tornasse al sabato sera. Milly è stata molto professionale ed ha capito che è una stagione particolare, difficile. Ritengo che la Rai debba recuperare l’intrattenimento del sabato sera. L’importante è perseguire con serietà i propri obiettivi. Aldilà della sfida con Maria, che sia io che Milly stimiamo”.

“Concordo sulla stima nei confronti di Maria per il grande lavoro che fa per Mediaset. La vicenda della rivalità Coppi-Bartali del sabato sera è stata creata da voi e vi ringrazio perché ci ha dato grande visibilità. Ritengo però che sia stonata rispetto ai problemi generali che mi sembrano molto molto più gravi. Non avete idea di cosa significhi fare un programma come questo con le regole di prevenzione. A casa poi ci sono moltissime persone che hanno il problema del lavoro. Oggi la cosa importante è farlo, è riuscire ad essere in onda. La rivalità mi sembra fuor di luogo” – chiosa Milly.

Si parla del gossip che vorrebbe la Isoardi e Todaro coinvolti sentimentalmente.

“Non penso serva un flirt per lanciare il programma. Flirt o no, sì boh forse..lascio la parola a Raimondo” – commenta imbarazzata la Isoardi.

“Ci conosciamo da due settimane e siamo sempre stati nell’auditorium a provare e si parla di flirt, se mai dovessimo prenderci un gelato non oso immaginare che direte” – dice Raimondo.

Davoli si infuria per le domande fatte dalla stampa su temi a suo parere inappropriati e spiega che in questo momento vorrebbe più sostegno dai giornalisti.

La Celentano chiosa che ci si è abituati alla guerra e non ci si abitua all’amore nelle sue varie sfaccettature.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornalista pubblicista. Nata nell'epoca sbagliata. É donna del suo tempo, ma anche un po' degli anni'80 e dell'800 di Jane Austen. Ama leggere libri fino all'alba, scrivere, disegnare, creare. Guarda telefilm con una vaschetta di gelato al cioccolato d'estate e una tazza di tè bollente in inverno. La sua migliore amica è Shonda Rhimes.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Il Borgo dei Borghi 2021 ecco come si elegge su RaiPlay

Quali sono i borghi in gara nell'edizione 2021 della competizione che coinvolge questa volta anche RaiPlay.
Stefano Della Felce

Pubblicato

il

Il Borgo dei Borghi 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

E’ tempo di eleggere il Borgo dei Borghi 2021. La sfida tra i Borghi più belli d’Italia questa volta presenta delle novità. Il programma di Rai 3 ha permesso ai telespettatori di scoprire posti bellissimi, divenuti mete turistiche tanto frequentate quanto quelle più tradizionali.

Il Borgo dei Borghi 2021

Con l’edizione 2021, Il Borgo dei Borghi è giunto alla sua ottava edizione. La prima serata della nuova stagione è in onda domenica 4 aprile, condotta da Camila Raznovich. La padrona di casa  ha gestito la manifestazione anche in passato. Ci sono a sfidarsi 20 Borghi, uno per regione. E nella votazione è coinvolta la piattaforma RaiPlay. 

Come si vota su RaiPlay

Si potrà esprimere, infatti, il proprio voto sul sito Rai: www.rai.it/borgodeiborghi. Gli utenti non ancora registrati per votare dovranno creare una utenza Raiplay indicando username, password ed indirizzo e-mail. Si vota da domenica 7 marzo alle 17.00 fino a domenica 21 marzo alle 23.59, e solo votando si potrà portare alla vittoria il proprio borgo preferito.

Si può votare una volta al giorno e si può esprimere una sola preferenza.

La giuria di esperti è composta da Rosanna Marziale, chef stellata e divulgatrice enogastronomia, Mario Tozzi, geologo e primo ricercatore del Cnr e Jacopo Veneziani, storico dell’arte e dottorando alla Sorbona di Parigi.

I Borghi in gara

Ecco i venti piccoli centri che si contendono il titolo di migliore borgo d’Italia nel 2021. Accanto ad ognuno la Regione di appartenenza.

Issime (Valle d’Aosta- Aosta)

Cocconato (Piemonte-Asti)

Finalborgo (Liguria – Savona)

Pomponesco (Lombardia – Mantova)

Borgo Valsugana (Trentino Alto Adige – Trento)

Malcesine (Veneto – Verona)

Poffabro (Friuli Venezia Giulia – Pordenone)

San Giovanni in Marignano (Emilia Romagna – Rimini)

Buonconvento (Toscana – Siena)

Corciano (Umbria – Perugia)

Grottammare (Marche – Ascoli Piceno)

Pico (Lazio – Frosinone)

Campli (Abruzzo – Teramo)

Trivento (Molise – Campobasso)

Albori (Campania – Salerno)

Valsinni (Basilicata – Matera)

Tropea (Calabria – Vibo Valentia)

Pietramontecorvino (Puglia – Foggia)

Geraci Siculo (Sicilia – Palermo)

Baunei (Sardegna – Nuoro).


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Le Storie di Melaverde 7 marzo, Raspelli torna nel Veronese per l’olio

Tutte le anticipazioni sulla puntata condotta da Edoardo Raspelli nella mattinata di Canale 5.
Redazione

Pubblicato

il

Le Storie di Melaverde 7 marzo
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Domenica 7 marzo dalle 11.00 su Canale 5 vanno in onda Le Storie di Melaverde. I telespettatori rivedono Edoardo Raspelli che torna nel Veronese, in particolare a Nesente, per parlare al pubblico degli oli prodotti dalla famiglia Salvagno.

Le Storie di Melaverde 7 marzo, Raspelli torna nel Veronese

Domenica 7 marzo dalle 11.00 su Canale 5, tornano, come di consueto, Le Storie di Melaverde, programma che precede Melaverde.

Edoardo Raspelli domenica si reca di nuovo nella campagna veronese, in Valpantena ,un lembo di terra a pochi chilometri dal lago di Garda che si sviluppa alle pendici dei monti Lessini. Il nome Valpantena, valle di tutti gli dei, deriva dal panteon costruito all’imbocco della valle che ne evidenziava la particolare vocazione agricola fin dai tempi antichi. Le sue caratteristiche sono tali da differenziarla dalle vicine vallate della Valpolicella.

Le Storie di Melaverde 7 marzo Raspelli

Le olive autoctone tradizionali

Grazie al suo microclima la Valpantena accoglie da sempre i grandi vini veronesi. Ma accanto alle vigne nei secoli sono cresciute due varietà di olive autoctone. Che, grazie al loro olio tradizionale hanno dato il via ad una vera e propria tradizione di olivicoltura.

Ne sa qualcosa la famiglia Salvagno che a Nesente da sei generazione coltiva e lavora le olive di queste varietà nel suo antico frantoio, producendo un olio extravergine dai profumi e sapori importanti.

Edoardo Raspelli parte dagli uliveti dove i telespettatori potranno seguire le diverse tecniche di raccolta. Il critico gastronomico, poi, entra nel frantoio storico che ancora oggi muove le molazze del 1923. Per poi scoprire le tecniche moderne di spremitura dove la tecnologia favorisce la qualità.

Ma quali sono le caratteristiche di questo olio veronese? Una ve la anticipiamo noi. La provincia di Verona è la zona più a nord del mondo dove è possibile coltivare l’ulivo per la produzione di olio d’oliva. Esistono due zone di produzione certificate con la D.O.P.: Garda-Orientale e Veneto-Valpolicella.

Tutte le altre le  fa scoprire oggi Raspelli che svela anche come gustarlo in cucina in una Storia di Melaverde dedicata all’oro verde della dieta del Tricolore.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Sanremo 2021 scaletta serata finale 6 marzo: L’annuncio del vincitore del Festival

Tutte le notizie sui Big in gara. Ospiti e votazioni. Proclamazione del vincitore della 71° edizione.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Sanremo 2021 scaletta serata finale 6 marzo Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ecco la scaletta della serata finale di Sanremo 2021 in onda sabato 6 marzo su Rai 1.  

Nel quinto ed ultimo appuntamento del Festival, Amadeus è affiancato dalla giornalista Giovanna Botteri. Doveva essere presente anche Simona Ventura che ha dovuto rinunciare a Sanremo perché è risultata positiva al Covid. Tornano inoltre sul palco dell’Ariston Fiorello e Zlatan Ibrahimovic. Achille Lauro nell’ultimo Quadro interpreta, invece, il suo brano C’est la vie.

Sanremo 2021, serata finale, tutti i Big in gara

Dopo la proclamazione del vincitore delle Nuove Proposte (Gaudiano- Polvere da sparo), l’ultima serata del Festival è dedicata esclusivamente ai Big. Questa sera infatti i telespettatori riascoltano per l’ultima volta tutte le canzoni in gara. Ecco i protagonisti nella quinta serata:

  • Aiello- Ora
  • Arisa- Potevi fare di più
  • Annalisa- Dieci
  • Colapasce & Dimartino-Musica leggerissima
  • Coma_Cose- Fiamme negli occhi
  • Fasma- Parlami
  • Francesca Michielin & Fedez- Chiamami per nome
  • Francesco Renga- Quando trovo te
  • Ghemon- Momento perfetto
  • Irama- La genesi del tuo colore
  • Madame- Voce
  • Maneskin- Zitti e buoni
  • Max Gazzè e La Trifluoperazina Monstery Band-Il farmacista
  • Bugo-E invece sì
  • Ermal Meta-Un milione di cose da dirti
  • Extraliscio feat. Davide Toffolo –Bianca luce nera
  • Fulminacci- Santa Marinella
  • Gaia- Cuore amaro
  • Gio Evan- Arnica
  • La Rappresentante di Lista- Amare
  • Lo Stato Sociale- Combat Pop
  • Malika Ayane- Ti piaci così
  • Noemi- Glicine
  • Orietta Berti- Quando ti sei innamorato
  • Random- Torno a te
  • Willie Peyote- Mai dire mai (La locura)

Gli ospiti della quinta serata

Sono previsti molti ospiti nell’ultimo appuntamento di Sanremo 2021. Ornella Vanoni e Francesco Gabbani duettano in Un sorriso dentro al pianto, brano di cui il cantautore carrarese ha firmato testo e msuica. Sono presenti anche Umberto Tozzi, Michele Zarrillo, Riccardo Fogli, che ripropongono i loro successi. Prevista anche la partecipazione di Paolo Vallesi, vincitore della seconda edizione di Ora o mai più. Ma anche degli Urban Theory e del produttore e compositore Dardust.

Amadeus accoglie inoltre l’attrice Serena Rossi (Mina Settembre) e Tecla Insolia che presenta il film TV dedicato a Nada di cui è protagonista. Ha per titolo La bambina che non voleva cantare e andrà in onda mercoledì 10 marzo.

A rappresentanza del mondo dello sport, salgono sul palco dell’Ariston Alberto Tomba e Federica Pellegrini. I due sportivi chiedono al pubblico di aiutarli a scegliere il Logo per le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026. Apre il Festival la Banda della Marina Militare.

Sanremo 2021 scaletta 6 marzo, il metodo di votazione

Nella quinta ed ultima serata di Sanremo 2021,infine, spetta al pubblico da casa esprimere le proprie preferenze attraverso il televoto. I loro voti vanno a sommarsi con quelli della Giuria Demoscopica, dell’Orchestra e della Sala Stampa che hanno votato nelle serate precedenti. Attualmente al primo posto della classifica generale c’é Ermal Meta con Un milione di cose da dirti. Seguono Willie Peyote con Mai dire mai (la locura) ed, infine, Arisa con Potevi fare di più. Ultimo posto invece per Aiello con Ora.

Una volta ottenuti i 3 Big che hanno riscosso maggiore gradimento, saranno le tre giurie (Demoscopica, Orchestra, Stampa) a decretare il vincitore della 71° edizione del Festival di Sanremo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Ultime news Sanremo 2021

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it