Connect with us

News

Le Iene e il caso della piccola Sofia

Comunicato Mediasest sul servizio di Giulio Golia de Le Iene a proposito del caso della piccola Sofia.
Marida Caterini

Pubblicato

il

Comunicato Mediasest sul servizio di Giulio Golia de Le Iene a proposito del caso della piccola Sofia.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Domenica 17 marzo 2013 in diretta alle ore 21.20 nella puntata con “Le Iene show”, la Iena Giulio Golia si è occupata della storia della piccola Sofia, al centro della cronaca negli ultimi giorni. Dopo la battaglia intrapresa dai genitori, la piccola di 3 anni e mezzo affetta da una malattia neurodegenerativa è stata sottoposta alla seconda infusione di cellule staminali con il metodo Stamina agli Spedali Civili di Brescia. Contrariamente a quanto sperava la famiglia, però, per la bambina non è previsto il completamento della terapia che comprenderebbe altre 3 infusioni, a meno che non ci sia un’imposizione giuridica. Per fare chiarezza sulla vicenda e sulle condizioni di Sofia, la Iena ha intervistato il Professore Davide Vannoni, presidente della Stamina Foundation, i genitori di Sofia, il Dottor Marino Andolina, Vice Presidente della Stamina Foundation, e il Direttore Sanitario dell’Ospedale dei Bambini di Brescia, Raffaele Spiazzi.

A seguire alcuni stralci delle interviste andate in onda ieri sera:

Mamma di Sofia: “Ministro, Agenzia Italiana del Farmaco, abbiamo veramente solo 10 giorni di tempo, per permettermi di fare il prelievo delle cellule che garantirà il completamento delle cure per Sofia, per favore. Sistemiamo la questione legale intorno a questa bambina, in modo tale che possiamo pensare di curarla e di salvarle la vita, per favore. Aiutando Sofia si aiutano anche tutti gli altri bambini, che stanno veramente male e hanno bisogno di una regolamentazione di questa situazione assurda.”

“Mi sento di dire ai ricercatori di Telethon che due anni fa li contattammo quando Sofia ancora camminava e zoppicava appena, ci avevano dato la diagnosi il giorno prima. Guido telefonò ai responsabili e comunicò il fatto che noi eravamo alla ricerca di una terapia per la nostra bambina. Ci dissero <purtroppo la bambina, essendo già sintomatica> allora zoppicava appena <non rientra nella sperimentazione di tipo genico che stiamo facendo all’Ospedale San Raffaele di Milano>. Quindi noi, diciamo così, ci siamo sentiti esclusi da ogni possibilità di cura e siamo rimasti da soli a far fronte a un mostro che tutti i giorni si mangia un pezzo della nostra bambina, un pezzo che adoriamo e che non rivedremo mai più, che forse speriamo di poter rivedere anche grazie all’aiuto di queste cure compassionevoli con il protocollo Stamina. Quindi mi sento di dire che, essendo Sofia un condannato a morte, un condannato che non ha nemmeno diritto a una cura farmacologica, abbiamo diritto almeno di tentare questo”

Professor Davide Vannoni, presidente Stamina Foundation: “Il Ministro ha fatto solo una dichiarazione ai giornali, e basta. A noi non è arrivato niente di scritto, quindi la responsabilità di questa terapia, in toto, e dell’andare contro l’ordine di un giudice che aveva detto che Sofia non poteva fare questa terapia ce la siamo presa noi e siamo felici di averlo fatto.  Sofia è una bambina che ha iniziato un percorso terapeutico. Se ci vogliono far fare questo percorso terapeutico nell’ambito delle cure compassionevoli noi lo porteremo fino infondo e tutti saranno felici e spero che Sofia abbia dei risultati importanti, ma se prima ci fanno fare la prima iniezione e poi ci bloccano la terapia e non ci fanno fare la seconda, poi dopo la seconda ci ribloccano la terapia e non ci fanno fare terza, io credo che questo sia un danno incommensurabile, non solo alla terapia, ma alla famiglia di Sofia. Non possono vivere, oltre alla malattia della figlia, con l’angoscia che un giorno gli dicono che si può fare e il giorno dopo che non si può fare più”

ll Direttore Sanitario dell’Ospedale dei Bambini di Brescia, Raffaele Spiazzi, sul blocco subito alle cure con il metodo Vannoni in seguito all’ispezione della Aifa e del Ministero della Salute nei laboratori degli Spedali di Brescia:” Alcuni aspetti dell’ispezione non li abbiamo condivisi e abbiamo proposto un ricorso contro la stessa …Il laboratorio funziona, lavora dal 1990, ha prodotto in questi anni quasi 500 preparati per cellule per la gestione di trapianti del midollo osseo…Il laboratorio non era sporco. Noi stiamo facendo trapianti di midollo osseo da 25 anni e anche le preparazioni cellulari che abbiamo utilizzato nelle terapie compassionevoli corrispondevano agli stessi requisiti di sicurezza e sterilità dal punto di vista del controllo microbiologico. Era, immagino, un refuso nell’ordinanza avuta dall’AIFA che noi abbiamo puntualmente contestato”

Dott Andolina, vice-presidente Stamina Foundation: ” Madre natura non permette che una Sma1 migliori, può avere una settimana o due di stabilizzazione senza peggioramento, però questa malattia non può che peggiorare. Quindi Celeste è la dimostrazione vivente che la terapia con staminali funziona. Ci sono probabilmente interessi convergenti che mirano a bloccare questo progetto. Se vogliamo andare lontano, ad esempio, le multinazionali che si vedono rovinare i loro affari, perché metà delle terapie farmacologiche diventerebbero inutili se si usassero le staminali. Però, credo che in Italia ci sia un problema di arroganza e di scarsa cultura di persone di basso livello. Di gente che rifiuta l’innovazione perché non la capisce, perché si sente sminuita se non può gestire questa novità. Per le malattie genetiche si raccolgono in Italia decine di milioni di euro. Io già vent’anni fa mi ero occupato di malattie come quella di Sofia e quando ho sfiorato la parola Telethon ho avuto una raccolta di firme contro questo tipo di terapie che avevo già cominciato vent’anni fa e ho lasciato perdere perché ho capito che era pericoloso e adesso ci ho riprovato ma mi è andata male di nuovo”.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornalista, esperta di spettacoli, in particolare di televisione. È stata per dieci anni critico televisivo de Il Giornale d’Italia con la direzione di Luigi D’Amato. Dal 1997 si occupa per il quotidiano Il Tempo di spettacoli, soprattutto di tv. Si occupa di cultura per il sito di Panorama. Ha collaborato in passato con le maggiori testate nazionali, tra cui Il Sole 24 ore, Il Mattino, Il Giornale. Ha ricoperto il ruolo di docente di Teorie e tecniche della critica televisiva nel master per laureati in Scienze della Comunicazione, organizzato dall’Università La Sapienza di Roma. Ha vinto il dattero d’argento al Salone Internazionale dell’umorismo di Bordighera. É stata titolare per tre anni della rubrica “Dietro le quinte” su Il Giornale d’Italia, analizzando, ogni settimana, un evento di cronaca, di politica o di spettacolo sotto la lente dell’umorismo.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Isola dei Famosi 2021 anticipazioni 19 aprile: Andrea Cerioli contro Vera Gemma

Tutto ciò che accade nella decima puntata del reality condotto da Ilary Blasi. Il televoto è al momento aperto tra Beatrice e Fariba.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Isola dei Famosi 2021 anticipazioni 19 aprile Canale 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ecco le anticipazioni di ciò che accade nella puntata del 19 aprile de L’Isola dei famosi 2021, in onda su Canale 5. La conduttrice, innanzitutto si sofferma sugli episodi accaduti nell’ultima settimana.

Si sono verificati altri due ritiri e sono scoppiate delle liti tra i naufraghi. Ilary Blasi infine rivela l’esito del televoto tra Fariba Tehrani e Beatrice Marchetti.

Isola dei Famosi 2021 anticipazione 19 aprile Isoardi

Isola dei famosi anticipazioni 19 aprile: il ritiro di Brando Giorgi ed Elisa Isoardi

Lunedì scorso Brando Giorgi aveva conquistato il titolo di leader vincendo la prova del fuoco contro Valentina Persia. Nella puntata successiva però non si è presentato in Palapa perché ha abbandonato il reality. Ha subìto il distacco della retina ed è dovuto rientrare in Italia per ulteriori controlli.

Stessa sorte per Elisa Isoardi che si è invece mostrata al pubblico con l’occhio bendato. La conduttrice ha raccontato che le è entrato un lapillo rovente mentre stava cucinando. L’incidente ha provocato il danneggiamento della sclera, ovvero della membrana che riveste parte del bulbo oculare. I medici presenti l’hanno così esortata a lasciare il gioco per sottoporsi ad altri accertamenti.

Non sono però gli unici naufraghi ad essersi ritirati. Anche Beppe Braida la scorsa settimana è rientrato in Italia perchè il padre è stato ricoverato in ospedale. Il genitore è risultato positivo al Covid, assieme alla moglie.

Isola dei famosi 19 aprile: Andrea Cerioli contro Vera Gemma

Vera Gemma e Miryea Stabile hanno vinto l’ultima prova ricompensa che ha permesso loro di rientrare ufficialmente in gioco. Hanno infatti lasciato Playa Esperanza, dove hanno convissuto con Elisa Isoardi, per unirsi nuovamente agli altri naufraghi. Come premio hanno ricevuto dei wurstel con patatine fritte. Ma anche delle uova ed altre patate da poter cuocere nei giorni successivi.

L’ indomani  hanno deciso di dividere il banchetto solo con Beatrice Marchetti e Fariba Tehrani. Queste ultime infatti si sono unite a loro perchè non si sentono integrate con l’altro gruppo di naufraghi.

La decisione di Vera e Miryea ha però scatenato numerosi malumori tra gli altri isolani. Andrea Cerioli in particolare si è scontrato con Vera Gemma. Secondo il naufrago l’attrice avrebbe dovuto provvedere all’equa ripartizione del cibo perchè sono tutti affamati. Sostiene infatti che in casi del genere bisognerebbe mettere da parte le strategie.

Isola dei Famosi 2021 anticipazione 19 aprile Valentina Persia

Accuse di razzismo per Valentina Persia, tutti contro Paul Gascoigne,

In diretta Valentina Persia deve difendersi dalle accuse di razzismo nei confronti di Fariba Tehrani. Sui social ha infatti ricevuto duri attacchi per l’imitazione della madre di Giulia Salemi. Per gli utenti del web la Persia ha messo in evidenza alcuni aspetti caratteristici della sua cultura e delle sue origini per fini offensivi.

Per quanto riguarda Paul Gascoigne i naufraghi lo avevano riaccolto affettuosamente dopo l’infortunio alla spalla. Hanno inoltre accettato che la trasmissione gli concedesse alcuni privilegi. Negli ultimi giorni però hanno cominciato a lamentarsi. Lo accusano infatti di approfittare dell’occasione per non partecipare a nessuna attività giornaliera.

Nella puntata in onda oggi inoltre potrebbero sbarcare in Honduras gli altri naufraghi che erano già stati annunciati nelle scorse settimane.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Game of Games cambia collocazione: ecco i motivi

Il nuovo show di Simona Ventura viene temporaneamente sospeso in attesa di nuova ricollocazione a causa dei bassi ascolti.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

game of games cambia collocazione Rai 2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Game of games, il programma condotto da Simona Ventura in prima serata su Rai 2 cambia collocazione. Dopo le tre puntate già andate in onda, delle sei previste, la Rete ha deciso di sostituire gli appuntamenti del 21 e del 28 aprile con due film. Sono rispettivamente Tutta colpa dell’amore e La risposta è nelle stelle. Ecco i motivi della scelta.

game of games cambia collocazione giochi

Game of Games cambia collocazione, le motivazioni

Dalla prossima settimana Games of games viene temporaneamente sospeso. Il nuovo format di Simona Ventura, non andrà infatti più in onda in attesa di una nuova collocazione. Secondo alcune indiscrezioni dovrebbe essere spostato al martedì al termine dello show di Enrico Brignano Un’ora sola vi vorrei, previsto il 18 maggio.

Il programma della Ventura è ispirato all’omonimo format statunitense di Ellen DeGeneres che è stato esportato in tutto il mondo. E in Italia ha debuttato su Rai 2 lo scorso 31 marzo. I protagonisti dello show sono sei personaggi del mondo dello spettacolo che si alternano nelle sfide al posto dei veri concorrenti che sono invece persone comuni.

Il Vip vincitore di ogni manche permette a chi lo ha scelto di accedere alla semifinale. Ma solo un concorrente può partecipare allo step finale, Gioco dei Giochi, dove può vincere il montepremi se riesce ad indovinare alcuni volti noti con pochi secondi a disposizione.

Lo show però non ha molto convinto i telespettatori in quanto ha registrato bassi ascolti. La Ventura ha anche risentito della presenza su Canale 5 della fiction Svegliati amore mio con Sabrina Ferilli, della soap turca Daydreamer con Can Yaman. In Rai invece ha dovuto confrontarsi con Chi l’ha visto e con Il Commissario Montalbano che continua a registrare ottimi ascolti nonostante le repliche.

Gli ascolti delle prime tre puntate

Sono sei le puntate previste per la prima edizione di Games of games. Ma la Rai ha optato per la sospensione dopo il terzo appuntamento a causa degli ascolti insufficienti.

La puntata d’esordio di Game of games del 31 marzo ha registrato 1.267.000 telespettatori con 5.1% di share. Ma negli appuntamenti successivi l’indice di gradimento è nettamente peggiorato.

La seconda invece si è fermata a 915.000 spettatori con 3.7% di share. Nell’ultima, è tornata lievemente a salire soffermandosi sui 930.000 telespettatori con 3,9 % di share. Ancora pochi, però, per assicurare al programma la permanenza in video.

Con Game of games Simona Ventura era riuscita a tornare su Rai 2 dopo l’esperienza di The Voice of Italy. Le aspettative erano tantissime sullo show che, invece, non è molto adatto alla platea italiana, come i numeri dell’Auditel hanno dimostrato.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Salotto Salemi Mediaset Play, il talk show in streaming di Giulia Salemi

A partire dal 16 aprile, Giulia Salemi conduce Salotto Salemi, un talk show in esclusiva per il servizio in streaming online Mediaset Play.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Salotto Salemi Mediaset Play
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Salotto Salemi è il nuovo talk show condotto dall’influencer Giulia Salemi, in esclusiva streaming per il servizio Mediaset Play. A partire da venerdì 16 aprile alle 19.00, la Salemi conduce per sei settimane consecutive il suo primo programma.

Salotto Salemi è prodotto da MNcomm in collaborazione con Brand On Solutions, l’area dedicata alle iniziative speciali di Mediamond, e con Naj Oleari Beauty e Mikado. Il programma è scritto da Silvia Rossi, mentre il Product Placement è a cura di Hub4Brand.

Salotto Salemi Mediaset Play, un format nato durante il lockdown

Giulia Salemi è dunque al suo esordio come conduttrice in solitaria di un programma Mediaset; probabilmente, anche in virtù del successo riscosso durante l’ultima edizione del Grande Fratello Vip, alla quale ha partecipato. La modella e influencer italo-persiana è attivissima sui social da sempre, tanto da meritare a pieni titoli la definizione di influencer. Su Instagram, la Salemi può infatti vantare oltre 1 milione e cinquecentomila followers, ma i numeri sono in continua crescita.

L’idea di Salotto Salemi nasce proprio sui social, durante il lockdown dello scorso anno. La Salemi in quell’occasione aveva organizzato uno show casalingo nel corso del quale dava consigli di make-up, cucina e salute, spesso in compagnia di amiche e amici ospiti. Il medesimo format è ora riproposto, con nuovi accorgimenti su Mediaset Play. Come avveniva sui social della Salemi, però, la conduttrice parlerà con i suoi ospiti di gossip, strappando loro confidenze e opinioni sorprendenti il più possibile. Il tutto in un clima amichevole e rilassato.

In passato, la due volte partecipante al Grande Fratello Vip ha già co-condotto due programmi televisivi; prima Ridicolousness Italia su MTV, dove lavorava insieme a Stefano Corti e Alessandro Onnis. E poi, Disconnessi on the road su Italia 1, insieme a Paola Di Benedetto e Paolo Ciavarro. 

Anteprima: gli ospiti confermati di Salotto Salemi

La prima ospite confermata di Salotto Salemi è Dayane Mello, modella e influencer. Anche la Mello ha partecipato, insieme a Giulia Salemi, all’ultima edizione del Grande Fratello Vip. 

Oltre a chiacchierare con lei, nella speranza di farle rilasciare dichiarazioni scottanti e qualche gossip in esclusiva sulla sua vita privata, la conduttrice propone alcuni beauty tips all’amica e collega. Tra una confidenza più intima e una chiacchiera, Dayane Mello fa quindi da modella di make up per la Salemi.

Tuttavia, sono molti gli ospiti vip la cui presenza è già stata confermata. Nel salotto di Giulia Salemi, nel corso di sei puntate, si avvicendano Paola di Benedetto, giovane show-girl e modella; Veronica Ferraro, una delle fashion blogger più seguite di Instagram, nonché grande amica di Chiara Ferragni.

E ancora, Gaia Zorzi, la sorella del noto influencer, anche lui ex “gieffino” Tommaso Zorzi. Inoltre, Martina Hamdy, modella, ex meteorina del TG4 e oggi presentatrice ufficiale dei programmi Meteo di Mediaset. Infine, Arianna Cirrincione, modella e influencer fidanzata con Andrea Cerioli, che ha conosciuto nel corso della trasmissione Uomini e Donne.

Si tratta, quindi, di ospiti giovani e molto noti sul panorama televisivo e sul Web, come influencer con milioni di followers sui social più diffusi come Instagram, Facebook e YouTube. 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it