Connect with us

News

Amici 13, la vincitrice è Deborah Iurato

la conclusione della tredicesima edizione con i vincitori
Anna Mancini

Pubblicato

il

la conclusione della tredicesima edizione con i vincitori
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A dare il calcio d’inizio sono i Dear Jack che, con Alessio si esibiscono in duetto con Elisa. Interpretano una canzone della cantante da loro riarrangiata: L’anima vola.

E’ la volta di Vincenzo che balla sulle note di una canzone di Alessandra Amoroso, Bellezza, incanto e nostalgia. La Amoroso è in promozione, il suo tour inizia il prossimo 17 luglio.

Deborah con il suo stile canoro duetta con Giorgia sulle note della canzone Non mi ami. E certamente la cantante dei Bianchi non ha fatto brutta figura, anzi è stata all’altezza della sua partner.

Adesso a scendere per primo in campo è Vincenzo che sceglie di sfidare Deborah. Il ballerino si esibisce sulle note di un medley ispirato alla Dolce vita.

Deborah offre una interpretazione rivisitata di Albergo a ore, brano di 40 anni fa.

E’ la volta di Vincenzo che balla su Fever.

Tocca di nuovo a Deborah Iurato che canta il suo inedito Anche se fuori è inverno, scritto e prodotto da Fiorella Mannoia. La De Filippi la informa che il suo CD è al quarto posto nella classifica FIMi.

Subito dopo Vincenzo interpreta un ballo sulle note di Buona Sera signorina. Una maniera di accattivarsi il pubblico da casa.

Tocca a Deborah cantare a cappella  My immortal degli Evanescence. Complimenti da parte dei giornalisti in studio. Vincenzo balla su una creografia ispirata all’Amleto di Shakespeare.  Dal televoto risulta che Deborah è sempre in testa,

Deborah riprende con Una lunga storia d’amore di Gino Paoli e la dedica al suo ragazzo a cui è legata da due anni e mezzo. Vincenza balla su Gurada che luna nella versione di Emma Marrone. Deborah raccoglie i commenti quasi tutti positivi dei giornalisti. Le viene in particoalre raccomandato di non smettere mai di studiare. Deborah promette di farlo, assicurando che non perderà mai la sua modestia, Il successo non la cambierà. Blocco pubblicitario.

Si riprende con Vincenzo e subito dopo con Deborah in Get here. Ancora commenti dei giornalisti su Deborah. La ragazza li accetta con un sorriso. Subito dopo Maria De Filippi chiude il televoto.

A vincere la sfida è Deborah, come già si sapeva. E’ il momento di premiare Vincenzo. E’ il coreografo Giuliano Peparini a consegnare il premio al giovane ballerino che, domenica sera aveva avuto la meglio su Christian vincendo la categoria ballo di Amici 13.

Adesso si scontrano Deborah e i Dear Jack.  Inizia la cantante con La donna cannone. L’interpretazione non piace ad alcuni giornalisti che la preferiscono quando canta in inglese. La Ferilli la difende. Tocca ai Dear Jack che cantano un brano di Umberto Bindi: Arrivederci. E’ un grande omaggio a Bind dice Alessio. Ma prima c’è la pubblicità.

Alessio e la band si esibiscono. E poi Tocca a Deborah che interpreta “canto anche se sono stonata”, una canzone, dice, che la diverte sempre. Maria De Filippi mostra i CD di Deborah e dei Dear Jack: quest’ultimo è al primo posto nella classifica FIMI.

I Dear Jack adesso cantano Domani è un altro film tra l’entusiasmo delle ragazzine in studio. Commenti dei giornalisti in studio. Tocca di nuovo a Deborah che interpreta The way we were. I giornalisti approvano: non ha spinto troppo la voce, è andata con il suo timbro naturale.

Motivo di Lucio Battisti, riarrangiato dai Dear Jack E’ Insieme a te sto bene. .I complimenti dei giornalisti per Alessio e la sua band si sprecano. Sono bravi e dobbiamo capirlo, sottolinea Dondoni e soprattutto, smettiamola di apprezzare sempre le band straniere. Pubblicità.

Dopo tre prove, è in testa Deborah che adesso schiera un pezzo del suo CD “cCnteremo alluci spente”. Anche i Dear Jack schierano un pezzo del loro album e lo dedicano a tutti quelli che, almeno una volta nella vita si sono sentiti incompresi. Il titolo è Ricomincio da me. Deborah dice di ammirare Alessio e i Dear Jack e di invidiare il fatto che sono in cinque e quindi posso farsi forza a vicenda.

Deborah, adesso scende in campo con il brano Creep dei Radiohead. Rispondono I Dear Jack con So Sally can wait. e ancora Deborah con un brano di Alicia Key, cantante che dice di apprezzare particolarmente.

Si continua con Alessio che canta con la sua band Per averti, di Adriano Celentano. Deborah per l’ultima prova schiera la traccia numero 7 del suo CD. Ma prima la pubblicità

Deborah canta A volte capita.E si sono concluse le sfide. La De Filippi si rivolge ai giornalisti. Ne segue una discussione sulle qualità di Deborah e dei Dear Jack. I due finalisti baciano e abbracciano la giuria, E la De Filippi chiude il televoto.

E arriva Giorgio Panariello. Esordisce: “pensavo di dover uscire con Mattino 5″. E la De Filippi lo riprensenta in grande stile e si scusa: se avessi interrotto la gara mi avrebbero uccisa!”. Panariello ironizza sulla conoscenza della lingua inglese, necessaria nella società di oggi.

Subito dopo arrivano i responsi: Il premio della critica va ai Dear Jack. Ma la vincitrice di Amici 13 è Debora Iurato.  Intanto Kekko dei Modà invita i Dear Jack ad aprire i concerti della sua band.

Tra il pianto della giovane cantante e gli applausi di tutto lo studio si conclude la tradicesima edizione di Amici.

 

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mi fa piacere pensare di essere apprezzata per tutto quello che scrivo. Ho sempre un solo lettore ideale in mente e scrivo per lui/lei, cercando una voce intima, capace di comunicare emozioni. Donna in carriera, studi classici, grande passione per la lettura, appassionata di buon giornalismo e di televisione.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Day Time estivo Rai 1 conferenza stampa, tutti i programmi in onda sulla prima rete Rai

Le dichiarazioni rilasciate alla conferenza stampa di avvio del Day Time estivo di Rai 1, con il direttore di Rai 1 Stefano Coletta e i conduttori dei programmi presentati.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Rai presenta oggi, venerdì 14 maggio, in conferenza stampa la line-up dei programmi previsti per il Day Time estivo di Rai 1. L’appuntamento con la conferenza è alle 12.00, sul sito dell’Ufficio Stampa Rai.

Il daytime “invernale” delle reti Rai dovrebbe proseguire, salvo eccezioni, fino al termine di maggio. Mentre attendiamo la conferma dai conduttori di ogni trasmissione per conoscere le date precise di quello “estivo“.

Alla conferenza stampa di oggi partecipano Stefano Coletta, direttore di Rai 1, e i conduttori dei programmi presentati.

Day Time estivo Rai 1 conferenza stampa

Day Time estivo Rai 1 conferenza stampa, la diretta

Inizia la conferenza. Diversamente dalle ultime conferenze, i conduttori che intervengono durante la conferenza e Stefano Coletta sono in presenza dalla Sala degli Arazzi. Sono presentati uno ad uno.

A partire da Gianmarco Sicuro e Barbara Capponi, che conducono Uno Mattina Estate dal 28 giugno 2021. C’è poi Serena Autieri, che conduce Dedicato. Presenti anche Flavio Insinna, Gianluca Semprini e Roberta Capua, Marco Liorni che torna poi alla conduzione di Reazione a Catena. Inoltre, Federico Quaranta, Giuseppe Calabrese, Anna Franchi e Beppe Convertini; e anche Fabio Gallo e Donatella Bianchi, che è però assente alla conferenza. Infine, per Linea Verde Estate partecipano alla conferenza Angela Rafanelli e Marco Bianchi.

Il primo a rilasciare dichiarazioni è però Stefano Coletta, Direttore di Rai 1. “Finalmente non dirigo una rete solo pandemica. Ho dovuto fare un lavoro telefonico, antirelazionale. Ma la creatività non può sottostare alla separazione, ce lo insegna l’esperienza professionale. Sono fortunato ad avere una squadra con cui lavoro in armonia. I volti che vedo qui oggi li stimo per la professionalità, ma anche per un mio codice personale. In questo anno abbiamo costruito un’offerta nuova, sperimentale. Per la stagione estiva che comincerà a giugno faremo lo stesso.” 

Day Time estivo Rai 1 conferenza stampa, ancora dichiarazioni di Stefano Coletta: il palinsesto estivo

Coletta prosegue ancora: “L’anno di Rai 1 si è chiuso in attivo, siamo stati l’unico canale a raggiungere l’obiettivo. Ne siamo molto contenti. Nonostante una prima serata con un piccolo declino dovuto a un Sanremo eroico, ma molto particolare. Anche in ambito fiction molti set sono stati bloccati. Meritiamo di iniziare a lavorare nella normalità, senza occuparci continuamente di contagi, cluster e sostituzioni. Bisogna avere il coraggio di continuare a sperimentare, anche in condizioni ostative. Rai 1 si mette in marcia e non rinuncia alla programmazione estiva.”. 

Il direttore inizia poi a descrivere la programmazione del Day time estivo. “Alle 7.10 inizia un segmento sul quale voglio continuare a lavorare. Perciò ho scelto come volto che rappresenta la rete Gianmarco Sicuro. E’ molto amato dalle donne, ma non lo abbiamo scelto per questo, bensì per il rigore e la serietà che riesce a veicolare, senza orpelli spettacolaristici. Non si scherza con il giornalismo e le fake news. Accanto a lui Barbara Capponi, la grazie fatta persona. Una donna di rara eleganza, competenza e registro empatico. La chiamo la nostra Fanny Ardant”. 

A proposito del programma afferma: “Uno mattina cercherà di intercettare chi sta per uscire di casa, ma anche chi resta a casa. Le morning news hanno sentito l’impatto del lavoro a distanza. Ci saranno cultura, incontri, notizie. Alle 10.00, poi, inizia un nuovo format, una nuova idea con Serena Autieri, che ho visto anche a teatro.”

Day Time estivo Rai 1 conferenza stampa, il nuovo format Dedicato 

Prosegue la descrizione del palinsesto; “Dedicato di Serena Autieri parla alle famiglie la cui comunicazione si è interrotta. Il programma consente di dedicare messaggi attraverso il servizio pubblico e Serena Autieri.” 

Parla poi di Flavio Insinna, altro volto del Day Time Estivo di Rai 1 con Il pranzo è servito: “Un volto generoso e allegro, che già l’anno scorso mi aveva proposto un remake de Il pranzo è servito. Quest’anno ci siamo riusciti, pensate che l’ultima edizione è andata in onda nel 1993. Tenteremo una versione 2021 con tematiche attuali, ambientali. Sempre con una semplicità di gioco e un circuito premiale alla portata di tutti. Andrà in onda alle 14.00.”

Il direttore continua: “La vita in diretta è in onda dalle 15.45 fino alle 18.40; alla conduzione ci sono due identità molto diverse: Gianluca Semprini, uno stacanovista, giornalista puro. E accanto a lui c’è Roberta Capua, empatica, capace di affiancarlo nell’infotainment. E poi, Marco Liorni, una persona speciale che non fa mai rumore. Conduce Reazione a Catena, un game show coloratissimo”.

Il Day Time del Weekend

Il direttore Coletta parla poi di Uno Weekend, programma del Day Time estivo in onda ogni sabato e domenica, con Anna Falchi e Beppe Convertini. “Il programma è diviso tra il sabato e la domenica. Di sabato il tema portante sarà il mercato, per un appuntamento legato alla nostra identità di consumatori. La domenica prevarranno le tematiche domestiche, il cibo, il territorio.”

E ancora, parla di Fabio Gallo, di Linea Blu, e di Angela Rafanelli e Marco Bianchi, per Linea Verde: “Linea Blu ha accompagnato la nostra esistenza. Fabio è un contrappunto divertente per una Donatella più rumorosa. Infine, ho inseguito tutto l’anno la coppia di Linea Verde. Il codice espressivo del programma mette insieme un esperto di alimentazione, Marco Bianchi, e l’allegria ed empatia di Angela Rafanelli.”.

Infine, parla di Radici, con Federico Quaranta, e Linea Verde Tour con Giulia Capocchi. “Gli ascolti di Radici sono stati sorprendenti: Federico ha un’anima quasi da Guru. Linea Verde Tour, poi, sarà un viaggio interessante attraverso tutto il nostro paese. Spero che l’estate che proporremo sia vivace, di accompagnamento. Il potere della scatola magica che è la tv è enorme. Nonostante quello che si legge, noi lavoriamo sempre con grandissima lena. Pensiamo sempre a chi sta dietro a quella scatola, facendo lavoro di servizio pubblico per loro.”.

Day Time estivo Rai 1 conferenza stampa

Day Time estivo Rai 1 conferenza stampa, le domande dei giornalisti

Domanda 1: dopo tanti anni di partita del cuore in Rai, come mai nel 2021 non c’è?

Risponde Coletta: “Non sono abituato a raccontare elementi che sono dietro al mio lavoro. Ma ho beccato l’anno con il budget più ridotto di tutti. Per eventi così importanti ci sono delle spese importanti, e abbiamo dovuto rinunciare per il momento.”

Domanda 2: che atmosfere creerete con il racconto di Uno Weekend per l’Italia dei mercati?

Risponde Beppe Convertini “Di sabato andremo per i mercati italiani a raccontare storie, odori e sapori, daremo consigli utili. Di domenica invece racconteremo il pranzo della domenica, che significa parlare del vestito della domenica, delle ricette. Di come godersi gite fuori porta con i propri amici a quattro zampe. Racconteremo la domenica degli italiani tra tradizione e innovazione. Vogliamo anche aiutare il settore turistico, mostrando location storiche e luoghi di vacanza.”

Domande a Flavio Insinna

Domanda 3: le nuove produzioni sono interne o esterne? Quali sono le novità di Il pranzo è servito? Perché non si è scelto Claudio Lippi per la conduzione?

Risponde Coletta: “Non abbiamo preso in considerazione nessun altro, perché la proposta è arrivata da Flavio. Le produzioni sono tutte interne tranne Il pranzo è servito.” Poi risponde Insinna: “Da sempre sono innamorato di Il pranzo è servito, è dal 2010 che lo chiedo. Lo stesso tempo che ci ha messo Ulisse a tornare a casa. Non ho superato in curva nessuno, è un’idea venuta da me. Conosco bene chi è venuto prima di me. Nel programma nessuno andrà via a mani vuote, ma ci saranno premi commisurati alla fascia oraria.”. 

Insinna prosegue poi: “C’è la famiglia Jurgens per la musica, ci sono i quaderni di Corrado, ma non potremo avere prove in studio come un tempo, per ragioni di Covid. Ci sono le prove-peso, che fanno subio Il pranzo è servito. Ricordo che non cuciniamo, gli chef stellati possono dormire sonni tranquilli. A fare da contrappunto a tutto, c’è il poter girare la ruota, con la musica iconica che sentivo da bambino a pranzo. Giocheremo semplici e allegri.”.

Day Time estivo Rai 1 conferenza stampa

Domande per Serena Autieri e Roberta Capua

Domanda 4: per Serena Autieri, come saranno le dediche del tuo programma? Quanto porti della tua esperienza in Radio?

“Mi metterò con impegno per continuare il buon rapporto che ho costruito con il pubblico anche a teatro. Un anno e mezzo di distanza da tutto mi ha fatto molto male. Sono contenta di entrare nelle case di chi mi ha seguito. Canterò tantissimo, non vedo l’ora. Con me ci sarà il Maestro Campagnoli, e diversi ospiti. Vogliamo fare compagnia, intrattenere e raccontare belle storie regalando sorrisi.” 

Domanda 5: per Roberta Capua, cosa farai nel concreto?

“La vita in diretta Estate, che quest’anno si chiama Estate in diretta, è informazione, intrattenimento. Siamo ottimisti, vogliamo trasmettere ottimismo e raccontare l’Italia della ripresa. Gli argomenti sono quelli storici, ma con più leggerezza.” “Potremmo vaccinarci in diretta” afferma poi Gianluca Semprini.

Domanda 6: per Coletta, eri un fan di Il pranzo è servito? Sei una persona ottimista?

“Dietro la mia anima rigorosa sono una persona molto sorridente. Abbiamo costruito tutto il palinsesto con grande ottimismo, lavorando per chi ci guardava. Il servizio pubblico deve mettere al primo posto il pubblico. Abbiamo bisogno di un mood diverso. Questa estate poi è una sferzata di personalità.”

Domanda 7: Rai dedicherà spazio ad altri eventi sportivi oltre al calcio?

“Avremo da metà giugno a metà luglio tutte le partite, e in seconda serata su Rai Sport un commento dei match. Poi inizieranno le Olimpiadi su Rai 2.”.

Altre domande per Flavio Insinna su Il pranzo è servito

Domanda 8: per Insinna, hai parlato dei Diari di Corrado, cosa sono?

“Sono le scalette delle puntate, con le varie rubriche elencate e indicate nell’ordina in cui le voleva proporre. Corrado voleva proporre rubriche varie di puntata in puntata, sempre diverse.”

Domanda 9: come sarà Uno Mattina Estate?

Risponde Barbara Capponi: “Cercheremo di raccontare l’estate in un paese che cerca di rialzare la testa dopo la pandemia. Il filo conduttore è sempre lo stesso: l’ottimismo e la speranza. Parleremo di notizie, misure economiche, con uno sguardo ai giovani e ai ragazzi. Non mancheranno l’intrattenimento e la leggerezza. Seguiremo molto anche le Olimpiadi.”. 

Interviene anche Gianmarco Sicuro: “E’ un onore condurre un programma storico che ha il compito di dare le notizie per primo. Tutto con un approccio leggero ed estivo, ri-alzando l’attenzione sulle morning news.” 

Domande su Linea Verde e Linea Blu

Domanda 10: per Marco Liorni, come ti spieghi il successo di Reazione a Catena? Come sono strutturati i giochi?

“E’ un programma di relazione, ecco perché ha successo. Abbiamo fatto un grande lavoro sullo studio, molto più colorato ed estivo. I giochi sono semplificati, ma solo tecnicamente. Riveleremo i dettagli più in là. E poi c’è un gioco nuovo che si chiama ZOT. Infine, anche quest’anno non avremo pubblico in studio.”

Domanda 11: per Coletta, si possono fare anticipazioni sull’autunno, su Cattelan?

“Non posso proferire parola sull’autunno. Stiamo lavorando con Alessandro Cattelan a un suo debutto sull’ammiraglia, una sperimentazione.”.

Domanda 12: qualche anticipazione su Linea Verde Estate?

Angela Rafanelli e Marco Bianchi si alternano alla risposta: “Andremo dal Cilento alla Romagna. Balleremo, mangeremo, ci divertiremo. Partiremo da realtà vicine al pubblico, e scopriremo prodotti del territorio legati a piccole attività. Nella nostra coppia c’è parità ed entusiasmo.”

Domanda 13: ci saranno novità per Linea Blu?

Risponde Fabio Gallo: “La novità principale sarà la compagnia che faremo agli spettatori attraverso l’informazione, anche scientifica.”

Le ultime domande dei giornalisti

Domanda 14: i nuovi programmi nella fascia sono legati a risultati non soddisfacenti di produzioni passate? Per Insinna: torni alla fiction, ti è mancata?

“Ti riferisci ad E’ tempo per, che nella stagione estiva ha comunque raggiunto un ottimo risultato.” risponde Coletta. “Ho voluto sperimentare in quella fascia che reputo molto interessante. Non c’è nessun intento punitivo.”

Poi risponde Insinna: “Quando mi hanno richiamato per Don Matteo non ci credevo, pensavo fosse uno scherzo. Tornerò credo per un episodio, poi chissà, in Don Matteo. Nell’ambito del -mancare-, sembra che a noi personaggi televisivi manchi sempre qualcosa. Per questo a me non è mancato nulla, perché nel frattempo ho sempre lavorato. Se mi fosse mancato, lo avrei detto al direttore Rai Del Noce.”.

Domanda 15: per Coletta, il programma più soddisfacente del palinsesto autunnale in conclusione?

“Questo anno e mezzo è stato complicatissimo. Sarebbe stato facile proporre sempre gli stessi marchi, senza sperimentare. Invece sono nati The Voice Senior, Top 10, Canzone segreta. Ciascuno di questi mi è rimasto nel cuore, ma se devo scegliere credo che The Voice Senior sia stata l’avventura più emozionante. Abbiamo confermato che ci si può mettere in gioco anche nel terzo tempo della vita.”

Domanda 16: quali eccellenze gastronomiche racconterete in Linea Verde Tour?

Risponde Federico Quaranta:Siamo già a lavoro in posti che diventano attrattori turistici, pur non essendo città di grande cultura o località di mare. Noi tre conduttori ci divideremo lo spazio in base alle nostre competenze. Giulia Capocchi si occupa del lato turistico, Calabrese di quello gastronomico. Racconteremo un’Italia diversa, bellissima. La sfida che affrontiamo è enorme, vogliamo raccontare anche la storia della nostra Italia.”

Continua Giuseppe Calabrese: “Parleremo del cibo come momento di condivisione, incontro, ad esempio nei mercati.”. 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Metal detective dal 13 maggio su DMax con Gibba Campanardi

Tutte le notizie sulla seconda edizione del programma gestito da Gibba Campanardi. Puntate e profilo Instagram.
Stefano Della Felce

Pubblicato

il

Metal Detective DMAX
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Metal Detective torna su DMax. Nella prima stagione ha fatto scoprire al grande pubblico una passione che è diventata anche un lavoro: il metal detecting. Oggi Paolo Gibba Campanardi, uno dei maggiori esperti italiani in materia, è pronto a tornare in campo su DMAX canale 52 nella nuova edizione di Metal detective da giovedì 13 maggio alle 21:25.

Metal detective dal 13 maggio su DMax

Con il suo inseparabile metal detector lo scalatore bresciano, rifugista, membro della protezione civile di Toscolano Maderno, ci accompagna alla scoperta di nuove tracce di cimeli e reperti bellici. Testimonianze ancora celate del passato meno conosciuto del nostro Paese, per ricostruire passaggi storici ed eventi, attraverso questi “tesori” ricchi di storia.

Tra le tappe di quest’anno, le escursioni lungo il fiume Po, per ricostruire la rotta disperata di un giovanissimo granatiere tedesco all’indomani dello sfondamento della linea gotica da parte degli alleati nel ’45.

Gli Appennini centrali, dove nei pressi del Monte Camino, Gibba svelerà dettagli sull’azione congiunta delle forze speciali alleate dei Diavoli Neri contro i nazisti, ricordata come Monte La Defensa.

Il Col Moschin, teatro dell’attacco degli Arditi contro gli austriaci, durante la Prima Guerra Mondiale.

La costa di Salerno, scenario di uno dei più difficili sbarchi alleati del secondo conflitto mondiale. E poi sulle tracce dei cannoni francesi svaniti sul Monte Grappa, nel corso di un’operazione di resistenza contro l’invasione austro-tedesca durante il primo conflitto mondiale.

Metal Detective DMAX

Puntate e profilo Instagram

Metal detective si compone di cinque puntate, ognuna della durata di circa un’ora.

Si tratta di una produzione originale Formasette per Discovery Italia.

E dal 7 al 21 maggio sarà attivo il profilo Instagram metaldetective_latrincea dedicato ad una “caccia al tesoro” molto speciale: una lunghissima trincea dove scovare l’unica immagine di una medaglia bellica, nascosta tra oggetti vari. Chi la troverà per primo e la caricherà sul sito di Dmax vincerà una cassa bluetooth mimetica.

Il canale è visibile al numero 52 del Digitale Terrestre, Sky canale 170, Tivùsat canale 28. La serie è disponibile in anteprima streaming su DFiscovery+.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Programmazione Rai 13 maggio 2021, a 40 anni dall’attentato a Giovanni Paolo II

Tutte le proposte che vengono messe in onda dalla Rai anche dal punto di vista digitale e sul web.
Redazione

Pubblicato

il

Programmazione Rai 13 maggio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ecco la programmazione Rai per il 13 maggio. Sono trascorsi quarant’anni da quando Giovanni Paolo II, a bordo del mezzo con cui percorreva Piazza San Pietro tra ali di folla per l’udienza generale, venne raggiunto da due colpi di pistola all’addome. A sparare fu Mehmet Ali Ağca, militante turco del gruppo terroristico di estrema destra “Lupi Grigi”. Immediatamente arrestato, il 22 luglio dello stesso anno venne condannato per direttissima all’ergastolo. Il Papa, mentre il mondo intero sperava con il fiato sospeso, fu sottoposto a un intervento di oltre cinque ore che gli salvò la vita.
In occasione dell’anniversario di quel giorno entrato drammaticamente nella Storia, Rai ha messo a punto una programmazione dedicata.

Programmazione Rai 13 maggio 2021. L’impegno tv

Già mercoledì 12 maggio, su Rai1, sarà Porta a Porta (in onda alle 23.50) a iniziare il racconto dell’attentato che scosse l’opinione pubblica mondiale e lasciò intuire retroscena legati alla politica internazionale. Ospiti di Bruno Vespa saranno Monsignor Fisichella e Antonio Preziosi.
Su Rai1 sarà “Uno Mattina” (in onda dalle 6.45) a dedicare uno spazio di approfondimento come faranno anche, su Rai2, “I Fatti Vostri” (alle 12) e il programma di attualità “Anni 20” (in onda alle 21.20), condotto da Francesca Parisella.

Su Rai3 sarà “La Grande Storia – Anniversari” (in onda alle 16.15) a ricostruire l’agguato al Papa ripercorrendo, con Paolo Mieli, tre istruttorie e ben quattro processi che non riuscirono a stabilire chi fossero i veri mandanti dell’attentato.

In seconda serata, alle 23.05, Rai Premium (canale 25) offrirà il documentario-inchiesta di Rai Vaticano “Il coraggio del perdono” di Massimo Milone e Stefano Girotti, regia di Carlotta Bernabei, per ricordare le oscure vicende dell’attentato a Papa Giovanni Paolo II che, miracolosamente sopravvissuto e dopo tante sofferenze, volle perdonare l’uomo che gli aveva sparato. Dalla storia all’attualità seguendo un filo che collega Wojtyla a Papa Francesco.
Il ricordo proseguirà domenica 16 maggio con uno Speciale Tg1, su Rai1 alle 23.45, interamente dedicato all’anniversario.

Informazione

Giovedì 13 maggio le Testate Rai dedicheranno ampia copertura informativa alla ricorrenza nelle edizioni dei rispettivi Telegiornali e Giornali Radio.
Nello specifico RaiNews24, oltre a ricordare l’anniversario all’interno dei propri tg, con servizi e testimonianze, trasmetterà anche uno Speciale dalle 17 alle 17.30 dal titolo “13 maggio ’81 – attentato al Papa”.
Per la TGR saranno in particolare le redazioni Lombardia, Abruzzo e Friuli Venezia Giulia a realizzare servizi sulle iniziative che si terranno nei rispettivi territori. Mentre la Tgr Puglia dedicherà un ampio servizio per ricordare le visite pastorali di Papa Wojtyla dal 1980 al 2005. La Tgr Lazio non mancherà di riproporre le tragiche immagini dell’attentato al Papa in piazza San Pietro che fecero immediatamente il giro del mondo.

Sul web

Il portale di Rai Culturawww.raicultura.it – e i profili social rilanceranno l’offerta TV.
La piattaforma RaiPlay proporrà in Home Page e in fascia Teche due contenuti. Il primo è “Attentato al Papa”, sceneggiato in 2 puntate, trasmesso da Rai1 nel 1986. Il secondo è  “Wojtyla, il gigante della fede”, antologia con 37 contributi di repertorio dedicati a Papa Giovanni Paolo II, come l’edizione Straordinaria del TG2 a pochi minuti dall’attentato e il servizio del TG1 sull’incontro del Papa con Alì Agca avvenuto due anni dopo, il Natale del 1983, nel carcere romano di Rebibbia.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it