Connect with us

News

Bianca come il latte. Rossa come il sangue, la tv al cinema

Bianca come il latte. Rossa come il sangue. La Lux all'esordio nelle sale cinematografiche
Avatar

Pubblicato

il

Bianca come il latte. Rossa come il sangue. La Lux all'esordio nelle sale cinematografiche
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Dopo 20 anni è un punto di arrivo”. Il produttore Luca Bernabei saluta così il debutto al cinema della Lux Vide, brand di fiction per eccellenza, dal ciclo della Bibbia alle Storie di Santi. Gli ultimi capitoli di entrambi – rispettivamente “Maria di Nazareth” e “Preferisco il Paradiso” – diretti da Giacomo Campiotti, il regista di “Bianca come il latte.

Con” Rossa come il sangue”, comincia l’avventura sul grande schermo dei produttori sinora conosciuti esclusivamente per i lavori in tv. “Con Giacomo abbiamo girato il mondo, è un Peter Pan, vive le emozioni con la tenerezza e l’entusiasmo dei giovani – afferma Luca Bernabei -. Con Fabrizio Lucci (direttore della fotografia, ndr) e Flavio Insinna (attore e conduttore tv, ndr) lavoriamo insieme sin da ragazzi. Il nostro lavoro di produttori è un po’ come un filo invisibile che lega nella collana tutte le perle. In questo film c’è il meglio di quello che abbiamo incontrato in questi anni”.

Nel cast tecnico figura un nome, negli ultimi anni esclusivamente cinematografico, quello dello sceneggiatore Fabio Bonifacci, che dopo aver firmato in tv “Ciro il figlio di Target”, “Convenscion a colori” e “Dillo a Wally”, è autore di commedie di successo come “Lezioni di Cioccolato”, “Si può fare”, “Diverso da Chi?”, “Amore Bugie & Calcetto”, “Benvenuti al Nord”. In questi primi mesi del 2003 è al cinema con “Il principe abusivo”, “Amiche da morire”, “Benvenuto Presidente!” ed ora con “Bianca come il latte. Rossa come il sangue”. In merito lo sceneggiatore confessa la sua “paura di tradire il libro. “Alla fine” – dice – “abbiamo cambiato mantenendo lo spirito del romanzo, quelle speciali sensazioni ed emozioni proprie dell’adolescenza. La pellicola parte come commedia e poi diventa dramma, rispecchiando la vita, perché la nostra esistenza è segnata da questa alternanza”.

A seguire il suo lavoro Alessandro D’Avenia, professore di liceo ed autore del best e long seller edito dalla Mondadori da cui è tratta la pellicola. “Quando Giacomo Campiotti si è voltato verso di me e mi ha detto: ‘Il primo ciak lo dai tu’, mi sono risvegliato da un sogno per entrare in uno più grande chiamato realtà – afferma lo scrittore -. E così ho gridato, anche se ne è uscito un suono un po’ strozzato e ridicolo a casa dell’emozione: ‘Azione!’. E tutto si è messo in moto”.

“Come tutto si era messo in moto ormai vari anni fa, quando la scintilla del romanzo ha acceso dentro la mia anima le polveri di una storia che volevo raccontare. Azione, Ale, datti una mossa!”. “Bianca come il latte. Rossa come il sangue” per Alessandro D’Avenia è stata un’urgenza dettata dal cuore. “A 15 anni – confida lo scrittore – ho vissuto un’esperienza simile a Leo ed ho fatto a braccio di ferro con Dio”. Interpretato da Filippo Scicchitano (rivelazione del film “Scialla!”), nella pellicola Leo incontra il suo grande amore. All’inizio il suo unico pensiero è di conoscere Beatrice dai bellissimi capelli fulvi (l’attrice francese Gaia Weiss), ma quando ci riesce e sente di aver conquistato la gioia più bella, incontra l’ostacolo più grande: combattere la malattia della ragazza.

Svogliato a scuola, circondato dai suoi migliori amici, Niko (Romolo Guerreri) e Silvia (Aurora Ruffino), Leo pensa solo alla chitarra ed al calcetto prima d’imbattersi in un problema più grande di lui. Da qui comincia un percorso che lo porta a conoscere il dolore ed a crescere, imparando a donarsi agli altri con semplicità e generosità. In questo cammino vicino a Leo ci sono il professore sognatore interpretato da Luca Argentero (che da sabato prossimo, 6 aprile, vedremo in veste di giudice ad “Amici di Maria De Filippi” in onda in prima serata su Canale5), che riesce ad insegnare i valori della vita parlando di Dante tra i banchi e boxando sul ring, ed i suoi genitori (Flavio Insinna e Cecilia Dazzi, i due attori che avevano già lavorato insieme nel 1996 e 1997 nel film “Il mastino” e nella fiction “Dio vede e provvede”), che temono che il figlio prenda una brutta strada per poi scoprire che per amore è disposto a falsificare la loro firma non per giustificarsi a scuola ma per donare il proprio midollo osseo.

“Mi sono ribaltato allo specchio – afferma Flavio Insinna -, ho caricato il personaggio di tutte le preoccupazioni che davo a mio padre. Questo film è un piccolo omaggio a lui”. “Dopo aver accettato d’interpretare Beatrice – confida Gaia – mio zio mi ha raccontato che aveva una figlia di 16 anni che è morta di leucemia. Mi ha dato il suo diario. L’ho letto. Mi ha sconvolto, ma al tempo stesso mi ha aiutata a prepararmi a questo ruolo”.

“Quando Kekko (dei Modà, ndr) è venuto a vedere il film dove era poggiata la sua musica, prima che sposasse il progetto – rivela Campiotti -, aveva in tasca la lettera di una sua fan morta di leucemia. La canzone ‘Se si potesse non morire’ sembrava scritta proprio per questo film”. “Bianca come il latte. Rossa come il sangue” esce il 4 aprile, in 300 copie distribuite dalla 01. Al The Space Moderno di Piazza Esedra a Roma ci sarà un evento speciale: una performance live dei Modà che anticiperà la proiezione delle 20.45. Luigi Lo Nigro di Rai Cinema (che ha prodotto la pellicola con Lux Vide e la partecipazione di Enel Green Power) parla di “una super prima. L’esibizione – spiega – sarà ripresa in più di 250 schermi in tutta Italia, grazie all’accordo con Open Sky che ha messo a disposizione i trasmettitori satellitari”.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Metal detective dal 13 maggio su DMax con Gibba Campanardi

Tutte le notizie sulla seconda edizione del programma gestito da Gibba Campanardi. Puntate e profilo Instagram.
Stefano Della Felce

Pubblicato

il

Metal Detective DMAX
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Metal Detective torna su DMax. Nella prima stagione ha fatto scoprire al grande pubblico una passione che è diventata anche un lavoro: il metal detecting. Oggi Paolo Gibba Campanardi, uno dei maggiori esperti italiani in materia, è pronto a tornare in campo su DMAX canale 52 nella nuova edizione di Metal detective da giovedì 13 maggio alle 21:25.

Metal detective dal 13 maggio su DMax

Con il suo inseparabile metal detector lo scalatore bresciano, rifugista, membro della protezione civile di Toscolano Maderno, ci accompagna alla scoperta di nuove tracce di cimeli e reperti bellici. Testimonianze ancora celate del passato meno conosciuto del nostro Paese, per ricostruire passaggi storici ed eventi, attraverso questi “tesori” ricchi di storia.

Tra le tappe di quest’anno, le escursioni lungo il fiume Po, per ricostruire la rotta disperata di un giovanissimo granatiere tedesco all’indomani dello sfondamento della linea gotica da parte degli alleati nel ’45.

Gli Appennini centrali, dove nei pressi del Monte Camino, Gibba svelerà dettagli sull’azione congiunta delle forze speciali alleate dei Diavoli Neri contro i nazisti, ricordata come Monte La Defensa.

Il Col Moschin, teatro dell’attacco degli Arditi contro gli austriaci, durante la Prima Guerra Mondiale.

La costa di Salerno, scenario di uno dei più difficili sbarchi alleati del secondo conflitto mondiale. E poi sulle tracce dei cannoni francesi svaniti sul Monte Grappa, nel corso di un’operazione di resistenza contro l’invasione austro-tedesca durante il primo conflitto mondiale.

Metal Detective DMAX

Puntate e profilo Instagram

Metal detective si compone di cinque puntate, ognuna della durata di circa un’ora.

Si tratta di una produzione originale Formasette per Discovery Italia.

E dal 7 al 21 maggio sarà attivo il profilo Instagram metaldetective_latrincea dedicato ad una “caccia al tesoro” molto speciale: una lunghissima trincea dove scovare l’unica immagine di una medaglia bellica, nascosta tra oggetti vari. Chi la troverà per primo e la caricherà sul sito di Dmax vincerà una cassa bluetooth mimetica.

Il canale è visibile al numero 52 del Digitale Terrestre, Sky canale 170, Tivùsat canale 28. La serie è disponibile in anteprima streaming su DFiscovery+.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Programmazione Rai 13 maggio 2021, a 40 anni dall’attentato a Giovanni Paolo II

Tutte le proposte che vengono messe in onda dalla Rai anche dal punto di vista digitale e sul web.
Redazione

Pubblicato

il

Programmazione Rai 13 maggio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ecco la programmazione Rai per il 13 maggio. Sono trascorsi quarant’anni da quando Giovanni Paolo II, a bordo del mezzo con cui percorreva Piazza San Pietro tra ali di folla per l’udienza generale, venne raggiunto da due colpi di pistola all’addome. A sparare fu Mehmet Ali Ağca, militante turco del gruppo terroristico di estrema destra “Lupi Grigi”. Immediatamente arrestato, il 22 luglio dello stesso anno venne condannato per direttissima all’ergastolo. Il Papa, mentre il mondo intero sperava con il fiato sospeso, fu sottoposto a un intervento di oltre cinque ore che gli salvò la vita.
In occasione dell’anniversario di quel giorno entrato drammaticamente nella Storia, Rai ha messo a punto una programmazione dedicata.

Programmazione Rai 13 maggio 2021. L’impegno tv

Già mercoledì 12 maggio, su Rai1, sarà Porta a Porta (in onda alle 23.50) a iniziare il racconto dell’attentato che scosse l’opinione pubblica mondiale e lasciò intuire retroscena legati alla politica internazionale. Ospiti di Bruno Vespa saranno Monsignor Fisichella e Antonio Preziosi.
Su Rai1 sarà “Uno Mattina” (in onda dalle 6.45) a dedicare uno spazio di approfondimento come faranno anche, su Rai2, “I Fatti Vostri” (alle 12) e il programma di attualità “Anni 20” (in onda alle 21.20), condotto da Francesca Parisella.

Su Rai3 sarà “La Grande Storia – Anniversari” (in onda alle 16.15) a ricostruire l’agguato al Papa ripercorrendo, con Paolo Mieli, tre istruttorie e ben quattro processi che non riuscirono a stabilire chi fossero i veri mandanti dell’attentato.

In seconda serata, alle 23.05, Rai Premium (canale 25) offrirà il documentario-inchiesta di Rai Vaticano “Il coraggio del perdono” di Massimo Milone e Stefano Girotti, regia di Carlotta Bernabei, per ricordare le oscure vicende dell’attentato a Papa Giovanni Paolo II che, miracolosamente sopravvissuto e dopo tante sofferenze, volle perdonare l’uomo che gli aveva sparato. Dalla storia all’attualità seguendo un filo che collega Wojtyla a Papa Francesco.
Il ricordo proseguirà domenica 16 maggio con uno Speciale Tg1, su Rai1 alle 23.45, interamente dedicato all’anniversario.

Informazione

Giovedì 13 maggio le Testate Rai dedicheranno ampia copertura informativa alla ricorrenza nelle edizioni dei rispettivi Telegiornali e Giornali Radio.
Nello specifico RaiNews24, oltre a ricordare l’anniversario all’interno dei propri tg, con servizi e testimonianze, trasmetterà anche uno Speciale dalle 17 alle 17.30 dal titolo “13 maggio ’81 – attentato al Papa”.
Per la TGR saranno in particolare le redazioni Lombardia, Abruzzo e Friuli Venezia Giulia a realizzare servizi sulle iniziative che si terranno nei rispettivi territori. Mentre la Tgr Puglia dedicherà un ampio servizio per ricordare le visite pastorali di Papa Wojtyla dal 1980 al 2005. La Tgr Lazio non mancherà di riproporre le tragiche immagini dell’attentato al Papa in piazza San Pietro che fecero immediatamente il giro del mondo.

Sul web

Il portale di Rai Culturawww.raicultura.it – e i profili social rilanceranno l’offerta TV.
La piattaforma RaiPlay proporrà in Home Page e in fascia Teche due contenuti. Il primo è “Attentato al Papa”, sceneggiato in 2 puntate, trasmesso da Rai1 nel 1986. Il secondo è  “Wojtyla, il gigante della fede”, antologia con 37 contributi di repertorio dedicati a Papa Giovanni Paolo II, come l’edizione Straordinaria del TG2 a pochi minuti dall’attentato e il servizio del TG1 sull’incontro del Papa con Alì Agca avvenuto due anni dopo, il Natale del 1983, nel carcere romano di Rebibbia.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Stasera in tv 12 maggio – Tutti i programmi in onda

Stasera in tv 12 maggio 2021. Una replica di Montalbano sostituisce Ulisse su Rai 1. Chi l'ha visto? è su Rai 3, prosegue Atlantide su La7.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Stasera in tv 12 maggio 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv 12 maggio 2021. Su Rai 3 proseguono le indagini della redazione di Chi l’ha visto? alla ricerca di persone scomparse e della verità su casi nazionali irrisolti. Su Rai 1 Ulisse – Il piacere della scoperta, è sostituito da una replica di Montalbano. Rete 4 e NOVE si confrontano sul terreno dell’informazione rispettivamente con Zona bianca e Accordi e Disaccordi. Segue tutta la programmazione prevista per stasera su tutte le reti pubbliche, private, digitali e satellitari.

Stasera in tv 12 maggio

Stasera in tv 12 maggio – Programmazione Rai

Rai 1 propone dalle 21.20 la replica del film tv del Commissario Montalbano intitolato Un diario del ’43. Il caso raccontato nel tv movie conduce Montalbano in un viaggio nel passato, alla scoperta di casi irrisolti nella cittadina di Vigata. Le indagini cominciano da un diario scritto nell’estate del 1943 da un certo Carlo Colussi, che, nel testo, confessa un “atto terribile“. Lo stesso giorno si presenta in commissariato il novantenne John Zuck, con una richiesta particolare. Infine, il ricco imprenditore Angelino Todaro è trovato morto a Vigata. Che i tre casi siano collegati fra loro? 

Rai 2 trasmette a partire dalle 21:20 la prima visione tv del film After. Il lungometraggio del 2019 è tratto dall’omonimo romanzo di Anna Todd, ed è di genere romantico. Racconta la storia travagliata tra la studentessa e figlia modello Tessa Young, e l’arrogante Hardin Scott. La sregolatezza del giovane cambierà la vita di Tessa per sempre, mettendo in crisi i suoi piani per il futuro.

Rai 3 manda in onda sempre alle 21.20 una nuova puntata di Chi l’ha visto? il programma di Federica Sciarelli che da anni rintraccia persone scomparse, e indaga su cold case nazionali. Nelle ultime settimane, ed anche oggi, si torna a discutere sul caso di Denise Pipitone, bambina scomparsa nel 2004. Nel corso della puntata di questa sera, le telecamere di Chi l’ha visto? tornano a Mazara del Vallo per ulteriori sviluppi sul caso.

Stasera in tv 12 maggio – Programmazione Mediaset

Rete 4 trasmette alle 21.25 una nuova puntata di Zona bianca, programma d’attualità condotto da Giuseppe Brindisi, realizzato in collaborazione tra la redazione del TG4 e Videonews. Il talk propone interviste, dibattiti e servizi su politica, economia e cronaca nazionale. Tra gli ospiti confermati, il Professor Matteo Bassetti, il deputato Andrea Ruggeri (FI), Maria Giovanna Maglie e Piero Sansonetti. E ancora, i deputati Andrea Delmastro (FdI) e Andrea Romano (Pd), Elenoire CasalegnoImma Battaglia e Mario Adinolfi, per un confronto sul Ddl Zan.

Su Canale 5 va in onda alle 21.49 il film Poveri ma Ricchissimi, con Christian De Sica ed Enrico Brignano. Il film è il sequel di Poveri ma ricchi, uscito nel 2016. La famiglia Tucci è in bancarotta, tuttavia Kevi e il fedele maggiordomo Gustavo hanno un piano per risollevare le sorti dei Tucci: aprire una friggitoria, e inserirla in un nuovo “stato indipendente” dall’Italia e dal suo regime fiscale. 

Su Italia 1 la saga dei film John Wick prosegue alle 21.30 con il secondo capitolo. La spirale di vendetta in cui John Wick è entrato in seguito alle vicende del primo film non accenna a fermarsi. Infatti, la notizia del suo ritorno, o presunto tale, circola negli ambienti malavitosi, e sulla testa dell’ex sicario è posta una cospicua taglia.

La programmazione di La7, TV8 e NOVE

La 7 propone a partire dalle 21.15 il programma documentaristico Atlantide – Storia di uomini e di mondi. Il conduttore Andrea Purgatori racconta in ogni puntata la vita di un uomo o donna che ha fatto la storia. La narrazione si articola attraverso filmati, ricostruzioni e testimonianze di esperti storici e studiosi.

Dalle 21.15 TV8 trasmette una nuova puntata del game show condotto da Enrico Papi Name that Tune – Indovina la canzone. Il game show prosegue sulla linea tracciata da Sarabanda, programma storico andato in onda dal 1997 al 2017. Perciò, ai concorrenti sono proposti stralci ed estratti di canzoni, di cui devono indovinare il titolo nel più breve tempo possibile.

NOVE manda in onda dalle 21.25 Accordi e Disaccordi. Andrea Scanzi Luca Sommi conducono il talk insieme al giornalista Marco Travaglio, con la partecipazione di ospiti provenienti dal mondo della politica o dell’economia. 

Stasera in tv 12 maggio – I film in onda su Sky Cinema

Infine, vi proponiamo due film in onda sui canali satellitari di Sky Cinema.

The Illusionist – L’illusionista, è in onda su Sky Cinema Canale 308 a partire dalle 21.00. Eduard è un giovane illusionista innamorato di Sophie, sua amica d’infanzia che ricambia il sentimento, ma è costretta a un matrimonio di comodo con un principe ereditario. Tuttavia, Eduard non si arrende, ed escogita un elaborato piano per rapire Sophie.

Invece, Sky Cinema Canale 315 propone Shutter Island, con Leonardo di Caprio per la regia di Martin Scorzese. E’ il 1954, e due agenti sono chiamati a indagare su un’isola-manicomio dove si stanno verificando strane evasioni e scomparse. La vicenda si complica, e ben presto i due comprendono di non poter più fuggire dall’isola.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it