Colpo di scena, settima puntata con Valentina Cortese


anticipazioni sulla puntata in onda questa sera con Pino Strabioli


                                                                                                
Valentina Cortese inizia a descrivere la storia del suo passato partendo dall’infanzia vissuta tra le campagne di Rivolta D’Adda e Milano. Nel suo ricordo i telespettatori potranno quasi udire  il suono delle campane, i tram, i suonatori d’organetto, e rivivere i giochi a piedi nudi vicino al Naviglio. In queste atmosfere si fa sempre più intenso il desiderio di recitare che aveva avuto fin  da piccolissima. L’attrice svelerà i particolari del suo innamoramento adolescenziale per Vittorio de Sica e la “fuga” per andarlo a vedere in un teatro di provincia. Un gran rileivo avrà anche, nelle sue parole, la guerra vissuta a Stresa. 

 Il tempo passa. E nelle reminiscenze della grande diva si fa strada l’amore “scandaloso” per il maestro Victor de Sabata, noto direttore d’orchestra, la passione per Giorgio Strehler, compagno per tanti anni nella vita e sul palcoscenico. “Ci eravamo conosciuti da bambini nei giardini di Milano e avevano giocato assieme “ai pellerossa” dice con un sorriso la Cortese al suo pubblico. 

Successivamente, il destino li aveva fatti incontrare di nuovo al Piccolo, famoso teatro fondato dal grande regista che la diresse in tante interpretazioni come quella di Liuba nel “Giardino dei ciliegi” di Cechov, con le quali l’attrice dimostrò le sue straordinarrie capacità e conquistò il successo.
Più volte corteggiata da Hollywood, dove ha lavorato e vissuto per qualche anno, la Cortese ha conosciuto e frequentato le star più famose, da Marylin a Liz Taylor, da Ingrid Bergman a Joan Crawford, ha affascinato attori come Spencer Tracy e James Stewart ed è stata candidata al premio Oscar per l’ interpretazione nel film “Effetto notte” di Truffaut.

E’ stata apprezzata dai registi più famosi sia a cinema che a teatro. Michelangelo Antonioni  l’ha diretta nel film “Le amiche” che le è valso il Nastro d’argento, Franco Zeffirelli ha firmato la regia di un’indimenticabile messa in scena di “Maria Stuarda” in cui c’era anche un giovanissimo Massimo Ghini.
Sarà proprio lui il testimonial della puntata che racconterà con affettuosa nostalgia quella irripetibile esperienza  accanto alla grande Valentina .
Gli allievi dell’Accademia Nazionale d’Arte drammatica Silvio d’Amico si cimenteranno in un monologo tratto da “Il giardino dei Ciliegi” .  
I telespettatori potranno interagire con Colpo di scena attraverso Facebook e Twitter. Sul sito www.colpodiscena.rai.it  chiunque potrà inviare una personale “prova d’attore”.
 
 

                   



0 Replies to “Colpo di scena, settima puntata con Valentina Cortese”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*