Connect with us

News

David di Donatello in diretta su Rai1, tutte le nomination

La consegna dei David di Donatello in diretta su Rai1 il 14 giugno
Avatar

Pubblicato

il

La consegna dei David di Donatello in diretta su Rai1 il 14 giugno
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’annuncio per i due mattatori di “610” arriva ad una settimana esatta dalla festa per i dieci anni del programma cult di Radio2 Rai (che si terrà venerdì 17 maggio in diretta dall’Auditorium Conciliazione) e mentre al cinema sta per arrivare “Epic – Il mondo segreto”, nuova avventura animata in 3D dei Blue Sky Studios, distribuita da 20th Century Fox nelle sale italiane il 23 maggio, dove la coppia dà la voce a Mub e Grub, una stralunata coppia formata da una chiocciola ed una lumaca cui viene affidato il compito di vegliare sul Bozzolo destinato a diventare il futuro sovrano dei Leafmen.

Ma l’impegno cinematografico per Lillo e Greg non si ferma qui. Dopo “Colpi di fulmine”, la coppia è in pole position anche per il prossimo film di Natale targato De Laurentiis. Inoltre da questo weekend al cinema c’è il nuovo lavoro di Sergio Rubini, “Mi rifaccio vivo”, con Lillo nei panni dello sconfitto Biagio Bianchetti, che decide di farla finita ma, una volta passato a miglior vita, gli viene offerto un bonus e si rincarnerà in Dennis Rufino (interpretato da Emilio Solfrizzi). Così mentre si moltiplicano gli impegni cinematografici, la coppia farà gli onori di casa alla cerimonia dei David di Donatello, in un momento felice per il cinema: con Paolo Sorrentino che a Cannes presenterà in concorso “La grande bellezza”; e con i dati appena pubblicati sulla buona partenza della Festa del cinema.

Promossa dall’industria cinematografica italiana, che da ieri (9 maggio) fino al 16 maggio offre spettacoli a prezzo ridotto, 3€ per i film in 2D e 5€ per quelli in 3D (oltre a molte iniziative collaterali nei cinema di tutta Italia), l’iniziativa fa registrare un aumentato del 40% rispetto al giovedì della scorsa settimana del pubblico in sala. I biglietti staccati, infatti, sono passati dai 107 mila di giovedì 2 maggio ai 150 mila di ieri. Ugualmente consistente l’aumento rispetto all’omologo giovedì dello scorso anno: +36% di biglietti venduti.

Ma andiamo a vedere chi sono i favoriti al medagliere delle nomination dei David di Donatello: tredici nomination “Diaz” e “La migliore offerta”, dodici “Viva la libertà”, undici “Educazione siberiana” e Reality”, e poi si salta alle sei di “Io e te” (di Bernardo Bertolucci, presidente della giuria alla prossima Mostra del cinema di Venezia), alle cinque di “Viaggio sola” di Maria Sole Tognazzi e giù tutte le altre. Tra le curiosità solo una nomination per “Il principe abusivo” di Alessandro Siani, campione d’incassi. Le candidature ai Premi David di Donatello 2013, votate dal 27 aprile al 3 maggio 2013 dai 1804 componenti la Giuria dell’Accademia e trasmesse ufficialmente dallo Studio Notarile Marco Papi, le ha comunicate, nell’incontro in RAI con la stampa, Gian Luigi Rondi, presidente dell’Accademia.


DI SEGUITO TUTTUE LE NOMINATION

MIGLIOR FILM
– DIAZ – prodotto da Domenico Procacci per la regia di Daniele Vicari
– EDUCAZIONE SIBERIANA -prodotto da Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz per Cattleya con Rai Cinema
per la regia di Gabriele Salvatores
– IO E TE -prodotto da Fiction, Wildside
per la regia di Bernardo Bertolucci
LA MIGLIORE OFFERTA -prodotto da Isabella Cocuzza e Arturo Paglia
 per Paco Cinematografica
per la regia di Giuseppe Tornatore
VIVA LA LIBERTÁ -prodotto da Angelo Barbagallo per Bibi Film e Rai Cinema
per la regia di Roberto Andò

MIGLIORE REGISTA
– Bernardo BERTOLUCCI < Io e te
Matteo GARRONE < Reality
Gabriele SALVATORES < Educazione siberiana
– Giuseppe TORNATORE < La migliore offerta
Daniele VICARI < Diaz

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE
Leonardo DI COSTANZO < L’intervallo
Giorgia FARINA < Amiche da morire
Alessandro GASSMANN < Razzabastarda
Luigi LO CASCIO < La città ideale
Laura MORANTE < Ciliegine

MIGLIORE SCENEGGIATURA
Niccolò AMMANITI, Umberto CONTARELLO,
 Francesca MARCIANO, Bernardo BERTOLUCCI < Io e te
Giuseppe TORNATORE < La migliore offerta
Maurizio BRAUCCI, Ugo CHITI,
 Matteo GARRONE, Massimo GAUDIOSO < Reality
– Ivan COTRONEO, Francesca MARCIANO,
 Maria Sole TOGNAZZI < Viaggio sola
Roberto ANDÓ, Angelo PASQUINI < Viva la libertà

MIGLIORE PRODUTTORE
Fabrizio MOSCA < Alì ha gli occhi azzurri
– Domenico PROCACCI < Diaz
Riccardo TOZZI, Giovanni STABILINI,
 Marco CHIMENZ per Cattleya con Rai Cinema < Educazione siberiana
Isabella COCUZZA e Arturo PAGLIA
 per Paco Cinematografica < La migliore offerta
Angelo BARBAGALLO per Bibi Film e Rai Cinema < Viva la libertà

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Valeria BRUNI TEDESCHI < Viva la libertà
– Margherita BUY < Viaggio sola
– Federica Victoria CAIOZZO in arte Thony < Tutti i santi giorni
Tea FALCO < Io e te
Jasmine TRINCA < Un giorno devi andare

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA (con un ex aequo)
Aniello ARENA < Reality
Sergio CASTELLITTO < Una famiglia perfetta
– Roberto HERLITZKA < Il rosso e il blu
Luca MARINELLI < Tutti i santi giorni
Valerio MASTANDREA < Gli equilibristi
Toni SERVILLO < Viva la libertà

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA (con un ex aequo)
Ambra ANGIOLINI < Viva l’Italia
Anna BONAIUTO < Viva la libertà
Rosabell LAURENTI SELLERS < Gli equilibristi
Francesca NERI < Una famiglia perfetta
Fabrizia SACCHI < Viaggio sola
– Maya SANSA < Bella addormentata

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
Stefano ACCORSI < Viaggio sola
Giuseppe BATTISTON < Il comandante e la cicogna
Marco GIALLINI < Buongiorno papà
Valerio MASTANDREA < Viva la libertà
Claudio SANTAMARIA < Diaz

MIGLIORE DIRETTORE DELLA FOTOGRAFIA
Fabio CIANCHETTI < Io e te
Gherardo GOSSI < Diaz
Marco ONORATO < Reality
– Italo PETRICCIONE < Educazione siberiana
Fabio ZAMARION < La migliore offerta

MIGLIORE MUSICISTA
– Alexandre DESPLAT < Reality
Ennio MORRICONE < La migliore offerta
Mauro PAGANI < Educazione siberiana
Franco PIERSANTI < Io e te
Teho TEARDO < Diaz

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE
– “FARE A MENO DI TE”
 musica di Gianluca MISITI e Laura MARAFIOTI,
 testi di Laura MARAFIOTI
 interpretata da LA ELLE < Buongiorno papà
“NOVIJ DEN”
 musica e testi di Mauro PAGANI
 interpretata da Dariana KOUMANOVA < Educazione siberiana
“LA VITA POSSIBILE”
 musica di PIVIO e Aldo DE SCALZI,
 testi e interpretazione di Francesco RENGA < Razzabastarda
“TUTTI I SANTI GIORNI”
 musica e testi di Simone LENZI, Antonio BARDI,
 Giulio POMPONI, Valerio GRISELLI,
 Matteo PASTORELLI e Daniele CATALUCCI
 interpretata da VIRGINIANA MILLER < Tutti i santi giorni
– “TWICE BORN”
 musica e testi di Arturo ANNECCHINO,
 interpretata da Angelica PONTI < Venuto al mondo

MIGLIORE SCENOGRAFO
Paolo BONFINI < Reality
Marco DENTICI < E’ stato il figlio
Marta MAFFUCCI < Diaz
Rita RABASSINI < Educazione siberiana
Maurizio SABATINI, Raffaella GIOVANNETTI < La migliore offerta

MIGLIORE COSTUMISTA
Patrizia CHERICONI < Educazione siberiana
Grazia COLOMBINI < E’ stato il figlio
Alessandro LAI < Appartamento ad Atene
Maurizio MILLENOTTI < La migliore offerta
Roberta VECCHI, Francesca VECCHI < Diaz
Maurizio Millenotti era in cinquina anche per il film Reality, ma da regolamento è entrato solo con il film più votato

MIGLIORE TRUCCATORE
Dalia COLLI < Reality
Enrico IACOPONI < Viva la libertà
Enrico IACOPONI, Maurizio NARDI < Educazione siberiana
Mario MICHISANTI < Diaz
Luigi ROCCHETTI < La migliore offerta

MIGLIORE ACCONCIATORE
Carlo BARUCCI, Marco PERNA < Viva la libertà
– Stefano CECCARELLI < La migliore offerta
Giorgio GREGORINI < Diaz
Francesco PEGORETTI < Educazione Siberiana
Daniela TARTARI < Reality

MIGLIORE MONTATORE
Benni ATRIA < Diaz
Clelio BENEVENTO < Viva la libertà
Walter FASANO < Viaggio sola
Massimo QUAGLIA < La migliore offerta
Marco SPOLETINI < Reality 

MIGLIOR FONICO DI PRESA DIRETTA
Gaetano CARITO < Bella addormentata
– Fulgenzio CECCON < Viva la libertà
Maricetta LOMBARDO < Reality
Gilberto MARTINELLI < La migliore offerta
Remo UGOLINELLI, Alessandro PALMERINI < Diaz
Remo Ugolinelli e Alessandro Palmerini erano in cinquina anche per il film Io e te, ma da regolamento sono entrati solo con il film più votato 

MIGLIORI EFFETTI DIGITALI
– STORYTELLER – Mario ZANOT < Diaz
Andrea MAROTTI < Dracula di Dario Argento
Paola TRISOGLIO e Stefano MARINONI
 per VISUALOGIE < Educazione siberiana
– WONDERLAB di Bruno ALBI MARINI < Reality
– Gianluca DENTICI per Reset VFX < Viva la libertà
Storyteller – Mario Zanot era in cinquina anche per il film La migliore offerta, ma da regolamento è entrato solo con il film più votato

MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA
– 007 SKYFALL di Sam MENDES (Warner Bros)
– AMOUR di Michael HANEKE (Teodora Film e Spazio Cinema)
ANNA KARENINA di Joe WRIGHT (NBCUniversal)
QUARTET di Dustin HOFFMAN (BIM)
UN SAPORE DI RUGGINE
 E OSSA di Jacques AUDIARD (BIM) 

MIGLIOR FILM STRANIERO
ARGO di Ben AFFLECK (Warner Bros)
DJANGO di Quentin TARANTINO (Warner Bros)
IL LATO POSITIVO di David O. RUSSELL (Eagle Pictures)
LINCOLN di Steven SPIELBERG (20th Century Fox)
VITA DI PI di Ang LEE (20th Century Fox)
L’apposita Giuria, composta da Andrea Piersanti, Presidente, Francesca Calvelli, Enzo Decaro, Leonardo Diberti, Paolo Fondato, Enrico Magrelli, Lamberto Mancini, Mario Mazzetti, Paolo Mereghetti, comunica le cinquine del miglior documentario di lungometraggio e del miglior cortometraggio.

MIGLIOR DOCUMENTARIO DI LUNGOMETRAGGIO
ANIJA (La nave) di Roland Sejko
BAD WEATHER di Giovanni Giommi
FRATELLI & SORELLE – STORIE DI CARCERE di Barbara Cupisti
NADEA E SVETA di Maura Delpero
PEZZI di Luca Ferrari

Il miglior documentario di lungometraggio Premio David di Donatello 2013 è:
ANIJA (La nave) di Roland Sejko
MIGLIOR CORTOMETRAGGIO
– AMMORE di Paolo Sassanelli
CARGO di Carlo Sironi
– L’ESECUZIONE di Enrico Iannaccone
PRETI di Astutillo Smeriglia
SETTANTA di Pippo Mezzapesa

Il miglior cortometraggio Premio David di Donatello 2013 è:
L’ESECUZIONE di Enrico Iannaccone

Oltre 6000 giovani delle scuole superiori di tutta Italia votano per il
DAVID GIOVANI
LA MIGLIORE OFFERTA di Giuseppe Tornatore
– IL PRINCIPE ABUSIVO di Alessandro Siani
UNA FAMIGLIA PERFETTA di Paolo Genovese
VENUTO AL MONDO di Sergio Castellitto
VIVA L’ITALIA di Massimiliano Bruno


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Un giorno in pretura 2021 la Petrelluzzi racconta Raffaele Cutolo

Tutte le anticipazioni sulla puntata del programma ideato e condotto da Roberta Petrelluzzi. Protagonista Raffaele Cutolo.
Massimo Luciani

Pubblicato

il

Un giorno in pretura 2021- Roberta Petrelluzzi
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un giorno in pretura con l’edizione 2021, torna sabato 8 maggio su Rai 3. L’appuntamento con la conduttrice e ideatrice storica del programma, Roberta Petrelluzzi, è in seconda serata su Rai 3.

Un giorno in pretura 2021, La Petrelluzzi racconta Raffaele Cutolo

Nella puntata di Un giorno in Pretura in onda sabato 8 maggio, alle 24.25 su Rai 3, Roberta Petrelluzzi riproporrà la storia di Raffaele Cutolo.  Mafioso italiano, fondatore nonché capo della Nuova Camorra Organizzata, aveva due fratelli, Pasquale e Rosetta Cutolo. Anche loro hanno intrapreso una carriera criminale. In particolare Rosetta ha condiviso le sorti di Raffaele e la sua attività è stata fondamentale per le sorti  della NCO (Nuova Camorra Organizzata).

Dopo una lunga malattia, Raffaele Cutolo è morto lo scorso 17 febbraio 2021 all’età di 79 anni, essendo nato nel 1941. Da tempo era ricoverato nell’ospedale di Parma per le complicazioni legate a una polmonite. E gli erano stati negati gli arresti domiciliari.

Il re della nuova camorra organizzata ha finito i suoi giorni senza più poteri recluso in un carcere di massima sicurezza in regime di 41 bis. E muore con lui una pagina storica della criminalità napoletana. Il suo è stato l’ultimo tentativo di ingabbiare la scellerata e disordinata organizzazione camorristica in un ordine quasi militare tipico della criminalità mafiosa.

Era noto come ‘o Prufessore nonostante avesse solo una licenza elementare. Ed era figlio di un mezzadro e di una lavandaia di Ottaviano, alle falde del Vesuvio.

Il processo più significativo

Nella puntata di Un giorno in Pretura in onda sabato 8 maggio, Roberta Petrelluzzi ripropone il processo più significativo di tutta la vicenda penale di Raffaele Cutolo.  Ovvero quello per l’uccisione di Vincenzo Casillo, amico e braccio destro del boss fuori dal carcere. Un affresco che descrive in maniera mirabile la criminalità organizzata che ha sconvolto il Paese dalla metà degli anni Settanta fino alla fine degli anni Ottanta. Un processo che secondo alcuni è stato il primo tentativo riuscito di insabbiare i patti perversi tra stato e criminalità organizzata.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Concerto Primo Maggio: la risposta della Rai in merito all’intervento di Fedez

Sul caso Fedez, avvenuto durante il concerto del Primo Maggio, è intervenuto anche l'Amministratore delegato Rai Fabrizio Salini. Ecco le sue dichiarazioni.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Intervento Fedez Concerto risposta Rai 3
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In seguito a ciò che accaduto per l‘intervento di Fedez al Concerto del Primo Maggio, è arrivata la risposta da parte della Rai.

Ieri sera il rapper, prima dell’esibizione, ha cercato di puntare i riflettori sul Ddl Zan. E’ il disegno di legge contro le discriminazioni di genere. Sostiene che i ritardi della sua entrata in vigore dipendano da alcuni esponenti politici, in particolare della Lega. Ma sul palco del Primo Maggio non ha reso noti i nomi ai quali si riferiva nel discorso.

Una volta però rientrato in albergo sui suoi profili social ha pubblicato un video che in pochi minuti è diventato virale. Ha proposto la registrazione della sua telefonata con la vice direttrice di Rai 3, Ilaria Capuani.

Fedez ha tentato di denunciare il fatto che il Servizio Pubblico abbia tentato di censurare il suo monologo. Ed ha aggiunto che prima di potersi esibire con il monologo ha dovuto inoltrare alla Rai il testo per ottenere l’approvazione.

La Rai però si è subito difesa rendendo pubbliche le dichiarazioni della stessa Capuani. Sulla questione però è intervenuto anche l’Amministratore delegato Rai, Fabrizio Salini.

Intervento Fedez Concerto risposta Rai fabrizio salini

Intervento Fedez Concerto, la risposta dell’ Ad Rai Fabrizio Salini

In merito all’intervento di Fedez ecco le dichiarazioni dell’Amministratore Delegato della Rai su quanto accaduto ieri sera:

“In merito all’intervento di Fedez al Concerto del Primo Maggio, Rai3 ha spiegato di non aver mai censurato Fedez né altri artisti né di aver chiesto testi per una censura di qualsiasi tipo. Questo deve essere chiaro, senza equivoci e non accettiamo strumentalizzazioni che possano ledere la dignità aziendale e dei suoi dipendenti.

In questi tre anni ho sempre cercato in tutti i modi di garantire che in Rai fosse assicurata pluralità di voci e di opinioni perché ritengo sia il principale obiettivo della mission di Servizio pubblico. Lo testimonia la nostra programmazione tutti i giorni su tutti i canali televisivi, in radio e su RaiPlay.

Di certo in Rai non esiste e non deve esistere nessun “sistema” e se qualcuno, parlando in modo appropriato per conto e a nome della Rai, ha usato questa parola mi scuso. Su questo assicuro che sarà fatta luce con gli organizzatori del Concerto, che la Rai acquista e manda in onda fin dalla sua prima edizione, per capire come sia stato possibile soltanto ipotizzare un’aberrazione del genere e se esistano delle responsabilità aziendali.

Ringrazio profondamente tutti gli artisti che ieri si sono esibiti con performance straordinarie studiate appositamente per la Festa del lavoro, che danno lustro al Servizio Pubblico e ci hanno mostrato in modo evidente quanto l’arte sia fondamentale per la rinascita del Paese.”


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Milva è morta, scompare una delle più grandi artiste italiane

E' scomparsa una delle più grandi artiste italiane, da tempo malata. Il ricordo della Pantera di Goro nel mondo della musica e della tv.
Redazione

Pubblicato

il

Milva morta
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

E’ morta a Milano Milva. Lo conferma la figlia, Martina Corgnati, spiegando che la madre era malata da tempo. La grande cantante e attrice, Ilvia Maria Biolcati, aveva 81 anni e viveva a Milano con la segretaria Edith e la figlia Martina, critica d’arte.

E’ morta Milva

Soprannominata “La Rossa” per il colore della sua chioma, Milva ha calcato i palcoscenici di tutto il mondo realizzando più di sessanta album. Nata a Goro, in Emilia Romagna, il 17 luglio 1939, nel corso della sua carriera ha partecipato 15 volte al Festival di Sanremo, un record di presenze che detiene insieme a Peppino Di Capri, Toto Cutugno e Al Bano.

Nel 2010 aveva pubblicato il terzo album scritto e prodotto per lei da Franco Battiato, intitolato ‘Non conosco nessun Patrizio’ e balzato immediatamente nella top 20 dei dischi più venduti in Italia.

Subito dopo aveva annunciato il suo addio alle scene, dopo mezzo secolo di palcoscenico. Nel 2018 era stata premiata al Festival di Sanremo: premio alla carriera ritirato dalla figlia.

Per molti è stata la «Pantera di Goro». Si è spenta ieri nella sua casa milanese dove viveva con Edith, la sua fidata segretaria, e la figlia Martina Corgnati, critica d’arte avuta con il produttore discografico Maurizio Corgnati.

La famiglia in questo momento sta organizzando l’ultimo saluto.

La carriera

Nella sua lunga carriera Milva è passata dalla canzone popolare al teatro di Giorgio Strelher. Ma anche per la musica di Franco Battiato, di Ennio Morricone, di Astor Piazzolla. Ha interpretato anche le canzoni dei grandi compositori greci, francesi, tedeschi ed è approdata sui palcoscenici di tutto il mondo.

La sua statura artistica è stata ufficialmente riconosciuta dalle Repubbliche Italiana, Francese e Tedesca, che le hanno conferito alte onorificenze.

Il 26 marzo scorso Milva, aveva anche ricevuto il vaccino contro il Coronavirus. “Io mi vaccino perché tengo alla mia vita a e alla vita altrui”, aveva scritto sulla sua pagina Facebook, “Fatelo anche voi. Abbiamo bisogno di tornare alla vita di prima, e di abbracciare i nostri cari. Tutti quanti insieme possiamo farcela a sconfiggere questo virus”.

Il ricordo di Franceschini

Così il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, ricorda Milva nel giorno della sua scomparsa:

Milva è stata una delle interpreti più intense della canzone italiana. La sua voce ha suscitato profonde emozioni in intere generazioni. Una grande italiana, un’artista che, partita dalla sua amata terra, ha calcato i palcoscenici internazionali, rendendo globale il suo successo e portando alto il nome del suo Paese. Addio alla pantera di Goro”. 

 

FONTE: ANSA


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it