Connect with us

News

Le Iene Show, la puntata del 17 settembre

Il debutto di stagione del programma di Italia Uno condotto da Ilary Blasi e Teo Mammucari
Irene Natali

Pubblicato

il

Il debutto di stagione del programma di Italia Uno condotto da Ilary Blasi e Teo Mammucari
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si parte: ilary Blasi è vestita con un abito di pizzo che lascia poco all’immaginazione, riconfermando il consueto trend di vestiti esteticamente discutibili.

Il primo servizio si intitola All’asta la papalina di Papa Francesco: Un aspirante Iena, Damiano, per dimostrare le sue capacità è riuscito a farsi notare tra la folla di Piazza San Pietro da Papa Francesco. Non solo: il Papa gli ha donato la propria papalina. Il copricapo è stato messo all’asta per aiutare Madre Marie, una suora che opera in Africa; l’asta, che è mondiale, inizia alle 21.30 su Ebay.

Appena il tempo di un servizio, e si va subito in pubblicità.

Andrea Agresti ci parla della truffa in cui è rimasta la signora Ottavia: Palazzo dei sogni a Dubai. Si tratta dell’acquisto di un appartamento per cui sono stati pagati 500mila euro; l’agente immobiliare si fa dare i soldi, poi però non consegna l’appartamento per eventuali problemi sopraggiunti. A quel punto, in cambio di altri soldi, dice che può cambiarlo.

La iena si reca a Dubai, mostrandoci le immagini di una metropoli di grande attrazione. Le macchine nei cantieri però sono ferme: gli appartamenti del palazzo non esistono affatto perché il Progetto Dolce Vita di cui farebbero parte è stato sospeso. La truffa raddoppia: Agresti infatti, scopre che anche il secondo apprtamento, il sostituto in pratica, appartiene ad un proprietario ignaro dell’intera faccenda.

Il secondo servizio è firmato da Nadia Toffa: Pensioni…a chi non si è mai visto. La Toffa scopre una professoressa, residente a Brescia, che prende una pensione consistente in quanto risulterebbe essere stata, ufficialmente, come sindacalista. Invece, allo Snals di Roma, nessuno la conosce; la pensione della donna è maggiorata di circa 1500 euro in più al mese, che integra quella normale da insegnante.

Praticamente, per ottenere questo privilegio, basta anche versare un solo mese di contributi in veste di  sindacalista.

Tocca a Filippo Roma: Sla: una sfida Renzi. Bisogna andare oltre la campagna virale dell’Ice Bucket Challenge, così conosciamo una famiglia con ben due figli malati di Sla. Molti i problemi che incontra chi ha a che fare con la disabilità: per esempio,  per comunicare con gli altri, hanno bisogno di dispositivi che leggano i movimenti degli occhi.

I dispositivi che lo Stato passa ai malati sono elencati nel nomenclatore, che è aggiornato al ’99: i malati quindi, dovendo utilizzare strumenti obsoleti, trovano ulteriori difficoltà. La sfida a Renzi la lancia Marco, consigliere comunale di Tarquinia affetto da Sla: il premier riuscirebbe a vivere utilizzando un cellulare di 15 anni fa?

Renzi si prende l’impegno di rivedere il nomenclatore; inoltre, spiega che il governo sta lavorando per non ospedalizzare i malati di Sla, cercando invece di curarli lasciandoli a casa.

Segue un momento di alleggerimento con Mauro Casciari: Meteo: chi ci azzecca di più?   Naturalmente lo spunto sono le accuse di allarmismo rivolte durante l’estate ai siti meteo, spesso da parte di albergatori; due metereologi di due siti differenti spiegano che in realtà basta una minima corrente  nell’atmosfera per cambiare tutto.

Giulio Golia: Le conseguenze violente di una separazione. Mihaela vive una seprazione difficile: il suo ex marito le taglia i cavi elettrici per cacciarla di casa, sfonda porte e rompe vetri.  La donna chiama i carabinieri, temendo ulteriori ritorsioni. Dopo alcuni giorni, arriva l’obbligo di rimanere a 50 metri di distanza.

Matteo Viviani ci parla di sicurezza in rete, partendo dalle recenti foto hackerate di alcuni vip: Quando la tua intimità diventa di tutti. Servizi come iCloud salvano in automatico le foto sia nel dispositivo che in rete; ecco che un  hacker può accedere agli scatti, pur senza aver rubato il telefono in questione.

Jennifer Lawrence, quando ha ingenuamente detto di dover fare il backup al suo iPhone, ha dato indicazioni agli hacker, dicendo che tutti i suoi dati erano nella nuvola di iCloud. Un esperto di procedura informatica spiega che il primo passo è usare password complesse e utilizzarne molte.

Alle 23.10 l’asta segna già oltre 83mila 500 euro.

La linea passa a Enrico Lucci, alle prese con L’amore nelle crociera per single. Con il solito spirito ironico, Lucci si fa raccontare la vita di chi partecipa a queste crociere: a sentire loro, sembrerebbero tutti felici di essere soli. E poi, incredibile a dirsi visto il posto in cui sono, nessuno ammette di essere lì per trovare una storia o, ancora, di volere un’avventura.

Dopo l’ennesimo blocco pubblicitario, un servizio su Gli albanesi che spacciano in Italia. In Albania, nella cittadina di Lazarat, si svolege un’intensa attività di coltivazione e smercio di marijunaa: le famiglie hano eretto alti muri intorno alle case, e la polizia controlla solo le auto in uscita, mai quelle in entrata.

Per arrrivare in Italia, l’erba parte da un porto grecio, a cui si arriva passando per strade interne. Luigi Pelazza e una collaboratrice cercano di riprendere le piantagioni, ma si imbattono in dei ragazzi che li fermano.

La iena va a chiedere lumi al sindaco che però si congeda senza accompagnare Pelazza a vedere le piantagioni. Ovviamente, nel resto dell’Albania non è così: le piante di marijuana vengono strappate e distrutte dalla polizia.

Il Ministro dell’interno albanese spiega la situazione con la corruzione: i poliziotti vengono pagati più dalla criminalità; il sindaco, connivente, è al suo posto dal 11 anni. La coltivazione di erba, oltre ad essere legata alla criminalità, ha portato alla distruzione delle colture, che hanno dovuto lasciare spazio alla marijuana.

Ulteriori sviluppi sono rimandati alla prossima puntata.

Nella nuova stagione delle Iene, ritroviamo anche Angelo Duro: oggi ha sognato di essere un delinquente.

Nina Palmieri è stata a Gaza, dove fare una doccia con acqua calda è un bene di lusso. L’inviata è ospite a casa di un’interprete, che le racconta come è morto suo fratello. La telecamera ci mostra case sventrate, una volta ricche di pizzi damascati; quello che è difficile da descrivere, spiega la Palmieri, è l’odore, un misto di cenere e cadaveri bruciati. Nel villaggio sono state distrutte circa 600 abitazioni.

L’inteprete racconta che, dopo un’incursione dei soldati, ha ritrovato in casa i peluche dei suoi bambini decapitati.

La Palmieri indugia sui bambini morti: alcuni colpiti dai razzi mentre giocavano a pallone,altri mentre era stato dato il cessate il fuoco. Il cibo arriva attraverso un valico dall’Egitto; l’80% degli abitanti della striscia però, dopo la guerra, ha perso il lavoro. Di fatto, le persone vivono grazie agli aiuti umanitari.

Tra momenti di vita quotidiana, testimonianze e un riepilogo storico del conflitto arabo-palestinese, la Palmieri ha realizzato un servizio toccante che racconta, semplicemente, la guerra dal punto di vista dei civili. Gaza, le dicono le amiche della sua interprete, è una gabbia con il cielo, Una prigione a cielo aperto.

Terminato il reportage della Palmieri, Sabina Nobile intervista Rosy Bindi. Segue Matteo Viviani che, con la scusa di un errore in uno status di Facebook, interroga la neo-eletta Miss Italia sulla grammatica italiana.

La puntata si conclude qui, appuntamento a mercoledì prossimo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Game of Games cambia collocazione: ecco i motivi

Il nuovo show di Simona Ventura viene temporaneamente sospeso in attesa di nuova ricollocazione a causa dei bassi ascolti.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

game of games cambia collocazione Rai 2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Game of games, il programma condotto da Simona Ventura in prima serata su Rai 2 cambia collocazione. Dopo le tre puntate già andate in onda, delle sei previste, la Rete ha deciso di sostituire gli appuntamenti del 21 e del 28 aprile con due film. Sono rispettivamente Tutta colpa dell’amore e La risposta è nelle stelle. Ecco i motivi della scelta.

game of games cambia collocazione giochi

Game of Games cambia collocazione, le motivazioni

Dalla prossima settimana Games of games viene temporaneamente sospeso. Il nuovo format di Simona Ventura, non andrà infatti più in onda in attesa di una nuova collocazione. Secondo alcune indiscrezioni dovrebbe essere spostato al martedì al termine dello show di Enrico Brignano Un’ora sola vi vorrei, previsto il 18 maggio.

Il programma della Ventura è ispirato all’omonimo format statunitense di Ellen DeGeneres che è stato esportato in tutto il mondo. E in Italia ha debuttato su Rai 2 lo scorso 31 marzo. I protagonisti dello show sono sei personaggi del mondo dello spettacolo che si alternano nelle sfide al posto dei veri concorrenti che sono invece persone comuni.

Il Vip vincitore di ogni manche permette a chi lo ha scelto di accedere alla semifinale. Ma solo un concorrente può partecipare allo step finale, Gioco dei Giochi, dove può vincere il montepremi se riesce ad indovinare alcuni volti noti con pochi secondi a disposizione.

Lo show però non ha molto convinto i telespettatori in quanto ha registrato bassi ascolti. La Ventura ha anche risentito della presenza su Canale 5 della fiction Svegliati amore mio con Sabrina Ferilli, della soap turca Daydreamer con Can Yaman. In Rai invece ha dovuto confrontarsi con Chi l’ha visto e con Il Commissario Montalbano che continua a registrare ottimi ascolti nonostante le repliche.

Gli ascolti delle prime tre puntate

Sono sei le puntate previste per la prima edizione di Games of games. Ma la Rai ha optato per la sospensione dopo il terzo appuntamento a causa degli ascolti insufficienti.

La puntata d’esordio di Game of games del 31 marzo ha registrato 1.267.000 telespettatori con 5.1% di share. Ma negli appuntamenti successivi l’indice di gradimento è nettamente peggiorato.

La seconda invece si è fermata a 915.000 spettatori con 3.7% di share. Nell’ultima, è tornata lievemente a salire soffermandosi sui 930.000 telespettatori con 3,9 % di share. Ancora pochi, però, per assicurare al programma la permanenza in video.

Con Game of games Simona Ventura era riuscita a tornare su Rai 2 dopo l’esperienza di The Voice of Italy. Le aspettative erano tantissime sullo show che, invece, non è molto adatto alla platea italiana, come i numeri dell’Auditel hanno dimostrato.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Salotto Salemi Mediaset Play, il talk show in streaming di Giulia Salemi

A partire dal 16 aprile, Giulia Salemi conduce Salotto Salemi, un talk show in esclusiva per il servizio in streaming online Mediaset Play.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Salotto Salemi Mediaset Play
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Salotto Salemi è il nuovo talk show condotto dall’influencer Giulia Salemi, in esclusiva streaming per il servizio Mediaset Play. A partire da venerdì 16 aprile alle 19.00, la Salemi conduce per sei settimane consecutive il suo primo programma.

Salotto Salemi è prodotto da MNcomm in collaborazione con Brand On Solutions, l’area dedicata alle iniziative speciali di Mediamond, e con Naj Oleari Beauty e Mikado. Il programma è scritto da Silvia Rossi, mentre il Product Placement è a cura di Hub4Brand.

Salotto Salemi Mediaset Play, un format nato durante il lockdown

Giulia Salemi è dunque al suo esordio come conduttrice in solitaria di un programma Mediaset; probabilmente, anche in virtù del successo riscosso durante l’ultima edizione del Grande Fratello Vip, alla quale ha partecipato. La modella e influencer italo-persiana è attivissima sui social da sempre, tanto da meritare a pieni titoli la definizione di influencer. Su Instagram, la Salemi può infatti vantare oltre 1 milione e cinquecentomila followers, ma i numeri sono in continua crescita.

L’idea di Salotto Salemi nasce proprio sui social, durante il lockdown dello scorso anno. La Salemi in quell’occasione aveva organizzato uno show casalingo nel corso del quale dava consigli di make-up, cucina e salute, spesso in compagnia di amiche e amici ospiti. Il medesimo format è ora riproposto, con nuovi accorgimenti su Mediaset Play. Come avveniva sui social della Salemi, però, la conduttrice parlerà con i suoi ospiti di gossip, strappando loro confidenze e opinioni sorprendenti il più possibile. Il tutto in un clima amichevole e rilassato.

In passato, la due volte partecipante al Grande Fratello Vip ha già co-condotto due programmi televisivi; prima Ridicolousness Italia su MTV, dove lavorava insieme a Stefano Corti e Alessandro Onnis. E poi, Disconnessi on the road su Italia 1, insieme a Paola Di Benedetto e Paolo Ciavarro. 

Anteprima: gli ospiti confermati di Salotto Salemi

La prima ospite confermata di Salotto Salemi è Dayane Mello, modella e influencer. Anche la Mello ha partecipato, insieme a Giulia Salemi, all’ultima edizione del Grande Fratello Vip. 

Oltre a chiacchierare con lei, nella speranza di farle rilasciare dichiarazioni scottanti e qualche gossip in esclusiva sulla sua vita privata, la conduttrice propone alcuni beauty tips all’amica e collega. Tra una confidenza più intima e una chiacchiera, Dayane Mello fa quindi da modella di make up per la Salemi.

Tuttavia, sono molti gli ospiti vip la cui presenza è già stata confermata. Nel salotto di Giulia Salemi, nel corso di sei puntate, si avvicendano Paola di Benedetto, giovane show-girl e modella; Veronica Ferraro, una delle fashion blogger più seguite di Instagram, nonché grande amica di Chiara Ferragni.

E ancora, Gaia Zorzi, la sorella del noto influencer, anche lui ex “gieffino” Tommaso Zorzi. Inoltre, Martina Hamdy, modella, ex meteorina del TG4 e oggi presentatrice ufficiale dei programmi Meteo di Mediaset. Infine, Arianna Cirrincione, modella e influencer fidanzata con Andrea Cerioli, che ha conosciuto nel corso della trasmissione Uomini e Donne.

Si tratta, quindi, di ospiti giovani e molto noti sul panorama televisivo e sul Web, come influencer con milioni di followers sui social più diffusi come Instagram, Facebook e YouTube. 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Le Iene Alessia Marcuzzi salta la puntata del 13 aprile 2021

Alessia Marcuzzi salta l'appuntamento di martedì 13 aprile con la conduzione de Le Iene Show. Suo marito è risultato positivo al Covid.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Le Iene Alessia Marcuzzi
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alessia Marcuzzi salta l’appuntamento del 13 aprile 2021 con Le Iene Show su Italia 1. Lo ha annunciato la conduttrice stessa per mezzo di una storia pubblicata su Instagram. 

Le Iene Alessia Marcuzzi, di nuovo in quarantena

La conduttrice de Le Iene Show Alessia Marcuzzi ha reso pubblica in una storia sul social Instagram la notizia: non sarà presente nel corso della puntata del 13 aprile 2021. Come ha scritto lei stessa, infatti: “Purtroppo mio marito la scorsa settimana è risultato positivo al tampone molecolare. Ovviamente si è subito auto isolato e per ora sta bene.”.

Anche la Marcuzzi, intanto, sta bene, e ha rassicurato i fan della trasmissione aggiungendo che: “Io sono fortunatamente risultata negativa (ho già effettuato due tamponi molecolari). Ma come da protocollo sono cautelativamente in casa in attesa di ulteriori controlli. Con molto dispiacere, a tutela delle persone che mi stanno accanto, e per rispetto della prassi, non potrò essere presente a Le Iene che comunque seguirò da casa. Un bacio a tutti”.

Alessia Marcuzzi era già stata assente in passato dalla trasmissione, precisamente a ottobre 2020. In quell’occasione, però, era stato un suo tampone rapido a risultare positivo. Sta di fatto che, comunque, per il momento la Marcuzzi è dovuta tornare in quarantena, nel pieno rispetto della normativa per il contenimento del Covid. Perciò, Nicola Savino resta “solo” alla conduzione del programma; ovviamente, in compagnia delle voci dei membri della Gialappa’s Band.

Le anticipazioni per la puntata del 13 aprile

Intanto, sono già state pubblicate le prime anticipazioni per uno dei servizii in onda nella puntata de Le Iene Show di martedì 13 aprile.

Un operaio dell’azienda ArcelorMittal è stato licenziato dopo aver condiviso sul suo account Facebook privato un invito ai colleghi. Nel post l’uomo aveva condiviso un invito a vedere la serie “Svegliati amore mio”; nota per aver riportato all’attenzione del pubblico e dei media i rischi dell’inquinamento ambientale per la salute dei cittadini. I vertici dell’acciaieria non avrebbero apprezzato il gesto, che ha portato al licenziamento dell’operaio; giustificato, a loro dire, dai “contenuti denigratori e altamente lesivi dell’immagine dell’azienda.” presenti nel post.  Il servizio è a cura della Iena Alessandro Di Sarno. 

L’autore del servizio ha cercato di contattare in merito il responsabile delle risorse umane dell’azienda: Arturo Ferrucci. Che, pare, si sarebbe negato ai microfoni delle Iene in più occasioni. Così, il videomessaggio che la Iena Di Sarno avrebbe voluto mostrare al responsabile, è stato proiettato sulla facciata dell’azienda tarantina. 

Nel videomessaggio, è Ricky Tognazzi, uno dei registi e sceneggiatori di Svegliati amore mio, ad esporsi in difesa dell’operaio.Meglio mettere al rogo il film che mandare per stracci una persona, un uomo con famiglia e figli. Arrestateci tutti, arrestate noi, fermateci. Siamo dei potenziali terroristi che abbiamo causato, in qualche modo, il licenziamento di un povero operaio. Grazie ArcelorMittal per aver fatto quello che la censura non è riuscita a fare in cent’anni”. afferma Tognazzi.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it