Connect with us

News

Made in Sud, la puntata del 14 ottobre

tutte le esibizioni degli artisti del programma in onda su rai2
Samuele Perotti

Pubblicato

il

tutte le esibizioni degli artisti del programma in onda su rai2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

                                                                                                            {module Banner sotto articoli}

Le luci si alzano al centro della scena appare Gigi e Ross che esaltano il meridione e la sua capacità di offrire posti: di lavoro: “Il sud ha tantissime risorse, trasformano tutto in forza lavoro”. Peccato che entrano due lavoratori esausti e sfruttati: “Mi puoi pagare dopo le diciotto ore di lavoro? Sono anche senza contratto”.

Dopo la tradizionale sigla curata dal dj Frank Carpentieri, la quarta puntata è aperta dal trono over di Uomini e Donne. Alice è Fiona mentre il corteggiatore Alfredo veste i panni di Shrek. Lapsus della “tronista” che anziché dire saga di Shrek dice Snack. Fatima Trotta fa entrare anche il terzo incomodo, Ciuchino, che vince la sfida di canto e conquista la donna. Poco condivisibile la strategia di aprire la puntata con uno dei sketch più obsoleti. Visto e rivisto in più occasioni, e non solo in questo programma, la rivisitazione del programma della De Filippi risulta scontato e poco pungente.

Senza essere annunciato entra in scena Pigroman (Mariano Bruno). Iniziano subito le telefonate, a cui come sempre risponde svogliatamente; la prima è di una donna di Bellinzona il cui gatto è intrappolato su un albero. La seconda è del bambino Faustino che ha perso la sua Lince. Troppo lontana anche la Savana: “No, stai attento all’elefante, stai attento al leone, alla zanzara. Sì, alla zanzara tigre!”.

Gigi e Ross annunciano l’ingresso sul palco di Elisabetta Gregoracci: “Signori e Signori la pantera di Soverato”. Lady Briatore entra in scena vestita da vampira. Qualche battuta con i due conduttori riguardanti i soldi e lascia spazio ai Volturi, i tre vampiri di Made in sud. Partono subito le freddure: “A me ha succhiato il sangue un antenato a te?” “Il direttore di banca con un prestito”. Il vampiro in prova non è stato promosso e deve essere ucciso con un paletto di frassino ma ha ancora una possibilità il battesimo del sangue: deve scegliere tra tre ballerine due affascinanti e una un po’ meno quale sia vergine. La scelta ricade su la donna con gli occhiali; di fronte ad una proposta osè di lei, il vampiro preferisce la tragica fine.

Anche in Mad in sud non poteva mancare il rapper: è il turno di Arancino, nessuno nasce impanato. Questa sera fa un pezzo sui furti sugli autobus, perché è contro di essi: “Infatti l’ho fatto alla fermata mica a bordo”. Sale sul palco anche Larsen, il microfonista brianzolo della trasmissione, e parte una piccola sfida canora

Il primo blocco si chiude con la mucca di Caserta: “Ho appena parcheggiato la moto”, “Ma le mucche non guidano le moto?” “muuuuuuuuu”.

Dopo la pubblicità Fatima Trotta si esibisce in un balletto con vestiti e ventagli orientali, circondata dalle suddine. In scena appare un bidone della spazzatura che si avvicina: dentro c’è Armando il suo ex, che non sa stare senza di lei: “Mi rifiuto di pensare che è finita”.

Non poteva certo mancare l’incazzatore personalizzato (Vincenzo Busto) che come prima cosa se la prende con i venditori ambulanti di rose. Il secondo obiettivo sono le moglie stressate che voglio rilassarsi nelle Spa. Nell’ultimo sfogo c’è un riferimento, più che dovuto, anche alle recenti alluvioni che hanno colpito l’Italia. Lo sketch è chiuso dall’entrata della mucca di Caserta che chiede all’incazzatore di sfogarsi perché non può più brucare l’erba in quanto tutti i terreni sono inquinati: “Sono talmente inquinati che quando mungi questa non esce il latte ma la ricotta scaduta”.

Paolo Caiazzo, parla di De Magistris e della sua sospensione: “Magistrato vittima della magistratura, che capolavoro, solo a Napoli!”. In chiusura l’ennesimo riferimento alla Terra dei fuochi. Parla anche di alcuni luoghi comuni legati alla città partenopea come quello della vera pizza o del casco: “Spesso i napoletani ce l’hanno, poi se lo tolgono quando vedono un giornalista per essere ripreso”.

Elisabetta Gregoracci va dietro la scrivania ed affianca il dottor Fischietti che lancia il sondaggio: quale è stato il lavoro più strano che vi hanno offerto?

Gigi e Ross mettono in scena la parodia di Cracco e Barbieri di Master Chef: “Per fare bene il brodo a Las Vegas devi almeno lanciare il dado”. Anche l’incazzatore personalizzato è uno dei concorrenti in lizza, il piatto non convince chef Cracco e così il tradizionale sfogo verbale si chiude con un lancio della torta in faccia ad uno dei due cuochi. Viste le reazioni dei comici, molto probabilmente non era previsto questo finale nella scaletta.

Ivan e Cristiano presentano in modo esilarante due punti di vista differenti all’interno di un ristorante cinese: “Qui ci veniva una mia amica che faceva la modella, qui invece ci veniva una mia amica che si è presa la salmonella”. Ogni frase dell’uno è contraddetto con una battuta dall’altro. Primo intervento nella puntata del professore Fischietti che grazie al suo terronometro, spiega a tutti gli italiani che si sta parlando di peperoni ripieni: “pesanti tanto quanto questo programma”.

Spazio alla musica con Gino Fastidio e i suoi brani particolari: il primo si intitola “è una bufala”. Il secondo è tratto da una storia vera che racconta il dramma di un uomo che è stato invitato ad un matrimonio dal titolo: “è morta nonna”. L’ultimo pezzo è accompagnato dal rumore di un maialino giocattolo anziché dalla chitarra :“riunione dei grandi della terra per risolvere il problema della fame nel mondo”.

Marco Capretti ci parla di problemi fisici. Questa sera è il turno del mal di schiena: Per curarlo è andato da un osteopata cinese che l’ha fatto preoccupare: “Girati, piegati e chiudi gli occhi. Dottore non è che un dolore più grande cura quello precedente”.

Ecco l’attesissima sosia di Kekko dei Modà che appare sempre più triste: “Soffro perché stamattina mi sono comprato delle scarpe da ginnastica e hai mai pensato come vengono strozzati i lacci quando te le leghi”. Continuano le battute sul sofferenza dei lacci delle scarpe: “Se ci levassimo le scarpe tutti insieme, ci sarebbe un mondo all’odore di gorgonzola”. Gigi e Ross provano a tirare su il morale del comico con la canzone “Il caffè della peppina”, ma non c’è nulla da fare. Complimenti a Francesco Silvestre che puntata dopo puntata non abbassa la qualità della sua esibizione, grazie anche alla preziosa spalla dei padroni di casa. Sicuramente questa rappresenta una delle piacevoli novità di questa stagione.

É il turno degli Arteteca e del loro tormentone “vita, cuore, battito…che è amò”. La coppia è in vacanza a Dubai: “Ieri ti ho portato a camminare per tre ore sulla sabbia e nemmeno un lido, un deserto era”. Esibizione chiusa con il tradizionale selfie.

Alessandro Bolide è stressato perché la sua ragazza gli prepara tutto con le erbe, ma non lo dimostra, fino a quando non apre la sua borsa e si sfoga a pieni polmoni al suo interno.

Prima della seconda pubblicità i quattro conduttori lanciano il messaggio solidale alla popolazione di Genova colpita dall’alluvione.

Tornano protagonisti Gigi e Ross che portano in scena il loro cavallo di battaglia le Iene. Dopo aver preso di mira la classe politica italiana, tra un rumore e l’altro il duo si avvicina alle due presentatrici e iniziano a prenderle di mira: “Secondo me anche Elisabetta non sa come arrivare a fine mese se con l’aereo privato o con l’elicottero”

Ecco il precario di Made in sud, Santino Caravalla: “sto messo male, ma così male che per addormentarmi non conto le pecore ma le cambiali”. La sua situazione è stata peggiorata dall’arrivo nella sua vita della fidanzata: “Ho voglia di andare a cena fuori, aspetto che mi passi a prendere. No tesoro, aspetta che ti passi la voglia”. C’è spazio anche per il racconto di una gita romana e degli inconvenienti accaduti a Via Condotti.

Alessandro è sempre più in confusione: nella sua testa è conteso dal grande fratello e dal conduttore di Pechino Express, Costantino della Gherardesca. A sorpresa però scopriamo che nella sua testa c’è anche Milly Carlucci e così immaginando di partecipare a Ballando con le stelle improvvisa un solitario tango. La prova non è soddisfacente e viene eliminato, cadendo ancora nelle sue ossessioni.

Elisabetta e Fatima parlano di uomini: “amo quelli che mi scrivono le lettere d’amore”. Il siparietto è chiuso dalla Trotta: “Siamo diversi, loro guardano il lato esteriore, noi quello che c’è dentro…il portafoglio. Oh c’è crisi”. Stratagemma utilizzato per introdurre le Sex and Sud. Pur rappresentando una delle novità di quest’anno, il quartetto al femminile non convince: le donne mettono in scena luoghi comuni e continui doppi sensi che non sono mai in grado di spiazzare lo spettatore a casa.

Il terzo blocco del programma è aperto dal timido Mino Pacuccio accompagnato dal suo coniglietto di peluche Tittì. Anche questa sera ci racconta le sue disavventure adolescenziali. Lui è sempre stato la pecora nera e per questo il rapporto con il fratello non era proprio ottimale. “Quando ero piccolo gli slip che mi regalava mio zio, mia mamma le dava a mio fratello. Lui è nato con la camicia, io senza mutande”.

Il professor Fischetti ci legge un capitolo del suo libro “Vita di m.”, quello dedicato al suo rapporto con i professori delle superiori: “All’esame il professore di matematica mi face: sei tu il problema”. E ancora: “ai miei genitori dicevano: il ragazzo si applica ma non è intelligente”.

I maliconici, soffrono se rimangono senza cellulare e per questo sono alla perenne ricerca di campo. I ragazzi si apprestano ad andare al concerto dei One direction. Il più dipendente dal telefonino sembra intenzionato a lasciarlo perdere per un po’ ma in realtà sta solo pensando di comprare il nuovo modello.

Non poteva mancare Mika: “Ho i pantaloni di un bambino di dieci anni perché mi aiutano con il falsetto”. Il giudice di X-Factor fa certo i complimenti al programma: “Quando lavoro e sono stanco guardo made in sud e stacco la spina…del televisore”. In chiusura una sorpresa: Mika ha composto sulle note di Brasil l’inno per il PD.

Ciro Giustignani ci parla di bambini e dei ricordi della sua gioventù. Molte le differenze, tra cui i parco giochi sempre più attrezzati, tra la sua generazione e quella attuale ma anche un punto di contatto: “I genitori voglio per forza far fare il karate ai bambini. Oggi hanno il mito di karate kids, io avevo quello di Bruce Lee, un pazzo”.

Tornano sul palco I ditelo voi che questa volta interpretano i Gomorroidi. Gli esperti di Gomorra cercano subito di intimorire gli spettatori. Domani hanno un importante incontro: “vengo con la mia macchina, mi porto pure l’infermiere perché ho il motore ad iniezione”.

La nuova puntata di Chi T’ha Visto? si occupa della sparizione del cartello fine lavori posto sulla Salerno-Reggio Calabria. Fatima Trotta racconta la storia, le possibili piste e interpella un testimone: “l’ho visto nel cantiere della metro C di Roma, sul più bello è sparito. Ma ti prego torna sennò i lavori della metro C fanno la stessa fine, non finiscono più!”. Grazie anche alla straordinaria capacità della padrona di casa di tenere il palco, questa rubrica appare molto attraente e simpatica. Ogni puntata si aspetta con ansia quale sia il protagonista della sparizione.

Wolverin il superore con la zeppola e la scucchia entra in scena piangendo: “mi sono acciaccato la lingua”. Essendo stato cacciato dalla squadra degli x-man ha intrapreso la carriera di arrotino, visto le sue lunghe unghie. Racconta la sua avventura della mattina, quando ha cercato, senza riuscirci di salvare una vecchietta in mare. La figura del supereroe sfortunato è stato portato in scena troppe volte e proprio per questo le battute e i siparietti risultano essere particolarmente prevedibili.

Il nonno moderno ci parla dei suoi giovani nipoti e dei loro regali drogati; lo scorso anno gli hanno donato un navigatore: “Era talmente drogato che quando arrivavo all’incrocio mi diceva, forse devi girare ma per sicurezza chiedi”.

Maria Bolignano è la Milf di Made in sud, sempre impegnata a rispondere al telefono per parlare con sua figlia.

Altra presenza abituale quella di Matragna e Milafò. La coppia siciliano con ironia tratta il rapporto padre-figlio: “Giacomino è un angioletto, digli in che settore investi la paghetta?” “Nei vidiopoker”. Il padre accetta tutte le mancanze e battutacce del ragazzo, tranne una cosa: non può assolutamente tifare Catania perché il suo genitore tifa Palermo.

Fatima Trotta ed Elisabetta Gregoracci mettono in scena il loro momento hot. La prima ha un pigiamone di lana rosa, la seconda una super sexy sottoveste. Questo è il pretesto per lanciare lo show degli strip cabaret. Tra una battuta e l’altra, non tutte volutamente comprese dal pubblico i due realizzano uno spogliarello comico. Nonostante la tarda ora, alcune battute e scenette appaiono un po’ troppo audaci, come quella che vede un panino sistemato sugli slip di uno dei due protagonisti: “Ti è venuta fame? Vuoi fare un assaggino?”

E sul palco torna anche il grande corografo italo-americano (Antonio D’Ursi) che a patto di ricevere da Gigi e Ross un lauto acconto, cambia al volo la coreografia e soprattutto consente ai due di ballare con le bellissime ballerine del programma. Idea carina, innovativa un po’ buttata via; poche e nemmeno troppo divertenti le battute pronunciate dal comico.

Ecco Dado e le sue canzoni irriverenti che raccontano il rapporto con sua figlia. Avere in scaletta un comico così importante e lasciargli a disposizione poco tempo non sembra essere una strategia molto intelligente. Il romano infatti fatica ad incidere e a lasciare il segno, nonostante la battuta a sottolineare la sua fede giallorossa e gli episodi della partita Juventus-Roma.

Armando, l’ex di Fatima fa la sua seconda comparsa sul palco, questa volta nascosto dietro un armadio che avanza sul palco. L’uomo è disperato e non si rassegna per questo fa fare dai suoi migliori amici una serenata. In realtà loro sono uno dei motivi per cui i due si sono lasciati.

La puntata termina con la musica dei Sud 58 e con la dedica alla mamma di Ciro Esposito che ha assistito allo show in studio.

L’appuntamento è per martedì prossimo, ore 21.10 sempre su Rai2.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nasco a Narni nel gennaio del 1987. Dopo gli studi al liceo scientifico, mi laureo in Scienze della comunicazione alla Sapienza con una tesi su Nicolò Carosio, il primo radiocronista sportivo. La laurea specialistica in “Editoria multimediale e nuove professioni dell’informazione” arriva grazie ad una tesi sui talk show sportivi italiani. Sono un grandissimo appassionato di sport e del mondo della televisione, soprattutto della fiction italiana e dei programmi comici. Sono stato anche uno speaker in una web-radio.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Le Iene Alessia Marcuzzi salta la puntata del 13 aprile 2021

Alessia Marcuzzi salta l'appuntamento di martedì 13 aprile con la conduzione de Le Iene Show. Suo marito è risultato positivo al Covid.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Le Iene Alessia Marcuzzi
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alessia Marcuzzi salta l’appuntamento del 13 aprile 2021 con Le Iene Show su Italia 1. Lo ha annunciato la conduttrice stessa per mezzo di una storia pubblicata su Instagram. 

Le Iene Alessia Marcuzzi, di nuovo in quarantena

La conduttrice de Le Iene Show Alessia Marcuzzi ha reso pubblica in una storia sul social Instagram la notizia: non sarà presente nel corso della puntata del 13 aprile 2021. Come ha scritto lei stessa, infatti: “Purtroppo mio marito la scorsa settimana è risultato positivo al tampone molecolare. Ovviamente si è subito auto isolato e per ora sta bene.”.

Anche la Marcuzzi, intanto, sta bene, e ha rassicurato i fan della trasmissione aggiungendo che: “Io sono fortunatamente risultata negativa (ho già effettuato due tamponi molecolari). Ma come da protocollo sono cautelativamente in casa in attesa di ulteriori controlli. Con molto dispiacere, a tutela delle persone che mi stanno accanto, e per rispetto della prassi, non potrò essere presente a Le Iene che comunque seguirò da casa. Un bacio a tutti”.

Alessia Marcuzzi era già stata assente in passato dalla trasmissione, precisamente a ottobre 2020. In quell’occasione, però, era stato un suo tampone rapido a risultare positivo. Sta di fatto che, comunque, per il momento la Marcuzzi è dovuta tornare in quarantena, nel pieno rispetto della normativa per il contenimento del Covid. Perciò, Nicola Savino resta “solo” alla conduzione del programma; ovviamente, in compagnia delle voci dei membri della Gialappa’s Band.

Le anticipazioni per la puntata del 13 aprile

Intanto, sono già state pubblicate le prime anticipazioni per uno dei servizii in onda nella puntata de Le Iene Show di martedì 13 aprile.

Un operaio dell’azienda ArcelorMittal è stato licenziato dopo aver condiviso sul suo account Facebook privato un invito ai colleghi. Nel post l’uomo aveva condiviso un invito a vedere la serie “Svegliati amore mio”; nota per aver riportato all’attenzione del pubblico e dei media i rischi dell’inquinamento ambientale per la salute dei cittadini. I vertici dell’acciaieria non avrebbero apprezzato il gesto, che ha portato al licenziamento dell’operaio; giustificato, a loro dire, dai “contenuti denigratori e altamente lesivi dell’immagine dell’azienda.” presenti nel post.  Il servizio è a cura della Iena Alessandro Di Sarno. 

L’autore del servizio ha cercato di contattare in merito il responsabile delle risorse umane dell’azienda: Arturo Ferrucci. Che, pare, si sarebbe negato ai microfoni delle Iene in più occasioni. Così, il videomessaggio che la Iena Di Sarno avrebbe voluto mostrare al responsabile, è stato proiettato sulla facciata dell’azienda tarantina. 

Nel videomessaggio, è Ricky Tognazzi, uno dei registi e sceneggiatori di Svegliati amore mio, ad esporsi in difesa dell’operaio.Meglio mettere al rogo il film che mandare per stracci una persona, un uomo con famiglia e figli. Arrestateci tutti, arrestate noi, fermateci. Siamo dei potenziali terroristi che abbiamo causato, in qualche modo, il licenziamento di un povero operaio. Grazie ArcelorMittal per aver fatto quello che la censura non è riuscita a fare in cent’anni”. afferma Tognazzi.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Report Lo sterco del diavolo questa sera su Rai 3, gli altri servizi

Le inchieste e i reportage di cui si occupa Sigfrido Ranucci nel corso della puntata. In primis gli scandali in Vaticano.
Stefano Della Felce

Pubblicato

il

Report Lo sterco del diavolo
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Report propone oggi l’inchiesta dal titolo Lo sterco del diavolo. Va in onda lunedì 12 aprile alle 21.30 su Rai3 e su RaiPlay. Al timone come al solito Sigfrido Ranucci che promette rivelazioni esplosive.

Report Lo sterco del diavolo questa sera su Rai 3

Report riparte con l’inchiesta esclusiva “Lo sterco del diavolo” di Giorgio Mottola con la collaborazione di Norma Ferrara e Giulia Sabella.

Il reportage documenta come gli scandali all’ombra del Cupolone non si fermano nemmeno davanti ai Santi. Da anni Papa Francesco ha avviato una battaglia interna al Vaticano per portare trasparenza nei conti della Santa Sede. Ma la resistenza interna continua a essere forte: troppi sono gli interessi finanziari in ballo.

Questa sera viene raccolta una denuncia inedita dalla trasmissione. All’interno della Congregazione per le cause dei santi, la commissione vaticana che gestisce i processi di canonizzazione, un alto funzionario avrebbe chiesto una tangente per avviare il processo di beatificazione di un candidato molto noto e amato.

Una vicenda avvenuta mentre il prefetto della Congregazione per le cause dei santi era il cardinale Giovanni Angelo Becciu, l’ex sostituto della Segreteria di Stato dimessosi lo scorso settembre dopo le accuse di peculato.

Con documenti inediti e testimonianze esclusive Report ricostruirà gli investimenti finanziari realizzati dalla Segreteria di Stato negli ultimi anni.

A partire dall’acquisto degli ex magazzini Harrod’s di Londra, un palazzo costato al Vaticano oltre 400 milioni di euro e che oggi varrebbe non più di 290 milioni. Dietro agli investimenti opachi fatti con i soldi dei fedeli, si nasconderebbero uomini d’affari spregiudicati, faccendieri, religiosi corrotti e una guerra all’interno dei servizi segreti italiani.

Gli altri servizi

Tra gli altri servizi: Il triangolo della censura con una discussione e un approccio sul mancato aggiornamento del piano pandemico.

Si chiude con Sputnik il vaccino che viene dal freddo. 

Efficacia dichiarata altissima (92%), prezzo contenuto (10 dollari a dose), scarsi effetti collaterali, queste le caratteristiche del vaccino. Mentre in Europa mancano i vaccini e le dosi arrivano con al rallentatore, tutti parlano di Sputnik V. Il siero russo però in Europa non arriva e la sua autorizzazione si sta trasformando in un giallo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Reazione a catena 2021 con Marco Liorni ecco quando inizia

Tutte le notizie sulla nuova edizione del gioco condotto ancora una volta su Rai 1 da Marco Liorni. Come partecipare.
Serena Angelucci

Pubblicato

il

Marco Liorni 2021 Reazione a catena
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Arriva Reazione a catena con l’edizione del 2021. Il programma di giochi e connessioni sulla lingua italiana, riprende il proprio posto nel palinsesto estivo di Rai 1. Sarà presente sempre nella fascia preserale della prima rete e prende il posto di L’Eredità condotto da Flavio Insinna.

Reazione a catena 2021 con Marco Liorni

Intanto, per il terzo anno consecutivo è confermata la presenza, al timone del programma, di Marco Liorni. Il conduttore è attualmente padrone di casa del contenitore del day time pomeridiano di Rai 1 Italia Si. Per un determinato periodo sarà presente contemporaneamente nei appuntamenti. E quindi in onda tutti i giorni, visto che Reazione a catena, così come L’Eredità non si ferma nel fine settimana e va avanti sette giorni su sette.

Il quiz è nato nel 2007 e fino al 2009 il quiz è stato condotto da Pupo. Successivamente ne ha preso il posto dal 2010 al 2013, Pino Insegno. E’ stata la volta, poi, dal 2014 al 2017 di Amadeus. Per un solo anno, nel 2018, è arrivato Gabriele Corsi. Infine, dal 2019 Marco Liorni ne ha preso il timone.

Il format è un susseguirsi di giochi tutti legati alla lingua italiana che ricorda molto La settimana Enigmistica. In tutti i giochi i concorrenti devono scoprire assonanze tra parole e frasi con lo scopo di completare una “catena di parole”, in base a significati comuni, proverbi, aforismi, titoli di film o di libri e così via. Si tratta de Le catene musicali, Una tira l’altra e L’Ultima catena.

Il programma richiede dunque ai concorrenti una buona cultura generale ed una valida padronanza della lingua italiana. Il gioco più importante è L’intesa vincente che decreta il vincitore della puntata.

Come partecipare

Ecco come partecipare ai casting e quello che dice il regolamento Rai

A partire dall’8 febbraio 2021, tutti gli aspiranti concorrenti al programma potranno candidarsi al provino di Reazione a Catena solo attraverso il portale del Casting Rai www.rai.it/raicasting, previa iscrizione al sito, compilando l’apposito form di iscrizione.

Durante la fase di iscrizione, a ciascun candidato verrà chiesto di scegliere il nome della propria squadra. O, qualora fosse già stata denominata e individuata in precedenza da un componente della squadra stessa, di indicare l’esatta denominazione della squadra di appartenenza, composta
da tre unità.

Quando inizia Reazione a catena 2021

La data di inizio confermata a meno di ulteriori slittamenti, è il 7 giugno 2021. Il programma resta in onda fino al 26 settembre. Per poi cedere il posto di nuovo a L’Eredità di Flavio Insinna.

Nella prima puntata torna la squadra che deteneva in titolo di campione nell’ultima puntata andata in onda nel settembre 2020. Si tratta delle Ricongiunte, ovvero Giulia Rita e Donata, tre amiche alle quali era toccato il compito di battere I tre alla seconda che sono stati presenti per ben 26 puntate all’interno del programma.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it