Connect with us

News

I dieci comandamenti, la diretta della seconda puntata

Ultimo appuntamento con l'analisi di Roberto Benigni del decalogo dettato da Dio a Mosè sul Monte Sinai.

Pubblicato

il

Ultimo appuntamento con l'analisi di Roberto Benigni del decalogo dettato da Dio a Mosè sul Monte Sinai.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

{module Banner sotto articoli}

Breve anteprima con un riassunto di quanto accaduto nella puntata di ieri. Poi, un breve intervallo pubblicitario (l’unico della serata) che anticipa il lungo monologo dell’artista toscano. 

La marcetta “Il partito del pinzimonio”, realizzata da Nicola Piovani, accompagna l’entrata in scena di Roberto Benigni. Il comico toscano ringrazia il pubblico per la grande audience registrata per la prima puntata, seguita da circa 10 milioni di spettatori. “Vorrei ringraziare tutti, uno per uno, vi invierei una torta o un mazzo di rose!” Ed ecco la prima stilettata a Renzi: “Magari vi regalerei anche 80 euro!“. E scherza ancora: “Forse ho esagerato, questa mattina una persona mi ha chiesto di confessarsi, un altro voleva darmi l’8 per mille!

Si comincia con il quarto comandamento, “Onora il padre e la madre”, uno dei preferiti del comico toscano. Benigni specifica che questo è il primo comandamento orizzontale, cioè di quelli che regolano i rapporti fra gli esseri umani, ma allo stesso punto rappresenta il punto di incontro tra divino e umano. “Onora il padre e la madre significa in realtà onora la vita“, afferma. Si tratta del primo precetto divino che non prevede divieti, ma anzi, “una ricompensa”. Leggendolo tutto, infatti, l’attore mostra come la cura per i propri genitori comporti un premio da parte di Dio: “Se si onora il padre e la madre, Dio ci allunga la vita!” E specifica: “Onorare i propri genitori significa prendersi cura di loro, soprattutto quando sono anziani“.

Il quinto comandamento è “Non uccidere”. Due parole che fanno spavento, soltanto al pronunciarle. Il senso del comandamento per Benigni è chiaro: “Significa fai vivere la vita“. Il regista rivela che nessun codice, prima del decalogo divino, aveva previsto il divieto di uccidere il prossimo. Per questo le dieci regole dettate da Dio hanno una portata rivoluzionaria. La critica verso l’uomo che si macchia di un reato così grave è feroce. Prendendo spunto dall’episodio biblico di Caino che uccise il fratello Abele, dice: “Loro due non avevano mai parlato prima di quell’episodio. Oggi come allora si uccide soprattutto perchè tra le persone non c’è dialogo. L’assenza di parola è alla base di ogni forma dell’omicidio e di ogni forma di violenza”. Il discorso cade anche sulla pena di morte: “Non è mai stata introdotta per un senso di giustizia, ma per fini politici, economici e perchè nelle persone rimanesse sempre un fondo di crudeltà“.

Il sesto comandamento prescrive di “non commettere adulterio“. Subito un chiarimento: Benigni afferma che è bene distinguere da quanto a lungo la Chiesa Cattolica ha fatto credere e cioè il precetto prescrivesse di “non commettere atti impuri”, cosa non contemplata dalla Bibbia. La critica è nei confronti di una Chiesa secolarmente piuttosto bacchettona sull’argomento e che strutturava il precetto “in due parti: non commettere adulterio e restare casti di anima e corpo” E qui altra frecciata alla Chiesa moderna: “Un’ultima virtù, questa, che molti preti si tramandano di padre in figlio“. Un altro errore è che spesso parlando di atti impuri, si è spesso confuso il sesso con il peccato“. E invece il sesso è “il luogo della creazione, è la cosa che più ci avvicina a Dio, pensate al Cantico dei Cantici!”. Anche questo comandamento è rivoluzionario: “Sull’adulterio non c’era mai nessuna legge. Dio ha voluto regolamentare la famiglia, la coppia e il matrimonio.” Il senso ultimo di questo comandamento è proteggere l’amore ed in particolare la fedeltà.

Settimo comandamento, “Non rubare”. Benigni dice che “è stato pensato direttamente per noi italiani, un comandamento ad personam“. In origine, dice, esso si riferiva al furto delle persone, al sequestro. Per questo “segna un passo importante per l’evoluzione della storia dell’uomo“, nato con l’intento di eliminare la schiavitù. Eppure, riflettendo sulla storia attuale, la schiavitù esiste ancora, sotto varie forme, verso le quali Benigni è molto duro: il lavoro nero, le donne vendute per farle prostituire. Il regista riflette poi sul concetto di furto, un'”offesa a Dio” e sull’ abbrutimento nel quale si è caduti dal punto di vista sociale e politico: Rubare è diventato ormai normale, anzi certe volte c’è stima verso il ladro, chi ruba non si vergogna più! Vendere la propria anima, farsi comprare è una lordura! Oggi anche negli affari, nella finanza la regola è: fai agli altri ciò che non vuoi che venga fatto a te!” . Le forme di furto per Benigni sono tante: l’evasione fiscale, l’eccessiva tassazione da parte dello Stato, l’abusivismo. Soprattutto, la forma più grave di furto che rovina l’anima è quando si nega ad una persona di lavorare, perchè in questo modo “non è libera di vivere“. 

“Non dire falsa testimonianza” è l’ottavo comandamento. Roberto Benigni sottolinea come esso sia cruciale e come esso sia indissolubilmente legato al tema della giustizia. “Con una calunnia si può uccidere una persona“, dice. Questo precetto dimostra come la parola possa riuscire, nella sua semplicità e allo stesso tempo il suo peso, a distruggere il prossimo. Benigni centra poi la sua riflessione sul concetto della verità: “Dobbiamo cercarla, trovarla e l’unico modo per trovarla è dirla. Così si diventa veri e belli“. Spesso la verità però è celata da chi detiene il potere, che ha paura di farla venire fuori. Ed è un peccato, perchè “essa è grandiosa, crea fiducia“.

Il nono comandamento è “non desiderare la donna d’altri”. Inizialmente esso era unito all’ultimo comandamento, “non desiderare la roba d’altri”. Anche in questo caso Benigni ci tiene a fare un distinguo. Leggendo il testo, lo showman toscano chiarisce che non è proibito guardare la donna di un altro, il comandamento non prescrive “un divieto ad una reazione spontanea davanti alla bellezza“. Quello che il precetto vieta è di elaborare una strategia, che non badi ad alcuna legge morale, mirante a conquistare e ad impossessarsi della donna di un altro, con la quale è unita in matrimonio. 

Ed eccoci all’ultimo comandamento dettato da Dio, “non desiderare la roba d’altri”. Roberto Benigni dice che questo è il comandamento che dimostra come il desiderio, tendenza umana naturale, venga stravolto “dalla bramosia, dall’invidia, dalla concupiscenza”. La violazione di questo precetto rappresenta la negazione di tutto il senso della Bibbia, rappresenta soprattutto il ritorno alla schiavitù, che l’ottavo comandamento vuole eliminare. Violando questo precetto, l’uomo si annulla e finisce per perdere quella unicità che lo contraddistingue. 

La riflessione sui 10 comandamenti è finita, ma Benigni vuole concentrare la sua attenzione su quello che è stato il precetto preferito da Gesù, “ama il prossimo tuo come te stesso“. Roberto Benigni rivela come a questo punto i libri sacri, la Bibbia rappresentano un commento a questo precetto che Gesù ha voluto condividere con il mondo. Attraverso le parole di Gesù, il premio Oscar ribadisce il bisogno e la necessità dell’amore:Affrettiamoci ad amare, amiamo sempre troppo poco e troppo tardi. Non esiste un emozione più grande che la nostra vita dipende da un’altra persona. L’amore combacia con il significato di tutte le cose: la felicità, Cercatela continuamente, ora, sempre, tutti i giorni. E conclude con una poesia di Whitman, nella quale rinnova l’invito ad apprezzare il creato, tutto ciò che ci circonda, perchè “è bene ogni tanto, inginocchiarsi davanti al mondo, all’esistenza”.

Si conclude qui l’appuntamento con “I dieci comandamenti”. Due ore di intenso e commovente monologo da parte di un Benigni a dir poco superlativo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nasco a Napoli nel 1989, ma la mia città è San Giorgio a Cremano, la stessa di uno dei miei miti: Massimo Troisi. Gli studi mi hanno portato a Roma, dove mi sono laureato in Editoria multimediale e nuove professioni dell’informazione alla Sapienza. Sono giornalista pubblicista. Il varietà è il mio genere preferito, sia in tv che in radio. A ruota seguono serie tv e quiz. La mia passione è il Festival di Sanremo: da piccolo fantasticavo di cantare sul palco dell'Ariston, ora mi limito a sognare di condurlo!

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Stasera in tv lunedì 25 ottobre 2021, tutti i programmi in onda

Su Raidue l’attualità con Quelli che il lunedì con Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu e Mia Ceran. Su Italia 1 il film Final Score – L’ultima partita con Pierce Brosnan.

Pubblicato

il

Stasera in Tv lunedì 25 ottobre 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv lunedì 25 ottobre 2021. Su Raiuno l’ultima puntata della fiction I Bastardi di Pizzofalcone 3. Su Rete 4 l’attualità con Quarta Repubblica con Nicola Porro

I Bastardi di Pizzofalcone Sangue dove è girato

Stasera in tv lunedì 25 ottobre 2021, Rai

Su Raiuno, alle 21.25, l’ultima puntata della fiction I Bastardi di Pizzofalcone 3. Titolo dell’episodio: “Verità”. Il ritrovamento di un uomo in mare, ucciso da una serie di colpi violenti, sembra un caso di normale amministrazione. Ma quando l’ispettore Lojacono (Alessandro Gassman) riesce ad identificare il defunto, scopre che la sua morte è legata all’attentato che ha coinvolto i Bastardi.

Su Raidue, alle 21.20, l’attualità con Quelli che il lunedì. Un’altra serata all’insegna dell’ironia e della comicità con Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu e Mia Ceran. Nel cast c’è anche Ubaldo Pantani, che fa parte della squadra di “Quelli che” fin dal 2009. Esilaranti, tra le altre, le sue imitazioni di Massimiliano Allegri e Luciano Spalletti, toscani come lui.

Su Raitre, alle 21.20, l’attualità con Report. Il programma di Sigfrido Ranucci apre stasera la nuova edizione con un’inchiesta sulla pandemia di Covid-19 e la campagna vaccinale. Il virus continua a correre: colpa della variante Delta, ma anche della perdita di efficacia dei vaccini. Poi si passa ai temi ambientali, partendo dall’ex Ilva di Taranto.

Su Rai 5, alle 21.15, il talk show Nessun dorma. Massimo Bernardini ospita due grandi sassofonisti che, pur di generazioni diverse, hanno molti punti in comune: Paolo Tomelleri, che tra i brani propone “Sweet Lorraine” e Stefano Di Battista che ascolteremo anche in “Straight No Chaser”.

Programmi Mediaset, Nove, Real Time

Su Rete 4, alle 21.20, l’attualità con Quarta Repubblica. Molti gli argomenti di attualità che si propongono all’attenzione di Nicola Porro e della sua folta schiera di opinionisti: si parte da un commento sull’entrata in vigore del Green Pass obbligatorio, per passare poi all’analisi delle tensioni all’interno del Movimento 5 Stelle e della Lega.

Su Canale 5, alle 21.20, il reality Grande Fratello Vip. In diretta da Cinecittà, Alfonso Signorini conduce il primo appuntamento settimanale con il reality. Come sempre in scaletta ci sono le tanto temute nomination e l’eliminazione del concorrente di turno tramite il televoto. Per il vincitore, il montepremi è di 100.000 euro, metà del quale andrà in beneficenza.

Su Nove, alle 21.25, il reality Little Big Italy. Continua il viaggio di Francesco Panella alla caccia del miglior ristorante italiano all’estero. La tappa è Monaco. Qui Panella incontra tre italiani che lo portano a mangiare nel loro locale preferito. In palio, per loro, cene pagate per un anno.

Su Real Time, alle 21.25, il docu-reality Vite al limite. Per Chrystal i problemi aumentano di giorno in giorno e deve essere aiutata dalla figlia per fare la doccia. Il dottor Now cerca di aiutarla a risolvere i suoi traumi infantili e a farle cambiare il suo stile di vita. Ma per Chrystal è molto difficile.

I film di questa sera lunedì 25 ottobre 2021

Su Rai Movie, alle 21.10, il film western del 1966, di Edward Dmytryk, Alvarez Kelly, con Richard Widmark. Durante la guerra di Secessione americana, un allevatore vende i suoi capi all’esercito nordista, mettendosi così in cattiva luce agli occhi di un ufficiale sudista.

Su Italia 1, alle 21.20, il film d’azione del 2018, di Scott Mann, Final Score – L’ultima partita, con Pierce Brosnan. Uno stadio viene preso d’assalto da un gruppo di ribelli russi armati capeggiati dai fratelli Dimitri (Pierce Brosnan) e Arkady Belav (Ray Stevenson). L’ex militare Michael Knox (Dave Bautista) cercherà di mettere in salvo i 35.000 spettatori, tra cui anche la figlia di un suo commilitone morto al fronte.

Su La7, alle 21.20, il film thriller del 2005, di Sydney Pollack, The interpreter, con Sean Penn, Nicole Kidman. Silvia Broome, una giovane interprete che lavora all’Onu, scopre un complotto per uccidere il leader di uno Stato africano. Un poliziotto di New York le darà una mano.

Su Tv8, alle 21.30, il film fantastico del 2002, di Sam Raimi, Spider-Man, con Tobey Maguire, Willem Dafoe. Punto da un ragno geneticamente modificato, il giovane Peter Parker acquisisce straordinari poteri che decide di mettere al servizio del bene, diventando un supereroe.

Su Iris, alle 21.00, il film drammatico del 1990, di Francis Ford Coppola, Il Padrino – Parte III, con Al Pacino. Michael Corleone, tradito dagli amici, decide di allontanarsi dal corrotto mondo malavitoso. Capisce però che la criminalità è ovunque, perfino negli ambienti ecclesiastici.

Stasera in tv lunedì 25 ottobre, i film su Sky

Su Sky Cinema Uno, alle 21.15, il film thriller del 2021, di Steven Soderbergh, No Sudden Move, con Benicio del Toro. Anni 50, Detroit. Ronald, Curt e Charley, tre delinquenti, vengono ingaggiati per costringere un impiegato della General Motors a rubare un documento aziendale. Ma il piano si complica.

Su Sky Cinema Due, alle 21.15, il film drammatico del 2007, di Tony Gilroy, Michael Clayton, con George Clooney. L’avvocato Clayton falsifica i fatti per i clienti dello studio legale dove lavora. Ma un giorno scopre che i colleghi difendono una multinazionale che produce diserbanti tossici.

Su Sky Cinema Action, alle 21.00, il film d’azione del 2006, di Andrew Davis, The Guardian – Salvataggio in mare, con Kevin Costner. Ben Randall, capitano di una squadra di salvataggio in mare, deve addestrare le nuove reclute. Concentrerà la sua attenzione su Jake, un promettente ragazzo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Melaverde 24 ottobre tra birra agricola e prosecco

Tutte le notizie sui luoghi dove si trovano oggi i due padroni di casa Ellen Hidding e Vincenzo Venuto.

Pubblicato

il

Melaverde puntata 24 ottobre
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Melaverde torna con la puntata di domenica 24 ottobre. Ancora una volta i due conduttori on the road sono alla ricerca delle eccelenze del nostro paese. Dopo il viaggio della scorsa settimana, ecco dove si trovano oggi Ellen Hidding e Vincenzo Venuto.

Melaverde 24 ottobre la birra agricola

Melaverde oggi conduce i telespettatori in un maso davvero particolare. L’architettura di questa struttura ricorda lo stile dei vecchi masi della valle. E’ stata costruita da artigiani locali con legno e altri materiali del posto. Ma non si tratta di un vero e proprio maso perché dentro c’è un nuovissimo impianto per la produzione di birre artigianali ed agricole.
Ma cosa significa birra agricola? Vuole dire che almeno il 51% delle materie prime che servono per produrre la birra, deve essere prodotte in azienda. E infatti la famiglia protagonista della puntata coltiva in casa sia l’orzo che il luppolo, i due ingredienti principali della birra, insieme all’acqua che sgorga purissima dalle sorgenti della Val di Fiemme, in Trentino.
Stefano è il capofamiglia ed è da tutti considerato un vero pioniere della birra artigianale trentina. Più di 20 anni fa, con la moglie Luisa, ha ripreso quella che un tempo era una grande tradizione birraia di tutte le vallate trentine, ed oggi con loro ci sono anche i tre figli a collaborare nell’attività di famiglia. Ma poi ci si sposta in un ristorante per conoscere una chef del territorio e scoprire sapori particolari da abbinare alla birra agricola prodotta in valle.
Melaverde 14 ottobre conduttori

Colline dell’Unesco

E’ uno dei grandi tesori che rendono straordinariamente unica l’Italia, dal 2019 Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco: sono le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, in provincia di Treviso. E’ questa la seconda tappa della puntata di Melaverde.
Il nome lo dice, su queste colline si produce il Prosecco, uno dei vini italiani più famosi nel mondo. Ma ciò che è stato riconosciuto Patrimonio dell’Unesco non è il vino, ma il territorio, reso unico anche grazie al lavoro secolare dell’uomo, che con i suoi filari ha disegnato uno scenario unico.
Il programma entra in una “Bellussera”, un antico sistema molto particolare di coltivazione della vigna. Unica di questa zona, è realizzata con viti incrociate a forma di rombo alte più di tre metri, che un tempo venivano sostenute dai gelsi per l’allevamento dei bachi da seta, ai quali oggi è dedicato anche un museo a Vittorio Veneto.
Si entra poi nelle Grotte del Caglieron, un luogo affascinante e selvaggio dove si parla del Torchiato di Fregona docg. Questo territorio non è solo storia ma anche modernità: Melaverde, infatti, fa visitare al pubblico una stalla di bovini completamente robotizzata dove tutto è gestito da sofisticati computer. Ma ci saranno molte altre sorprese che raccontano di un territorio ricco di attività umane antiche e moderne.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Stasera in tv martedì 19 ottobre 2021 – Tutti i programmi in onda

Su Raitre l’attualità con #Cartabianca condotto da Bianca Berlinguer. Su Italia 1 l’attualità con Le Iene, con Nicola Savino

Pubblicato

il

Stasera in Tv martedì 19 ottobre 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv martedì 19 ottobre 2021. Su Rete 4 ancora attualità con il programma Fuori dal coro condotto dal giornalista Mario Giordano. Su La7, Di Martedì programma di Giovanni Floris.

Stasera in tv martedì 19 ottobre 2021, Rai

Su Raiuno, alle 21.25, la fiction Purché finisca bene. Titolo dell’episodio di stasera: “Tutta colpa della fata Morgana”. Gabriella (Nicole Grimaudo) lavora al porto e cresce da sola la figlia Maria, ma sogna di avviare un’attività assieme all’amica Anna. Le due hanno messo gli occhi su un rudere che interessa anche a Claudio (Davide Iacopini), un imprenditore milanese.

Su Raitre, alle 21.20, l’attualità con #Cartabianca. Tra conferme e sorprese, i risultati delle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre scorso hanno ridisegnato gli assetti di alcune città italiane. Con l’aiuto di servizi, interviste e contributi degli ospiti in studio Bianca Berlinguer fa il punto della situazione, senza trascurare le news della settimana.

Programmi Mediaset, La7, Real Time

Su Rete 4, alle 21.20, l’attualità con Fuori dal coro. Gli avvenimenti più caldi del momento, il contributo degli ospiti e, soprattutto, la voglia di Mario Giordano di offrire un punto di vista comprensibile a tutti, spesso polemico, di certo mai “politicamente corretto”. In primo piano il punto sulla situazione sanitaria e le interviste ai protagonisti della politica.

Su Canale 5, alle 21.00, Calcio Champions League: Porto-Milan. Allo Stadio do Dragao di Porto si gioca una partita valida per la terza giornata della fase a gironi di Champions League. Il Milan allenato da Stefano Pioli ha assoluto bisogno di un risultato positivo contro i portoghesi dopo le sconfitte patite contro Liverpool e Atletico Madrid.

Su Italia 1, alle 21.20, l’attualità con Le Iene. Anche stasera al timone ritroviamo Nicola Savino, affiancato da Elisabetta Canalis. Grandi protagonisti i reportage realizzati dagli inviati. Tra loro c’è Filippo Roma che recentemente si è occupato di tamponi gratuiti, incontrando alcuni protagonisti della scena politica.

Su La7, alle 21.15, l’attualità con Di Martedì. Com’è consuetudine nel programma di Giovanni Floris sono molti gli ospiti che si danno il cambio sugli sgabelli e le poltrone dello studio, assicurando alla trasmissione ritmo serrato, vivacità e pluralità di opinioni.

Su Real Time, alle 21.25, il reality Matrimonio a prima vista Italia. Continua l’esperimento che vede protagoniste tre coppie formate da Martina e Davide, Dalila e Manuel, Jessica e Sergio. Dopo due settimane intense ed emozionanti, si sono già svelate alcune affinità di coppia.

Brooklyn film Rai 1

I film di questa sera martedì 19 ottobre 2021

Su Raidue, alle 21.20, il film drammatico del 2019, di Justin Baldoni, A un metro da te, con Haley Lu Richardson, Cole Sprouse. Will (Cole Sprouse) e Stella (Haley Lu Richardson), due adolescenti malati di fibrosi cistica, si innamorano, ma a causa del loro quadro clinico indebolito sono costretti a stare insieme ad almeno un metro di distanza l’uno dall’altra. Dopo la morte di un’amica, Stella decide di scappare con Will.

Su Rai 4, alle 21.20, il film thriller del 2018, di Drew Goddard, 7 sconosciuti a El Royale, con Chris Hemsworth. Sette estranei, ognuno con un passato da dimenticare, si incontrano in un fatiscente hotel sul confine tra California e Nevada. Durante la notte, ognuno svelerà la propria natura.

Su Rai 5, alle 21.15, il film drammatico del 2006, di Alejandro Gonzàles Inàrritu, Babel, con Brad Pitt, Alejandro Gonzàles. Nel tentativo di salvare il loro rapporto, i coniugi americani Richard e Susan Jones vanno in vacanza in Marocco. Lì, durante un trasferimento, la donna viene ferita da un colpo di fucile.

Su Rai Movie, alle 21.10, il film drammatico del 2015, di John Crowley, Brooklyn, con Saoirse Ronan, Emory Cohen. Negli Anni 50, Ellis lascia l’Irlanda per trasferirsi negli Stati Uniti in cerca di fortuna. Ma quando le cose cominciano ad andare bene, una tragica notizia la richiama in patria.

Su Tv8, alle 21.30, il film thriller del 2018, di Fede Alvarez, Millennium – Quello che non uccide, con Claire Foy. L’hacker Lisbeth viene chiamata da un programmatore americano per recuperare un software molto pericoloso. Le cose sembrano andare bene, ma ben presto…

Su 20 Mediaset, alle 21.00, il film fantastico del 2011, di Michael Bay, Transformers 3, con Shia LaBeouf, Josh Duhamel. Sconfitti, ma determinati a vendicarsi, i Decepticon minacciano ancora Sam e gli Autobot. Quest’ultimi dovranno affrontare anche un nuovo, terribile nemico.

Su Iris, alle 21.00, il film western del 1969, di Henry Hathaway, Il “Grinta”, con John Wayne. Mattie Ross vuole vendicare la morte del padre, ucciso dal fuorilegge Tom Chaney. Ingaggia così l’anziano sceriffo Rooster Cogburn per dargli la caccia. Poi si unisce a loro anche un agente governativo.

Su Cine34, alle 21.00, il film drammatico del 2012, di Giuseppe Tornatore, La migliore offerta, con Geoffrey Rush. Virgil è uno scorbutico battitore d’aste molto apprezzato, la cui vita scorre senza sussulti. Un giorno, però, una donna misteriosa lo invita nella sua villa per una valutazione.

Stasera in tv martedì 19 ottobre 2021, i film su Sky

Su Sky Cinema Uno, alle 21.15, il film d’avventura del 2011, di Paul W.S. Anderson, I tre moschettieri, con Logan Lerman. Porthos, Athos e Aramis prendono D’Artagnan sotto la loro ala protettrice. Insieme devono affrontare una pericolosa missione: sventare un complotto che minaccia il sovrano.

Su Sky Cinema Due, alle 21.15, il film drammatico del 2019, di Filippo Meneghetti, Due, con Martine Chevallier. Da diversi decenni, Nina e Madeleine vivono in gran segreto una passionale storia d’amore. Ma un giorno la loro relazione viene travolta da un evento inaspettato.

Su Sky Cinema Action, alle 21.00, il film d’azione del 2019, di Joel Souza, Crown Vic, con Luke Kleintank, Bridget Moynahan. Durante una notte di pattuglia a Los Angeles, il poliziotto esperto Ray e la giovane recluta Nick cercano una ragazza scomparsa. Si ritroveranno a dare la caccia a due spietati criminali.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it