Connect with us

News

David di Donatello su Rai1: trionfa “La miglior offerta”

Lillo e Greg al timone dei David di Donatello 2013 su Rai1
Avatar

Pubblicato

il

Lillo e Greg al timone dei David di Donatello 2013 su Rai1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Siamo alla Dear, in particolare allo Studio 5 Nomentano. Oggi questo è un set soprattutto televisivo, ma qui sono stati girati film come ‘Fratello sole, sorella luna’ ed ‘In nome del popolo italiano’”, ricordano Lillo & Greg, i mattatori di “610”, programma cult di Radio2 Rai. “Sono onorato di presentare questo premio che omaggia il cinema italiano dal 1956”, apre le danze Greg, raggiunto poco dopo da Lillo (occhiali alla Johnny Depp e ciuffo capriccioso), che finge la prima gag: il suo ritardo è dovuto al fatto che è rimasto chiuso in camerino.

Al loro fianco la presenza silenziosa (tranne un intervento iniziale di presentazione giocando sulla sua altezza che domina Lillo) di Elisa Silvestrin, annunciatrice tv, nonché seconda classificata al concorso di Miss Italia 2006, che consegna ai “premiatori” le buste sigillate dal notaio col nome dei vincitori. Nella drammaturgia della cerimonia tv c’è l’intervento a tratti della voce fuori campo del doppiatore Roberto Pedicini, il “The Voice” che annuncia in grande stile i vincitori.

In prima fila l’anima del premio, Gianluigi Rondi, presidente dell’Accademia del cinema italiano David di Donatello, e Luigi Gubitosi, il direttore generale della Rai. Il primo ingresso tra gli ospiti è di Elena Sofia Ricci: “E’ la festa del cinema – dice l’attrice -, al di là di chi saranno i vincitori, è la festa di tutti noi che siamo qui”.

A trionfare nella notte di quelli che sono definiti gli Oscar italiani sono stati Giuseppe Tornatore e Valerio Mastandrea. Il regista di Bagheria, classe 1956, riceve per “La migliore offerta” il David di Donatello per il miglior film ed il miglior regista (com’è successo l’anno scorso per “Cesare deve morire” ai fratelli Paolo e Vittorio Taviani che lo premiano con la statuetta per la migliore pellicola) ed il David Giovani (assegnato da oltre 6 mila studenti di tutta Italia). “Sono felicissimo, molto contento – afferma Tornatore -. Grazie ai miei produttori che hanno affrontato il film con entusiasmo straordinario. Ringrazio tutti i giurati dell’Accademia del cinema italiano, il presidente Gianluigi Rondi e voglio dedicare questo premio a tutti coloro che nonostante le difficoltà non hanno smesso di volere fare i film”. Giancarlo Giannini che gli consegna la statuetta come miglior regista gli dice: “Premiando te premio la gioia, l’amore ed il coraggio di fare il cinema”. In tutto, il film con protagonista Geoffrey Rush si aggiudica sei statuette. Si aggiungono, infatti, quella al Migliore Musicista, Ennio Morricone, cui viene tributata una standing ovation (“Ho ricevuto tanti David di Donatello, ma è come se fosse il primo – dichiara il maestro commosso -. Questo film ha segnato per me una rivoluzione nello scrivere la musica”); quella alla migliore scenografia a Maurizio Sabatini e Raffaella Giovannetti; e quella al Migliore Costumista Maurizio Millenotti. “Peppuccio grazie – esclama Millenotti -, con te si vince sempre”. Il costumista dedica il David di Donatello al suo paese Reggiolo, piegato dal sisma, che fu set di Federico Fellini per “La voce della luna”.

Oltre che di Tornatore, la cui “Migliore offerta” si può definire oggi “Nomen omen”, la 57esima edizione dei David di Donatello è anche la festa di Valerio Mastandrea. Protagonista al cinema dall’anno scorso ad oggi con “Romanzo di una strage”, “Gli equilibristi”, “Padroni di casa”, “Il comandante e la cicogna” e “Viva la libertà”, l’artista romano classe 1972 sigla una doppietta: è miglior attore non protagonista per “Viva la libertà” e miglior attore protagonista per “Gli equilibristi”. Dedica il primo premio alla “cinquina dei candidati (in lizza con lui Stefano Accorsi, Giuseppe Battiston, Marco Giallini e Claudio Santamaria, ndr), amici prima che colleghi” ed il secondo ad Ivano De Matteo. “Non me l’aspettavo il premio come miglior attore protagonista, questo lo dedico ad Ivano: è suo – dice Mastandrea -. E’ un riconoscimento al film, lo dedico alla sua famiglia: la moglie lo ha scritto, il figlio lo ha interpretato”. Di “Viva la libertà”, con Mastandrea, è premiata anche la sceneggiatura. “Sono particolarmente felice – afferma il regista Roberto Andò, che con Angelo Pasquini firma anche la sceneggiatura -, ci siamo attenuti al principio che il cinema è la vita senza le parti noiose. Mai come in questo caso la sceneggiatura è stato il viatico per la leggerezza”.

Nel medagliere, però, dopo “La migliore offerta” salgono sul podio “Diaz” con quattro statuette e “Reality” con tre. In particolare, Paola Minaccioni (che dà vita ad un piccolo sketch con Lillo & Greg con cui collabora a “610”) premia il Miglior Fonico di Presa Diretta Remo Ugolinelli ed Alessandro Palmerini per “Diaz” e, per lo stesso film di Vicari, i Migliori Effetti Speciali Visivi “Storyteller” – Maruio Zanot (“questo premio – afferma Zanot – lo dedico a tutti i ragazzi massacrati all’interno della ‘Diaz’”).

Luca Argentero (presentato come quello che è approdato al cinema d’autore provenendo dal “Grande fratello”, cosa che per l’attore non deve essere considerato “un preconcetto”) consegna il David come Migliore produttore a Domenico Procacci che dice: “Film come ‘Diaz’ hanno senso ed utilità, non dovrebbe essere così difficili produrli”. Mentre Anna Foglietta premia il montatore della pellicola: Benni Atria. “E’ stato un film difficile da realizzare – afferma Atria -. E’ stata una grande esperienza per me”. La stessa attrice annuncia il premio per la Migliore fotografia che va al compianto Marco Onorato, scomparso giusto un anno fa, il 2 giugno 2002 (la prossima settimana al cinema arriva l’ultimo film per cui ha lavorato “Cha Cha Cha” di Marco Risi). A ritirare il premio attribuitogli per “Reality” di Matteo Garrone il figlio Attilio: “Mio padre – dice – mi ha insegnato l’amore per il lavoro, anche se faccio altro. Mi ha dato un grandissimo esempio”. A “Reality” altri due premi, quelli per il “trucco e parrucco”: il Migliore Truccatore è Dalia Colli, mentre Daniela Tartari è il Migliore Acconciatore.

Come migliori attrici vengono premiate Margherita Buy e Maya Sansa. Enrico Brignano (che dà vita ad una gag in siciliano su cui si gioca tra film d’evasione e d’impegno) premia Maya Sansa per “Bella addormentata”, dove interpreta una donna sfiduciata dalla vita. “La battaglia di Marco Bellocchio per il libero arbitrio è uno dei motivi per cui lo stimo”, afferma l’attrice in dolce attesa. Mentre Carlo Verdone (che alla Dear ha girato “Un sacco bello” e “Bianco rosso e Verdone”) annuncia: “Era destino, ‘Maledetto il giorno che t’ho incontrato’, Margherita Buy, Milla”. “Sono felicissima. Saluto Maria Sole. Sono felice di aver fatto questo film faticoso ma bellissimo e che rappresenta tante donne”, afferma la protagonista di “Viaggio sola” diretto da Maria Sole Tognazzi.

Sul palco incastonato in una scenografia dominata da pellicole in cui domina il David di Donatello sfilano anche: Rocco Papaleo, che premia il miglior regista esordiente, Leonardo Di Costanzo, per “L’intervallo”; Max Gazzè, che oltre a Morricone come miglior musicista, consegna il premio anche per la Migliore Canzone Originale che è “Tutti I Santi Giorni” (musica e testi di Simone Lenzi, Antonio Bardi, Giulio Pomponi; Valerio Griselli, Matteo Pastorelli e Daniele Catalucci, interpretata da Virginiana Miller per il film “Tutti I Santi Giorni”); Gabriella Pession, che annuncia il Miglior Cortometraggio “L’esecuzione” di Enrico ed il Miglior Documentario di Lungometraggio “Anija – La Nave” di Roland Sejko; e Luca Barbareschi, che proclama il Miglior Film dell’Unione Europea, “Amour” di Michael Haneke (Teodora Film e Spazio Cinema), ed il Miglior Film Straniero, “Django Unchained” di Quentin Tarantino (Warner Bros. Pictures Italia).

Il David Speciale 2013 alla carriera va al maestro Vincenzo Cerami. All’annuncio sullo schermo scorrono le immagini de “La vita è bella”, film per il quale è stato candidato all’Oscar nel 1999 con Roberto Benigni, che – lui assente – ritira il premio assieme a Nicola Piovani. “Viene premiato come scrittore di cinema, ma per me è un paroliere. Sono l’artigiano che s’incontra con il poeta”, afferma Piovani. “A Cerami io avrei dato il David di Donatello dopo venti minuti che l’ho conosciuto – dice il toscanaccio -. Mi ha insegnato a scrivere la storia di un sogno. Lui è precisissimo come solo i grandi visionari sanno fare”. “Siccome non è riuscito a venire qui – afferma Piovani -, glielo andiamo a portare noi adesso”.

Ed è Aisha Cerami al ricevimento in Quirinale a leggere l’indirizzo di saluto del padre Vincenzo a nome del Cinema Italiano. Un cinema italiano a cui il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, si rivolge con queste parole: “Viviamo tempi molto difficili, lo sapete tutti meglio di me, li vive anche il cinema, li vive ciascuno di voi per il suo lavoro nel cinema, però è molto importante che, nonostante queste difficoltà, voi vi presentiate con il bilancio con cui si è chiuso il 2012 e con questa ricchezza di energie, di risorse, di talenti, in una fusione tra le generazioni che sempre mi colpisce”. Il Capo dello Stato ricorda come sia importante che “ci sia soprattutto nelle istituzioni piena consapevolezza di quel che il cinema italiano rappresenta per l’Italia e per il mondo”, sottolineandone il “ruolo storico e la sua funzione nazionale e sociale”. Ma sprona il mondo del Cinema Italiano: “Abbiamo le carte in regola – conclude il Presidente Napolitano – per guardare al futuro del cinema italiano con fiducia senza sottovalutare i problemi, ma senza mai scoraggiarci e senza mai cadere nella lamentazione. Quindi convinzione, volontà e naturalmente passione, ma se non c’è passione non c’è cinema”.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Stasera in tv 11 maggio – Tutti i programmi in onda

Stasera in tv 11 maggio 2021. In onda il trittico dell'informazione composto da #Cartabianca su Rai 3, Fuori dal coro su Rete 4 e Di Martedì su La7.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Stasera in tv 11 maggio 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv 11 maggio 2021. Rai 3, Rete 4 e La7 propongono rispettivamente i programmi d’informazione politica, economica e di cronaca #Cartabianca, Fuori dal coro e DiMartedì. Su Rai 1, invece, va in onda la serata evento per la sessantaseiesima edizione dei Premi David di Donatello. Di seguito tutta la programmazione prevista per stasera su tutte le reti pubbliche, private, digitali e satellitari.

Stasera in tv 11 maggio – Programmazione Rai

Rai 1 trasmette a partire dalle 21:25 la sessantaseiesima edizione dei Premi David di Donatello. L’accademia del Cinema Italiano organizza una serata evento dedicata al cinema nazionale, ma non solo. I lungometraggi candidati ai ventiquattro premi sono infatti grandi eccellenze del nostro paese, ma anche esponenti del cinema internazionale. E’ prevista la partecipazione di Laura Pausini, in gara per la miglior canzone con “Io sì/Seen” da La vita davanti a sé. Il brano ha valso alla Pausini il Golden Globe 2021, nonché la nomina agli Oscar 2021.

Rai 2 propone dalle 21.20 il one man show di Enrico Brignano: Un’ora sola Vi vorrei. Il programma è caratterizzato dalla durata prefissata di un’ora, e si compone di monologhi comici ed esibizioni canore del repertorio del comico romano.

Bianca Berlinguer conduce su Rai 3 il consueto appuntamento con #Cartabianca, in onda dalle 21.20. Il talk show tratta argomenti di stringente attualità; la conduttrice, in compagnia di ospiti in studio o in collegamento, spazia dal mondo della politica, all’economia e alla cronaca nazionale.

Stasera in tv 11 maggio – Programmazione Mediaset

Su Rete 4 va in onda alle 21.20 il talk Fuori dal Coro. Il conduttore Mario Giordano accoglie in studio, o in collegamento, ospiti per discutere di politica, economia e cronaca. Lo stile della trasmissione è unico e riconoscibile grazie all’estrema teatralità di Giordano, che propone ogni sera diversi interventi irriverenti.

Canale 5 trasmette in prima tv dalle 21.45 la quarta puntata della prima stagione della serie Buongiorno, mamma!, con Raoul Bova. Agata organizza una festa a sorpresa per il compleanno di Guido, ma lui non sembra apprezzare. Tuttavia, la reazione di Guido si radica in alcuni traumi profondi che ha subito in passato. 

Su Italia 1 prosegue alle 21.20 Le Iene Show, con nuovi servizi e scherzi. Conducono la puntata Nicola Savino e Alessia Marcuzzi, insieme alle voci della Gialappa’s Band. Sono previsti servizi sulle riaperture di Bar e ristoranti per Maggio, sul DDL Zan contro l’omotransfobia, e numerosi aggiornamenti ai servizi trattati in passato dalla trasmissione.

La programmazione di La7, TV8 e NOVE

Dalle 21.15 La7 trasmette una nuova puntata del talk DiMartedì, condotto da Giovanni Floris. E’ prevista la partecipazione di ospiti provenienti dal mondo della politica e dell’economia, per discutere di questioni nazionali e internazionali, e di vicende di cronaca particolarmente rilevanti.

 TV8 propone un altro Best Of dell’ultima stagione di Italia’s got Talent, in onda dalle 21.30. I giudici Frank Matano, Mara Maionchi, Federica Pellegrini e Joe Bastianich hanno affrontato un lungo periodo di selezioni per eleggere “il miglior talento” sul suolo nazionale per il 2021.

Quindi, il classico film di fantascienza La guerra dei mondi (titolo originale War of the worlds) è in onda alle 21.25 su NOVE. Il lungometraggio è diretto da Steven Spielberg, con Tom Cruise nel ruolo del protagonista Ray Ferrier. Un uomo semplice, che deve confrontarsi suo malgrado con una terribile invasione aliena.

Stasera in tv 11 maggio – i film in onda su Sky Cinema

Infine, vi proponiamo due film in onda sui canali satellitari di Sky Cinema. 

Tolo Tolo di e con Checco Zalone, è in onda alle 21.15 su Sky Cinema canale 303. Pierfrancesco Zalone, detto Checco, si rifiuta di ricevere il reddito di cittadinanza in quanto disoccupato. Si reinventa, invece, chef di sushi, e apre il primo ristorante etnico di Spinazzola. Il progetto fallisce, e Checco è costretto a fuggire in Africa, braccato dai creditori. Purtroppo, la sfortuna si abbatte su di lui, e scoppia una guerra civile; Checco è così costretto a tornare in Italia illegalmente, insieme a Oumar, un caro amico.

E poi, Cattivissimo me 2, cartone animato Dreamworks Picture, è trasmesso alle 21.00 su Sky Cinema canale 304. La storia di Gru, ex supercriminale e geniale inventore, prosegue.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Nuovi eroi le storie della prima settimana su Rai 3

Tutte le anticipazioni sui protagonisti della terza edizione del programma con la voce narrante di Veronica Pivetti.
Redazione

Pubblicato

il

Nuovi Eroi storie
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Terza stagione per Nuovi eroi con le storie raccontate nella prima settimana. Come vi abbiamo anticipato si tratta di un format originale prodotto da Stand by Me e Rai3 con la collaborazione del Quirinale, in onda a partire dal 10 maggio, dal lunedì al venerdì alle 20.20 su Rai3.

Nuovi eroi puntate e storie del Covid

Sono trenta puntate inedite che raccontano altrettante storie straordinarie di cittadine e cittadini italiani insigniti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Il motivo è che sono rappresentativi della più alta espressione dei valori che definiscono la Nazione, il suo impegno civile e il forte senso di comunità.
Tra di loro, anche gli “eroi del Covid”, ossia i cittadini che, con diversi ruoli, professioni e provenienza geografica, si sono particolarmente distinti nel servizio alla comunità durante l’emergenza del Coronavirus.
La voce fuori campo di Veronica Pivetti guida il racconto, arricchito dalle testimonianze dei protagonisti e di amici, familiari, colleghi e da immagini, filmati privati, suggestive ricostruzioni e repertorio di cronaca, delle storie di eroi comuni spesso sconosciuti al grande pubblico, ma esempio di dedizione e impegno per tutto il Paese.

Le storie della prima settimana

Ecco i protagonisti delle storie raccontate da lunedì 10 a venerdì 14 maggio
Lunedì 10 maggio 
Antonio Calò è un professore di Treviso da sempre impegnato nel sociale. Le sue esperienze personali hanno poi incontrato quelle della moglie, Nicoletta, anch’essa attenta alle persone emarginate. È stato insignito dell’Onorificenza al Merito perché ha messo in pratica quel che viene rinfacciato ai “buonisti”: ospitare a casa sua sei profughi.
 
Martedì 11 maggio 
Suor Gabriella Bottani è una missionaria comboniana impegnata tra Milano e Roma nella lotta alla tratta degli esseri umani. Ha preso i voti all’inizio degli anni 2000 e da quel momento ha condotto per 10 anni diverse missioni in Brasile. Dal 2015 è coordinatrice di “Talitha Khum”, rete internazionale contro la tratta di esseri umani.
 
Mercoledì 12 maggio 
Antonio Iacono è un docente precario di Scienze che durante la prima emergenza pandemica ha continuato a svolgere le video lezioni agli studenti dell’Istituto Telese di Ischia, nonostante fosse ricoverato per Covid al Rizzoli di Lacco Ameno. Continuare ad insegnare è stata una scelta naturale perché crede nel principio per cui la trasmissione del sapere va al di là dei libri di testo.
 
Giovedì 13 maggio
Giacomo Perini ha 24 anni. Gli è stata amputata una gamba per le conseguenze di un osteosarcoma al fegato. E’ iscritto alla Facoltà di Scienze Politiche di Roma, oltre a praticare a livello agonistico nuoto e canottaggio con la Nazionale paralimpica. Contestualmente è impegnato nella sensibilizzazione delle nuove generazioni, creando momenti di incontro e confronto con gli studenti.
 
Venerdì 14 maggio
Maria Rita Pitoni vive a Rieti, dove lavora come dirigente scolastico. Crocerossina di lungo corso, è stata chiamata a reggere l’istituto onnicomprensivo di Amatrice dopo il devastante terremoto del 2016. Ha compiuto una preziosa attività di coordinamento sul territorio.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Stasera in tv 10 maggio – Tutti i programmi in onda

Stasera in tv 10 maggio 2021. Report su Rai 3 si scontra con Quarta Repubblica su Rete 4. L'isola dei Famosi continua su Canale 5.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Stasera in tv 10 maggio 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv 10 maggio 2021. Rai 1 propone due nuovi episodi in prima visione tv della serie Chiamami ancora amore. Rai 3, invece, trasmette le indagini di Report, con Sigfrido Ranucci. Rete 4 risponde con il talk Quarta Repubblica, mentre su Canale 5 prosegue l’adventure-reality L’isola dei Famosi. Di seguito tutta la programmazione prevista per stasera su tutte le reti pubbliche, private, digitali e satellitari.

Stasera in tv 10 maggio 2021 – Programmi Rai

Rai 1 trasmette a partire dalle 21:25 Chiamami ancora amore, la seconda puntata in prima visione tv. I due episodi in onda si intitolano La mela e Il secondo. L’assistente sociale inizia le indagini di routine sui primi mesi di vita di Pietro. Così, Rosa Puglisi interroga prima il pediatra del bambino e poi chiunque sia in grado di restituirle un’opinione su quel periodo. Presto, però, deve decidersi ad affrontare Anna direttamente.

Rai 2 propone il film A Napoli non piove mai, dalle 21:20. La storia di Barnaba, un uomo affetto dalla sindrome di Peter Pan, incapace di crescere e relegato a vivere in una perenne infanzia. E di Jacopo, vittima di sindrome dell’abbandono. E, ancora, di Sonia, che soffre di sindrome di Stendhal. Tre personaggi apparentemente fragili, il cui incontro trasformerà per sempre le reciproche esistenze.

Infine, proseguono le indagini giornalistiche di Sigfrido Ranucci e della redazione di Report, dalle 21.20 su Rai 3. Chi controlla il mercato della videosorveglianza? Dove vanno a finire i terabyte di dati raccolti, le immagini, i video? L’ultima indagine di Report, intitolata L’occhio del Dragone, indaga sul mondo semisconosciuto della compravendita di dati sensibili a fini commerciali.

Stasera in tv 10 maggio 2021

Stasera in tv 10 maggio 2021 – Programmi Mediaset

Dalle 21:20 su Rete 4 va in onda Quarta Repubblica. Il talk condotto da Nicola Porro tratta argomenti di stringenti attualità con ospiti in studio, spaziando dalla politica, all’economia, alla cronaca nazionale. 

Poi, Canale 5 trasmette una nuova puntata dell’adventure reality L’isola dei Famosi, sempre a partire dalle 21.20. E’ giunta l’ora di decidere chi, fra gli “arrivisti”, come sono definiti nel programma, deve abbandonare la competizione; e chi, invece supera indenne l’ennesima nomination. Sono a rischio sia Roberto, che Fariba e Matteo.

Invece, Italia 1 propone il film action John Wick, dalle 21.20 di questa sera. Data l’estrema violenza e crudezza di molte scene del film si consiglia la visione a un pubblico di adulti. John (Keanu Reeves) è un ex-sicario professionista rinomato nell’ambiente per le sue capacità quasi sovrumane. Un fatto apparentemente di poco conto, e un furto in casa lo convincono a tornare in campo per vendicarsi dei torti subiti. Il film fa parte di una serie tutt’ora in via di conclusione.

I programmi La7, TV8 e NOVE

Su La 7 è proposto alle 21.20 il film statunitense Il giurato (titolo originale The Juror). Nel cast sono presenti grandi star di Hollywood come Demi Moore, Alec Baldwin e Lindsay Crouse. Annie Laird, scultrice e madre single, è chiamata a partecipare come giurata al processo del mafioso Boffano. Nel tentativo di salvarsi da una condanna, Boffano tenta di corromperla per influenzare gli altri giurati. 

TV8, invece, trasmette due episodi in replica del reality 4 Hotel con Bruno Barbieri, a partire dalle 21.30. La prima puntata è ambientata a Chianti, la seconda, più genericamente, in Umbria.  Quattro proprietari di strutture molto diverse da loro, ma concorrenti sullo stesso territorio, si sfidano per stabilire chi, tra loro, offre il miglior servizio. 

Il film Sotto corte marziale (titolo originale Hart’s War) è in onda dalle 21.30 su NOVE. La pellicola è considerata un cult tra i film basati sulla seconda guerra mondiale; nel cast sono presenti grandi attori, del calibro di Bruce Willis, Colin Farrell, Terrence Howard, Cole Hauser, Rory Cochrane. Un battaglione catturato dai tedeschi e rinchiuso in un campo di concentramento inscena una corte marziale, per guadagnare tempo e progettare una fuga di massa.

Stasera in tv 10 maggio 2021 – i film in onda su Sky Cinema

Infine, vi proponiamo due film in onda sui canali satellitari di Sky Cinema.

Scontro tra titani, film di genere action-fantasy, è trasmesso alle 21.15 sul canale 313 di Sky Cinema. Il figlio illegittimo di Zeus, Perseo, combatte per sovvertire l’ordine naturale delle cose, nel tentativo di sconfiggere gli Dei stessi. Il film è un remake del 2010 di una pellicola omonima del 1981.

Sul canale 303 di Sky Cinema è proposto Moschettieri del re – La penultima missione, a partire dalle 21.15. Pierfrancesco Savino, Sergio Rubini, Rocco Papaleo e Rocco Mastandrea, diretti da Giovanni Veronesi, interpretano i tre moschettieri e D’Artagnan nella commedia action del 2018.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it