Connect with us

News

David di Donatello su Rai1: trionfa “La miglior offerta”

Lillo e Greg al timone dei David di Donatello 2013 su Rai1

Pubblicato

il

Lillo e Greg al timone dei David di Donatello 2013 su Rai1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Siamo alla Dear, in particolare allo Studio 5 Nomentano. Oggi questo è un set soprattutto televisivo, ma qui sono stati girati film come ‘Fratello sole, sorella luna’ ed ‘In nome del popolo italiano’”, ricordano Lillo & Greg, i mattatori di “610”, programma cult di Radio2 Rai. “Sono onorato di presentare questo premio che omaggia il cinema italiano dal 1956”, apre le danze Greg, raggiunto poco dopo da Lillo (occhiali alla Johnny Depp e ciuffo capriccioso), che finge la prima gag: il suo ritardo è dovuto al fatto che è rimasto chiuso in camerino.

Al loro fianco la presenza silenziosa (tranne un intervento iniziale di presentazione giocando sulla sua altezza che domina Lillo) di Elisa Silvestrin, annunciatrice tv, nonché seconda classificata al concorso di Miss Italia 2006, che consegna ai “premiatori” le buste sigillate dal notaio col nome dei vincitori. Nella drammaturgia della cerimonia tv c’è l’intervento a tratti della voce fuori campo del doppiatore Roberto Pedicini, il “The Voice” che annuncia in grande stile i vincitori.

In prima fila l’anima del premio, Gianluigi Rondi, presidente dell’Accademia del cinema italiano David di Donatello, e Luigi Gubitosi, il direttore generale della Rai. Il primo ingresso tra gli ospiti è di Elena Sofia Ricci: “E’ la festa del cinema – dice l’attrice -, al di là di chi saranno i vincitori, è la festa di tutti noi che siamo qui”.

A trionfare nella notte di quelli che sono definiti gli Oscar italiani sono stati Giuseppe Tornatore e Valerio Mastandrea. Il regista di Bagheria, classe 1956, riceve per “La migliore offerta” il David di Donatello per il miglior film ed il miglior regista (com’è successo l’anno scorso per “Cesare deve morire” ai fratelli Paolo e Vittorio Taviani che lo premiano con la statuetta per la migliore pellicola) ed il David Giovani (assegnato da oltre 6 mila studenti di tutta Italia). “Sono felicissimo, molto contento – afferma Tornatore -. Grazie ai miei produttori che hanno affrontato il film con entusiasmo straordinario. Ringrazio tutti i giurati dell’Accademia del cinema italiano, il presidente Gianluigi Rondi e voglio dedicare questo premio a tutti coloro che nonostante le difficoltà non hanno smesso di volere fare i film”. Giancarlo Giannini che gli consegna la statuetta come miglior regista gli dice: “Premiando te premio la gioia, l’amore ed il coraggio di fare il cinema”. In tutto, il film con protagonista Geoffrey Rush si aggiudica sei statuette. Si aggiungono, infatti, quella al Migliore Musicista, Ennio Morricone, cui viene tributata una standing ovation (“Ho ricevuto tanti David di Donatello, ma è come se fosse il primo – dichiara il maestro commosso -. Questo film ha segnato per me una rivoluzione nello scrivere la musica”); quella alla migliore scenografia a Maurizio Sabatini e Raffaella Giovannetti; e quella al Migliore Costumista Maurizio Millenotti. “Peppuccio grazie – esclama Millenotti -, con te si vince sempre”. Il costumista dedica il David di Donatello al suo paese Reggiolo, piegato dal sisma, che fu set di Federico Fellini per “La voce della luna”.

Oltre che di Tornatore, la cui “Migliore offerta” si può definire oggi “Nomen omen”, la 57esima edizione dei David di Donatello è anche la festa di Valerio Mastandrea. Protagonista al cinema dall’anno scorso ad oggi con “Romanzo di una strage”, “Gli equilibristi”, “Padroni di casa”, “Il comandante e la cicogna” e “Viva la libertà”, l’artista romano classe 1972 sigla una doppietta: è miglior attore non protagonista per “Viva la libertà” e miglior attore protagonista per “Gli equilibristi”. Dedica il primo premio alla “cinquina dei candidati (in lizza con lui Stefano Accorsi, Giuseppe Battiston, Marco Giallini e Claudio Santamaria, ndr), amici prima che colleghi” ed il secondo ad Ivano De Matteo. “Non me l’aspettavo il premio come miglior attore protagonista, questo lo dedico ad Ivano: è suo – dice Mastandrea -. E’ un riconoscimento al film, lo dedico alla sua famiglia: la moglie lo ha scritto, il figlio lo ha interpretato”. Di “Viva la libertà”, con Mastandrea, è premiata anche la sceneggiatura. “Sono particolarmente felice – afferma il regista Roberto Andò, che con Angelo Pasquini firma anche la sceneggiatura -, ci siamo attenuti al principio che il cinema è la vita senza le parti noiose. Mai come in questo caso la sceneggiatura è stato il viatico per la leggerezza”.

Nel medagliere, però, dopo “La migliore offerta” salgono sul podio “Diaz” con quattro statuette e “Reality” con tre. In particolare, Paola Minaccioni (che dà vita ad un piccolo sketch con Lillo & Greg con cui collabora a “610”) premia il Miglior Fonico di Presa Diretta Remo Ugolinelli ed Alessandro Palmerini per “Diaz” e, per lo stesso film di Vicari, i Migliori Effetti Speciali Visivi “Storyteller” – Maruio Zanot (“questo premio – afferma Zanot – lo dedico a tutti i ragazzi massacrati all’interno della ‘Diaz’”).

Luca Argentero (presentato come quello che è approdato al cinema d’autore provenendo dal “Grande fratello”, cosa che per l’attore non deve essere considerato “un preconcetto”) consegna il David come Migliore produttore a Domenico Procacci che dice: “Film come ‘Diaz’ hanno senso ed utilità, non dovrebbe essere così difficili produrli”. Mentre Anna Foglietta premia il montatore della pellicola: Benni Atria. “E’ stato un film difficile da realizzare – afferma Atria -. E’ stata una grande esperienza per me”. La stessa attrice annuncia il premio per la Migliore fotografia che va al compianto Marco Onorato, scomparso giusto un anno fa, il 2 giugno 2002 (la prossima settimana al cinema arriva l’ultimo film per cui ha lavorato “Cha Cha Cha” di Marco Risi). A ritirare il premio attribuitogli per “Reality” di Matteo Garrone il figlio Attilio: “Mio padre – dice – mi ha insegnato l’amore per il lavoro, anche se faccio altro. Mi ha dato un grandissimo esempio”. A “Reality” altri due premi, quelli per il “trucco e parrucco”: il Migliore Truccatore è Dalia Colli, mentre Daniela Tartari è il Migliore Acconciatore.

Come migliori attrici vengono premiate Margherita Buy e Maya Sansa. Enrico Brignano (che dà vita ad una gag in siciliano su cui si gioca tra film d’evasione e d’impegno) premia Maya Sansa per “Bella addormentata”, dove interpreta una donna sfiduciata dalla vita. “La battaglia di Marco Bellocchio per il libero arbitrio è uno dei motivi per cui lo stimo”, afferma l’attrice in dolce attesa. Mentre Carlo Verdone (che alla Dear ha girato “Un sacco bello” e “Bianco rosso e Verdone”) annuncia: “Era destino, ‘Maledetto il giorno che t’ho incontrato’, Margherita Buy, Milla”. “Sono felicissima. Saluto Maria Sole. Sono felice di aver fatto questo film faticoso ma bellissimo e che rappresenta tante donne”, afferma la protagonista di “Viaggio sola” diretto da Maria Sole Tognazzi.

Sul palco incastonato in una scenografia dominata da pellicole in cui domina il David di Donatello sfilano anche: Rocco Papaleo, che premia il miglior regista esordiente, Leonardo Di Costanzo, per “L’intervallo”; Max Gazzè, che oltre a Morricone come miglior musicista, consegna il premio anche per la Migliore Canzone Originale che è “Tutti I Santi Giorni” (musica e testi di Simone Lenzi, Antonio Bardi, Giulio Pomponi; Valerio Griselli, Matteo Pastorelli e Daniele Catalucci, interpretata da Virginiana Miller per il film “Tutti I Santi Giorni”); Gabriella Pession, che annuncia il Miglior Cortometraggio “L’esecuzione” di Enrico ed il Miglior Documentario di Lungometraggio “Anija – La Nave” di Roland Sejko; e Luca Barbareschi, che proclama il Miglior Film dell’Unione Europea, “Amour” di Michael Haneke (Teodora Film e Spazio Cinema), ed il Miglior Film Straniero, “Django Unchained” di Quentin Tarantino (Warner Bros. Pictures Italia).

Il David Speciale 2013 alla carriera va al maestro Vincenzo Cerami. All’annuncio sullo schermo scorrono le immagini de “La vita è bella”, film per il quale è stato candidato all’Oscar nel 1999 con Roberto Benigni, che – lui assente – ritira il premio assieme a Nicola Piovani. “Viene premiato come scrittore di cinema, ma per me è un paroliere. Sono l’artigiano che s’incontra con il poeta”, afferma Piovani. “A Cerami io avrei dato il David di Donatello dopo venti minuti che l’ho conosciuto – dice il toscanaccio -. Mi ha insegnato a scrivere la storia di un sogno. Lui è precisissimo come solo i grandi visionari sanno fare”. “Siccome non è riuscito a venire qui – afferma Piovani -, glielo andiamo a portare noi adesso”.

Ed è Aisha Cerami al ricevimento in Quirinale a leggere l’indirizzo di saluto del padre Vincenzo a nome del Cinema Italiano. Un cinema italiano a cui il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, si rivolge con queste parole: “Viviamo tempi molto difficili, lo sapete tutti meglio di me, li vive anche il cinema, li vive ciascuno di voi per il suo lavoro nel cinema, però è molto importante che, nonostante queste difficoltà, voi vi presentiate con il bilancio con cui si è chiuso il 2012 e con questa ricchezza di energie, di risorse, di talenti, in una fusione tra le generazioni che sempre mi colpisce”. Il Capo dello Stato ricorda come sia importante che “ci sia soprattutto nelle istituzioni piena consapevolezza di quel che il cinema italiano rappresenta per l’Italia e per il mondo”, sottolineandone il “ruolo storico e la sua funzione nazionale e sociale”. Ma sprona il mondo del Cinema Italiano: “Abbiamo le carte in regola – conclude il Presidente Napolitano – per guardare al futuro del cinema italiano con fiducia senza sottovalutare i problemi, ma senza mai scoraggiarci e senza mai cadere nella lamentazione. Quindi convinzione, volontà e naturalmente passione, ma se non c’è passione non c’è cinema”.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Melaverde 24 ottobre tra birra agricola e prosecco

Tutte le notizie sui luoghi dove si trovano oggi i due padroni di casa Ellen Hidding e Vincenzo Venuto.

Pubblicato

il

Melaverde puntata 24 ottobre
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Melaverde torna con la puntata di domenica 24 ottobre. Ancora una volta i due conduttori on the road sono alla ricerca delle eccelenze del nostro paese. Dopo il viaggio della scorsa settimana, ecco dove si trovano oggi Ellen Hidding e Vincenzo Venuto.

Melaverde 24 ottobre la birra agricola

Melaverde oggi conduce i telespettatori in un maso davvero particolare. L’architettura di questa struttura ricorda lo stile dei vecchi masi della valle. E’ stata costruita da artigiani locali con legno e altri materiali del posto. Ma non si tratta di un vero e proprio maso perché dentro c’è un nuovissimo impianto per la produzione di birre artigianali ed agricole.
Ma cosa significa birra agricola? Vuole dire che almeno il 51% delle materie prime che servono per produrre la birra, deve essere prodotte in azienda. E infatti la famiglia protagonista della puntata coltiva in casa sia l’orzo che il luppolo, i due ingredienti principali della birra, insieme all’acqua che sgorga purissima dalle sorgenti della Val di Fiemme, in Trentino.
Stefano è il capofamiglia ed è da tutti considerato un vero pioniere della birra artigianale trentina. Più di 20 anni fa, con la moglie Luisa, ha ripreso quella che un tempo era una grande tradizione birraia di tutte le vallate trentine, ed oggi con loro ci sono anche i tre figli a collaborare nell’attività di famiglia. Ma poi ci si sposta in un ristorante per conoscere una chef del territorio e scoprire sapori particolari da abbinare alla birra agricola prodotta in valle.
Melaverde 14 ottobre conduttori

Colline dell’Unesco

E’ uno dei grandi tesori che rendono straordinariamente unica l’Italia, dal 2019 Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco: sono le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, in provincia di Treviso. E’ questa la seconda tappa della puntata di Melaverde.
Il nome lo dice, su queste colline si produce il Prosecco, uno dei vini italiani più famosi nel mondo. Ma ciò che è stato riconosciuto Patrimonio dell’Unesco non è il vino, ma il territorio, reso unico anche grazie al lavoro secolare dell’uomo, che con i suoi filari ha disegnato uno scenario unico.
Il programma entra in una “Bellussera”, un antico sistema molto particolare di coltivazione della vigna. Unica di questa zona, è realizzata con viti incrociate a forma di rombo alte più di tre metri, che un tempo venivano sostenute dai gelsi per l’allevamento dei bachi da seta, ai quali oggi è dedicato anche un museo a Vittorio Veneto.
Si entra poi nelle Grotte del Caglieron, un luogo affascinante e selvaggio dove si parla del Torchiato di Fregona docg. Questo territorio non è solo storia ma anche modernità: Melaverde, infatti, fa visitare al pubblico una stalla di bovini completamente robotizzata dove tutto è gestito da sofisticati computer. Ma ci saranno molte altre sorprese che raccontano di un territorio ricco di attività umane antiche e moderne.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Stasera in tv martedì 19 ottobre 2021 – Tutti i programmi in onda

Su Raitre l’attualità con #Cartabianca condotto da Bianca Berlinguer. Su Italia 1 l’attualità con Le Iene, con Nicola Savino

Pubblicato

il

Stasera in Tv martedì 19 ottobre 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv martedì 19 ottobre 2021. Su Rete 4 ancora attualità con il programma Fuori dal coro condotto dal giornalista Mario Giordano. Su La7, Di Martedì programma di Giovanni Floris.

Stasera in tv martedì 19 ottobre 2021, Rai

Su Raiuno, alle 21.25, la fiction Purché finisca bene. Titolo dell’episodio di stasera: “Tutta colpa della fata Morgana”. Gabriella (Nicole Grimaudo) lavora al porto e cresce da sola la figlia Maria, ma sogna di avviare un’attività assieme all’amica Anna. Le due hanno messo gli occhi su un rudere che interessa anche a Claudio (Davide Iacopini), un imprenditore milanese.

Su Raitre, alle 21.20, l’attualità con #Cartabianca. Tra conferme e sorprese, i risultati delle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre scorso hanno ridisegnato gli assetti di alcune città italiane. Con l’aiuto di servizi, interviste e contributi degli ospiti in studio Bianca Berlinguer fa il punto della situazione, senza trascurare le news della settimana.

Programmi Mediaset, La7, Real Time

Su Rete 4, alle 21.20, l’attualità con Fuori dal coro. Gli avvenimenti più caldi del momento, il contributo degli ospiti e, soprattutto, la voglia di Mario Giordano di offrire un punto di vista comprensibile a tutti, spesso polemico, di certo mai “politicamente corretto”. In primo piano il punto sulla situazione sanitaria e le interviste ai protagonisti della politica.

Su Canale 5, alle 21.00, Calcio Champions League: Porto-Milan. Allo Stadio do Dragao di Porto si gioca una partita valida per la terza giornata della fase a gironi di Champions League. Il Milan allenato da Stefano Pioli ha assoluto bisogno di un risultato positivo contro i portoghesi dopo le sconfitte patite contro Liverpool e Atletico Madrid.

Su Italia 1, alle 21.20, l’attualità con Le Iene. Anche stasera al timone ritroviamo Nicola Savino, affiancato da Elisabetta Canalis. Grandi protagonisti i reportage realizzati dagli inviati. Tra loro c’è Filippo Roma che recentemente si è occupato di tamponi gratuiti, incontrando alcuni protagonisti della scena politica.

Su La7, alle 21.15, l’attualità con Di Martedì. Com’è consuetudine nel programma di Giovanni Floris sono molti gli ospiti che si danno il cambio sugli sgabelli e le poltrone dello studio, assicurando alla trasmissione ritmo serrato, vivacità e pluralità di opinioni.

Su Real Time, alle 21.25, il reality Matrimonio a prima vista Italia. Continua l’esperimento che vede protagoniste tre coppie formate da Martina e Davide, Dalila e Manuel, Jessica e Sergio. Dopo due settimane intense ed emozionanti, si sono già svelate alcune affinità di coppia.

Brooklyn film Rai 1

I film di questa sera martedì 19 ottobre 2021

Su Raidue, alle 21.20, il film drammatico del 2019, di Justin Baldoni, A un metro da te, con Haley Lu Richardson, Cole Sprouse. Will (Cole Sprouse) e Stella (Haley Lu Richardson), due adolescenti malati di fibrosi cistica, si innamorano, ma a causa del loro quadro clinico indebolito sono costretti a stare insieme ad almeno un metro di distanza l’uno dall’altra. Dopo la morte di un’amica, Stella decide di scappare con Will.

Su Rai 4, alle 21.20, il film thriller del 2018, di Drew Goddard, 7 sconosciuti a El Royale, con Chris Hemsworth. Sette estranei, ognuno con un passato da dimenticare, si incontrano in un fatiscente hotel sul confine tra California e Nevada. Durante la notte, ognuno svelerà la propria natura.

Su Rai 5, alle 21.15, il film drammatico del 2006, di Alejandro Gonzàles Inàrritu, Babel, con Brad Pitt, Alejandro Gonzàles. Nel tentativo di salvare il loro rapporto, i coniugi americani Richard e Susan Jones vanno in vacanza in Marocco. Lì, durante un trasferimento, la donna viene ferita da un colpo di fucile.

Su Rai Movie, alle 21.10, il film drammatico del 2015, di John Crowley, Brooklyn, con Saoirse Ronan, Emory Cohen. Negli Anni 50, Ellis lascia l’Irlanda per trasferirsi negli Stati Uniti in cerca di fortuna. Ma quando le cose cominciano ad andare bene, una tragica notizia la richiama in patria.

Su Tv8, alle 21.30, il film thriller del 2018, di Fede Alvarez, Millennium – Quello che non uccide, con Claire Foy. L’hacker Lisbeth viene chiamata da un programmatore americano per recuperare un software molto pericoloso. Le cose sembrano andare bene, ma ben presto…

Su 20 Mediaset, alle 21.00, il film fantastico del 2011, di Michael Bay, Transformers 3, con Shia LaBeouf, Josh Duhamel. Sconfitti, ma determinati a vendicarsi, i Decepticon minacciano ancora Sam e gli Autobot. Quest’ultimi dovranno affrontare anche un nuovo, terribile nemico.

Su Iris, alle 21.00, il film western del 1969, di Henry Hathaway, Il “Grinta”, con John Wayne. Mattie Ross vuole vendicare la morte del padre, ucciso dal fuorilegge Tom Chaney. Ingaggia così l’anziano sceriffo Rooster Cogburn per dargli la caccia. Poi si unisce a loro anche un agente governativo.

Su Cine34, alle 21.00, il film drammatico del 2012, di Giuseppe Tornatore, La migliore offerta, con Geoffrey Rush. Virgil è uno scorbutico battitore d’aste molto apprezzato, la cui vita scorre senza sussulti. Un giorno, però, una donna misteriosa lo invita nella sua villa per una valutazione.

Stasera in tv martedì 19 ottobre 2021, i film su Sky

Su Sky Cinema Uno, alle 21.15, il film d’avventura del 2011, di Paul W.S. Anderson, I tre moschettieri, con Logan Lerman. Porthos, Athos e Aramis prendono D’Artagnan sotto la loro ala protettrice. Insieme devono affrontare una pericolosa missione: sventare un complotto che minaccia il sovrano.

Su Sky Cinema Due, alle 21.15, il film drammatico del 2019, di Filippo Meneghetti, Due, con Martine Chevallier. Da diversi decenni, Nina e Madeleine vivono in gran segreto una passionale storia d’amore. Ma un giorno la loro relazione viene travolta da un evento inaspettato.

Su Sky Cinema Action, alle 21.00, il film d’azione del 2019, di Joel Souza, Crown Vic, con Luke Kleintank, Bridget Moynahan. Durante una notte di pattuglia a Los Angeles, il poliziotto esperto Ray e la giovane recluta Nick cercano una ragazza scomparsa. Si ritroveranno a dare la caccia a due spietati criminali.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Stasera in tv lunedì 18 ottobre 2021, tutti i programmi in onda

Su Raidue l’attualità con Tg2 Post – Speciale ballottaggi. Su Canale 5 il reality Grande Fratello Vip con Alfonso Signorini

Pubblicato

il

Stasera in Tv lunedì 18 ottobre 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv lunedì 18 ottobre 2021. Su Raiuno la fiction I Bastardi di Pizzofalcone 3 con Alessandro Gassman. Su La7, Eden con Licia Colò.

I Bastardi di Pizzofalcone Nozze finale

Stasera in tv lunedì 18 ottobre 2021, Rai

Su Raiuno, alle 21.25, la fiction I Bastardi di Pizzofalcone 3. Titolo dell’episodio di stasera: “Sangue”. La commessa di una farmacia viene uccisa nel corso di quella che sembra essere una rapina finita male. Alcuni elementi, però, lasciano credere che la verità sia un’altra. Intanto Lojacono (Alessandro Gassman) si avvicina sempre di più all’autore dell’attentato al ristorante di Letizia.

Su Raidue, alle 21.00, l’attualità con Tg2 Post – Speciale ballottaggi. A poche ore dalla chiusura delle urne, il telegiornale diretto da Gennaro Sangiuliano propone uno speciale sui ballottaggi che hanno riguardato città come Roma (dove si sono sfidati Enrico Michetti e Roberto Gualtieri), Torino e Trieste. Spazio ad analisi e commenti con politici ed esperti.

Su Raitre, alle 21.20, l’attualità con Presa diretta. La penultima puntata del programma condotto da Riccardo Iacona si intitola “Il sassolino nella scarpa”: si parla dell’industria della moda con le sue luci e le sue ombre. I più grandi distretti europei della pelle sono in Italia, ma qual è il vero costo delle scarpe che indossiamo ogni giorno?

Su Rai 5, alle 21.15, il talk show Nessun dorma 2021. Massimo Bernardini ospita i cantautori Mario Venuti e Joe Barbieri. Provenienti da esperienze diverse, i due artisti partecipano al dibattito sulla canzone di qualità. Con loro anche la polistrumentista Sylvia Pagni e il giovane Trio Cavalazzi.

GF Vip 6 diretta 11 ottobre manuel lulu

Programmi Mediaset, La7, Nove, Real Time

Su Rete 4, alle 21.20, l’attualità con Quarta Repubblica. La trasmissione di Nicola Porro fornisce come di consueto un quadro aggiornato e mai banale sulla situazione politica ed economica del nostro Paese. Questa sera il conduttore e i suoi ospiti si soffermano in particolare sulle possibili conseguenze sul governo dei risultati delle elezioni amministrative.

Su Canale 5, alle 21.20, il reality Grande Fratello Vip. Alfonso Signorini cerca di fare un po’ d’ordine tra le esuberanze degli inquilini, ma come ogni anno è un’impresa difficile. Al centro delle discussioni si trova spesso Soleil Sorge, che litiga anche per la lista della spesa, ma poi mostra il suo lato tenero quando dà consigli sull’amore a Lulù Selassié.

Su La7, alle 21.15, Eden. Si rinnova l’appuntamento con le meraviglie della natura, i capolavori dell’arte, le tecnologie più moderne per difendere la natura e il pianeta Terra: a proporlo è Licia Colò che ci guida in un viaggio emozionante e mai retorico.

Su Nove, alle 21.25, il reality Little Big Italy. Francesco Panella è a Amsterdam dove incontra tre italiani che lo portano a mangiare nel loro ristorante preferito. Alla fine di ogni pasto ci saranno i voti, da 1 a 5 per ogni piatto: in palio il titolo di miglior locale italiano della città.

Su Real Time, alle 21.25, il docu-reality Vite al limite. Le due figlie di Tammy fanno di tutto per dedicarsi alla madre, ma sembra che la donna non abbia la forza di reagire. Il dottor Now interviene per far affrontare a Tammy i suoi problemi e le difficoltà che la legano al cibo.

I film di questa sera lunedì 18 ottobre 2021

Su Rai 4, alle 21.20, il film fantastico del 2017, di Jake Kasdan, Jumanji – Benvenuti nella giungla, con Dwayne Johnson. Giocando con una vecchia consolle, Spencer e i suoi amici si ritrovano catapultati nel video-game ambientato nella giungla. Devono superare difficili ostacoli per riuscire a tornare a casa.

Su Rai Movie, alle 21.10, il film western del 1968, di Sergio Leone, C’era una volta il west, con Henry Fonda, Claudia Cardinale. Il bandito Frank, al soldo di un industriale senza scrupoli, deve uccidere Brett e la sua famiglia che rifiutano di vendere le loro terre. Alla strage sopravvive solo Jill, la moglie dell’uomo.

Su Tv8, alle 21.30, il film fantastico del 2018, di Ruben Fleischer, Venom, con Tom Hardy, Michelle Williams. Il giornalista Eddie Brock vuole portare alla luce gli esperimenti illegali del Dott. Drake. Ma durante le indagini viene contaminato da un organismo alieno e si trasforma in Venom.

Su 20 Mediaset, alle 21.00, il film di fantascienza del 2015, di Alan Taylor, Terminator Genisys, con Emilia Clarke, Arnold Schwarzenegger. Anno 2029. Il sergente Reese viene inviato nel 1984 per proteggere Sarah Connor e impedire che venga attivato Skynet. Durante il “viaggio” Reese acquisisce nuove informazioni.

Su Iris, alle 21.00, il film drammatico del 1974, di Francis Ford Coppola, Il Padrino – Parte II, con Al Pacino, Robert Duvall. 1958. Michael Corleone è il capo di un impero mafioso. A fondarlo è stato il padre Vito, arrivato anni prima dalla Sicilia, unico superstite di una famiglia sterminata da Cosa Nostra.

Stasera in tv lunedì 18 ottobre, i film su Sky

Su Sky Cinema Due, alle 19.20, il film thriller del 2019, di T. Phillips, Joker, con Joaquin Phoenix. Arthur Fleck, frustrato pagliaccio di giorno e comico di cabaret alla sera, lotta ogni giorno per trovare la sua strada. Finché prenderà una decisione sbagliata che scatenerà una serie di drammatici eventi.

Su Sky Cinema Action, alle 21.00, il film thriller del 2020, di Craig Zobel, The Hunt, con Betty Gilpin, Ike Barinholtz. Dodici sconosciuti, tra cui Crystal, si svegliano in una radura senza sapere come sono finiti lì e perché. Scopriranno ben presto di essere stati scelti per una caccia all’uomo.

Su Sky Cinema Suspense, alle 21.00, il film drammatico del 2002, di Roger Michell, Ipotesi di reato, con Ben Affleck, Samuel L. Jackson. L’avvocato Banek coinvolge in un incidente Doyle Gipson, facendolo arrivare tardi in tribunale dove doveva affrontare una causa. Ritenendosi danneggiato, Gipson decide di vendicarsi.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it