Chi l’ha visto? su Tenco e Ilaria Alpi

i casi di cui si occupa il programma condotto da Federica Sciarelli


Il Sanremo più triste della storia del festival è certamente quello della morte di Luigi Tenco. Il cantante, dopo aver interpretato il suo brano Ciao amore ciao, escluso dalla finale, si suicidò. Almeno questa fu la tesi sostenuta e che è arrivata fino ad oggi, pur con molti misteri.

  Un colpo di pistola nella stanza d’albergo accreditò il suicidio, ma la pistola nella stanza non c’era, spuntò fuori successivamente. Un mistero non ancora chiarito. Luigi Tenco è stato “suicidato” ? La pistola fu repertata successisamente, spostando il corpo, dirà questa sera Federica Sciarelli. Inoltre un ulteriore incomprensibile aspetto, riguarda la gestione delle indagini che all’epoca furono troppo frettolose, quasi si avesse fretta di archiviare il caso. Un altro mistero aleggia sul biglietto di addio lasciato da Tenco alla madre, come racconterà il programma.

 Nella puntata odierna ci si occupa anche del giallo della morte di Ilaria Alpi. Il processo fu un depistaggio? si chiederaùà la conduttrice. Parlerà questa sera il super testimone d’accusa. In studio, con Federica Sciarelli la mamma della giornalista del TG3, che ha sempre sostenuto che l’uomo in carcere è innocente.

{module Google richiamo interno} “L’uomo in carcere accusato del suo omicidio è innocente. Io non ho visto chi ha sparato. Non ero là. Mi hanno chiesto di indicare un uomo”. E’ quanto ha rivelato il supertestimone del processo che si è svolto a Roma per l’omicidio della giornalista del Tg3 Ilaria Alpi e dell’operatore della Rai Miran Hrovatin. L’uomo, Ahmed Ali Rage, soprannominato Jelle, irreperibile per l’Italia, raggiunto dall’inviata di “Chi l’ha visto?” ha raccontato che gli italiani avevano fretta di chiudere il caso e gli hanno promesso denaro in cambio di una sua testimonianza al processo: doveva accusare un somalo del duplice omicidio. Jelle indicò il giovane Omar Hashi Hassan al pm Ionta durante un interrogatorio, ma poi non si presentò a deporre al processo e fuggì all’estero. Per la sua testimonianza il giovane Hashi fu arrestato e condannato all’ergastolo. “Non ho neache chiesto quanto” ha detto Jelle riguardo alla ricompensa promessa, “per me il guadagno più importante era scappare dalla guerra”.

“L’intervista di ‘Chi l’ha visto?’ è un documento giornalistico eccezionale che riapre una volta per tutte il caso dell’esecuzione di Mogadiscio del 1994”. Così il direttore di Rai3, Andrea Vianello, che ha aggiunto: “Le rivelazioni di Jelle confermano quello che da anni la famiglia Alpi e molti giornalisti tenacemente sostengono, cioè che in carcere ci sarebbe un innocente usato come capro espiatorio e che gravissimi depistaggi avrebbero inquinato le inchieste. Spero davvero che lo scoop del programma di Federica Sciarelli serva a spingere gli inquirenti a riaprire definitivamente le indagini sull’assassinio dei due nostri colleghi che aspettano invano giustizia da così tanti anni”.

I telespettatori da casa, invece, possono contribuire con segnalazioni e commenti in diretta durante la trasmissione o attraverso la segreteria telefonica 06.8262, la posta elettronica 8262@rai.it, twitter, facebook ed il blog del programma.  



0 Replies to “Chi l’ha visto? su Tenco e Ilaria Alpi”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*