Fedez, il “Pop-Hoolista Tour” vissuto dal parterre


Il resoconto della prima data milanese del nuovo tour di Fedez.


 Il primo, freddo pomeriggio della primavera milanese è trascorso all’interno dell’altrettanto freddo palazzetto di Assago, alle porte di Milano. Avventurandoci nei meandri della struttura abbiamo attraversato i corridoi che ospitavano i camerini dell’artista, del suo staff e degli ospiti (Noemi, Francesca Michielin, Lorenzo Fragola) prima di raggiungere la sala nella quale si è svolta la conferenza stampa di presentazione dello show che vi abbiamo già raccontato.

A seguire abbiamo avuto il piacere di assistere alle prove in un suggestivo Forum ancora vuoto. E’ stata questa l’occasione per rendersi conto del grande lavoro che sta dietro una produzione del genere. Sotto i nostri occhi sono passate Francesca Michielin Noemi che hanno provato rispettivamente Magnifico L’amore eternit anche più volte per assicurare a tutti quanti il miglior risultato possibile in vista dello spettacolo.

In serata il palazzetto si è velocemente riempito (il concerto era sold out) in qualsiasi ordine di posto. Un pubblico variegato anche se costituito in prevalenza da adolescenti. In tribuna, oltre all’arzilla nonna di Fedez, abbiamo riconosciuto anche Chiara Galiazzo.

Sulle note di Pop-Hoolista ha fatto il suo ingresso Fedez, che visibilmente emozionato ha percorso la lunga passerella che lo ha condotto al centro del palco. Ma è su Generazione Boh che il pubblico ha iniziato a saltare e a trasformare lo spettacolo in una grande festa.

Da ottimo comunicatore quale è, in grado di interpretare stati d’animo e pensieri del suo pubblico, Fedez si dimostra sempre attento e al passo con il linguaggio dei ragazzi ai quali si rivolge. Un esempio lampante si è avuto sul brano Voglio averti account, per il quale ha chiesto agli spettatori di realizzare dei video-selfie durante la performance da caricare su Twitter. Le clip in seguito saranno montate insieme e daranno vita al video ufficiale della canzone. Inutile dire che l’intero Forum ha prontamente obbedito alle indicazioni dell’artista.

Degno di nota il duetto con la rossa Noemi (L’amore eternit pare sia il nuovo singolo tratto da Pop-hoolista) ed esilarante la scenografia di Non c’è due senza trash: dall’alto cala una una gigantografia della Madonna Addolorata con il volto di Barbara D’Urso attorniata da cartonati raffiguranti Maria De Filippi, Enzo Miccio, Cristiano Malgioglio, Michele Misseri e Bruno Vespa. Il brano si prende gioco dei palinsesti televisivi troppo spesso al limite del trash.

Pubblico in delirio su Alfonso Signorini (Fedez si presenta vestito da Superman con la tutina rosa indossata da Signorini nel videoclip della canzone) e sulle hit Magnifico Cigno nero (molto suggestivo l’effetto del palazzetto illuminato a giorno solamente dai cellulari dei fan).

Non contento delle quasi due ore di show, sul finale Fedez si è fatto inserire all’interno di un grande pallone e ha rotolato sulla folla in estasi. Dopo i ringraziamenti di rito, l’artista si è congedato con le seguenti parole: “Nello scorso tour vi dicevo che se ce l’ho fatta io ce la può fare chiunque. Oggi invece mi auguro di riuscire a rimanere uno di voi”.



0 Replies to “Fedez, il “Pop-Hoolista Tour” vissuto dal parterre”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*