Domenica Live: ancora trash su Alex Belli e persino su Sollecito


Tutti gli ospiti e gli argomenti del programma domenicale condotto da Barbara D'Urso


Il primo ospite è Arrigo Sacchi, a cui come benvenuto, viene mostrata la sua imitazione da parte di Crozza. L’ex allenatore del Milan e della nazionale è in studio per promuovere il suo libro: la “D’Urso-intervista”, come la chiama la conduttrice, si risolve in una serie di videomessaggi di auguri da parte degli amici Roberto Donadoni, Filippo Galli, Italo Graziani e Carlo Ancelotti. Tra qualche giorno infatti, Sacchi compirà gli anni.
Ma il tempo da dedicargli è poco: in collegamento infatti, sta attendendo il suo momento il padre di Raffaele Sollecito, Francesco Sollecito. La sentenza definitiva sull’omicidio di Meredith Kercher ha stabilito l’innocenza del figlio e di Amanda Knox.
Qualche tempo fa la D’Urso aveva avuto in studio proprio Raffaele, e ora ricorda come l’avesse guardata per tutto il tempo fissa negli occhi. Ora l’uomo racconta di aver ricevuto la notizia al telefono dalla figlia: appena appresa, insieme agli amici del ragazzo, avrebbe urlato “Innocente” per poi iniziare i festeggiamenti.
Ma alla D’Urso, che ad ogni occasione si fa portavoce dei “terroni” interessa altro: la storia d’amore con Greta. Apprendiamo così che Raffaele Sollecito e la sua ragazza si sono “ritagliati una notte in albergo” e che dev’essere amore vero, perché lei lo ha scelto quando era imputato come colpevole: una “grande donna” dunque, Greta.
Naturalmente, in continuità alla sensibilità dimostrata finora, la D’Urso manda un grande abbraccio ai genitori di Meredith, mossa a compassione dal fatto che i poveretti non sappiano ancora chi è l’assassino. E ovviamente, essendo collegato anche l’avvocato difensore di Sollecito, lui invece sa conosce bene il nome del responsabile: Rudy Guede.

D'Urso Coccia Mezzopane

Sempre sull’onda del gossip, è Simone Coccia il protagonista successivo. Si tratta del compagno della senatrice Stefania Pezzopane. Coccia sarebbe stato immortalato insieme a una “sexy star” a Napoli, ma si giustifica spiegando fosse una conoscenza con cui ha scambiato due parole come con chiunque altro.
A sua volta collegata, la Pezzopane dice di aver notato come il servizio fosse costruito nei dettagli, segno che la coppia è al centro dell’attenzione. Se Simone avesse avuto altre intenzioni, si sarebbe preoccupato di nascondersi.
Dopo la pubblicità, viene accolto Brice Martinet. Finalista all’Isola dei Famosi, oggi è con la moglie: basta una lettera scritta dalla donna per commuoverlo. A questo punto la D’Urso sfoggia un vecchio video di uno spettacolo teatrale del 2005. Non solo: entra anche un suo amico, appena arrivato dalla Francia.

Brice Martinet
Si prosegue con la famiglia di Daniele Ducruet, una volta compagno di Stephanie di Monaco. È Morena Zapparoli la prossima, ora con un compagno: nonostante si sia formata una nuova coppia, non si rinuncia alle immagini del matrimonio tra Morena e Gianfranco, né ad alcuni video dei due insieme.
Ultimi due ospiti della puntata, Valerio Scanu e Noemi Addabbo. Per Scanu la D’Urso ha confezionato al solita intervista con i videomessaggi dei familiari, dal fratello alla nonna.

Valerio Scanu
Infine Noemi, a cui è arrivata la diffida in caso avesse mostrato alcune foto di Belli. L’attore di Centovetrine ribatte che il suo amore con la moglie è più forte delle chiacchiere dei mitomani; Noemi però insiste, perché lui non ha negato. E di conseguenza, conclude, chi tace acconsente.

Immancabile ovviamente, la prima ora di talk populista su truffe e sprechi.

Domenica Live si conclude qui: le vincitrici dell’Isola, le Donatella, saranno domani a Pomeriggio 5.



0 Replies to “Domenica Live: ancora trash su Alex Belli e persino su Sollecito”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*