Connect with us

News

Crozza nel paese delle meraviglie, la settima puntata

Tutte le imitazioni e le parodie dei personaggi della politica e della società italiana nel programma del comico genovese su La 7
Francesco La Rosa

Pubblicato

il

Tutte le imitazioni e le parodie dei personaggi della politica e della società italiana nel programma del comico genovese su La 7
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 Apertura con un video, quello in cui il leader della Lega Salvini dichiara di voler radere al suolo tutti i campi Rom sul territorio italiano. E Crozza, nei panni del leghista, arriva alla guida di una piccola ruspa. E giù con le iperboli: secondo il finto Salvini, i rom avrebbero sequestrato addirittura 24.000 bambini tenendoli nascosti nei loro campi. 

Inizia il consueto monologo. Si continua parlare di Lega Nord. Crozza dice: “La Lega ce l’ha con il 98% degli abitanti della Terra. Se riescono a realizzare il loro programma politico, il mondo di Salvini come sarebbe? Semplice, ci sarebbero solo 30 bergamaschi che si guardano in cagnesco!” Anche il Papa ha criticato la posizione del segretario del Carroccio e Crozza fa una breve imitazione del Pontefice: “Mi aspetto che da un momento all’altro, visto che sono extracomunitario, caccia anche me!“. 

Il comico genovese parla poi di Matteo Renzi, alle prese con il Documento Economia e Finanza. Il Governo dimezzerà le grandi opere. Per Crozza non è un problema: “Tanto chi le ha mai visto le grandi opere!” Ancora più critico sui tagli all’edilizia scolastica, che verrà privata di 489 milioni. “Cosa gliene frega a Renzi di perdere tempo con 4 mocciosi? Non aveva detto che la scuola era al centro del suo progetto di governo??

Non appena si parla del Premier, è tempo di “Renzi show“. L’ex sindaco di Firenze è ritratto come un venditore di fumo, che illude i telespettatori/elettori dicendo che il Pil è cresciuto e che il Paese è florido. Per lui il problema dell’Italia non è “la disoccupazione, la mafia, il clientelismo“, ma “la negatività“. Viene anche improvvisato un collegamento con Samantha Cristoforetti, come accaduto nella realtà negli scorsi giorni, a cui fa domande senza senso: “Ce l’hai il fidanzato?” E l’astronauta, quando le viene chiesto come vede l’Italia dallo spazio, risponde senza peli sulla lingua: “Da qui si vede che i cantieri dell’Expo non sono ancora conclusi e che ad Ischia il sindaco del Pd non c’è più!” E il collegamento, chissà come, si interrompe. Lo sketch si conclude con il solito “Renzi mattina”. 

L’attenzione si sposta su Bondi, ex fedelissimo di Silvio Berlusconi e pronto ad andare nel Pd con Renzi. “Sono trent’anni che Bondi è alla ricerca di un posto!” Crozza parla anche del leader di Forza Italia, con sarcasmo: “E’ un uomo inesauribile, non lo piegherà mai nessuno!” E sull’ipotesi dell’ex Cavaliere come possibile candidato a sindaco di Milano esclama: “Per questa città, dopo la Moratti, sarebbe la fine!” Poi la caricatura: “Amo Milano, ne ho fatte costruire altre 2!” E poi una canzone, nella quale spiega il suo programma: “Tolgo i tribunal, la Madunina in guepière

Dopo la pubblicità, Crozza ritorna sul palco parlando del terremoto dell’Aquila, avvenuto il 6 aprile del 2009. Dalla tragedia, è stato ricostruito soltanto il 3% del centro storico. lo showman è giustamente amareggiato: “Sono sei anni che da Roma arrivano solo promesse, mentre i tedeschi hanno rimesso in sesto Onna!“. Uno stato di incompletezza che c’è anche a Milano, dove i lavori per l’Expo ancora non sono conclusi: “Pisapia ha detto che i padiglioni saranno ‘fruibili’. Ma stiamo scherzando?

Si parla ancora di EXPO. Crozza dice che la vittoria ottenuta nel 2008 ai danni della città di Smirne, avversaria di Milano, è avvenuta con un metodo “alla Moggi“. Il comico riflette sulle numerose mancate promesse che l’Italia non ha mantenuto al momento dell’assegnazione dell’esposizione universale alla città meneghina: la biblioteca europea, le vie d’acqua, 70 km di piste ciclabili e pedonali. Tutto un bluff. 

 L’evento di punta del 2015 rischia di diventare, secondo Crozza, “una grande sagra. una fiera di paese“. È il giusto lancio per una canzone satirica, al contempo molto dura, che riprende “La fiera dell’est”. Non a caso, Crozza la esegue nei panni di Angelo Branduardi. Nel pezzo viene raccontata la cronistoria di tutti gli eventi negativi collegati all’esposizione universale, tra indagini, appalti truccati e imbrogli di ogni genere.

Ritorna la “maratona televisiva” di Enrico Mentana. Stasera la notizia è che il neo Ministro dell’Infrastrutture, Graziano Delrio, va in bicicletta senza tenere le mani sul manubrio. Il direttore del Tg La 7, però, non riesce proprio a lavorare con calma, tra disturbatori in studio e inviati maldestri. 

Dopo la pubblicità, si rientra parlando di Antonio Razzi, ormai diventato più un personaggio da settimanale che un politico. E non a caso parte l’imitazione, con Andrea Zalone voce fuori campo che intervista il senatore abruzzese. La struttura, come sempre, vede Razzi che non capisce mai la domanda postagli e la rielabora con giochi di parole, non rinunciando mai a qualche parolaccia. 

Consueta chiusura con la “divulgazione scientifica” : Kazzenger. Tra i quesiti di questa sera: “Cercare un ago in un pagliaio: ma prenderne un altro no? E poi: Quesiti sulla storia. Il revisionismo storico è un pericolo? Ne parleremo con un simpatico pittore austriaco: Adolf Hitler.”

Termina qui la settima puntata. “Crozza nel paese delle meraviglie” ritorna venerdì 17 aprile, alle 21.10, sempre su La 7.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nasco a Napoli nel 1989, ma la mia città è San Giorgio a Cremano, la stessa di uno dei miei miti: Massimo Troisi. Gli studi mi hanno portato a Roma, dove mi sono laureato in Editoria multimediale e nuove professioni dell’informazione alla Sapienza. Sono giornalista pubblicista. Il varietà è il mio genere preferito, sia in tv che in radio. A ruota seguono serie tv e quiz. La mia passione è il Festival di Sanremo: da piccolo fantasticavo di cantare sul palco dell'Ariston, ora mi limito a sognare di condurlo!

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Salotto Salemi Mediaset Play, il talk show in streaming di Giulia Salemi

A partire dal 16 aprile, Giulia Salemi conduce Salotto Salemi, un talk show in esclusiva per il servizio in streaming online Mediaset Play.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Salotto Salemi Mediaset Play
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Salotto Salemi è il nuovo talk show condotto dall’influencer Giulia Salemi, in esclusiva streaming per il servizio Mediaset Play. A partire da venerdì 16 aprile alle 19.00, la Salemi conduce per sei settimane consecutive il suo primo programma.

Salotto Salemi è prodotto da MNcomm in collaborazione con Brand On Solutions, l’area dedicata alle iniziative speciali di Mediamond, e con Naj Oleari Beauty e Mikado. Il programma è scritto da Silvia Rossi, mentre il Product Placement è a cura di Hub4Brand.

Salotto Salemi Mediaset Play, un format nato durante il lockdown

Giulia Salemi è dunque al suo esordio come conduttrice in solitaria di un programma Mediaset; probabilmente, anche in virtù del successo riscosso durante l’ultima edizione del Grande Fratello Vip, alla quale ha partecipato. La modella e influencer italo-persiana è attivissima sui social da sempre, tanto da meritare a pieni titoli la definizione di influencer. Su Instagram, la Salemi può infatti vantare oltre 1 milione e cinquecentomila followers, ma i numeri sono in continua crescita.

L’idea di Salotto Salemi nasce proprio sui social, durante il lockdown dello scorso anno. La Salemi in quell’occasione aveva organizzato uno show casalingo nel corso del quale dava consigli di make-up, cucina e salute, spesso in compagnia di amiche e amici ospiti. Il medesimo format è ora riproposto, con nuovi accorgimenti su Mediaset Play. Come avveniva sui social della Salemi, però, la conduttrice parlerà con i suoi ospiti di gossip, strappando loro confidenze e opinioni sorprendenti il più possibile. Il tutto in un clima amichevole e rilassato.

In passato, la due volte partecipante al Grande Fratello Vip ha già co-condotto due programmi televisivi; prima Ridicolousness Italia su MTV, dove lavorava insieme a Stefano Corti e Alessandro Onnis. E poi, Disconnessi on the road su Italia 1, insieme a Paola Di Benedetto e Paolo Ciavarro. 

Anteprima: gli ospiti confermati di Salotto Salemi

La prima ospite confermata di Salotto Salemi è Dayane Mello, modella e influencer. Anche la Mello ha partecipato, insieme a Giulia Salemi, all’ultima edizione del Grande Fratello Vip. 

Oltre a chiacchierare con lei, nella speranza di farle rilasciare dichiarazioni scottanti e qualche gossip in esclusiva sulla sua vita privata, la conduttrice propone alcuni beauty tips all’amica e collega. Tra una confidenza più intima e una chiacchiera, Dayane Mello fa quindi da modella di make up per la Salemi.

Tuttavia, sono molti gli ospiti vip la cui presenza è già stata confermata. Nel salotto di Giulia Salemi, nel corso di sei puntate, si avvicendano Paola di Benedetto, giovane show-girl e modella; Veronica Ferraro, una delle fashion blogger più seguite di Instagram, nonché grande amica di Chiara Ferragni.

E ancora, Gaia Zorzi, la sorella del noto influencer, anche lui ex “gieffino” Tommaso Zorzi. Inoltre, Martina Hamdy, modella, ex meteorina del TG4 e oggi presentatrice ufficiale dei programmi Meteo di Mediaset. Infine, Arianna Cirrincione, modella e influencer fidanzata con Andrea Cerioli, che ha conosciuto nel corso della trasmissione Uomini e Donne.

Si tratta, quindi, di ospiti giovani e molto noti sul panorama televisivo e sul Web, come influencer con milioni di followers sui social più diffusi come Instagram, Facebook e YouTube. 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Le Iene Alessia Marcuzzi salta la puntata del 13 aprile 2021

Alessia Marcuzzi salta l'appuntamento di martedì 13 aprile con la conduzione de Le Iene Show. Suo marito è risultato positivo al Covid.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Le Iene Alessia Marcuzzi
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alessia Marcuzzi salta l’appuntamento del 13 aprile 2021 con Le Iene Show su Italia 1. Lo ha annunciato la conduttrice stessa per mezzo di una storia pubblicata su Instagram. 

Le Iene Alessia Marcuzzi, di nuovo in quarantena

La conduttrice de Le Iene Show Alessia Marcuzzi ha reso pubblica in una storia sul social Instagram la notizia: non sarà presente nel corso della puntata del 13 aprile 2021. Come ha scritto lei stessa, infatti: “Purtroppo mio marito la scorsa settimana è risultato positivo al tampone molecolare. Ovviamente si è subito auto isolato e per ora sta bene.”.

Anche la Marcuzzi, intanto, sta bene, e ha rassicurato i fan della trasmissione aggiungendo che: “Io sono fortunatamente risultata negativa (ho già effettuato due tamponi molecolari). Ma come da protocollo sono cautelativamente in casa in attesa di ulteriori controlli. Con molto dispiacere, a tutela delle persone che mi stanno accanto, e per rispetto della prassi, non potrò essere presente a Le Iene che comunque seguirò da casa. Un bacio a tutti”.

Alessia Marcuzzi era già stata assente in passato dalla trasmissione, precisamente a ottobre 2020. In quell’occasione, però, era stato un suo tampone rapido a risultare positivo. Sta di fatto che, comunque, per il momento la Marcuzzi è dovuta tornare in quarantena, nel pieno rispetto della normativa per il contenimento del Covid. Perciò, Nicola Savino resta “solo” alla conduzione del programma; ovviamente, in compagnia delle voci dei membri della Gialappa’s Band.

Le anticipazioni per la puntata del 13 aprile

Intanto, sono già state pubblicate le prime anticipazioni per uno dei servizii in onda nella puntata de Le Iene Show di martedì 13 aprile.

Un operaio dell’azienda ArcelorMittal è stato licenziato dopo aver condiviso sul suo account Facebook privato un invito ai colleghi. Nel post l’uomo aveva condiviso un invito a vedere la serie “Svegliati amore mio”; nota per aver riportato all’attenzione del pubblico e dei media i rischi dell’inquinamento ambientale per la salute dei cittadini. I vertici dell’acciaieria non avrebbero apprezzato il gesto, che ha portato al licenziamento dell’operaio; giustificato, a loro dire, dai “contenuti denigratori e altamente lesivi dell’immagine dell’azienda.” presenti nel post.  Il servizio è a cura della Iena Alessandro Di Sarno. 

L’autore del servizio ha cercato di contattare in merito il responsabile delle risorse umane dell’azienda: Arturo Ferrucci. Che, pare, si sarebbe negato ai microfoni delle Iene in più occasioni. Così, il videomessaggio che la Iena Di Sarno avrebbe voluto mostrare al responsabile, è stato proiettato sulla facciata dell’azienda tarantina. 

Nel videomessaggio, è Ricky Tognazzi, uno dei registi e sceneggiatori di Svegliati amore mio, ad esporsi in difesa dell’operaio.Meglio mettere al rogo il film che mandare per stracci una persona, un uomo con famiglia e figli. Arrestateci tutti, arrestate noi, fermateci. Siamo dei potenziali terroristi che abbiamo causato, in qualche modo, il licenziamento di un povero operaio. Grazie ArcelorMittal per aver fatto quello che la censura non è riuscita a fare in cent’anni”. afferma Tognazzi.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Report Lo sterco del diavolo questa sera su Rai 3, gli altri servizi

Le inchieste e i reportage di cui si occupa Sigfrido Ranucci nel corso della puntata. In primis gli scandali in Vaticano.
Stefano Della Felce

Pubblicato

il

Report Lo sterco del diavolo
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Report propone oggi l’inchiesta dal titolo Lo sterco del diavolo. Va in onda lunedì 12 aprile alle 21.30 su Rai3 e su RaiPlay. Al timone come al solito Sigfrido Ranucci che promette rivelazioni esplosive.

Report Lo sterco del diavolo questa sera su Rai 3

Report riparte con l’inchiesta esclusiva “Lo sterco del diavolo” di Giorgio Mottola con la collaborazione di Norma Ferrara e Giulia Sabella.

Il reportage documenta come gli scandali all’ombra del Cupolone non si fermano nemmeno davanti ai Santi. Da anni Papa Francesco ha avviato una battaglia interna al Vaticano per portare trasparenza nei conti della Santa Sede. Ma la resistenza interna continua a essere forte: troppi sono gli interessi finanziari in ballo.

Questa sera viene raccolta una denuncia inedita dalla trasmissione. All’interno della Congregazione per le cause dei santi, la commissione vaticana che gestisce i processi di canonizzazione, un alto funzionario avrebbe chiesto una tangente per avviare il processo di beatificazione di un candidato molto noto e amato.

Una vicenda avvenuta mentre il prefetto della Congregazione per le cause dei santi era il cardinale Giovanni Angelo Becciu, l’ex sostituto della Segreteria di Stato dimessosi lo scorso settembre dopo le accuse di peculato.

Con documenti inediti e testimonianze esclusive Report ricostruirà gli investimenti finanziari realizzati dalla Segreteria di Stato negli ultimi anni.

A partire dall’acquisto degli ex magazzini Harrod’s di Londra, un palazzo costato al Vaticano oltre 400 milioni di euro e che oggi varrebbe non più di 290 milioni. Dietro agli investimenti opachi fatti con i soldi dei fedeli, si nasconderebbero uomini d’affari spregiudicati, faccendieri, religiosi corrotti e una guerra all’interno dei servizi segreti italiani.

Gli altri servizi

Tra gli altri servizi: Il triangolo della censura con una discussione e un approccio sul mancato aggiornamento del piano pandemico.

Si chiude con Sputnik il vaccino che viene dal freddo. 

Efficacia dichiarata altissima (92%), prezzo contenuto (10 dollari a dose), scarsi effetti collaterali, queste le caratteristiche del vaccino. Mentre in Europa mancano i vaccini e le dosi arrivano con al rallentatore, tutti parlano di Sputnik V. Il siero russo però in Europa non arriva e la sua autorizzazione si sta trasformando in un giallo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it