Il primo responso dell’Auditel alla ripresa autunnale


Riflessioni sui principali dati di ascolto doi luendì 2 settembre


La prima giornata “autunnale” per le principali reti Rai e Mediaset merita un approfondimento in quanto, per alcune trasmissioni, il responso dell’Auditel ha stravolto le aspettative della vigilia. Tra i programmi sotto osservazione c’erano, in particolare, l’evento In questa notte fantastica su Rai1, la prima puntata della serie Baciamo le mani su Canale 5 e il ritorno di Presa diretta sulla terza rete.

 La realtà, nuda e cruda, è che lo show di Jovanotti è stato un flop annunciato ma molti hanno voluto circondarlo da grandi aspettative puntualmente disilluse.Solo il 13,08% di share e 2.946.000 spettatori per Lorenzo negli stadi. Purtroppo i responsabili Rai non hanno messo in conto che la rete ammiraglia di viale Mazzini ha uno zoccolo duro di spettatori molto in avanti negli annii, non è certo una rete giovanilistica. Significa che la musica di Lorenzo Cherubini può non piacere. Jovanotti, insomma, non ha l’appeal di Andriano Celentano o di Gianni Morandi, artisti con un passato professionale in grado di evocare ricordi e richiamare alla mente spaccati di vita legati alle loro canzoni. Questo aspetto non è stato valutato. Inoltre lo show è stato troppo lungo: ad una iniziale atmosfera goliardica e coinvolgente, è subito subentrata l’assuefazione, quasi la noia. Bisognerà riflettere prima di ulteriori operazioni di questo tipo.

Canale 5 ha letteralmente umiliato Rai1, con una serie che ha mostrato fin da subito tutti i limiti e la precarietà strutturale.Baciamo le mani Palermo New York 1958  con la coppia di protagonsite Sabrina Ferilli e Virna Lisi ha conquistato il 18,48% di share con 4.485.000 spettatori. Solo fino a qualche anno fa una fiction con questi risultati sarebbe stata considerata perdente e quasi subito eliminata dal palinsesto. Oggi, invece, si grida al successo. Il pubblico meno giovane ha scelto la storia antimafia della rete Mediaset perchè più vicina alle proprie aspettative e perchè l’epoca in cui è ambienatta, gli anni ’60, evocano proprio quel passato emozionale di ricordi che Jovanotti con la sua musica non può suscitare.

Ma l’aspetto interessante della competizione è che tra i due grossi litiganti Rai1 e Canale 5, a godere è stato il terzo, ovvero Presa diretta, in onda su Rai3. Riccardo Iacona con l’inchiesta su Ricchi e poveri in Italia ha conquistato 2.196.000 spettatori con il 9,33% di share. Risultato, per quanto riguarda il numero di telespettatori molto vicino a quello di Rai1. Un dato molto significativo che evidenzia una nuova auspicabile maturità da parte della vasta platea televisiva. Da sottolineare che Iacona paga lo scotto dello spostamento di Presa diretta dalla domenica al lunedì, voluto dal direttore di rete.



0 Replies to “Il primo responso dell’Auditel alla ripresa autunnale”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*